Connect with us

Sport

Tor de’ Cenci, Divino Amore e La Selcetta uniscono le forze: si parte da Prima categoria e Juniores regionale

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuti
image_pdfimage_print

Roma (Rm) – Nelle ultime ore è nata una collaborazione importante tra tre società importanti nel panorama calcistico di Roma sud, spinta dalla volontà della gente che negli anni ha potuto apprezzare il lavoro dei club in questione. La Selcetta, Tor de’ Cenci e Divino Amore uniscono le loro forze e i loro intenti per creare un grande polo sportivo nel quadrante sud della capitale. Prima categoria e Juniores regionali inizieranno le loro attività il prossimo 24 agosto, sospinte dal calore dei tifosi che già hanno manifestato la volontà di essere presenti in massa all’inizio di questo nuovo percorso. Il club (che inizialmente terrà la denominazione di Tor de’ Cenci) allestirà anche una Scuola calcio che partirà la prima settimana di settembre.
Questa stagione sarà un nuovo inizio e sarà piena di straordinarie novità a cominciare dall’organigramma societario, passando per gli staff tecnici e finendo con una collaborazione e partnership importanti.
Il nuovo sodalizio avrà pure un occhio rivolto verso il sociale e sono al vaglio, ad esempio, progetti di scuola calcio per bambini con disabilità, mentre è abbastanza probabile (tempistiche permettendo) la nascita di un’area dedicata al calcio femminile.
Da lunedì prossimo (17 agosto) verranno ufficializzati gli staff tecnici, l’organigramma societario e il programma delle attività sportive: l’unica cosa certa fin da ora è che questa società sarà a casa sua tra la sua gente.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sport

Vis Casilina (calcio, Under 17 reg.), Abbafati: “Il primo successo? Dovevamo capire le idee del mister”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Roma – L’Under 17 regionale della Vis Casilina ha battuto il primo colpo. I ragazzi di mister Marco Savo hanno ottenuto il primo successo stagionale superando in uno scontro diretto casalingo l’Atletico Roma VI per 4-2. A parlare del match è il difensore classe 2006 Cristian Abbafati: “Abbiamo iniziato bene la sfida andando avanti col gol di Angeli, poi loro hanno pareggiato e così si è arrivati all’intervallo, ma il punteggio ci stava stretto perché abbiamo sciupato qualche buona occasione. Nella ripresa siamo tornati in vantaggio con Ciciou, ma loro hanno di nuovo pareggiato su un calcio di punizione. La partita in quel frangente era molto combattuta, ma su un mio assist Pepaj ha siglato la rete del 3-2. Poi ho realizzato il quarto gol con una punizione tirata quasi dalla metà campo: ho visto che il portiere non era pronto, ci ho provato ed è andata bene. E’ stato il mio secondo gol stagionale, c’erano i miei genitori Antonio e Bocena in tribuna e la dedica è per loro”. Il primo successo in campionato può dare slancio alla Vis Casilina: “Abbiamo dovuto conoscere i sistemi e le idee di calcio del mister, inoltre per molti di noi è la prima volta in un campionato regionale e quindi qualche difficoltà era preventivabile. Ovviamente l’obiettivo è quello della salvezza: se continuiamo a impegnarci come stiamo facendo, possiamo raggiungere questo traguardo. I tre punti dello scorso week-end possono darci fiducia ed entusiasmo”. Abbafati, che era alla Vis Casilina già nella passata stagione, parla del rapporto con mister Savo: “L’ho conosciuto quest’anno: si tratta di una persona alla mano con cui si può parlare anche di cose extra-calcio, mi trovo bene con lui”. La chiusura del difensore è sul prossimo turno, sulla carta proibitivo: “Faremo visita all’Atletico Lodigiani prima della classe: sarà una gara tosta, ma andiamo a giocarcela senza paura perché non abbiamo nulla da perdere”.

