Paliano, Natale 2019: un mese di eventi per tutti

PALIANO (FR) – Countdown iniziato per il Natale nella città di Paliano. Domenica 8 dicembre si darà ufficialmente inizio alle feste con l’incontro con Babbo Natale nel teatro Esperia e “l’invio” in aria con i palloncini delle letterine dei bambini. Il tutto con il sottofondo musicale della banda “Città di Paliano”. Inoltre l’associazione Palio dell’Assunta & Corteo Storico ha allestito un suggestivo percorso dei Presepi con degustazione e assaggi con i prodotti delle terre di Paliano. E da qui un susseguirsi di eventi che occuperanno tutti i week end fino al giorno dell’Epifania: concerti di musica classica ma anche swing, le esibizioni dei cori parrocchiali e della Banda musicale, spettacoli di magia e di teatro per bambini, l’immancabile presepe vivente di S.Maria Pugliano fino ad arrivare alla tombolata di chiusura con la Befana. Spazio anche alla beneficenza con la quinta edizione della Partita del Cuore in cui l’Amministrazione Comunale affronterà le vecchie glorie del calcio palianese.

Il Sindaco Domenico Alfieri: «Anche quest’anno la magia del Natale animerà per un mese intero le strade della città. Inizierà nel giorno dell’Immacolata il ricco programma di eventi organizzati per le festività natalizie dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con la Proloco e l’Associazione Palio, per consentire alle persone di ogni età di vivere l’atmosfera della festa più amata. Una serie di eventi pensati per riunire la comunità e non solo attraverso momenti di svago, divertimento, riflessione e cultura».

«Il cartellone presentato – sottolinea il Vicesindaco e Assessore alla Cultura Valentina Adiutori – è pieno di appuntamenti artistici, culturali e legati alla solidarietà. Spettacoli musicali e teatrali per grandi e bambini, un percorso nelle vie del centro storico alla scoperta dei presepi allestiti dai rioni che aiuteranno a riscoprire il territorio, a vivere la città, a passeggiare nelle strade in una città illuminata e vestita a festa. Insomma tanti eventi da non perdere».




Paliano: 6 milioni per una nuova scuola

Sei milioni di euro per la costruzione di una nuova scuola a Paliano, che possa sostituire il vecchio plesso di Via Fratelli Beguinot e ospitare in una struttura moderna, adeguata ed efficiente, gli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado della città: un nuovo finanziamento per l’edilizia scolastica di Paliano, dunque, ottenuto grazie all’accesso in graduatoria al decreto “Sisma 120” del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca e annunciato dal sindaco Domenico Alfieri durante la sessione dedicata alle comunicazione nel consiglio comunale tenutosi ieri, 22 ottobre, presso il Teatro comunale Esperia.
«Grazie a questi nuovi, ingenti fondi – ha dichiarato il sindaco Domenico Alfieri – frutto dell’impegno dell’amministrazione e dei tecnici comunali, garantiremo ai nostri figli una grande opera pubblica, pienamente fruibile e in regola con le più stringenti norme antisismiche, ideata per costruire un solido futuro ai palianesi di domani, fondato sul valore imprescindibile dell’istruzione. Finalmente una nuova scuola».
«In un momento in cui gli investimenti pubblici nelle strutture scolastiche
risultano carenti, qui a Paliano riusciamo a porci in controtendenza, riuscendo a trovare nuove risorse grazie al lavoro quotidiano dei nostri uffici. La nuova scuola di Paliano sarà un’opera destinata a segnare uno spartiacque tra passato e futuro, e offrirà ai nostri ragazzi un luogo all’avanguardia dove crescere e apprendere in piena sicurezza». Queste le parole dell’assessore alle Opere pubbliche, Federico Fiore.
«La costruzione di un nuovo plesso scolastico – è stato il commento
dell’assessore alle Politiche scolastiche, Eleonora Campoli – oltre che una grande opportunità di crescita per tutta la nostra comunità, rappresenta il segno tangibile di una volontà amministrativa che mira a risolvere nel concreto le problematiche più importanti per le famiglie, come assicurare luoghi protetti e sicuri per i nostri figli».




