1

FRASCATI SCHERMA, LA GREGORIO CENTRA UN BUON OTTAVO POSTO IN COPPA DEL MONDO

Redazione

Frascati (Rm) – Un ottavo posto molto significativo. La sciabolatrice del Frascati Scherma, Rossella Gregorio, conquista un buon piazzamento (il migliore personale nell'individuale in questa prima parte di stagione) nella prova di Coppa del Mondo svoltasi ad Antalya (in Turchia). La Gregorio è stata l'ultima delle azzurre ad uscire dal tabellone principale e tra l'altro può recriminare con la sorte che le ha messo di fronte la coreana Kim, campionessa olimpica uscente. La Kim, che nel turno delle 16 aveva sconfitto l'altra azzurra Ilaria Bianco, si è imposta per 15-9. In precedenza l'atleta frascatana classe 1990 aveva superato agli ottavi la statunitense Aksamit col punteggio di 15-10, ai sedicesimi la connazionale Navarro per 15-7 e al primo turno la russa Galiakbarova, battuta per 15-9. Anche nella prova a squadre (affrontata assieme a Irene Vecchi, Lucrezia Sinigaglia e Martina Petraglia) l'Italia della Gregorio si è fermata ai quarti per mano dell'Ungheria, dopo due secondi posti consecutivi conquistati nelle prove di Gand e Bologna.
Non brillante, invece, la prova dei fiorettisti che erano di scena a Venezia. Stefano Barrera e Daniele Garozzo sono stati eliminati nel tabellone di qualificazione per mano rispettivamente del britannico Mepstead e del francese Simon, mentre Valerio Aspromonte si è fermato ai sedicesimi al cospetto del russo Sedov che si è imposto 15-13.
Nel prossimo week-end, infine, è in programma un'altra prova di Coppa del Mondo di fioretto: gli uomini saranno di scena a Bonn (in Germania), le donne a Torino. Molto importante anche la seconda prova nazionale del Gran Premio Giovanissimi di spada che si terrà a Napoli: per il Frascati Scherma proveranno a strappare il pass Leonardo Luongo e Sara Uranelli (cat. Giovanissimi), Marco Faedda e Giovanni Ottaviani tra gli Allievi e Sofia Pascucci e Ludovica Uranelli tra le Ragazze.

LUTTO – Sono giorni tristissimi e di grande dolore per la famiglia del Frascati Scherma. A poche ore dalla scomparsa della mamma di Francesco Trani, promettente fiorettista tuscolano, è arrivata quella del direttore tecnico Stefano Simoncelli. I funerali di Simoncelli si terranno domani (venerdì) alle ore 15,30 nella Cattedrale di San Pietro.




FRASCATI SCHERMA, PALUMBO E DONATO TRIONFANO NELLA PROVA INTERREGIONALE DEL GPG

Redazione

Frascati (Rm) – Due primi posti e tantissimi piazzamenti. Il Frascati Scherma la consueta “scorta” di soddisfazioni nell'ultima prova interregionale del Gran Premio Giovanissimi che si è svolta a Baronissi (provincia di Salerno) nello scorso week-end. I trionfi portano la firma della fiorettista Andrea Martina Donato e della sciabolatrice Maria Chiara Palumbo. La prima ha vinto nella categoria Bambine sconfiggendo in finale con un netto 10-1 Maria Palumbo della Scherma Latina. Netta anche l'affermazione in finale di Maria Chiara Palumbo che nella categoria Ragazze-Allieve ha battuto 15-4 l'aquilana Giorgia Carducci. Terzi posti invece per i fiorettisti Valerio Gabrielli (Ragazzi-Allievi), Ilaria Cerchiaro (Ragazze-Allieve) e Emma Rutigliano (Giovanissime) e per gli sciabolatori Caroline Monjoux (Ragazze-Allieve), Emanuele Marronaro (Ragazzi-Allievi), Valerio Fasano (Giovanissimi) e Riccardo Pucci (Maschietti). Sempre nelle due armi di punta del club tuscolano sono arrivati questi piazzamenti tra i primi otto: nel fioretto Bambine quinta Angelica Conchiglia, nei Giovanissimi settimi Giulia Spina e Valerio Silenzi, nelle Ragazze-Allieve quinta Serena Puglia. Nella sciabola quinta Alessia Di Carlo e sesta Lavinia Egidi (Giovanissime), quinta Livia Manca (Ragazze-Allieve), sesto Marino Di Carlo (Giovanissimi), quinto Lorenzo Ottaviani (Maschietti). Tra gli spadisti il miglior risultato è di Leonardo Luongo che si è piazzato al decimo posto nella categoria Giovanissimi. Sempre a propositi di “settore di base”, si avvicina l'appuntamento del 24 marzo quando il Frascati Scherma organizzerà il primo “Trofeo Piccole Lame di Primavera” riservato alle categorie Prime Lame ed Esordienti. La kermesse, patrocinata dal comitato regionale, si terrà presso la palestra “Simoncelli” a Frascati: viste le numerose richieste, la società del presidente Molinari ha deciso di allargare la partecipazione anche ai nati nel 2005 che gareggeranno nella stessa categoria dei nati nel 2004.

