1

LEGA PER IL LAZIO, CLAUDIA BELLOCCHI: "RENZI A CASA E’ UNA VITTORIA DELLA LEGA E DELLA DESTRA NON RAZZISTA E NON VIOLENTA"

 

La Bellocchi è certa di un cambiamento alla base: “Dopo il grande successo ottenuto sabato con la manifestazione di Roma è stato dimostrato, soprattutto a chi vuole dipingere questa realtà a suo uso e consumo, che il nuovo capitolo di destra è concreto e soprattutto non violento e non razzista nella politica italiana"

 

Redazione

Roma– Al margine della manifestazione “Renzi a Casa” di sabato 28 febbraio 2015 che ha riempito le strade di Roma e Piazza del Popolo, ottenendo un effetto domino sull’asse ormai consolidato tra Fratelli d’Italia e Lega Nord, interviene Claudia Bellocchi, coordinatore nazionale Lega per il Lazio: ”Ho il piacere di ringraziare tutti i nostri coordinatori territoriali del Lazio che sono intervenuti così numerosi alla manifestazione in Piazza del Popolo, con sacrificio, arrivando da ogni punto della Regione con i loro pullman per manifestare tutti insieme con l'obiettivo di costruire un nuovo capitolo politico nella destra italiana, non violento e sempre più vicino agli italiani. Grazie a tutti coloro che ci sono stati vicino nella fase organizzativa della manifestazione e che hanno contribuito a far andare tutto nel verso giusto. Per ultimo, ma non per importanza il mio ringraziamento va alla Questura di Roma, alla Polizia e ai Carabinieri, per il lavoro svolto, sia in piazza che mettendo in sicurezza la nostra Sede di Roma.”

La Bellocchi è certa di un cambiamento alla base: “Dopo il grande successo ottenuto sabato con la manifestazione di Roma è stato dimostrato, soprattutto a chi vuole dipingere questa realtà a suo uso e consumo, che il nuovo capitolo di destra è concreto e soprattutto non violento e non razzista nella politica italiana – conclude la stessa Bellocchi.

Claudia Bellocchi nella foto è accanto a Tony Iwobi, Responsabile Federale Dipartimento Immigrazione e Sicurezza Lega Nord. Iwobi precisa: ”Sono ancora commosso e grato per quanto accaduto sabato pomeriggio in piazza del popolo a Roma: una piazza gremita e pacifica che dimostra ancora una volta la credibilità del progetto politico della famiglia della Lega Nord di Matteo Salvini. Vogliamo un Paese sovrano sicuro, sostenuto dalla serietà dei suoi cittadini onesti, che persegua la certezza dei diritti e delle pene. Un'Italia proiettata nel futuro con irremovibile decisione nel difendere le conquiste di civiltà ottenute dal mondo occidentale.”




ZAGAROLO: LEGA PER IL LAZIO PUNTA SU ANIELLO NUNZIATA ALLE PROSSIME AMMINISTRATIVE

Redazione

Zagarolo (RM) – Per le amministrative che il prossimo maggio 2015 vedranno i cittadini di Zagarolo andare alle urne per scegliere i nuovi rappresentati che dovranno guidare il comune per i prossimi cinque anni, arriva il primo comunicato dalla sede romana della Lega.  

L'accordo è stato raggiunto dal Coordinatore Nazionale "Lega per il Lazio" Claudia Bellocchi insieme alle altre forze del centrodestra locale: "Per raggiungere l'intesa è stata fondamentale la chiarezza e la condivisione di principi. – commenta Bellocchi – Vogliamo tutti che Zagarolo diventi una piccola Verona. Per questo motivo, abbiamo deciso di puntare su una figura come Aniello Nunziata, affidandoci all'esperienza territoriale del coordinatore politico del progetto Stefano Novelli.
La cena inaugurale per la presentazione del candidato Sindaco Aniello Nunziata, si è svolta sabato 7 febbraio, a Colonna, una scelta maturata dal basso, molto netta e di forte identità che ha raccolto sin da subito consensi da tutta l'area del centrodestra locale.
All'evento erano presenti anche Marco Silvestroni, responsabile provinciale Fratelli d'Italia, e Marco De Carolis attuale sindaco di Monte Compatri.




MATTEO SALVINI E LE LEGHE DEL LAZIO: ECCO I FATTI

di Alberto De Marchis
Roma – E' polemica in merito alle ultime dichiarazioni shock di Matteo Salvini riportate da un giornale online. Salvini avrebbe dichiarato: “Non c'è un caso Roma, oggi c'è un simbolo, ed è 'Noi con Salvini'. Non esistono altri simboli riconosciuti da me, vale per le varie leghe che si sono dati nomi fantasiosi e quindi anche per la 'Lega per Roma' Chiunque non si riconosce con questo simbolo per me è fuori”.

E l'avvertimento dato dal segretario leghista non è passato inosservato ai vari referenti dei vari comitati messi su da Claudia Bellocchi sotto l'effige di Lega per il Lazio. Molti dei neo presidenti dei vari comitati della Lega per il Lazio infatti si sentono adesso "orfani" leghisti in cerca di quel Matteo Salvini che di fatto, anche se indirettamente, li ha disconosciuti. C'e' rabbia ma anche molta confusione ancora.

Intanto dal quartier generale dei Parioli di Lega per il Lazio, un tempo inaugurato da Claudia Bellocchi con la benedizione di Matteo Salvini, esce un comunicato ufficiale: "In merito alle polemiche uscite nei giorni scorsi inerenti il Congresso della “Lega per il Lazio”, – si legge in una nota della Bellocchi –  voglio precisare che la nostra compagine politica locale è strutturata ed organizzata al fine di sostenere le idee politiche della Lega Nord e del segretario federale Matteo Salvini, con il quale ho aperto la Sede della Lega di Roma il 9 aprile 2014, dove ogni giorno si svolge una intensa attiva politica. Mi preme chiarire una volta per tutte che il partito è coeso e la finalità non è la divisione ma la condivisione per la crescita continua del nostro partito".

La questione non rimane comunque chiara e alcuni presidenti dei vari costituiti nell'hinterland della capitale intendono andare a chiedere spiegazioni de visu alla leader Claudia Bellocchi.

Intanto sembrerebbe che presso l'hotel dove si terrà oggi il convegno ignoti abbiano imbrattato con della vernice rossa la sala dove si terrà l'evento. Un avvertimento?