Paliano: la raccolta differenziata vola al 74%. Boom di interventi di bonifica

PALIANO – Dal 2015 ad oggi il comune di Paliano ha effettuato circa cinquanta interventi di bonifica eseguiti e dieci giornate ecologiche. Gli interventi sono stati pianificati prendendo spunto da un censimento svolto dai vigili urbani più di 10 anni fa, risolvendo un annoso problema, mai affrontato in modo così determinato.
Coordinare l’attività di bonifica, differenziando anche i rifiuti abbandonati ed il lavoro impeccabile dei cittadini e delle associazioni, ha permesso al nostro comune di essere inserito tra i primi nel Lazio come percentuali nella differenziazione dei rifiuti, che ad aprile 2018 si attesta intorno al 74%. Con il fine di contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, sono state installate sul territorio telecamere e foto-trappole con l’obiettivo di intercettare eventuali colpevoli. Grazie al controllo della polizia locale sono stati individuati dieci cittadini, nella maggior parte dei casi provenienti da altri comuni, multati per abbandono dei rifiuti.

Da novembre sono state effettuate 3 giornate di bonifica nella zona di Bosco Castello e il 19 maggio l’attività continuerà nell’ultimo tratto.
«Esprimo soddisfazione per un lavoro che a volte sembra irrisolvibile perché va a scontrarsi con quelli che sono gli istinti umani peggiori, dall’abbandono dei rifiuti, alla totale assenza di sensibilità per l’interesse ambientale. È proprio qui che si gioca la partita, in un cambiamento epocale che grazie alla disciplina e alle abitudini virtuose può migliorare la qualità delle acque dei nostri mari e dell’aria che respiriamo, perché riducendo la quantità di rifiuti si riduce la necessità degli inceneritori. L’impegno individuale nel perseguire abitudini virtuose è la frontiera della cittadinanza attiva, dove la domanda coordina e abbatte l’offerta, riducendo in prospettiva l’uso delle discariche e del ricorso all’incremento. Parafrasando un proverbio dei nativi americani "Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli». Queste le parole di Simone Marucci, assessore al Servizio Rifiuti Solidi Urbani.




Paliano, raccolta differenziata: raggiunto il 70%

 

PALIANO (FR) – Il servizio di raccolta differenziata del Comune di Paliano raggiunge un nuovo importante traguardo: dal rapporto del 2° trimestre 2017, infatti, spicca il dato relativo al mese di maggio che registra il superamento della soglia del 70% di differenziazione sul totale dei rifiuti conferiti dai cittadini palianesi.
«Questo risultato – ha dichiarato l'assessore al Servizio R.S.U., Simone Marucci – è il segno tangibile dell’impegno che la cittadinanza dimostra quotidianamente per realizzare una sempre più responsabile e virtuosa gestione del ciclo dei rifiuti, nel rispetto dell’ambiente e per una maggiore tutela della qualità della salute di tutti. I dati di questo secondo trimestre ci confortano, ma occorre tuttavia uno sforzo ulteriore per diminuire in maniera sensibile la produzione di rifiuti indifferenziati, così da alleggerire i costi di smaltimento. Una strada da percorrere è invitare le attività commerciali a mettere a disposizione della propria clientela prodotti e imballaggi che consentano una differenziazione più semplice».
 




