1

Guidonia, domenica il gazebo per chiedere il voto sul contratto di Governo. Ammaturo e Saltamartini in prima linea

GUIDONIA (RM) – La Lega per Salvini a Guidonia Montecelio scende in piazza e chiede agli elettori e tutti i cittadini il loro pensiero e voto sul CONTRATTO DEL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO tra il M5S e la Lega.
Tutto il direttivo, tanti amici e sostenitori, insieme al Consigliere e coordinatore politico della città, Giovanna Ammaturo oltre all’ Onorevole Barbara Saltamartini in considerazione del delicato momento si sono messi a disposizione per chiedere l’opinione ai cittadini e che sarà espressa tramite voto. Domenica, tutto il giorno, saranno presenti con il gazebo a Villanova di Guidonia nella Piazza S.Giuseppe Artigiano mentre già da oggi venerdì e sabato si potranno incontrare, per tutto il giorno, gli esponenti della Lega nella Sede in Guidonia Centro in via Alessandro Guidoni 14.

Si potrà leggere il contratto sottoscritto tra Salvini e Di Maio e partecipare all’inizio del programma elettorale che ci ha fatto assurgere a secondo partito della Città. Siamo partiti 5 anni con 49 voti ed oggi ne contiamo oltre 16.600.

La Lega insieme agli elettori del centro destra sono ad un passo dall’iniziare a realizzare ciò che aveva in programma: stop Fornero, Flat Tax, Difesa del Made in Italy e del Commercio, Legittima
difesa. Serve l’aiuto di tutti ed in particolare dei Guidoniani perché la Lega è indice di democrazia partecipata e riconosce da sempre nei fatti la Sovranità del Popolo. Si potrà votare per dire Stop all’immigrazione sconsiderata, per la Pace Fiscale, Asili nido gratuiti ed IVA zero sui prodotti per l’infanzia, Ridiscussione di tutti i trattati europei, Dignità del Lavoro, Potenziamento delle Forze dell’Ordine, Autonomia e maggiore risorse agli Enti Locali. Abbiamo bisogno della opinione dei Cittadini per legittimare che solo insieme si decide la democrazia di un popolo e per dimostrare a Matteo Salvini : Andiamo a Governare.

IL CONSIGLIERE di LEGA PER SALVINI

Giovanna Ammaturo




Guidonia, Lega incontra i cittadini. Saltamartini, Ammaturo e i neo eletti sempre sul territorio

GUIDONIA (RM) – Il secondo Partito della Città di Guidonia con l’On. Saltamartini e il consigliere Ammaturo in una sede più grande per diventare riferimento dei cittadini e curare gli interessi degli Italiani.
Domenica 25 marzo la Lega ha voluto incontrare la Città per continuare il rapporto con gli elettori che l’hanno fatta assurgere a secondo partito di Guidonia Montecelio in un noto locale. A fare gli onori di casa il neo parlamentare Barbara Saltamartini e il consigliere comunale Giovanna Ammaturo che ha detto: “Siamo passati da 40 voti di 5 anni fa ad essere il secondo partito della Città con oltre il 16%. Sei mesi fa, per la prima volta presente alla amministrative sono stata eletta con l’8,51%.

Oggi abbiamo raddoppiato i voti e sentiamo i consensi crescere attorno alla politica della Lega fatta da persone serie , capaci e costruttive.
L’elezione della Saltamartini alla Camera e quella di Umberto Fusco e Giancarlo Rufa al Senato e Daniele Giannini alla Regione Lazio, è il segno che a Guidonia Montecelio come in tutta l’Italia siamo riusciti a sensibilizzare con i nostri progetti e programmi gli elettori di ogni età. Siamo fieri del proselitismo spontaneo e di tanti che sono ritornati a fare politica senza narcisismi, gelosie o investiture assolutistiche e della opposizione costruttiva messa in atto anche con denuncie alla Procura. Più di tutto ci teniamo ad essere il riferimento politico per i cittadini”.

