1

FRASCATI SCHERMA: POKER DI PRIMI POSTI TRA I GPG, LA PAPPONE FERMATA NEI QUARTI AI MONDIALI

Redazione

Frascati (Rm) – Una valanga di podi e altri ottimi piazzamenti che confermano la vitalità del settore Gpg del Frascati Scherma. Nello scorso fine settimana si è tenuta la terza prova interregionale delle varie categorie Under 14 e i maestri tuscolani presenti (Aquili, Enea e Germoni per la sciabola, Zanzot e Meuti per la spada, Galli, Nucci, Ramacci e Scardini per il fioretto) hanno sicuramente tratto ulteriori indicazioni confortanti e decisamente positivo. Ben quattro giovanissimi, infatti, si sono piazzati sul gradino più alto del podio, tre dei quali nel fioretto: si tratta di Gianmarco Gridelli tra i Giovanissimi (categoria nella quale va segnalato lo splendido terzo posto di Alessandro Marchetti) e Martina Conti tra le Giovanissime (dove Francesca Faedda ha ottenuto un buon settimo posto), ma anche di Angelica Conchiglia tra le Ragazze-Allieve dove Andrea Martina Donato ha strappato un bellissimo terzo posto. Sempre nel fioretto, gradino più basso del podio anche per Alice De Belardini tra le Bambine mentre nei Ragazzi-Allievi ha chiuso al quinto posto Davide Pellegrino. E se nella spada il miglior risultato lo ha fatto segnare Ludovica Nicastro (undicesima nella partecipatissima prova della categoria Bambine), altre importanti soddisfazioni sono arrivate dalla sciabola dove il più bravo di tutti è stato Lorenzo Ottaviani, capace di arrivare fino in fondo nella categoria Ragazzi-Allievi, la stessa dove Leonardo Tocci ha centrato un onorevole settimo posto. Ha toccato con mano il successo dovendosi accontentare alla fine del secondo posto Giulia Nobiloni in una categoria Giovanissime che ha visto pure il buon piazzamento di Amelia Giovannelli, settima. Da sottolineare, inoltre, il quinto e sesto posto rispettivamente di Elena Furfaro e Sofia Giammarioli nelle Bambine e il settimo di Matteo Simeone nei Maschietti.
Intanto in Francia, esattamente a Bourges, sono in corso i campionati mondiali Cadetti e Giovani: terminata con un buon settimo posto l’avventura iridata della Cadetta Arianna Pappone (vice-campionessa individuale e bronzo a squadre ai recenti campionati europei di Novi Sad), eliminata ai quarti di finale dalla connazionale Bertola, poi medaglia di bronzo, ora il club tuscolano si concentra sui suoi Giovani: oggi scende in pedana lo sciabolatore Federico Riccardi, domani sarà la volta delle sue “colleghe” Flaminia Prearo e Lucia Lucarini (Accademia Terni), con Chiara Crovari convocata come “riserva in Italia” in caso di forfait dell’ultim’ora. Giovedì sarà il turno dei fiorettisti Guillaume Bianchi e Alessandro Gridelli, dal giorno successivo fino a domenica si terranno le gare a squadre.
 