Paliano, vicoli e fiori: i migliori allestimenti del centro storico

 

PALIANO (FR) – Oggi, giovedì 6 luglio, nella sala consiliare di piazza Sandro Pertini si è riunita la giuria di qualità per decretare i vincitori dell’edizione 2017 di “Vicoli e Fiori”, il concorso promosso dagli assessorati al Turismo e all’Urbanistica che premia i migliori allestimenti floreali del centro storico.
«“Vicoli e Fiori” – ha dichiarato il sindaco Domenico Alfieri – nasce dal desiderio di coinvolgere la popolazione nella cura del decoro del centro urbano attraverso il linguaggio e la bellezza dei fiori. Per il terzo anno consecutivo Paliano “sboccia” e ravviva i suoi scorci più belli grazie all’impegno di tanti volenterosi cittadini».
Splendidi gli allestimenti in gara, che hanno trasformato il borgo antico in un giardino multicolore, con continui rimandi alle suggestioni proprie del mondo dei fiori, ma anche agli aspetti più tradizioni legati alla cultura palianese.
«Questa edizione del concorso – il commento del vicesindaco con delega al Turismo, Valentina Adiutori – acquista un sapore particolare perché registra una massiccia partecipazione al femminile. Un ringraziamento quindi a queste magnifiche donne che, con la loro sensibilità, hanno trasformato la nostra città in un luogo da cartolina».
«Gli splendidi allestimenti presentati – queste le parole del consigliere con delega all’Urbanistica, Ugo Germanò – sono il segno tangibile dell’attaccamento della cittadinanza al proprio paese, ai vicoli, alle scalinate e alle piazze custodite all’interno delle mura. Paliano vestito di fiori è uno spettacolo per gli occhi e per il cuore».
La premiazione ufficiale di “Vicoli e Fiori” si terrà nella serata di sabato 8 luglio, in piazza Sandro Pertini, all’interno dei festeggiamenti dell’ormai storico appuntamento di “Vino in Festa”.




PALIANO: IL TAR RESPINGE IL RICORSO DI ACEA E IL SERVIZIO IDRICO RESTA AL COMUNE

Red. Cronaca

Paliano (FR) – Il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio, Sezione di Latina, con sentenza n. 415/16 ha dichiarato improcedibile il ricorso presentato in febbraio da ACEA S.p.A. contro il Comune di Paliano per ottenere la cessione degli impianti e delle reti del servizio idrico comunale.La bocciatura del ricorso fa seguito alla richiesta di salvaguardia promossa dall’amministrazione Alfieri all’indomani della notifica del ricorso al TAR da parte di ACEA, e segna una prima importante vittoria nella lotta per il mantenimento del servizio attualmente gestito da AMEA S.p.A.

"Il rigetto del ricorso di ACEA – ha dichiarato il sindaco Domenico Alfieri – ci conforta in questa nostra battaglia per garantire ai cittadini di Paliano l’indipendenza e l’autonomia nella gestione delle proprie risorse. L’acqua come bene pubblico è un valore a cui non possiamo, né vogliamo rinunciare. È nostra intenzione, quindi, mantenere il servizio idrico in AMEA S.p.A., ma oltre a perseguire lo scontro giudiziario contro ACEA dobbiamo far sì che AMEA stessa sia nelle condizioni economiche più solide e idonee per fronteggiare il mercato. Non dobbiamo infatti dimenticare che l’azienda nel 2014 era in perdita di circa 300mila euro nella gestione del servizio idrico. Oggi, chiedendo un sacrificio ai cittadini con l’adeguamento della parte fissa, abbiamo posto le basi affinché AMEA possa continuare a ricoprire il ruolo di gestore dell’acqua in maniera eccellente, così come garantito nei tanti anni di attività, e con tariffe per i cittadini di Paliano fortemente più basse rispetto all’ATO5. Adesso, da parte nostra, dobbiamo lavorare perché la richiesta di salvaguardia sia accettata, forti di quanto disposto dall’articolo 147 del Decreto Legislativo 152 del 2006".
 




PALIANO: AUTO IN UNA VORAGINE. UN MORTO PER IL MALTEMPO

Redazione

Paliano (FR) – Una persona è morta a Paliano (Frosinone): era in auto ed è finita in una voragine, a causa del maltempo nella zona. Lo si apprende dai vigili del fuoco, secondo i quali ci sono problemi anche in provincia de L'Aquila. Nel comune di Civitella Roveto, una persona risulta coinvolta in una frana mentre a Canistro sono state evacuate un centinaio di persone dopo l'esondazione del Rio Spalto.