L’on. Barbara Saltamartini nel ringraziare i presenti e tutti gli amici di Guidonia, ha posto l’accento sul rispetto e la democrazia. “Abbiamo rispetto per il voto degli Italiani che sancisce la fine della liturgia da prima Repubblica- ha detto- Con il buon senso che ha animato la campagna della Lega vogliamo dare risposte e soluzioni su temi da tutti sentiti: Lavoro, Sicurezza, Lotta alla criminalità, Valorizzazione delle famiglie, Pensioni, Eliminazione della legge Fornero che non solo ha prodotto lacrime e sangue ma impedisce ai giovani di trovare occupazione. Stiamo lavorando e non faremo inciuci: il centro destra unito è una risorsa. La Lega è il primo partito della colazione per un governo serio e duraturo. Se non ci saranno opportunità di dare risposte non accetteremo alcun compromesso al ribasso.
Per 30 voti non siamo riusciti ad espugnare, al momento, il collegio 12 di Guidonia e 49 Comuni. Saremo sempre presenti qui e nel territorio: lo avremmo fatto anche se se gli elettori non ci avessero votato in tale guisa. La Lega è prima nel centro destra: oggi siamo 125 deputati contro i 18 del 2013, contiamo 58 senatori contro 12.

Nel Lazio siamo in 11 mentre nel 2013 ero la sola. È necessario ribadire che prima di essere parlamentari siamo espressione del territorio e non vogliamo interrompere l’azione di pungolo e forte contrasto come sta facendo l’Ammaturo contro il Sindaco Barbet che evita di dare anche risposte e bene ha fatto il consigliere a denunciare alla Procura. Intanto le scuole di prima infanzia si chiudono, i pini cadono sugli abitanti: queste sono indecenze. Apriremo una sede più grande dopo quella già aperta dalla Ammaturo per consolidare e fortificare il rapporto con i residenti. Non
smetteremo di lottare per tutti cittadini perché mai penseremmo di abbandonarli come ha fatto il PD dopo aver raggiunto il 40% , chiudendosi nei Palazzi. Al contrario la Lega vuole sentirsi sempre più vicino alla gente, agli Italiani. Prima gli Italiani sia che si tratti dei confini del territorio che per le loro speranze e desideri. Gli Italiani hanno bisogno di tutto tranne che di essere presi in giro. E’ facile chiedere suffragi prima delle elezioni e poi sparire: noi saremo qui dopo il voto e sempre”.




Guidonia, collegio uninominale per la Camera: 8 voti di differenza tra M5s e Lega. Saltamartini invoca massima trasparenza

GUIDONIA (RM) – “Il collegio uninominale per la Camera di Guidonia non può essere assegnato senza che ci sia certezza assoluta sui voti validi e, quindi, senza la verifica di tutte le migliaia di schede nulle. – Dichiara la deputata della Lega Barbara Saltamartini, candidata del centrodestra nel collegio uninominale di Guidonia Montecelio – Su questo non indietreggeremo di un millimetro. Ad oggi – prosegue Saltamartini – la differenza tra me e il candidato del M5S è di soli 8 voti, su 154.646 elettori. Un soffio, caso unico in tutta Italia. Per questo è assolutamente necessario mettere in atto tutte le verifiche del caso. Qui c’è in gioco la corretta composizione della Camera dei Deputati, che sappiamo quanto sia fondamentale per ottenere una maggioranza parlamentare alla luce, soprattutto, del risultato elettorale. Siamo certi che le autorità competenti non si assumeranno la responsabilità di convalidare un voto che, ad oggi, risulta palesemente viziato e incompleto. E siamo certi che ci sarà la massima attenzione e la dovuta sensibilità anche da parte del Viminale. Basti pensare che, dalle prime verifiche, su 18 voti contestati ho già recuperato 11 voti (passando per questo da uno scarto iniziale di 19 voti a 8). Detto ciò è chiaro che con queste premesse, su 2759 schede nulle, numero altissimo, per 259 sezioni, i margini per ribaltare il risultato iniziale siano enormi. Nella sola Guidonia – continua Saltamartini – sono state registrate 685 schede nulle su 68 sezioni, in media dieci per ogni sezione. Per questo il nostro rappresentate di lista ha chiesto formalmente la verifica delle schede nulle, considerando, tra l’altro, l’acclarata inesperienza di molti presidenti di seggio e, dalle prime verifiche, anche la disattenzione applicata. Se il magistrato preposto non accetterà la nostra richiesta si assumerà la responsabilità di attribuire senza alcune certezza la vittoria ad un candidato, alterando la composizione dei gruppi parlamentari”.