FRASCATI, LA SCHERMA È ARTE CON IL CHALLENGER CREATO PER GLI ASSOLUTI E IN MEMORIA DELLA ROCCHETTI

Redazione

Frascati (Rm) – Un evento come quello dei campionati italiani dev’essere celebrato nel migliore dei modi. E allora il Frascati Scherma, per promuovere l’avvenimento che quest’anno (per la prima volta nella sua lunga storia) organizzerà in solitaria presso l’impianto della Federbocce a Roma Eur, ha pensato alla creazione di un challenger che potesse coinvolgere sia coloro che vivono la scherma come attività principale (maestri e atleti), sia coloro che la scherma la vivono riflessa nella passione dei propri figli, mariti, mogli o amici. L’unica condizione per partecipare è la passione per questo bellissimo sport, condividerne i suoi valori di adattabilità, scelta del tempo, reattività, velocità e precisione. Quest'ultima caratteristica viene risaltata nell’hastag #laschermaèarte: la precisione di mettere una stoccata fa vincere un assalto, l’arma come prolungamento del proprio braccio stringe un pennello per disegnare e per farlo ci vuole precisione. Il challenger è aperto a tutti quelli che vogliono cimentarsi nell’abilità di impugnare un fioretto, una spada o una sciabola e creare un disegno e si chiuderà a ridosso della gara, con i disegni che verranno esposti durante i campionati assoluti italiani che si svolgeranno a Roma.
La #schermaèarte ha una doppia azione: una legata alla visibilità di questa splendida disciplina, l’altra di cuore, in ricordo dell’amica del Frascati Scherma nonché importante atleta Francesca Rocchetti. I disegni, infatti, potranno essere acquistati e il ricavato sarà devoluto all'Airc (Associazione Italiana ricerca sul cancro) in suo nome. Ulteriori dettagli sono sul sito della manifestazione (al link http://www.assolutischerma.it/), mentre i video creati verranno pubblicati sulla pagina ufficiale Facebook della competizione (https://www.facebook.com/assolutischermaroma/) e sul canale YouTube (https://www.youtube.com/channel/UCxE8pi376HOXqkU0nYBWMdA ) e sul sito della manifestazione (http://www.assolutischerma.it/). Sul sito ufficiale, inoltre, può essere effettuata la registrazione per ricevere notizie in avvicinamento alla manifestazione ed essere avvisati delle dirette in streaming degli assalti.
Intanto nella tappa del Circuito europeo Under 23 (ma in realtà aperto a tutti) svoltasi a Roma, il Frascati Scherma ha strappato numerosi podi: sul gradino più alto del podio sono saliti Francesco D’Armiento e Flaminia Prearo nella sciabola (dove Livia Stagni ha chiuso sesta ed Emanuele Germoni settimo) e Valerio Aspromonte nel fioretto (battendo in finale il compagno di società Damiano Rosatelli, nella stessa arma quinto posto per Filippo Guerra e Camilla Mancini, settimo per Francesca Palumbo e ottavo per Serena Puglia).




FRASCATI SCHERMA, QUATTRO PODI NELLA SECONDA PROVA NAZIONALE GIOVANI: RICCARDI PRIMO

Redazione

Frascati (Rm) – Era uno degli eventi “di avvicinamento” ai campionati italiani Assoluti che saranno organizzati dal Frascati Scherma presso il centro della Federbocce a Roma, in zona Eur. La seconda prova nazionale Giovani, ennesima tappa di qualificazione ai campionati italiani Cadetti e Giovani in programma a metà maggio ad Acireale, ha visto tanti dei migliori talenti del nostro Paese sfidarsi sulle pedane romane. Ovviamente presenti anche diversi atleti del Frascati Scherma che hanno strappato ben quattro piazzamenti sul podio, tutti nella sciabola. Il più bravo di tutti è stato Federico Riccardi (nella foto di Augusto Bizzi), capace di salire sul gradino più alto del podio dopo il bellissimo oro a squadre conquistato ai recenti europei della categoria Giovani a Novi Sad. Insomma, il tempo di scendere dall’aereo e Riccardi ha dato un’altra ottima dimostrazione della sua scherma, stavolta in una prova individuale (quella degli europei non era stata brillantissima). Davvero positivo il percorso che lo ha visto superare nettamente nei quarti il napoletano Cavaliere per 15-10 e in semifinale l’altro partenopeo Tricarico per 15-8. In finale, poi, è arrivato il “derby” con l’ariccino Biaggi che però sull’1-1 ha accusato un infortunio al ginocchio e ha dovuto abbandonare la contesa. Molto positivo, nella stessa gara, il terzo posto di Emanuele Germoni, frenato proprio da Biaggi in semifinale (11-15) e piazzatosi comunque sul gradino più basso del podio. Tra le ragazze, è arrivata un passo dall’impresa Chiara Crovari che nei quarti di finale ha superato la napoletana Varriale con un netto 15-6, poi in semifinale si è sbarazzata della Dalla Vecchia (Officina della Scherma) con un eloquente 15-5 prima di cedere all’ultimo atto al cospetto della quotata Rebecca Gargano dell’Aeronautica Militare per 15-11. Alla Crovari, ottima seconda, non è riuscita la “vendetta sportiva” di Flaminia Prearo, sua compagna di società (e protagonista pure lei all’europeo) estromessa dalla semifinale dalla stessa Gargano col punteggio di 15-12. Nei quarti di finale, tra l’altro, la stessa Prearo aveva stoppato la bella corsa di Veronica Ermacora, altra atleta del Frascati Scherma, che è stata sconfitta per 15-5 e ha chiuso comunque con un notevole quinto posto. Stesso piazzamento anche per Guillaume Bianchi (anche lui reduce dall’europeo) nel fioretto maschile dove Carlo Cipollone ha concluso con un positivo ottavo posto. I due ragazzi frascatani sono stati fermati ai quarti di finale: Bianchi ha ceduto per 15-12 al mestrino Dal Santo, mentre Cipollone è stato sconfitto dall’altro mestrino Bicego per 15-10.