A bordo dell'auto finita nella voragine a Paliano c'erano tre persone. Due di loro sono riuscite a salvarsi mentre la terza, una donna, è stata estratta priva di vita dai vigili del fuoco.

E case e scantinati allagati dal fiume Aniene esondato a Tivoli, alle porte di Roma, e alcune persone rifugiate sui tetti dopo le forti piogge della giornata. In soccorso vigili del fuoco e polizia al lavoro con le idrovore. Violenti temporali anche ai Castelli Romani.

Maltempo: una nuova perturbazione porterà nelle prossime ore piogge e temporali su buona parte dell'Italia, interessando prima il nord e poi le regioni meridionali. Il Dipartimento della Protezione Civile ha dunque emesso un'allerta meteo a partire dal pomeriggio di oggi. Gli esperti prevedono precipitazioni diffuse, localmente anche molto intense e accompagnate da fulmini e forti raffiche di vento, su Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Lombardia: Dalle prime ore di domani i fenomeni interesseranno Sicilia, Basilicata, Calabria e Puglia. Sulla base dei fenomeni previsti, il Dipartimento ha valutato – anche in virtù della perturbazione che ha colpito il territorio la settimana scorsa – una criticità rossa per rischio idrogeologico sulla Sicilia.

Nubifragio a Cassino, case allagate e alberi caduti – La pioggia delle ultime ore ha causato problemi anche a Cassino, in provincia di Frosinone, con l'allagamento di alcune abitazioni che ha costretto i vigili del fuoco a intervenire. I pompieri hanno lavorato anche per rimuovere diversi alberi crollati durante il nubifragio sulle strade, ma la situazione al momento è sotto controllo.

Bomba d'acqua e allagamenti a Pistoia e Pisa – Bomba d'acqua nel Pistoiese, allagamenti anche nel Pisano, mentre a Firenze è scattato l'Alert system con il quale gli abitanti riceveranno un messaggio telefonico registrato perché prestino attenzione ai rischi di eventuali nubifragi. A causa degli allagamenti, il cimitero comunale di S. Agostino a Pistoia è stato chiuso. Il torrente Brana, che ne costeggia la via di accesso ha raggiunto i limiti di guardia e in via precauzionale la strada è stata chiusa al traffico. Chiuso per allagamenti anche il sottopasso di Porta Nuova, una delle principali porte di accesso alla città. Molte le chiamate ricevute in mattinata dai vigili del fuoco, sia in città che nella Piana pistoiese e in Valdinievole per allagamenti di garage e scantinati. A Pisa si sono verificati crolli di lieve entità dalla facciata di palazzo Pretorio, che ospita numerosi uffici comunali di Pisa, e allagamenti in diverse zone della città oltre a 40 millimetri di pioggia caduta in un'ora e mezzo. Allagamenti diffusi in alcuni quartieri con i vigili del fuoco che hanno ricevuto richieste di soccorso anche se, assicurano, al momento la situazione è ritenuta "sotto controllo".

Disagi in provincia di Isernia – Uno scuolabus è rimasto bloccato a Macchia d'Isernia in un sottopassaggio allagato con dentro sette bambini e l'autista: sono stati salvati dai Vigili del Fuoco del Saf, il nucleo speleoalpino fluviale. In tutta la provincia centinaia le chiamate per abitazioni allagate e auto in panne. Il maltempo ha provocato un grave incidente. Un'auto, con a bordo due persone, è finita in un torrente: i due occupanti sono stati salvati dalla Polizia.

