Connect with us

Senza categoria

Tre giorni e ventitré medaglie per l’F&D H2O al Meeting di Città di Castello

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Tre giorni e ventitré medaglie per l’F&D H2O al Meeting di Città di Castello

Importante esperienza per i ragazzi del settore nuoto dell’F&D H2O. Dopo la bella esperienza di Terni, i giovanissimi di Velletri e Lariano si sono recati a Città di Castello per un altro appuntamento di spessore. Il Meeting si è aperto subito bene, con il gruppo che insieme ai tecnici Roberto Cianfarani ed Emiliano Specchi ha cominciato benissimo la sua avventura. Medaglie già dalle gare del venerdì: Lorenzo D’Uffizi, infatti, si è classificato al primo posto nei 200 dorso. Gradino più alto del podio anche per Sofia Polverini, che ha dominato la batteria nei 200 rana vincendola con un tempo di 3’08. “Un miglioramento allucinante di 12 secondi” – ha commentato mister Cianfarani – “e faccio i complimenti a lei e al collega Emiliano per il risultato”. Secondo posto e argento per Flavio Spallotta, nei 100 stile, con il tempo di 1’08. Altrettanto strepitoso il tempo di Valeria Di Giacomantonio, anch’ella seconda, nei 200 rana con 2’52”. Tutti tempi importanti quelli conquistati grazie al lavoro, al sudore e alla fatica dei ragazzi. Notevole la prestazione di Alessio Borro nei 100 delfino, classificatosi terzo alle spalle di due atleti più grandi di lui (classe 2003). Non è mancata la sfortuna, come nel caso di Chiara Fusco che pur partendo alla grande ha perso un po’ di orientamento nella fase finale della gara lasciando qualche secondo per strada. In ogni caso, come sottolineato dall’allenatore Cianfarani, la partenza è stata ottima ed è il momento di replicare e migliorare con la seconda giornata. Anche il sabato ha portato in dotazione diverse medaglie per l’F&D H2O. I ragazzi di Velletri e Lariano, infatti, hanno messo in cassaforte ben nove podi e relative medaglie grazie alle loro fantastiche prestazioni nelle gare di nuoto. Ottimo il secondo posto di Flavio Spallotta nei 50 stile libero. Atleta che si è poi superato nei 50 delfino con un primo posto e una vittoria per distacco davvero entusiasmante. Una giornata molto impegnativa anche per Alessio Borro nei 50 stile libero, con qualificazione al mattino e finale la sera: risultato una medaglia di argento, appena tre decimi sotto il primo classificato. Ancora F&D fra le migliori con il terzo posto nei 50 rana con Michela Cedroni, il secondo posto di Chiara Fusco nei 50 delfino con 36″5 e l’ottimo terzo di Lorenzo D’Uffizi nei 50 dorso. Bene anche Valeria Di Giacomantonio, nei 50 dorso, con 33″8. Prima a pari merito per la medaglia d’oro Sofia Polverini grazie al tempo nei 50 rana di 41″1. Numero di medaglie replicato domenica per un piazzamento generale che, in attesa della pubblicazione delle classifiche definitive, vede l’F&D H2O nella top ten. Anche l’ultimo giorno ha fruttato tantissimi risultati, a cominciare da Alessio Borro che prende un oro nei 50 delfino con il tempo di 27”6, e due argenti nei 50 stile libero e nei 100 stile libero rispettivamente con 25”64 e 56”6. Tre medaglie anche per Valeria Di Giacomantonio, che conquista l’argento nei 400 misti (5’33”), l’argento nei 400 stile libero (4’44”) e il bronzo nei 200 misti (2’39”). Terzo posto per Federica Casciotti, esordienti A, nei 50 delfino con 36”0. Chiude la lista dei medagliati Sofia Polverini con uno splendido oro nei 100 rana (29”7) e un prestigioso argento nei 400 misti con 6’03. Complimenti a tutti i ragazzi e ai loro tecnici per aver dimostrato di aver lavorato al meglio durante la stagione e di avere ancora le energie al meglio per queste difficili ma stupende gare.

