Connect with us

Castelli Romani

Tricotillomania: perché mi strappo i capelli? Risponde il Centro Psicologia Castelli Romani

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

La tricotillomania è un disturbo psicologico che comporta il bisogno compulsivo di strapparsi i capelli fino a crearsi delle vere e proprie aree di calvizie, delle dermatiti o delle alopecie determinando anche un forte stato di stress correlato.
Questo disturbo rientra nell’area dei disturbi del controllo degli impulsi, è una situazione patologica che tende a cronicizzarsi nel tempo e, in alcuni casi più gravi, può comportare una compromissione dei rapporti e delle relazioni sociali.
È possibile il trattamento ma l’impegno richiesto è alto e a lungo termine.
L’età di insorgenza è tra i 9 e i 13 anni, con una incidenza maggiore nelle femmine rispetto ai maschi, tra le cause possibili possono essere individuate diverse situazioni tra le quali uno stato
depressivo sottostante, situazioni di stress o di tensione.
Nei casi più gravi dopo lo strappo il capello o il pelo può essere addirittura ingerito – tricofagia -. Le persone che soffrono di questo disturbo avvertono il bisogno ricorrente di strapparsi peli o
capelli perché questo gesto procura uno stato di sollievo e di piacere immediati, una gratificazione o comunque un abbassamento dei livelli di tensione interni precedenti allo strappo.
Il DSM IV definisce la tricotillomania come uno risposta ad uno stato di tensione emotiva che non trova sfogo in nessun altro modo.
Le caratteristiche del disturbo possono modificarsi nel tempo: dallo strapparsi i capelli si può passare allo strapparsi le sopracciglia o i peli di altre parti del corpo, può avere delle fasi più
severe in cui il sintomo è più marcato ad altre invece in cui i sintomi si attenuano quasi fino a scomparire.
La persona che soffre di tricotillomania spesso vive a livello emozionale un forte disagio e un senso di vergogna profondo legato agli effetti dei sintomi e può arrivare ad indossare cappelli o
parrucche per coprire le aree del cuoi capelluto compromesse ma anche a limitare le proprie attività sociali e ludiche per evitare di scoprirsi: smette di andare al mare o di stare all’area aperta
se non può indossare dei copricapi.
La difficoltà nel trattamento della tricotillomania è legata non solo al carattere cronico recidivante che il disturbo assume ma anche al fatto che la persona tende a minimizzare il problema fino a
quando questo non raggiunge uno stato avanzato di compromissione ad esempio del cuoio capelluto.
Toccarsi i capelli, giocare con loro, attorcigliarseli tra le dita è un’attività che molti di noi fanno in modo spontaneo e quasi inconsapevole quando siamo al telefono, quando leggiamo, quando
vediamo un film, dal gioco si può passare con facilità allo strappo senza quasi rendersene conto.
Il trattamento per il disturbo psicologico della tricotillomania è sostanzialmente la psicoterapia che aiuta la persona a dare senso e significato allo stato emotivo sottostante che non elaborato, non
riconosciuto e non compresso può determinare lo stato di tensione e disagio diffuso che trova una soluzione di compromesso – inefficace – nello strapparsi i capelli; lavorare in psicoterapia per dare senso e contenimento a queste emozioni può aiutare il paziente ad abbandonare il sintomo alla ricerca di una forma più funzionale di adattamento.
A livello farmacologico non esistono farmaci specifici per questo disturbo, altri farmaci che possono essere usati per la riduzione del sintomo si rivelano comunque inefficaci e non sufficienti per il
trattamento del del disturbo.

Catia Annarilli

 

CPCR
www.centropsicologiacastelliromani.it
Dott.ssa Catia Annarilli
Psicoterapeuta
catia.annarilli@gmail.com
cell. 3471302714

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Castelli Romani

Ciampino: Casamonica aggredisce i carabinieri e tenta la fuga

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

CIAMPINO (RM) – Nella tarda serata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Castel Gandolfo hanno arrestato un appartenente alla famiglia Casamonica di 36 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine, con le accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, lesioni personali, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno incrociato l’uomo a bordo del suo motociclo lungo la via Appia: insospettiti dall’alta velocità con cui stava viaggiando, i Carabinieri hanno deciso di seguirlo. Gli spostamenti del sospettato sono terminati in una zona isolata di Ciampino, dove il 36enne si è incontrato con un uomo che lo stava aspettando a bordo di un’auto. Dopo un veloce scambio tra i due, i militari sono intervenuti e, vistosi scoperto, l’appartenente al clan di origine sinti si è disfatto di alcune dosi di cocaina – poi recuperata – e ha tentato la fuga a bordo del motociclo, trascinando sull’asfalto per una decina di metri i Carabinieri che lo stavano acciuffando. Nonostante ciò, i militari sono riusciti a bloccare il veicolo e ad ammanettare il giovane Casamonica che è stato trovato anche in possesso di circa 600 euro in contanti ritenuti provento della sua attività di spaccio.