Acqua alta a Venezia – E' stata indicata a 110 centimetri, rispetto ai 115 previsti in un primo tempo, la previsione a Venezia della punta massima di marea per domani alla 12.15. La massima di marea odierna di 105 centimetri è stata registrata, al mareografo di Punta della Salute, in coincidenza con una marea astronomica di 72 cm in fase di sizigia per il novilunio, con un contributo meteorologico quindi di 33 cm. A Malamocco diga Nord e a Chioggia diga Sud la marea ha raggiunto il livello di 111 cm, a Lido diga Sud di 109 cm. Il Centro Maree, che già da giorni aveva segnalato la possibilità di una marea molto sostenuta per oggi e per domani, e che ieri alle ore 13 aveva inviato un sms agli oltre 60 mila iscritti al servizio con la previsione di una punta massima di 110 cm per le ore 11.45, questa mattina alle ore 8.25 ha azionato le sirene di allertamento, con il segnale sonoro di primo livello. All'origine del fenomeno – informa una nota -, l'arrivo di correnti cicloniche associate a un nucleo di bassa pressione sull'Europa centro-occidentale, che stanno provocando piogge su tutta l'Italia centro-settentrionale e suscitano venti di scirocco su medio e basso Adriatico, con intensità sui 30-35 km/h, innalzando il livello del mare: nel pomeriggio di ieri il contributo meteo è stato di 46 cm. A Venezia il vento è passato da scirocco nel tardo pomeriggio di ieri (sui 35-45 km/h) a bora nella notte, con debole intensità, e poi dall'alba a Sud – Sud-Ovest e poi in mattinata a Nord, sempre comunque di debole intensità.




PALIANO, GEMELLAGGIO CON NIEPOLOMICE: AL VIA LA FIRMA DEL PROTOCOLLO D'INTESA

Redazione

Paliano (FR) – E’ finalizzato all’avvio di scambi per la valorizzazione dei rispettivi territori il Protocollo d’Intesa, approvato nell’ultimo Consiglio Comunale, che il Sindaco, Domenico Alfieri, e il Vice Sindaco, Valentina Adiutori, firmeranno domani a Niepolomice con il Sindaco polacco Roman Ptak.

Con il viaggio degli amministratori comunali in Polonia viene ufficialmente dato il via alla procedura di istituzione di un gemellaggio tra i Comuni di Paliano (Italia) e Niepołomice (Polonia) “per la realizzazione di iniziative finalizzate alla condivisione di valori, esperienze e competenze – si legge nel Protocollo d’Intesa – nell’ambito della cultura, dello sport, delle politiche giovanili, dell’economia e del turismo, in vista dello sviluppo umano e materiale delle reciproche comunità locali”.

"Tra il nostro Comune e quello di Niepolomice – dichiarano il Sindaco Alfieri e il Vice Sindaco Adiutori – è attivo un pluriennale rapporto di collaborazione che intendiamo rafforzare siglando ufficialmente un gemellaggio per approfondire rapporti di amicizia, culturali e sociali tra le due comunità, in nome della democrazia e nell’ottica della promozione di un ideale di europeismo che parta prima di tutto dai cittadini. In particolare, vogliamo instaurare una collaborazione duratura, congiunta e condivisa tra le due comunità, attraverso scambi legati ad avvenimenti culturali e turistici, l’organizzazione di incontri sportivi tra club e società amatoriali, incontri tra le scuole, attività di gruppi giovanili, pianificazione di conferenze, seminari e programmi educativi, nonché scambi di saperi, esperienze e conoscenze utili allo sviluppo e alla valorizzazione dei rispettivi territori".

Il gemellaggio verrà sancito domani, sabato 26 settembre 2015, con il Giuramento di Fraternità Europea nel corso di una cerimonia pubblica che è stata inserita nell’ambito di un evento organizzato dalla città di Niepolomice.

E sono nobili gli impegni che i due Sindaci giurano di portare avanti: promuovere il dialogo, scambiare le esperienze, “congiungere i nostri sforzi – recita il testo del Giuramento – per aiutare nella piena misura dei nostri mezzi il successo di questa impresa necessaria di pace, progresso e prosperità. Vale a dire: l’UNITA’ EUROPEA”. 