Rocco Della Corte

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Senza categoria

Atletica Frascati, Kabangu vola: “Felice per la mia prima staffetta con l’Acsi Italia”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – E’ uno dei talenti più lucenti della famiglia sportiva dell’Atletica Frascati del presidente Sandro Di Paola. Gloria Kabangu, campionessa italiana Allieve in carica sulla specialità dei 400 metri indoor, ha confermato tutto il suo talento nella prova tenutasi domenica al “Paolo Rosi” di Roma con la staffetta 4×400 della società capitolina dell’Acsi Italia Atletica (in cui confluiscono i migliori prospetti del floridissimo vivaio frascatano). Assieme alle sue compagne Giorgia Zuccarini, Giorgia Del Prete e Alice Calvaruso, la Kabangu (il cui cognome rimanda alle chiari origini del Congo dei suoi genitori) ha realizzato una splendida frazione finale da 56’’30 (per un tempo complessivo di squadra di 3’53’’98 che rappresenta il nuovo record sociale e migliore prestazione italiana stagionale fino ad ora). “Un bel modo di festeggiare il mio compleanno (ha compiuto 16 anni proprio ieri, ndr). Era la mia prima volta con le compagne di staffetta, anche se ci conosciamo da tempo – racconta la Kabangu – Tutto è filato liscio anche se avevo un problema al piede e devo ancora capire bene i meccanismi del cambio, però ho fatto segnare il mio personale e quindi non posso che essere felice”. Un talento di grande prospettiva che è nato, cresciuto e sbocciato totalmente dalla scuola dell’Asd Atletica Frascati con cui si allena tuttora sulla ormai fatiscente pista dell’Otto Settembre: “Ho iniziato con loro all’età di 11 anni, prima facevo ginnastica. Ho provato tanti sport, ma quando ho conosciuto questo me ne sono innamorata perdutamente e non ho più cambiato. Devo ringraziare sia il presidente Sandro Di Paola che le figlie Giorgia e Flavia che mi hanno sempre allenato con competenza e passione. Ora il prossimo grande obiettivo è cercare di mantenere il titolo italiano Allieve nella kermesse che si terrà a luglio”.
Ma nel fine settimana ci sono stati anche altri risultati di rilievo: tra i Cadetti Diego Carletti è salito sul terzo gradino del podio nella specialità del salto triplo con il nuovo personale di 12,24, nella qualificatissima gara che ha visto siglare al vincitore Aldo Rocchi (Atletica Tiburtina) la migliore nuova prestazione italiana Under 16 con l’eccezionale misura di 15,13. Bravissimo anche Francesco De Santis, nei 300 piani, che va ancora a migliorarsi e si aggiudica la gara con un ottimo 37.83, che è nuovo personale e prima volta del giovanissimo atleta cerveterano sotto la soglia dei 38’’. Ancora un nuovo personale demolito è arrivato dal mezzofondo, con un altro atleta della scuola di Cerveteri, Andrea Scalella (classe 2007, al primo anno di categoria) al nuovo personale in 2.49.02, crono con il quale si aggiudica la gara, dimostrando di essere anche lui in nettissimo miglioramento.
Ma il club tuscolano è già proiettato al prossimo (ricchissimo) week-end con gli Assoluti che si esibiranno al “Paolo Rosi” di Roma: qui ci sarà l’esordio stagionale sugli 800 e sui 1500 di Nicolas Pavoni e sui 400 ostacoli di Giulio Luciani (che viene da un brutto infortunio), entrambi in forza alla Rcf Roma Sud (la “naturale continuazione” tra i grandi dell’Asd Atletica Frascati, che si dedica al settore giovanile). A Velletri spazio alle categorie giovanili (col ritorno in gara degli Under 14) nella manifestazione organizzata dal comitato provinciale Roma Sud. Infine a Lanuvio, nella kermesse dedicata ai Cadetti, saranno di scena Ginevra Di Mugno (già bronzo nazionale di corsa campestre) sui 1000, Chiara Padoan sui 300 piani, la velocista Chiara Perciballi (all’esordio stagionale) sugli 80, oltre ai già citati De Santis (300), Scalella (1000) e Carletti (triplo).

Continua a leggere

Senza categoria

Endometriosi, Califano (Pd): iniziato l’iter per la proposta di legge in Regione Lazio

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

È iniziato in commissione sanità l’iter della proposta di legge sull’Endometriosi a firma della consigliera regionale Michela Califano. 