Saltamartini: “Lega è il primo partito anche nel Lazio”

LAZIO – “Matteo Salvini ha compiuto un’impresa straordinaria. La Lega è il primo partito del centrodestra in tutta Italia. E primeggia anche nel Lazio. Per il voto alla Camera oltre 400mila laziali hanno barrato il simbolo Lega-Salvini premier. Nella circoscrizione Lazio 1 abbiamo ottenuto quasi il 12 per cento dei consensi, in quella Lazio 2 il 16,5%. Al Senato, invece, raggiungiamo quasi il 14% di media. Con questi numeri siamo riusciti a eleggere 7 deputati e 4 senatori, risultando così tra le regioni più rappresentate in Parlamento all’interno della Lega”. E’ quanto dichiara la deputata della Lega, Barbara Saltamartini.

“Uno scenario impensabile fino a poco tempo fa. Ed invece in tre anni e mezzo, da quando sono stata il primo parlamentare non eletto nelle liste della Lega ad aderire al progetto di Matteo Salvini, con l’impegno di tanti militanti siamo riusciti in questa impresa. Siamo il primo partito del centrodestra in tanti quartieri di Roma, in tanti comuni della provincia e del litorale romano e di tutto il Lazio.
Primo partito a Civitavecchia, Fiumicino, Pomezia, Marino, Formello, Bracciano, Trevignano e poi nei collegi di Viterbo, Rieti, Latina. Per finire al collegio di Guidonia Montecelio – prosegue Saltamartini – dove ero candidata all’uninominale: proprio a Guidonia il 15 per cento degli elettori ha dato fiducia alla Lega e a Salvini. Una crescita in un anno di circa il 150 per cento se si considera che alle amministrative 2017 la Lega ottenne il 6,6. Ma anche negli altri 48 comuni del collegio, punte percentuali molto alte: a Vallepietra il 20%, a San Gregorio da Sassola il 22,5, Marcellina il 20,3, ad Agosta il 21,7, a Cave il 18,8 per cento. Cresciamo in ogni Comune, siamo consapevoli delle nostre potenzialità e della forza delle nostre idee. E questo anche in prospettiva dei prossimi appuntamenti elettorali amministrativi, dai quali non si potrà più prescindere dalla Lega. Mi riferisco ad esempio a Tivoli, dove si voterà a breve per il nuovo sindaco, la Lega ha ottenuto il 15 per cento risultando il primo partito. Così come già detto per Fiumicino e Pomezia, che andranno al voto tra qualche mese. In alcuni centri cresciamo anche con punte del 600 per cento, come avvenuto a Carveteri passando dal 3 per cento dell’anno scorso, al 18% di domenica. Anche alle regionali, per la prima volta la Lega porterà alla Pisana propri consiglieri. Grazie a tutti, ai militanti, ai sostenitori, ai candidati e soprattutto grazie agli oltre 5milioni di italiani che hanno dato fiducia al progetto di Matteo Salvini e della Lega. Da qui – conclude Saltamartini – si parte per ridare certezza di un futuro migliore ai nostri figli e all’Italia”.