PALIANO: IL FAGIOLO A SURICCHIO INSERITO NELL'ELENCO DEI PRODOTTI TRADIZIONALI DEL LAZIO

Redazione

Paliano (FR) – Si è salvato dall’estinzione grazie all’accurata manodopera di un ristretto gruppo di contadini ultraottantenni che ne ha tramandato la semenza. Stiamo parlando del fagiolo a “suricchio”, ossia a falcetto, di Paliano, un legume autoctono del territorio comunale che è stato di recente riconosciuto come “prodotto tradizionale del Lazio”.

E’ infatti delle sette nuove referenze della nostra Regione inserite dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali nella quindicesima revisione dell'elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali (PAT), pubblicata nella GU n. 168 del 22 luglio scorso. Come è noto, si definiscono "Prodotti Agroalimentari Tradizionali" quei prodotti le cui metodiche di lavorazione, conservazione e stagionatura risultano consolidate nel tempo. In particolare, devono risultare praticate sul territorio di riferimento in maniera omogenea secondo regole tradizionali e protratte nel tempo, comunque per un periodo non inferiore ai 25 anni.

L’attività di ricognizione eseguita dai tecnici delle strutture regionali competenti ha riconosciuto al fagiolo a “suricchio” tutti i requisiti per essere inserito nel prestigioso registro aprendo così la strada ad azioni di maggior tutela, conservazione e valorizzazione. Il legume si presenta all’interno di baccelli verdi che vengono raccolti e consumati ancora teneri. I semi sono -per l’appunto- a forma di falce, dalla buccia sottile, lucida e di colore rosso. Una volta sgranati e lasciati essiccare manifestano buone capacità di conservazione.

"Il processo di conservazione di questo legume – dichiara Domenico Alfieri, Sindaco di Paliano – è il frutto di un grande impegno di volontà. Ringrazio dunque sia chi ha conservato sia chi ha ricercato e recuperato le radici di questo prodotto antico e prezioso. L’inserimento del fagiolo a “suricchio” nel registro dei prodotti tradizionali è infatti un’opportunità per lo sviluppo del territorio che l'Amministrazione Comunale di Paliano, in collaborazione con Agenzia Regionale per i Parchi, ente gestore del Monumento Naturale Selva di Paliano – Mola de Piscoli, sarà sicuramente in grado di sfruttare al meglio. Ciò al fine di affermare e promuovere le nostre eccellenze sui mercati ma anche per dimostrare fattivamente come la dedizione, lo spirito di collaborazione e la competenza concretizzino sinergie vitali allo sviluppo economico locale".

"E’ un risultato importante per l’intera comunità palianese – sottolinea l’Assessore alle Politiche Agricole Eleonora Campoli – ed è stato raggiunto grazie all'interessamento di Francesca Litta, imprenditrice agricola locale, che ha impiantato sui terreni de "La Polledrara" questo legume, seguendo da vicino le diverse fasi, ed ha fornito alla Regione tutte le informazioni utili affinché il fagiolo a "suricchio" fosse inserito nell'elenco dei prodotti tradizionali del Lazio. Questo a testimonianza del ruolo fondamentale svolto dagli agricoltori, ai quali va il ringraziamento più sentito, come custodi del territorio e delle tradizioni locali".

"L’esperienza ci insegna – conclude Vito Consoli, Direttore dell’Agenzia Regionale per i Parchi – che quando la tutela si coniuga con lo sviluppo diventa garanzia di successo. Ciò lascia ben sperare anche per la realizzazione del Master Plan".
 