“Parliamo – spiega la consigliera regionale dem – di una patologia ginecologica molto invalidante che coinvolge oltre 750mila donne nel Lazio, 3 milioni in Italia, di cui si parla purtroppo ancora molto poco. Una patologia che può pregiudicare ogni ambito della vita di una donna: lavoro, rapporti sociali e di coppia, maternità”.

“Cuore della legge è diffondere la conoscenza e la consapevolezza dell’endometriosi. La diagnosi infatti, essendo ancora poco conosciuta dalle donne che ne sono affette, rischia di essere sempre molto tardiva pregiudicando i percorsi terapeutici”.

Quella presentata dalla consigliera Califano è la prima proposta di legge in materia di endometriosi nella Regione Lazio. 

La Consigliera regionale Michela Califano insieme al Prof. Fiorenzo De Cicco Nardone ospiti di Chiara Rai a Officina Stampa del 3/2/2021 per l’approfondimento sulla proposta di legge regionale sull’endometriosi

“La Pl – continua Califano – ha anche l’obiettivo di migliorare le cure, incentivare la ricerca, favorire la prevenzione e la conoscenza dell’endometriosi attraverso l’utilizzo di tecnologie innovative utili non solo ai medici ma anche alle pazienti”.

La legge prevede l’istituzione di un registro regionale elettronico e di una piattaforma digitale per raccogliere e mettere in comune dati e informazioni sulla malattia, sui sintomi e sulle conseguenze. La piattaforma digitale consentirebbe alle pazienti e ai ricercatori di implementare la raccolta e l’analisi indipendente e controllata dei dati, compresi quelli rappresentativi dei bisogni delle pazienti, per indirizzare al meglio i percorsi di ricerca.

“A tal fine – conclude la consigliera regionae Califano – è previsto anche un piano di formazione del personale medico-sanitario, diretto all’utilizzo da parte di questi di tecnologie innovative, per la cura, la prevenzione, la diagnosi precoce della malattia e per una interazione diretta tra medico e paziente. Per le più giovani, la proposta di legge prevede l’utilizzo di strumenti tecnologici di supporto attraverso cui si possa prendere piena conoscenza della malattia e cercare risposte immediate.  La proposta di legge istituisce inoltre anche la Settimana regionale dell’endometriosi in concomitanza con giornata mondiale dell’endometriosi, il 28 marzo, per informare e a sensibilizzare cittadini e istituzioni verso questa tematica di rilevante importanza”.

“Voglio ringraziare il professor Fiorenzo De Cicco Nardone, un luminare in materia, per avermi accompagnato in questo percorso, a tutto il mio staff per l’impegno profuso per realizzare la proposta di legge e a tutti i colleghi che oggi hanno iniziato a studiare questo documento molto importante per le pazienti”. 

Continua a leggere

Metropoli

Sant’Angelo Romano: non si ferma all’alt dei carabinieri e scappa con la droga in auto

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Sant’Angelo Romano (RM) – I Carabinieri della Stazione di Sant’Angelo romano hanno arrestato un cittadino bulgaro di 24 anni, per resistenza a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacente.

Nel corso di un posto di controllo finalizzato alla verifica delle prescrizioni anti-covid e al controllo del territorio, i militari hanno intimato l’alt ad un’auto con il 24enne alla guida.

L’uomo, ha ignorato il segnale di arresto dei militari e si è dato alla fuga. Da qui ne è nato un inseguimento per le vie del paese. Solo il sangue freddo dei Carabinieri ha consentito di evitare il peggio fino a quando, con l’ausilio di altri equipaggi nel frattempo intervenuti, sono riusciti a bloccare il fuggitivo.

La conseguente perquisizione del veicolo ha spiegato il motivo della fuga: il giovane bulgaro aveva con sé un consistente quantitativo di marjuana e non voleva assolutamente che gli venisse sequestrato.

Il 24enne è stato ammanettato ed è stato contravvenzionato al codice della strada.

Messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Tivoli, il giovane bulgaro verrà giudicato nei prossimi giorni e, nel frattempo, rimarrà agli arresti domiciliari presso la sua abitazione.

Continua a leggere

I più letti