FRASCATI SCHERMA, CHE FESTA: SEI MEDAGLIE AI CAMPIONATI EUROPEI CADETTI E GIOVANI

Redazione

Frascati (Rm) – Novi Sad non ha tradito. La popolosa città a nord della Serbia, sede dei campionati europei Cadetti e Giovani che si concluderanno mercoledì, ha riservato al Frascati Scherma le soddisfazioni che ci si attendevano. Il risultato migliore a livello individuale lo ha ottenuto Arianna Pappone che nel fioretto femminile (categoria Cadetti) è andata a prendersi un fantastico argento e poi assieme alle sue compagne di Nazionale ha conquistato anche un bel terzo posto nella gara a squadre. Tra i ragazzi Alessandro Gridelli ha confermato di vivere una bella stagione anche a livello internazionale e il terzo posto conquistato nella prova della categoria Giovani ne è una chiarissima conferma. Nella stessa competizione Guillaume Bianchi ha concluso al nono posto. La coppia Gridelli-Bianchi ha offerto il suo fondamentale apporto all’Italia nella prova a squadre, dove gli azzurri sono stati battuti all’ultima stoccata (44-45) dalla Russia. Positive le prestazioni delle due sciabolatrici in gara nella categoria Giovani: nell’individuale Lucia Lucarini (tesserata della società amica della Accademia Terni) si è fermata all’ingresso delle semifinali e alla fine si è piazzata quinta, destino simile per Flaminia Prearo che ha concluso ottava. Entrambe, però, hanno contribuito al pesantissimo argento conquistato dall’Italia, fermata solo in finale dalla fortissima Russia. Nella sciabola maschile Federico Riccardi tra i Giovani ha ottenuto un 27esimo posto nella prova individuale, ma in quella a squadre lui e gli altri azzurri hanno fatto un capolavoro conquistando un fantastico oro e battendo la Germania nell’ultimo atto (45-37).
Rientrando in Italia, altre soddisfazioni arrivano dalla seconda prova nazionale Gpg (categoria Under 14) di sciabola e fioretto. La prima arma ha confermato l’altissimo livello raggiunto nella tappa di San Severo (in Puglia): tra gli Allievi, vittoria di Ottaviani, quinto posto di Lucarini e sesto di Pucci, tra le Ragazze sesta la Burli, tra le Giovanissimi Nobiloni ottima terza e Amelia Giovannelli quinta, tra le Bambine la Chignoli è riuscita a salire sul gradino più basso del podio con Furfaro settima e Oggiano ottava, tra i Ragazzi infine sesto Tocci e settimo Pisciarelli. Meno corposa, ma comunque significativa la prestazione dei fiorettisti impegnati nella tappa emiliana di Riccione: la più brava è stata Martina Conti seconda tra le Giovanissime, poi da segnalare il settimo posto di Pellegrino tra i Ragazzi e l’ottavo di Marchetti tra i Giovanissimi.