PALIANO: BOOM DI VISITATORI PER LA XVIII EDIZIONE DI VINO IN FESTA

Redazione

Paliano (FR) – Bilancio molto positivo per la XVIII edizione di Vino in festa. I visitatori, con tanto di calice da degustazione, hanno potuto assaporare piatti e vini della tradizione locale seguendo il percorso delle cantine dislocate nel centro storico e gestite dai Rioni e dalle Contrade del Palio dell’Assunta in una cornice di festa arricchita dall’apertura delle cantine del percorso museale, dalle bancarelle del mercatino e dalla musica della “Banda – Gruppo Folk Città di Paliano” e del ‘Gruppo folk ciociaro Valle di Comino di Atina’.

Nell’ambito della manifestazione, alla presenza del vice Sindaco Valentina Adiutori e degli Assessori Eleonora Campoli e Ugo Germanò, si è svolto anche un apprezzato convegno sulle innovazioni tecnologiche a servizio di una vinificazione di qualità al quale sono intervenuti diversi produttori ed estimatori di vino. E al protagonista della festa è stato dedicato un concorso, rivolto ai produttori artigianali che producono il Cesanese e la Passerina per piacere, tradizione, hobby, al quale hanno risposto in cinque. Ieri pomeriggio, al termine del convegno, moderato da Francesca Litta di Slow Food Territori del Cesanese (promotore del concorso insieme alla Pro Loco di Paliano e alla Cia di Frosinone), al quale hanno partecipato Piero Riccardi, produttore e giornalista, Pina Terenzi presidente dell’Associazione della Cia ‘Donne in Campo’, e la produttrice Maria Elena Sinibaldi, si è svolta la premiazione dei cinque campioni di vino rosso e bianco presentati. La classifica, stilata dalla giuria composta da Adriano Togneri, Domenico Tagliente (viticoltore) e Paolo Sinibaldi, ha premiato come miglior vino rosso quello prodotto da Claudia Parretta che ha vinto il primo premio anche per la categoria bianchi. Secondo classificato per i rossi Marco Parretta che si è aggiudicato anche il terzo premio per i bianchi. Terzo classificato Stefano Rossi. Secondo classificato per i bianchi Domenico Parretta.

Alla premiazione del concorso ‘Lo Cesanese meo’ è seguita quella del concorso ‘Vicoli e Fiori’ bandito dal Comune per abbellire il centro storico. Il primo premio (200 euro e l’attestato di partecipazione) è stato assegnato all’idea ‘Matrimonio in corso’, realizzata da un gruppo di commercianti di C.so Vittorio Emanuele II° rappresentati da Benedetta Fraiegari, con questa motivazione: “L'allestimento sfrutta al meglio lo scenario in cui è inserito, vitalizzando il vicolo attraverso una accurata disposizione dei fiori. Varia e apprezzabile la scelta cromatica. Le piante risultano in salute e ben curate. La disposizione degli elementi crea un effetto piacevole, che riesce a mitigare lo spazio angusto circostante la composizione”. Il secondo premio (100 euro più l’attestato) è andato all’allestimento di un vicolo nei pressi di Via Garibaldi realizzato da Francesca Baroni e il terzo premio (50 euro più l’attestato) a Luigi Verani per la composizione in Via del Forte. La giuria, composta da Pierpaolo Federici (agronomo), Ivan Verani (architetto) e l’Ing. Andrea Proietti in qualità di responsabile settore Tecnico, Territorio e Ambiente del Comune di Paliano, ha voluto rivolgere un particolare ringraziamento a tutti coloro che, pur non partecipando, si sono impegnati ad abbellire il centro storico di propria iniziativa, nello spirito del concorso. “È bello e confortante constatare come questa iniziativa – sottolineano – abbia suscitato interesse e spronato la comunità a raccogliere l'invito dell'Amministrazione a valorizzare il nostro bene più grande: Paliano”.

