Connect with us

Roma

TOLFA: ATTESISSIMO IL CONCERTO TRIBUTO A VASCO ROSSI

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti Martedì 30 dicembre al Teatro Claudio alle 18 "Vasco sotto l'albero"

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Redazione
Tolfa (RM)
– Martedì 30 dicembre alle ore 18 presso il Teatro Claudio di Tolfa giunge il regalo più atteso di questo natale: “Vasco sotto l’albero”, concerto tributo a Vasco Rossi, la rockstar italiana più amata degli ultimi 30 anni, eseguito da allievi e docenti della scuola di musica moderna dell’associazione culturale Etra.
La scuola di musica moderna, diretta dal Maestro Emanuel Elisei, promuove lo studio dello strumento e del canto finalizzato ad un approccio pratico ed accattivante alla musica con esecuzioni da solista o in gruppo di brani di qualsiasi genere; la peculiarità è rappresentata dai laboratori musicali, un momento di incontro e interazione tra gli allievi che, seguiti da un insegnante, imparano a suonare in gruppo, esplorando diversi generi musicali e acquisendo padronanza e sicurezza per le esibizioni dal vivo. Altrettanto importante è il corso gratuito di propedeutica musicale finanziato dalla Fondazione Cariciv, rivolto ai bambini dai 3 agli 8 anni, che permette di poter sviluppare e potenziare le capacità percettive, espressive e di coordinazione nei movimenti, inoltre consente lo sviluppo dell’orecchio musicale e di un preciso senso ritmico.

“Il concerto del 30 dicembre, durante il quale verranno raccolte offerte in favore degli orfanotrofi di Chisinau, va a concludere un anno meraviglioso e ricco di eventi” precisa il Presidente Egidio Marcari “un anno caratterizzato da forti cambiamenti: a giugno la trasformazione dell’associazione musicale A. Vivaldi in associazione culturale Etra, con un nuovo statuto e obiettivi, tra i quali la promozione del territorio concretizzato negli eventi Picnic Musicali”. I Picnic Musicali rappresentano eventi unici in Italia che uniscono alla musica il trekking naturalistico, le escursioni ciclistiche, la degustazione di prodotti enogastronomici del territorio e la sensibilizzazione all’ecologia e all’ecosostenibilità.

Sicuramente il 2014 è stato l’anno della consacrazione del Tolfa Jazz come festival jazz internazionale; sotto la direzione artistica del Maestro Marcello Rosa si sono divisi il palco le migliori formazioni jazz in circolazione: giovani emergenti come la formazione degli allievi della Fondazione Siena Jazz e il Mario Nappi trio, e star internazionali come lo stesso Marcello Rosa, Fabrizio Bosso, Michael Rosen e Daniele Tittarelli.

Il Presidente Egidio Marcari conclude ringraziando il Sindaco del Comune di Tolfa Luigi Landi e l’Assessore alla Cultura Cristiano Dionisi per il costante impegno a sostegno delle attività dell’associazione, nonché Fondazione Cariciv e Enel per il contributo dimostrato negli anni.
 
 

Metropoli

Monterano antica, case a 1 euro…l’ultima bufala sul bel borgo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Ormai le fate news che girano in rete fanno più danni della grandine. Il sindaco di Canale Monterano Alessandro Bettarelli ha dovuto smentire un grande bufala. Ecco cosa ha detto:

“Generalmente evito di rispondere a certe stupidaggini che leggo in Rete: un fiume di piccole, medie o grandi fake news scritte e dette da chi dovrebbe prima collegare la tastiera al cervello, ma questa è davvero incredibile. In pratica a Monterano si potrebbero comprare “case” ad un euro per “rilanciare” un borgo disabitato, soprattutto dai giovani. Con 10 euro si porta a casa San Bonaventura e ci si apre una pizzeria? Con 20 il Castello Ducale per farci un b&b?Li perdoniamo solo per i complimenti alla bellezza di Monterano, che ormai stabilmente viene citato dai Media nazionali tra le ghost town più belle d’Italia”.

Continua a leggere

Roma

Roma, Settecamini. In macchina con pistola pronta a sparare: arrestati due uomini

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

La pistola è stata sequestrata ed inviata ai laboratori del RIS per verificare l’eventuale utilizzo in episodi criminali

ROMA – I Carabinieri della Stazione di Roma Settecamini hanno arrestato due cittadini italiani, di 33 e 40 anni, già noti alle forze dell’ordine, con le accuse di porto illegale di arma e ricettazione in concorso.

La scorsa notte, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio effettuati nella periferia est di Roma, i Carabinieri hanno intimato l’alt ad un’autovettura che, alla loro vista, rallentava notevolmente la marcia.

A bordo del veicolo, i due sono apparsi fin da subito molto nervosi per il controllo che li vedeva coinvolti. I Carabinieri hanno deciso quindi di approfondire e hanno effettuato la perquisizione dell’auto trovando una pistola carica e pronta a sparare celata all’interno di un sacchetto.

Interrogati sul perché viaggiassero con l’arma al seguito e di chi fosse, i due non hanno fornito valide risposte cercando anche di giustificarsi goffamente riferendo che l’avevano appena trovata. La pistola è stata sequestrata ed inviata ai laboratori del RIS per verificare l’eventuale utilizzo in episodi criminali.

Gli arrestati sono stati portati in caserma e trattenuti fino al rito direttissimo, al termine del quale il 33enne è stato portato in carcere e il 40enne sottoposto ai domiciliari.

Continua a leggere

Metropoli

Palombara Sabina, sequestrata area di 700 mq con rifiuti speciali e autodemolizioni abusivo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

PALOMBARA SABINA (RM) – A Palombara Sabina, i Carabinieri della locale Stazione Forestale hanno scoperto, unitamente ai colleghi del luogo, una discarica abusiva a cielo aperto annessa ad una attività di autodemolizione non autorizzata oltre a diverse autovetture di origine sospetta.

Un’area di circa 700 mq è stata sottoposta a sequestro per dispersione di rifiuti speciali, ma oltre ai rifiuti, regolarmente accatastate e sistemate per l’esposizione, i Carabinieri hanno scoperto decine di parti di carrozzeria ricavate nel tempo dalle autovetture “cannibalizzate” per la rivendita di pezzi usati (sportelli, cruscotti, parabrezza, paraurti). Sono tuttora in corso le ulteriori indagini per risalire alle origini del materiale sospetto.

Continua a leggere

I più letti