Continua a leggere

Sport

Vis Casilina (calcio, Under 17 reg.), Abbafati: “Il primo successo? Dovevamo capire le idee del mister”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Roma – L’Under 17 regionale della Vis Casilina ha battuto il primo colpo. I ragazzi di mister Marco Savo hanno ottenuto il primo successo stagionale superando in uno scontro diretto casalingo l’Atletico Roma VI per 4-2. A parlare del match è il difensore classe 2006 Cristian Abbafati: “Abbiamo iniziato bene la sfida andando avanti col gol di Angeli, poi loro hanno pareggiato e così si è arrivati all’intervallo, ma il punteggio ci stava stretto perché abbiamo sciupato qualche buona occasione. Nella ripresa siamo tornati in vantaggio con Ciciou, ma loro hanno di nuovo pareggiato su un calcio di punizione. La partita in quel frangente era molto combattuta, ma su un mio assist Pepaj ha siglato la rete del 3-2. Poi ho realizzato il quarto gol con una punizione tirata quasi dalla metà campo: ho visto che il portiere non era pronto, ci ho provato ed è andata bene. E’ stato il mio secondo gol stagionale, c’erano i miei genitori Antonio e Bocena in tribuna e la dedica è per loro”. Il primo successo in campionato può dare slancio alla Vis Casilina: “Abbiamo dovuto conoscere i sistemi e le idee di calcio del mister, inoltre per molti di noi è la prima volta in un campionato regionale e quindi qualche difficoltà era preventivabile. Ovviamente l’obiettivo è quello della salvezza: se continuiamo a impegnarci come stiamo facendo, possiamo raggiungere questo traguardo. I tre punti dello scorso week-end possono darci fiducia ed entusiasmo”. Abbafati, che era alla Vis Casilina già nella passata stagione, parla del rapporto con mister Savo: “L’ho conosciuto quest’anno: si tratta di una persona alla mano con cui si può parlare anche di cose extra-calcio, mi trovo bene con lui”. La chiusura del difensore è sul prossimo turno, sulla carta proibitivo: “Faremo visita all’Atletico Lodigiani prima della classe: sarà una gara tosta, ma andiamo a giocarcela senza paura perché non abbiamo nulla da perdere”.

Continua a leggere

Sport

Vis Casilina (calcio, Under 17 reg.), Abbafati: “Il primo successo? Dovevamo capire le idee del mister”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Roma – L’Under 17 regionale della Vis Casilina ha battuto il primo colpo. I ragazzi di mister Marco Savo hanno ottenuto il primo successo stagionale superando in uno scontro diretto casalingo l’Atletico Roma VI per 4-2. A parlare del match è il difensore classe 2006 Cristian Abbafati: “Abbiamo iniziato bene la sfida andando avanti col gol di Angeli, poi loro hanno pareggiato e così si è arrivati all’intervallo, ma il punteggio ci stava stretto perché abbiamo sciupato qualche buona occasione. Nella ripresa siamo tornati in vantaggio con Ciciou, ma loro hanno di nuovo pareggiato su un calcio di punizione. La partita in quel frangente era molto combattuta, ma su un mio assist Pepaj ha siglato la rete del 3-2. Poi ho realizzato il quarto gol con una punizione tirata quasi dalla metà campo: ho visto che il portiere non era pronto, ci ho provato ed è andata bene. E’ stato il mio secondo gol stagionale, c’erano i miei genitori Antonio e Bocena in tribuna e la dedica è per loro”. Il primo successo in campionato può dare slancio alla Vis Casilina: “Abbiamo dovuto conoscere i sistemi e le idee di calcio del mister, inoltre per molti di noi è la prima volta in un campionato regionale e quindi qualche difficoltà era preventivabile. Ovviamente l’obiettivo è quello della salvezza: se continuiamo a impegnarci come stiamo facendo, possiamo raggiungere questo traguardo. I tre punti dello scorso week-end possono darci fiducia ed entusiasmo”. Abbafati, che era alla Vis Casilina già nella passata stagione, parla del rapporto con mister Savo: “L’ho conosciuto quest’anno: si tratta di una persona alla mano con cui si può parlare anche di cose extra-calcio, mi trovo bene con lui”. La chiusura del difensore è sul prossimo turno, sulla carta proibitivo: “Faremo visita all’Atletico Lodigiani prima della classe: sarà una gara tosta, ma andiamo a giocarcela senza paura perché non abbiamo nulla da perdere”.

Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

SEGUI SU Twitter

I più letti