“L'Estate Palianese è iniziata alla grande”, commenta il Sindaco Domenico Alfieri. “Vino in Festa, così come Paliano Jazz Festival la scorsa settimana – prosegue Alfieri – hanno registrato un’imponente presenza di persone e ciò che fa più piacere la maggior parte turisti (questo è il nostro intento). Ora si continua sabato prossimi con l'appuntamento della Notte Bianca, poi ancora Sant’Anna e poi inizierà il Ferragosto palianese. Fa piacere anche quanto ci stanno riconoscendo le persone che ci fermano in strada, palianesi e non, per ringraziarci di aver trovato un paese più pulito, curato, abbellito. Qualcosa inizia a cambiare, grazie all’impegno dell’Amministrazione ma anche grazie all’impegno dei cittadini e dei commercianti sempre più sensibili ai temi riguardanti il decoro urbano e la valorizzazione della nostra Città. ‘Vicoli e Fiori’ è stato un concorso importante che sicuramente è andato in questa direzione”.

“Ringrazio la Pro Loco – sottolinea il vice Sindaco con deleghe al Turismo e Spettacolo Valentina Adiutori – per l’enorme impegno profuso nell’organizzazione di questo evento che apre ufficialmente l’ESTATE PALIANESE. La formula dei produttori presenti all’interno delle cantine è risultata vincente perché abbiamo dato la possibilità di conoscere diverse tipologie e produzioni di Cesanese coinvolgendo realtà territoriali che per la prima volta hanno trovato spazio a Paliano, in una manifestazione i cui numeri sono in crescita, attirando, anno dopo anno, un pubblico attento e specializzato. Ringrazio, inoltre, l’Associazione Culturale Palio dell’Assunta & Corteo Storico e tutti i Rioni che si sono adoperati al meglio per offrire ospitalità e una buona cucina come è, ormai, nella tradizione dei nostri Comitati sempre disponibili e pronti a collaborare per il successo degli eventi in un’ottica di promozione culturale del territorio”.

 




PALIANO, ALBERGO DIFFUSO: ACCOLTA LA DELEGAZIONE TUNISINA

Redazione

Paliano (FR) – Ieri pomeriggio il vice Sindaco con delega alla Cultura e al Turismo, Valentina Adiutori, ha accompagnato una Delegazione tunisina del Governatorato di Jendouba in visita a Paliano. Il soggiorno in Italia dei tunisini è stato organizzato da UNOPS, Agenzia delle Nazioni Unite a Roma.

Gli ospiti, provenienti da un'area montana settentrionale della Tunisia, erano interessati ad acquisire informazioni sull’esperienza ricettiva dell’Albergo Diffuso inaugurata a Paliano nel mese di luglio 2011.

Dopo una breve visita alla reception, realizzata nell’immobile di proprietà comunale a Porta Romana (ingresso Sud di Paliano), e alla visita in una della 4 case di cui è composto l’Albergo Diffuso, sono stati ricevuti nella sala consiliare per un confronto con le autorità locali e i referenti dell’Albergo Diffuso. I componenti la delegazione hanno avuto così la possibilità di esporre domande e curiosità, legate anche al ruolo di supporto dell’ente locale, per poter strutturare e sviluppare la medesima formula ricettiva in Tunisia.

“Vi ringrazio per aver scelto Paliano – sono state le parole del vice Sindaco Adiutori – al fine di studiare questa esperienza avviata da pionieri perché di Albergo Diffuso si parlava ma se ne conoscevano poco i meccanismi. A Paliano è nata una realtà che funziona e che, in assenza di strutture ricettive dentro il centro storico, consente di ospitare i turisti che vengono per partecipare ai numerosi eventi del fitto calendario di festività di cui il Palio dell’Assunta rappresenta la punta di diamante”.

Dalla Adiutori è stata sottolineata anche l’importanza della collaborazione di tutti gli attori coinvolti nella promozione del territorio, dai commercianti, alle guide, alle associazioni, per far funzionare al meglio un modello ricettivo che ha come obiettivo quello di far vivere agli ospiti il borgo ospitante senza costruire nuovi immobili ma recuperando quelli esistenti messi a disposizione dai proprietari.