Il 36enne è stato anche denunciato a piede libero per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti per essersi rifiutato di sottoporsi agli accertamenti tossicologici: la sua moto è stata sequestrata.
Dopo l’arresto, il rampollo della famiglia Casamonica è stato posto agli arresti domiciliari, in attesa di processo.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Grottaferrata: pronto intervento a Squarciarelli

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

GROTTAFERRATA (RM) – Ditte a lavoro nei giorni immediatamente successivi al Ferragosto sulle strade di Grottaferrata.

Gli operai hanno provveduto in poche ore a sopperire ai danni riportati dal manto stradale in seguito alle copiose precipitazioni che si sono abbattute sulla zona a sud di Roma nelle giornate ferragostane.

In particolar modo si è intervenuti nell’area fortemente trafficata di Squarciarelli, precisamente all’imbocco della rotatoria, provenendo da viale Vittorio Veneto, dove era saltato il primo strato di asfalto (tappetino) che fortunatamente non ha originato vere e proprie buche. L’acqua piovana tuttavia – stando a quanto riferiscono i report dei tecnici comunali – si è infiltrata proprio tra il tappetino e la fondazione stradale fino a che il continuo passaggio delle autovetture ha causato il danno superficiale al manto d’asfalto.

L’opera di sistemazione è stata portato a termine con asfalto a freddo in quanto gli impianti in questo periodo sono chiusi per ferie. Il pronto intervento ha avuto un buon fine, in ogni caso alla riapertura degli impianti si procederà al ripristino definitivo.

I lavori sono stati supervisionati dal personale dell’ufficio tecnico comunale

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Ambiente

Grottaferrata, tutela degli animali: da settembre lo sportello in Comune

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

GROTTAFERRATA (RM) – Il Comune di Grottaferrata, in ottemperanza al Regolamento Tutela degli Animali vigente dal 2011, si è dotata di uno Sportello Tutela degli Animali che si trova nel locale adiacente la sede municipale in piazzetta Eugenio Conti.
La gestione dello Sportello è stata affidata all’associazione GrottaferrataFido, già convenzionata con il Comune dal giugno del 2015 il cui personale composto da volontari sarà a disposizione dei cittadini da settembre il martedì dalle 10 alle 12 e il giovedì dalle 15,30 alle 17,00.
Il provvedimento è stato votato dalla giunta comunale.
Il sindaco Luciano Andreotti ha nominato delegata alla Tutela degli animali la consigliera comunale Daniela Calfapietra.
“Attivare misure di prevenzione al randagismo e controllo delle nascite di colonie canine e feline sul nostro territorio comunale è una priorità per la nostra Amministrazione – ha detto il sindaco – così come lo è promuovere l’adozione di cani ricoverati presso strutture convenzionate con il Comune. In questo senso auguro alla consigliera delegata Calfapietra un buono e proficuo lavoro in un settore che so essere a lei particolarmente caro”.
“Sono onorata di far parte di questa amministrazione” ha dichiarato la delegata Calfapietra. “Lo Sportello comunale per la tutela e i diritti degli animali andrà ad esaudire ad una specifica esigenza dei cittadini che sono sempre più sensibili e attenti alla salute e benessere degli animali. Oltre a favorire la corretta convivenza tra uomini e animali – ha proseguito Calfapietra – lo Sportello sarà volto a a tutelare la salute pubblica e l’ambiente, promuovere, sostenere e incentivare iniziative ed interventi rivolti alla difesa degli equilibri ambientali che interessano le popolazioni animali. Tra le principali finalità avremo l’ informazione al cittadino sui servizi presenti sul territorio comunale e nell’ambito del distretto veterinario; la sponsorizzare l’adozione dei cani/gatti randagi ospiti di strutture sanitarie convenzionate con questo ente, la promozione di piani e programmi per la sensibilizzazione dei cittadini contro l’abbandono e il maltrattamento degli animali, l’educazione, il possesso, la corretta gestione degli animali da compagnia”.
“Lo Sportello – ha detto ancora la consigliera Calfapietra – riceverà esigenze, suggerimenti e segnalazioni inoltrate da cittadini, enti, associazioni sugli animali presenti nel Comune di Grottaferrata e trasmetterli agli organi competenti; collaborerà con le associazioni animaliste e gli enti preposti alla tutela del benessere animale; promuoverà progetti programmi finalizzati alla tutela dei diritti e del benessere degli animali d’affezione; organizzerà eventi, campagne di sensibilizzazione, manifestazioni specifiche, informative per la Tutela degli Animali, la lotta al randagismo; lo sviluppo di azioni, attività di censimento, cura e registrazione delle colonie feline del comune di Grottaferrata; anagrafe canina/felina comunale; collaborerà con gli organi di vigilanza e controllo territoriali in materia di randagismo. E’ stata inoltre anche creata una pagina facebook che sarà costantemente aggiornata, dove, insieme all’associazione Grottaferratafido onlus, inseriremo consigli utili per i nostri amici a 4 zampe. Vorrei ringraziare l’associazione Grottaferratafido onlus per la costante presenza sul territorio – ha concluso la consigliera Calfapietra- e per la grande collaborazione con l’Amministrazione comunale”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

agosto: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

L’Osservatore su Google+

Le più lette

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it