FRASCATI SCHERMA, QUONDAMCARLO E STAGNI VINCONO LA PROVA OPEN A BOLZANO

Redazione

Frascati (Rm) – Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. Potrebbe tornare utile questo famoso adagio popolare per raccontare il bel week-end del Frascati Scherma a Bolzano, dove si è tenuta la seconda prova di qualificazione nazionale ai campionati italiani Assoluti 2016, Ben cinque podi e numerose qualificazioni ottenute dagli atleti del club del presidente Paolo Molinari: sul gradino più alto del podio sono finite Francesca Quondamcarlo e Livia Stagni, rispettivamente nelle prove di spada e sciabola. La prima si è imposta in finale per 15-12 su Eleonora De Marchi della Scherma Treviso e in precedenza aveva sconfitto ai quarti Luisa Tesserin della Cesare Pompilio Genova per 15-13, per poi avere la meglio in semifinale su Alice Clerici dell'Accademia Scherma Marchesa di Torino col punteggio di 15-12. Perfetto anche il percorso della Stagni che in finale ha superato col punteggio di 15-8 Caterina Navarria. Nella fase finale della gara, la sciabolatrice aveva fermato ai quarti la portacolori delle Fiamme Oro, Sofia Ciaraglia, per 15-7, per poi avere la meglio in semifinale sull'altra atleta dell'Esercito, Martina Criscio, col punteggio di 15-12. Nella stessa gara da segnalare anche il bel settimo posto di Flaminia Prearo. Non potevano mancare le soddisfazioni anche dal fioretto: tra gli uomini Valerio Aspromonte è stato protagonista di un ottimo secondo posto conclusivo, fermato sul più bello solamente da Lorenzo Nista (Aeronautica Militare) col punteggio di 15-11. In semifinale il biondo fiorettista tuscolano aveva sconfitto il compagno di società Luca Simoncelli che poi ha concluso con un positivo terzo posto, mentre va ricordato anche l’ottava posizione di Guillaume Bianchi. L’altro podio arriva dalla prova femminile dove Valentina Cipriani è stata stoppata in semifinale da Alice Volpi (Fiamme Oro) col punteggio di 15-8, ma ha comunque conquistato il terzo gradino. Nella stessa gara si sono fermate ai quarti Valentina De Costanzo (sesta) e Camilla Mancini (settima ed eliminata proprio dalla Cipriani). La situazione dei qualificati diretti per i campionati italiani vede già sicuri le fiorettiste Mancini, De Costanzo, Cipriani, Salvatori, Simoncelli, Palumbo; i fiorettisti Aspromonte, Baldini, Rosatelli, Simoncelli, Trani, Bianchi, Garozzo, Guerra, Contestabile; la spadista Quondamcarlo; le sciabolatrici Gregorio, Stagni, Gulotta, Prearo, Fondi, Lucarini (tesserata per l’Accademia Terni), Crovari e gli sciabolatori Germoni e D’Armiento.