Lo scorso 7 marzo, infine, si sono chiusi i campionati europei Cadetti e Giovani disputati a Budapest. Il bilancio del Frascati Scherma è stato arricchito dalle medaglie a squadre Giovani conquistate da Camilla Mancini nel fioretto e Alessandro Riccardi nella sciabola. I due allori si sono sommati al precedente oro individuale de




FRASCATI SCHERMA, LA STAGNI OTTIMA SESTA IN COPPA DEL MONDO. LA MANCINI CAMPIONESSA EUROPEA GIOVANI

Redazione

Frascati (Rm) – «Una rondine non fa primavera, ma questa certamente è una bella rondine». La battuta è di Lucio Landi, maestro della sciabolatrice Livia Stagni che ha costruito tutta la sua carriera al Frascati Scherma e che nell'ultimo week-end ha ottenuto un importante sesto posto nella prova di Coppa del Mondo disputata a Bologna. «Un risultato che ci voleva – continua Landi – e che è certamente di qualità visti gli avversari che Livia ha battuto, tra cui (nel tabellone delle 16) la coreana Kim, campionessa olimpica di Londra». La Stagni, che proprio domenica scorsa ha compiuto 25 anni, si è arresa ai quarti contro la russa Gavrilova. «Nel momento decisivo dell'assalto – spiega Landi – ha avuto un problema muscolare che è stato successivamente confermato dagli esami. Purtroppo Livia ha rimediato uno stiramento che le farà saltare le prossime due settimane di attività: in questo momento non ci voleva perchè avremmo subito voluto verificare se si riusciva a dare continuità al risultato di Bologna». Landi crede molto nelle potenzialità della Stagni. «Tecnicamente è un'atleta fatta – rimarca il maestro – mentre deve migliorare dal punto di vista della lettura tattica dell'assalto, dove spesso non è reattiva. Comunque è nel giro della Nazionale e deve continuare a lavorare come sta facendo». Il maestro Landi, responsabile del settore sciabola del Frascati Scherma, ha avuto nello scorso fine settimana un'altra grande soddisfazione: l'argento a squadre nel campionato europeo Cadetti di Flaminia Prearo. «Ha riscattato la prova individuale dove non aveva fatto benissimo – evidenzia Landi -, mentre nella gara a squadra è stata trascinante per la Nazionale, chiudendo in positivo anche il proprio bilancio nella finale persa con le russe».

UN SUCCESSO DIETRO L'ALTRO – L'inizio settimana della società del presidente Paolo Molinari è stato folgorante. Oltre ai risultati della Stagni e della Prearo, è arrivato lo splendido titolo di campionessa europea Giovani conquistato a Budapest dalla fiorettista Camilla Mancini, assoluta dominatrice della categoria Under 20. Gran terzo posto anche per il fiorettista Valerio Aspromonte che nella prova di Coppa del Mondo a San Pietroburgo è stato fermato solo in semifinale dall'americano Massialas.