Guidonia: Saltamartini e Giorgetti (Lega) incontrano il mondo delle piccole medie imprese

GUIDONIA (RM) – La Lega di Salvini incontra il mondo delle professioni e delle pmi dell’hinterland di Guidonia. Il vicesegretario federale Giancarlo Giorgetti, numero 2 della Lega, accompagnerà oggi nel suo tour elettorale la deputata Barbara Saltamartini, candidata alla Camera di tutto il centrodestra nel collegio uninominale. “Si tratta di un’ulteriore conferma dell’attenzione del centrodestra e della Lega alle realtà produttive del territorio. Le piccole imprese locali, i commercianti, gli artigiani, i professionisti e i lavoratori autonomi – afferma Saltamartini – rappresentano il tessuto produttivo della zona e l’ossatura dell’economia locale che noi tuteleremo e valorizzeremo, abbassando le tasse e rimuovendo lacci e vincoli della macchina burocratica”.
Si parte alle ore 11 con la visita al Centro agroalimentare Roma per poi proseguire nel primo pomeriggio, alle ore 14, all’area industriale pip di Guidonia Montecelio.
Alle ore 16 Giorgetti e Saltamartini incontreranno il mondo delle professioni all’hotel Duca D’Este, mentre alle ore 18 aperitivo con esponenti delle pmi locali a Guidonia. In serata appuntamento a Marcellina.



Guidonia, Saltamartini (Lega): “Città è discarica a cielo aperto, incapacità M5S”

GUIDONIA (RM) – “Guidonia Montecelio come una discarica a cielo aperto. Così l’ha ridotta la giunta M5S. Girando oggi tra i mercati della città, durante il mio tour elettorale, tanti cittadini mi hanno raccontato indignati, facendomi vedere video e immagini, di intere piazzole adibite alla raccolta del vetro ridotte a un vero scempio. Io stessa ho potuto appurare personalmente questa vergogna”. Lo dichiara la deputata Barbara Saltamartini, candidata alla Camera per il centrodestra nel collegio uninominale di Guidonia Montecelio.

“Sembra che l’assessore competente si sia dimenticata di rinnovare il contratto con la ditta incaricata per lo smaltimento del vetro e se ne sia accorta solo dopo due settimane. Sembra una barzelletta, ma purtroppo non lo è. Sciatteria, incompetenza e incapacità. A pagarne il prezzo sono soltanto i cittadini. Ma quale credibilità e affidabilità possono avere queste persone? Nel frattempo – prosegue Saltamartini – ieri a Roma un altro Municipio a guida grillina è crollato. Questa è l’ennesima conferma che chi non sa amministrare le città non può pensare di governare il Paese. Il centrodestra e la Lega, nelle città, nelle regioni e alla guida dell’Esecutivo nazionale sono sempre stati garanzia ed esempio di buon governo. Il 4 marzo non ci sono alternative”.




Da Civitavecchia al Viterbese, Saltamartini (Lega): “È allarme sicurezza. Necessari rimpatri e stop all’immigrazione incontrollata”

“Da Civitavecchia a Viterbo, passando per Orte, anche nelle ultime ore leggiamo notizie di delinquenza che riguardano immigrati, clandestini e richiedenti asilo. Ormai è un ‘bollettino di guerra’ quotidiano. Solo oggi: un nigeriano espulso a Civitavecchia perché senza permesso, risse tra extracomunitari a Orte, due marocchini e un gambiano arrestati nel viterbese durante le attività di contrasto allo spaccio di droghe. Le nostre forze dell’ordine, cui va il nostro plauso, tutti i giorni devono fare i salti mortali per garantire la sicurezza nelle nostre città, anche a rischio della propria incolumità. Trovandosi di fronte gente che non scappa da alcuna guerra e che, piuttosto, nella maggior parte dei casi va ad alimentare la delinquenza sul territorio. Questo è il risultato delle politiche delle porte aperte del Pd e della sinistra. Questa è una vera e propria emergenza. Per la Lega e Salvini al Governo le priorità saranno più sicurezza e legalità, rimpatri e stop all’immigrazione incontrollata, contrasto al degrado. Anche di questo parleremo domenica prossima durante il tour elettorale con i candidati della Lega sul litorale Nord Roma, a Civitavecchia, Ladispoli e Santa Marinella“. Lo dichiara la deputata Barbara Saltamartini, candidata alla Camera per la Lega nei collegi plurinominali di Roma e del Lazio.