FRASCATI SCHERMA: PER GREGORIO E GULOTTA ODORE DI OLIMPIADI, UNA SQUADRA GPG SUL TETTO D’ITALIA

Redazione

Frascati (Rm) – Chiudete la valigia, si va a Rio. Scimmiottando l’espressione di un noto telecronista televisivo, potrebbe essere stato questo l’ideale commento alla prestazione della squadra azzurra della sciabola che col quarto posto ottenuto nella prova di Coppa del Mondo a Sint Niklass, in Belgio, ha ottenuto la certezza della qualificazione alle Olimpiadi che si terranno in estate a Rio de Janeiro. Un pass “storico” perché per la prima volta l’Italia avrà una squadra di sciabola femminile alla manifestazione. Ovviamente non ci sono ancora le convocazioni ufficiali per l’avventura in Brasile, ma non ci sono dubbi che le atlete del Frascati Scherma Rossella Gregorio e Loreta Gulotta (oltre al maestro e responsabile d’arma frascatano Lucio Landi, che da tempo fa parte dello staff azzurro) faranno parte della spedizione visto che hanno compiuto tutto il percorso di qualificazione della Nazionale del commissario tecnico Giovanni Sirovich. Nella prova in terra belga, l’Italia (con la squadra formata anche da Irene Vecchi e Ilaria Bianco oltre che da Gregorio e Gulotta) si è fermata in semifinale per mano della Russia e ha poi perso la “finalina” con l’Ucraina. Nella prova individuale, buon settimo posto per la stessa Gregorio, fermata all’ingresso delle semifinali dalla fortissima ucraina Kharlan. In precedenza l’atleta campana aveva iniziato le sfide dirette superando per 15-10 la cinese Jiarui Qian, proseguendo poi con il successo contro la statunitense Monica Aksamti per 15-11 e, quindi, nel turno dei 16, contro la sudcoreana Lee Rajin col punteggio di 15-8. Per quanto riguarda i pass olimpici, va ricordato che anche i fiorettisti Daniele Garozzo e Guilherme Toldo (quest’ultimo per il Brasile) sono praticamente certi della partecipazione alle Olimpiadi e che a loro potrebbe aggiungersi lo spagnolo Carlos Llavador che dovrà fare la qualifica "zonale" come ultimo step per riuscire a qualificarsi.
In Italia, intanto, il Frascati Scherma si è fregiato di un’altra splendida soddisfazione: la squadra di sciabola Allievi composta da Guglielmi, Pucci, Lucarini e Ottaviani ha vinto il titolo italiano di categoria nella kermesse svoltasi ad Ancona, mentre la squadra Bambine-Giovanissime (Giovannelli, Nobiloni, Lucarini e Montedoro) ha ottenuto uno splendido bronzo. Da segnalare anche i settimi posti dell’altra squadra Allievi formata da Pisciarelli, Veccia, Roussier e Tocci e di quella Ragazze-Allieve composta da Burli, Mastrosanti, Faiella e Luciani, mentre a Foligno si è tenuta la medesima prova dedicata alla spada Gpg e il miglior risultato lo ha ottenuto la squadra Bambine-Giovanissime composta da Di Tommaso, Giraldi e Nicastro che hanno chiuso al 20esimo posto.




FRASCATI SCHERMA: TERZO POSTO IN CDM UNDER 20 PER PREARO E LUCARINI, UN PODIO ANCHE NEI MASTER

Redazione

Frascati (Rm) – Uno splendido doppio podio e un quinto posto. Il Frascati Scherma è assolutamente ancora all’avanguardia dal punto di vista dei giovani talenti, in special modo quelli della categoria Under 20. La conferma è arrivata dalla prova di Coppa del Mondo di categoria andata in scena a Udine dove Flaminia Prearo e Lucia Lucarini (entrambe ritratte nella foto Bizzi/Trifiletti) sono salite sul gradino più basso del podio nella prova di sciabola, mentre Guillaume Bianchi ha ottenuto un quinto posto di tutto rispetto in quella di fioretto. Davvero positiva la prova delle due ragazze arrivate entrambe a un passo dall’accesso all’ultimo assalto: la Prearo aveva eliminato ai quarti la messicana Arrayales col netto punteggio di 15-5, poi in semifinale si è trovata di fronte la russa Sheveleva (che poi si è aggiudicata la prova) e nonostante un buon assalto ha dovuto cedere col punteggio di 15-12 ad un’avversaria comunque in grande spolvero. Bene anche la Lucarini (tesserata con la società amica dell’Accademia Terni) che dopo averla spuntata in un’autentica battaglia nei quarti di finale (15-14 contro l’altra russa Bazhenova), ha forse pagato un po’ di stanchezza nella semifinale contro l’altra azzurra Battiston che si è imposta per 15-11. Buone notizie anche dal fioretto maschile dove Bianchi si è piazzato al quinto posto dopo essere stato estromesso ai quarti di finale della prova per mano del francese Sido che si è imposto per 15-11.
Se i giovani sono più che affidabili, c’è tanta qualità anche nel gruppo Master che sta crescendo sotto l’attenta visuale del maestro Gianluca Zanzot. Nella quarta prova svoltasi nello scorso week-end a Foggia, il miglior risultato per il Frascati Scherma lo ha ottenuto Idolo Nicastro che si è piazzato al terzo posto nella categoria 2 dei Veteres della spada. Buoni anche il nono posto nel fioretto maschile “cat. 0” e il settimo nella “cat. 1” di Gino Lucrezi, l’ottavo dello stesso Zanzot nella sciabola “cat. 1” e il settimo di Greta Tamosiunaite nella spada “cat. 0”. Vanno segnalati anche il 17esimo posto di Alessio Moglioni, il 22esimo di Gino Lucrezi e il 24esimo di Michele Gatta nella prova di spada “cat. 1”, oltre al 18esimo di Idolo Nicastro e al 24esimo di Tullio Uranelli nella “cat. 2” della stessa arma. «Ottima prova di tutto il team Master che sta crescendo – ha commentato Zanzot – I risultati stanno migliorando sensibilmente per la dedizione che i ragazzi mettono in quello che fanno: un ringraziamento speciale a loro per il fatto di esserci».