FRASCATI SCHERMA, NONO POSTO PER LA PREARO AI CAMPIONATI EUROPEI CADETTI. ASPROMONTE VINCE A SQUADRE IN COPPA DEL MONDO

Redazione

Frascati (Rm) – Forse non è andata come avrebbe voluto lei. Ma Flaminia Prearo è stata comunque la migliore delle azzurre della sciabola (categoria Cadette) scese in pedana ieri (martedì) per la prova del campionato europeo che si sta svolgendo a Budapest (Ungheria). L'atleta del Frascati Scherma si è piazzata al nono posto, fermata da un pizzico di sfortuna e dalla dalla turca Sarban nell'assalto valido per approdare ai quarti. Il 14-15 finale ha lasciato sicuramente rammarico nella promettente atleta del sodalizio tuscolano che, comunque, assieme alle sue compagne potrà tentare il riscatto nella prova a squadre. Prima dello scontro fatale con la Sarban, la Prearo aveva vinto quattro incontri su cinque nella fase a gironi, poi aveva superato la belga Hendrickx per 15-10 ai sedicesimi di finale.

L'ULTIMO WEEK-END – Non sono andate benissimo le cose per i tre fiorettisti del Frascati Scherma impegnati nella prova individuale di Coppa del Mondo a La Coruna (Spagna). Valerio Aspromonte ha chiuso al 18esimo posto, Daniele Garozzo al 40esimo e Stefano Barrera al 48esimo, ma per il primo c'è stata la bella “consolazione” del primo posto nella prova a squadre assieme a Baldini, Avola e Cassarà: in finale piegati gli Stati Uniti. Andamento simile nella prova di sciabola femminile di Gand (Belgio): all'esordio nella competizione a squadre Livia Stagni e Rossella Gregorio (assieme a Irene Vecchi e Lucrezia Sinigaglia) hanno conquistato una bella medaglia d'argento, piegate solo in finale dalla Corea. Meno positiva la gara individuale con Gregorio 35esima, Stagni 44esima e Loreta Gulotta 63esima.

Nella seconda prova nazionale di qualificazione zonale ai campionati italiani Open, infine, hanno conquistato il pass nella sciabola maschile Gabriele Enea, Giovanni Palumbo, Enrico Benso, Emanuele Germoni, Flavio Mancini e Edoardo Ramunno, nel fioretto maschile Luca Papale, Tommaso Fabrizi e Amedeo Contestabile e in quello femminile Claudia Caracciolo, Beatrice Guglielmi, Chiara Tranquilli, Manuela Cerchiaro e Benedetta Spina.




FRASCATI SCHERMA CELEBRATO DURANTE LA CERIMONIA DELL'ATLETA DELL'ANNO 2012

Redazione

Frascati (Rm) – Valerio Aspromonte e Ilaria Salvatori erano “fuori concorso” ed erano stati già celebrati con una cerimonia “personalizzata”. Ma al premio “L'atleta dell'anno 2012” organizzato dal Comune di Frascati e in primis dal consigliere delegato allo Sport Matteo Filipponi, il Frascati Scherma ha avuto comunque una parte importante. Il Comune ha infatti donato una targa alla società del presidente Paolo Molinari (e anche alla Lupa Frascati) per aver “costruito in casa” due medaglie d'oro olimpiche a squadre coi suoi fuoriclasse. Come personaggio di riferimento del Frascati Scherma (indicato dalla società stessa) per l'anno passato è stato premiato il vice-presidente Gaetano Frezza, una figura che incarna i valori di professionalità, correttezza e competenza del sodalizio tuscolano.