Guidonia, cerimonia giornata della memoria: Saltamartini depone corona d’alloro. Assenti i Cinque Stelle

GUIDONIA (RM) – Il GIORNO DEL RICORDO è una solennità civile nazionale italiana, celebrata il 10 febbraio di ogni anno. Istituita con la legge 30 marzo2004 n. 92 essa vuole conservare e rinnovare «la memoria
della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale».a
Guidonia Montecelio insiste un monumento a ricordo dei tragici momenti. Il primo in Italia ed eretto il 27 settembre 1997 per volere dell’Onorevole Vittorio Messa coadiuvato dal sindaco del tempo l’ulivista Ezio Cerqua e dal Senatore Maceratini.

Alla cerimonia onorata e creata da Fratelli d’Italia ed in particolare da Alessandro Messa, erano presenti un centinaio di cittadini che hanno declamato il Pater Noster insieme al sacerdote che ha recitato l’omelia e il ricordo di tanti uomini e donne, dicendo tra l’altro : “ Tutti i morti attendono pietà”.

La stessa che per 50 anni una cultura di sinistra ha volutamente dimenticato, quasi che l’eccidio di decine di migliaia di Italiani che non vollero sottostare al regime titino dovessero passare nell’oblio, escluse dalla storia italiana. Una cerimonia parca ma formale in ogni dettaglio pur mancando le Istituzioni amministrative, leggi Sindaco e/o assessori grillini. Presenti due consiglieri dell’opposizione Arianna Cacioni di FdI e Giovanna Ammaturo della Lega per Salvini.

Alla cerimonia non ha voluto mancare l’Onorevole Barbara Saltamartini, candidata al collegio uninominale per il Centro Destra, che con la consigliera Cacioni ha deposto una corona d’alloro. Un gesto semplice ma solenne anche per sottolineare la volontà che nessun Italiano può o peggio deve essere dimenticato.




Guidonia, il centrodestra apre la campagna elettorale: Barbara Saltamartini in corsa per la Camera

GUIDONIA – Sabato 10 febbraio si apre ufficialmente la campagna elettorale del centrodestra a Guidonia Montecelio. Saranno presentati alla stampa i candidati nel collegio uninominale di Camera e
Senato, che sono Barbara Saltamartini e Umberto Fusco, insieme ai candidati dei partiti della coalizione. L’incontro con i giornalisti avrà luogo alle ore 11.30, a Guidonia, presso il bar
Lanciani (viale Roma, 1).

Oltre ai due candidati all’uninominale, collegio che include tra gli altri anche i comuni di Tivoli, Fonte Nuova e Mentana, saranno dunque presenti anche gli altri candidati di centrodestra del relativo collegio plurinominale. Per la Camera: Stefano Sassano, già sindaco di Guidonia, e Sestino Giacomoni di FI; Alessandro Palombi, nonché sindaco di Palombara, di Fdi; Sara De Angelis della Lega.

Per il collegio plurinominale del Senato, invece, prenderanno parte alla conferenza stampa Gianfranco Rufa della Lega e Paola Binetti di Noi con l’Italia-Udc.

Saranno presenti anche i coordinatori locali dei quattro partiti che compongono la coalizione.

la vicepresidente dei deputati della Lega, Barbara Saltamartini non ha risparmiato oggi parole riguardo le recenti minacce al leader Salvini: “In Italia c’è qualcuno che vuole sparare a Salvini. Lo striscione intimidatorio contro il nostro leader esposto su un cavalcavia in Umbria è di una gravità assoluta. Questo è il risultato del clima da caccia alle streghe avviato dalle anime belle della sinistra. Cosa hanno ora da dire i vari Boldrini, Delrio, Martina, Saviano che in questi giorni hanno attaccato Salvini quale mandante morale dello squilibrato di Macerata? E ora chi è il mandante morale di questa pericolosa minaccia?”.