FRASCATI SCHERMA: GAROZZO DI BRONZO IN CDM, MANCINI E BIANCHI CAMPIONI D’ITALIA U23

Redazione

Frascati (Rm) – Un week-end ricchissimo per i colori del Frascati Scherma, a tutti i livelli. All’estero e in Italia, coi grandi e tra i giovani: un fine settimana coi fiocchi. Il giro parte con la prova di Coppa del Mondo di fioretto che si è disputata ad Algeri nella sua versione femminile e a Bonn in quella maschile. Se dalle ragazze (Erba, De Costanzo e Cipriani che erano accompagnate dal maestro Fabio Galli presente nello staff azzurro) non sono arrivati risultati di rilievo, tra i ragazzi a salire sugli scudi (ancora una volta) è stato Daniele Garozzo, capace di centrare un bellissimo terzo posto individuale e un secondo a squadre assieme all’altro “frascatano acquisito” Andrea Baldini (28esimo nell’individuale) e al resto del quartetto azzurro completato da Cassarà e Avola. E’ stata la Russia a fermare in finale gli azzurri, comunque già sicuri dell’approdo alle Olimpiadi di Rio. Per ciò che concerne la gara individuale, Garozzo è stato stoppato solo in semifinale dal britannico Davis che poi si è aggiudicato la prova. In Germania hanno gareggiato anche Aspromonte, Simoncelli e Rosatelli senza grande incisività.
Rientrando in Italia, il Frascati Scherma ha fatto incetta di medaglie nei campionati italiani che erano in programma. A Norcia si mettevano in palio i titoli della categoria Under 23 e il club tuscolano ha davvero spopolato: Camilla Mancini e Guillaume Bianchi sono saliti sul gradino più alto del podio conquistando l’ennesimo alloro della loro giovane carriera, ma vanno segnalati anche i terzi posti di Camilla Fondi e Francesco D’Armiento nella sciabola e di Francesca Palumbo nel fioretto. Altro giro, altro campionato italiano: a Treviso si teneva quello a squadre della categoria Gpg (gli Under 14) e il Frascati Scherma ha visto la squadra di fioretto della categoria Bambine-Giovanissime conquistare una splendida medaglia d’argento grazie al quartetto composto da Martina Cont, Alice De Belardini, Francesca Faedda e Laura Cappiello.