L'ULTIMO WEEK-END – Sul fronte dei risultati sportivi, però, l'ultimo week-end del club frascatano è stato insolitamente avaro di soddisfazioni. Ci si attendeva certamente di più dalle prove di Coppa del Mondo Under 20 tenutesi a Budapest (Ungheria) e Aix en Provence (Francia). Il “miglior” risultato lo ha ottenuto lo sciabolatore Alessandro Riccardi fermatosi nel tabellone dei 16. Concluse presto le prove dell'altra sciabolatrice Flaminia Prearo e dei fiorettisti Beatrice Guglielmi, Manuela Cerchiaro e Guillaume Bianchi. I giovani del Frascati Scherma, comunque, si sono consolati con le convocazioni per i campionati europei Cadetti e Giovani 2013, in programma a Budapest da martedì 26 febbraio a giovedì 7 marzo. Presente inevitabilmente Camilla Mancini nella squadra di fioretto femminile Giovani, mentre nella stessa categoria Alessandro Riccardi è stato inserito nel quartetto della sciabola azzurra. Flaminia Prearo, infine, sarà nel quartetto della sciabola femminile Cadetti e fungerà da “riserva in Italia” per la squadra Giovani.

AGENDA – Nel prossimo week-end sono due gli appuntamenti salienti per il club frascatano: a La Coruna (Spagna) si terrà la prova di Coppa del Mondo di fioretto (categoria Assoluti) dove saranno impegnati Valerio Aspromonte, Stefano Barrera e Daniele Garozzo. A Montecatini Terme, infine, si disputerà una gara di qualificazione alla seconda prova Open nel percorso che porterà ai campionati italiani Assoluti.




FRASCATI SCHERMA, LA MANCINI SCENDE DALL'AEREO E VINCE IL TITOLO ITALIANO GIOVANI

Redazione

Frascati (Rm) – Camilla Mancini ha compiuto un'altra piccola grande impresa. La fiorettista del Frascati Scherma è stata capace di vincere il titolo italiano Giovani poche ore dopo aver preso l'aereo che la riportava in Italia dopo la trasferta di Budapest. L'atleta frascatana, infatti, aveva partecipato sabato alla prova di Coppa del Mondo Assoluti in terra ungherese dove era uscita di scena nel tabellone dei 64 per mano dell'altra azzurra Volpi. Ma Camilla è un'atleta di carattere e si è scrollata in un attimo di dosso sia la delusione per la gara di Coppa del Mondo sia la stanchezza per il viaggio. Arrivata ad Udine, ha quindi conquistato il titolo italiano della categoria Giovani (riservata agli atleti nati tra il 1993 e il 1995) sbaragliando la concorrenza e eliminando ai quarti la De Zolt (15-10), in semifinale la Biagiotti (15-4) e in finale l'atleta dell'Aeronautica Palumbo, sconfitta con un netto 15-5.

A Udine sono arrivate altre splendide notizie per il Frascati Scherma: nella sciabola, categoria Giovani, Alessandro Riccardi ha conquistato un grande secondo posto, perdendo di una sola stoccata il metallo più pregiato. Emozionante la finale contro l'atleta foggiano D'Armiento che si è imposto per 15-14. Quello di Udine è stato un evento memorabile anche per l'altra sciabolatrice frascatana Flaminia Prearo che è stata capace di conquistare prima la medaglia d'argento nella categoria Cadetti (atleti nati tra il 1996 e il 1998) perdendo solo in finale (anche lei per 15-14) contro l'atleta del Cs Roma Pivanti e poi di meritare anche un bel bronzo nella prova Giovani dove è stata piegata (11-15) in semifinale dalla livornese Baldini.

Tornando alla prova di Coppa del Mondo di Budapest, va segnalato il terzo posto di Arianna Errigo, che da oltre un mese si allena alla “Simoncelli” e che si è fermata solo in semifinale per mano della russa Deriglazova, e il settimo di Carolina Erba, fermata ai quarti proprio dalla Errigo al termine di un assalto tiratissimo (15-14). C'è stata gloria anche per Ilaria Salvatori che dopo una prova individuale non brillante si è riscattata con la vittoria nella prova a squadre assieme a Di Francisca, Errigo e alla giovane Volpi che ha sostituito la Vezzali.

I giovani fiorettisti del Frascati Scherma hanno partecipato, senza grandi riscontri, alla prova internazionale Under 17 che si è tenuta a Pisa.