FRASCATI SCHERMA, PAPPONE E PUGLIA SUL PODIO DEI CAMPIONATI DEL MEDITERRANEO GIOVANI

Redazione

Frascati (Rm) – La cittadina algerina di Oran è diventata per un fine settimana… provincia di Frascati. Durante i campionati del Mediterraneo della categoria Giovani, infatti, due atlete del Frascati Scherma si sono piazzate sul podio anche se è mancato “l’acuto finale”. La prova di Arianna Pappone (nella foto Trifiletti-Bizzi) e Serena Puglia, comunque, può inorgoglire (una volta di più) il club tuscolano: praticamente perfetto il percorso delle due fiorettiste, rispettivamente seconda e terza classificata alle spalle della connazionale Lara Bertola.
Tornando in Europa, ma per una prova di Coppa del Mondo Under 20, ad Aix en Provence (in Francia) si è svolta la prova di fioretto maschile. Il migliore risultato nell’individuale lo ha ottenuto Guillaume Bianchi che si è piazzato al nono posto, mentre Gridelli e Contestabile non hanno brillato. Bravissimi, invece, gli stessi Bianchi e Gridelli che hanno regalato all’Italia la vittoria nella prova a squadre, disputata assieme agli altri due azzurrini Ciuti e Ingargiola: qualche difficoltà solo nella semifinale contro gli Usa (vinta 45-40), poi in finale il quartetto italiano ha stracciato la concorrenza della Russia, battuta 45-33. Infine, in Coppa del Mondo Assoluta di sciabola, Rossella Gregorio e Loreta Gulotta non sono state molto incisive nella prova individuale e si sono dovute accontentare di un opaco quinto posto nella prova a squadre.
Intanto il Frascati Scherma comincia a fremere per quello che sarà il primo campionato italiano Assoluto organizzato "in solitaria". Il club del presidente Paolo Molinari, che ha già da tempo fatto partire la macchina organizzativa della manifestazione che vedrà in pedana i più grandi assi della scherma nazionale, ha pubblicato on line il sito www.assolutischerma.it che sarà la "guida" dell'evento. Sul sito, che è ancora in evoluzione, ci sono informazioni logistiche e alberghiere anche sulle gare che il club organizzerà "in preparazione" all'evento in programma dal 9 al 12 giugno: la prova del campionato italiano Giovani, una del Circuito europeo U23, il memorial Simoncelli e la Coppa Italia regionale.




FRASCATI SCHERMA, QUATTRO PODI NELLA PROVA ZONALE AD ARICCIA: TOLDO SUL GRADINO PIÙ ALTO

Redazione

Frascati (Rm) – Un altro week-end molto positivo per il Frascati Scherma. La società del presidente Paolo Molinari ha incassato diverse soddisfazioni nella prova di qualificazione zonale Open tenutasi ad Ariccia e riguardante fioretto e sciabola. Diversi atleti hanno staccato il pass per la prova Open e quattro hanno raggiunto il podio della gara. Il miglior risultato l’ha ottenuto il brasiliano Guilherme Toldo che nel fioretto è arrivato davanti a tutti, battendo in finale il pisano Alessandro Maci per 15-13. Una prestazione convincente alla quale si è aggiunto il buon ottavo posto di Luca Papale, estromesso dalle semifinali proprio da Toldo. Assieme a loro hanno ottenuto la qualificazione anche gli altri atleti del Frascati Scherma Michele Pirrazzo, Matteo Di Luca e Joshua Bifolco. Nella prova femminile di fioretto, è arrivato un bel terzo posto per Serena Puglia, eliminata in semifinale dalla senese Lisa Milanese che si è imposta per 15-14. Nella stessa gara sesta Claudia Caracciolo e settima Alessandra Conti: assieme a loro e alla Puglia si qualificano anche Lucrezia Grimaldi, Chiara Tranquilli e Flavia Pasquali. Altro giro, altra arma, altre soddisfazioni: nella sciabola femminile il podio è quasi tutto colorato di Frascati Scherma con Livia Stagni seconda (battuta solo in finale da Arianna Sakellariou (del Club Scherma Roma) per 15-14, mentre in precedenza la stessa atleta del team capitolino aveva eliminato anche l’altra tuscolana Veronica Ermacora, che ha chiuso con un ottimo terzo posto. Con loro si qualificano Livia Manca, Vally Giovannelli e Caroline Monjoux. Infine tra i ragazzi della sciabola nessun piazzamento tra i primi otto, ma si qualificano alla prova Open (in programma prossimamente a Bolzano) Giacomo Chignoli, Michele Buonomo, Edoardo Ramunno, Emanuele Marronaro, Damiano Rosati, Samuele De Stefano e Flavio Mancini.
Ma il club tuscolano ha visto brillare un suo giovane e promettente atleta in una importante prova internazionale: Federico Riccardi, infatti, ha vinto la prova a squadre di Coppa del Mondo Under 20 di sciabola tenutasi a Phoenix. La squadra azzurra (accompagnata dal maestro frascatano Andrea Aquili) era composta oltre che da Riccardi anche da Leonardo Dreossi, Dario Cavaliere e Matteo Neri ed è arrivata fino in fondo battendo in finale la Russia. Riccardi, tra l’altro, ha ottenuto un ottimo settimo posto nella prova individuale.
Dal 28 al 31 gennaio infine, sono in programma i Campionati del Mediterraneo Cadetti e Giovani in Algeria ai quali parteciperanno nel fioretto Serena Puglia e Arianna Pappone.