FRASCATI SCHERMA, LA SCIABOLA RAGAZZE-ALLIEVE A SQUADRE TRIONFA NEL GPG. E LA MANCINI VINCE ANCORA

Redazione

Frascati (Rm) – Da Danzica (Polonia) a Lione (Francia) passando per Foligno e Foggia. I colori del Frascati Scherma hanno brillato in diverse parti d'Italia e d'Europa nello scorso week-end. Un fine settimana eccellente per la società del presidente Paolo Molinari che ha festeggiato, tra i confini nazionali, il trionfo della squadra di sciabola femminile. A Foligno, nel Gran Prix “Kinder+Sport” dedicato agli Under 14, il team composto da Caroline Monjoux, Maria Chiara Palumbo, Elena Fantozzi e Livia Manca ha stracciato la concorrenza nella categoria Ragazze-Allieve battendo ai quarti Livorno (45-26), in semifinale la Virtus Bologna (45-21) e in finale l'Officina Scherma Mirano (45-40). Da segnalare nella stessa arma i sesti posti nella categoria Bambine-Giovanissime (con Alessia Di Carlo, Lavinia Egidi e Marta Zibellini) e in quella Maschietti-Giovanissimi (con Edoardo Esuperanzi, Riccardo Pucci, Alessandro Lucarini e Lorenzo Ottaviani) e il settimo dei Ragazzi-Allievi (con Michele Buonomo, Samuele De Stefano e Emanuele Marronaro. Nella stessa prova di fioretto (tenutasi a Foggia) il miglior piazzamento (quinto posto) lo ha ottenuto la squadra Ragazze-Allieve composta da Giulia Ferretti, Chiara Spagnoli, Serena Puglia e Ilaria Cerchiaro.

All'estero, invece, sono arrivati successi nella Coppa del Mondo Under 20 e Assoluti. A Lione Camilla Mancini si è confermata in uno straordinario momento di forma. La fiorettista tuscolana ha dimostrato un'incredibile superiorità schiacciando in finale l'altra azzurra Sinigalia (15-5) dopo aver imposto un netto 15-8 alla francese Mpah-Njanga in semifinale e un chiaro 14-9 all'altra connazionale Palumbo nei quarti.

Splendide notizie, infine, anche da Danzica dove nella prova d'esordio stagionale del circuito di Coppa del Mondo di fioretto a vincere è stata Arianna Errigo, che da qualche settimana ha scelto di allenarsi alla palestra “Simoncelli” di Frascati. La Errigo, in semifinale, ha battuto l'intramontabile frascatana Ilaria Salvatori che ha dunque ricominciato una nuova stagione con uno splendido terzo posto. Infine una curiosità: le due olimpioniche, assieme all'altra fiorettista Elisa Di Francisca, saranno ospiti al prossimo Festival di Sanremo.




IL FRASCATI SCHERMA MONOPOLIZZA IL PODIO DELLA SCIABOLA NEL CIRCUITO EUROPEO UNDER 23

Redazione

Frascati (Rm) – Il Centro Tecnico della FederBocce di Roma (zona Eur Torrino) è divenuto per un week-end una sorta di “filiale” della palestra “Simoncelli” del Frascati Scherma. Il sodalizio del presidente Paolo Molinari ha spopolato nella gara del circuito europeo Under 23 monopolizzando il podio nella sciabola femminile. A vincere la prova è stata Flaminia Prearo che nell'atto finale ha battuto la compagna di sala Francesca Buccione con un emozionante 15-14. In precedenza la Prearo aveva eliminato la Criscio col punteggio di 15-13, mentre nell'altra semifinale era andato in scena un altro “confronto in famiglia” con la Buccione che piegava la neo tesserata frascatana Rossella Gregorio sempre per 15-13. Le soddisfazioni frascatane nel circuito europeo Under 23 non finivano qui: nel fioretto, infatti, l'altra nuova arrivata del Frascati Scherma, Valentina De Costanza, conquistava uno splendido argento arrendendosi in finale (9-15) solo alla fortissima Cipriani. Il quadro dell'ottima prestazione degli atleti tuscolani era completato, sempre nel fioretto, dal quinto posto di Riccardo Cinti e dal settimo di Tommaso Fabrizi, e nella sciabola dal quinto posto di Alessandro Riccardi.