FRASCATI SCHERMA, È TUTTO VERO: ANDREA BALDINI ENTRA NELLA GRANDE FAMIGLIA DEL CLUB TUSCOLANO!

Redazione

Frascati (Rm) – Un oro a squadre alle Olimpiadi del 2012 a Londra. E poi (solo per parlare di titoli individuali), un oro e due argenti mondiali, tre ori e tre bronzi europei, due titoli italiani Assoluti. Il “pauroso” curriculum sportivo è di Andrea Baldini (nella foto di Augusto Bizzi), livornese tesserato per l’Aeronautica che lo scorso 19 dicembre ha compiuto 30 anni. Uno dei migliori fiorettisti d’Italia (e quindi del mondo) che ora ha scelto Frascati Scherma come società di allenamento. La clamorosa notizia viene ufficializzata direttamente dal presidente del club tuscolano Paolo Molinari. «Da qualche mese – dice il massimo dirigente – Andrea, che per motivi di nazionale conosce benissimo i nostri Valerio Aspromonte e Daniele Garozzo, frequenta “una tantum” la nostra palestra. Ha parlato di questa idea al nostro responsabile del fioretto Fabio Galli (anche lui da tempo inserito nello staff tecnico dell’Italia, ndr), poi ci siamo messi in contatto e da lì nel giro di poco tempo siamo arrivati alla “formalizzazione” di questa comunicazione alla Federazione. E’ un grandissimo orgoglio per una società come il Frascati Scherma poter accogliere nella propria famiglia un campione di questa levatura tecnica e questo sentimento l’ho espresso anche a Baldini nel primo colloquio diretto avuto con il forte fiorettista. Per tutta risposta Andrea ha sottolineato come, nelle occasioni che c’erano state, si fosse trovato benissimo a Frascati e che era felice di poter fare questa scelta». Il primo appuntamento di Baldini da atleta del Frascati Scherma non è stato fortunatissimo a livello individuale visto che ha abbandonato presto la prova di Coppa del Mondo disputata a Parigi. Nella capitale francese, invece, c’è stata un’ottima prova di Daniele Garozzo che ha sfiorato l’ingresso in semifinale, fermato solo dallo statunitense Imboden (poi vincitore della prova) nei quarti, e che comunque è risultato il migliore degli azzurri (sesto posto) avvicinando ancor di più il sogno della partecipazione alle Olimpiadi di Rio. E a proposito delle prossime Olimpiadi, proprio la squadra azzurra (dove ci sono gli stessi Baldini e Garozzo assieme a Cassarà ed Avola) ha strappato una splendida medaglia d’argento nella prova a squadre in terra francese guadagnando il pass per la competizione dei cinque cerchi.
Infine, un’altra curiosità: dalla scorsa settimana si allena a Frascati anche un fiorettista peruviano, Martin Risco, che aveva già fatto richiesta di provare col club tuscolano l’anno scorso, ma non essendo maggiorenne non era potuto uscire dal suo Paese d’origine. Ora rimarrà per sei mesi a Roma ospite di alcuni amici e seguirà le lezioni di Luca Papale, uno dei maestri del fioretto del Frascati Scherma.