Al primo appuntamento dei più grandi, intanto, non ha tradito le attese il campione olimpico a squadre Valerio Aspromonte. Il biondo fiorettista ha ottenuto un buon sesto posto nella prova individuale di Coppa del Mondo di Parigi, tradizionalmente poco fortunata per il campione del Frascati Scherma. Aspromonte ha solo avuto la sfortuna di incrociare ai quarti con l'altro azzurro Baldini (poi vincitore della prova), battagliando comunque prima di cedere per 15-13. Positivo anche il 43esimo posto di Daniele Garozzo, alla prima esperienza in Coppa del Mondo assoluta. Meno buono, infine, il settimo posto della squadra azzurra di fioretto composta dallo stesso Aspromonte e da Baldini, Cassarà e Avola: l'Italia, per la prima volta condotta dal neo commissario tecnico Andrea Cipressa è stata sconfitta ai quarti dalla Russia per 45-36.


 




FRASCATI SCHERMA, CAMILLA MANCINI DOMINA LA PROVA DI COPPA DEL MONDO UNDER 20 A ZAGABRIA

Redazione

Frascati (Rm) – Un'altra stoccata d'oro. Camilla Mancini vince anche la prova di Coppa del mondo Under 20 andata in scena a Zagabria (Croazia) al termine di una prestazione praticamente perfetta. L'atleta del Frascati Scherma e delle Fiamme Gialle ha conquistato il primo posto annichilendo tutte le avversarie che le si sono trovate di fronte. Basti pensare al 15-11 con cui ha piegato la francese Tran ai quarti, il 15-8 con cui ha battuto la russa Golosseva in semifinale e al 15-7 con cui si è sbarazzata dell'altra russa Zagidullina in finale. Una prestazione eccellente arriva anche da Flaminia Prearo nella sciabola femminile che sempre in Coppa del Mondo, ma a Dourdan (in Francia), si piazza al sesto posto battuta ai quarti dalla russa Kanukova. Meno positive le prestazioni di Alessandro Riccardi, 24esimo nella sciabola maschile, e dei fiorettisti Guillaume Bianchi (49esimo) e Alessandro Gridelli (60esimo).

Tornando in Italia nella seconda prova di qualificazione Open di spada svoltasi presso il centro tecnico federale della Federbocce a Roma, test valido per la partecipazione alla seconda prova Open nazionale, da registrare l'ottimo risultato di Riccardo De Maria e Andrea Meuti che riescono (in una gara di 190 partecipanti) ad ottenere il pass.

Consuete ottime notizie anche dai più piccoli: nella seconda prova regionale di sciabola Under 14 (Gpg) svoltasi sempre a Roma, i piccoli frascatani hanno centrato diversi risultati di prestigio. Nella sciabola Allieve trionfo di Caroline Monjoux sulla compagna di sala Maria Chiara Palumbo, confermandosi ad altissimi livelli nella loro categoria. Tra gli Allievi vittoria per Emanuele Marronaro, nei Ragazzi primo posto per Michele Buonomo, nei Maschietti podi per Lorenzo Ottaviani (secondo) e Riccardo Pucci (terzo), nelle Giovanissime terza Alessia Di Carlo. Nelle Ragazze da segnalare il quinto posto di Elena Fantozzi e l'ottavo di Livia Manca, negli Allievi nono Samuele De Stefano e decimo Luca Cafaro, nelle Giovanissime ottava Marta Zibellini e 11esima Anita Iole Monaco. E ancora: nei maschietti sesto Alessandro Lucarini, decimo Edoardo Esuperanzi, 15esimo Gabriele Fahmy El Zarw, 25esimo Davide Guglielmi. Nei ragazzi settimo Damiano Rosati, ottavo Filippo Martini, 11esimo Stefano Troiani. Nei giovanissimi nono Marino Di Carlo e 15esimo Valerio Fasano.