Connect with us

Senza categoria

Trieste, No Green pass e No vax: 8mila persone al corteo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Momenti concitati nei pressi di piazza Unità

Ottomila persone hanno partecipato al corteo del Coordinamento No Green pass a Trieste. Lo ha reso noto la Questura di Trieste. Per la città si è trattato di un numero molto alto, il secondo degli ultimi dieci anni dopo una delle ultime manifestazioni dei No Green pass e No vax, quando hanno sfilato in centro circa 15mila persone. Quello odierno è stato il settimo corteo a Trieste contro l’obbligatorietà del Green pass.     

Le persone si sono concentrate in piazza Libertà per la manifestazione organizzata dal Coordinamento No Green pass cittadino. Da qui è partito il corteo, aperto da un furgone sul quale era montato un altoparlante dal quale è stato più volte raccomandato ai partecipanti di indossare la mascherina e che illustrava le ragioni della protesta. Assente il leader del Coordinamento La gente come noi, Stefano Puzzer, oggi fuori città.

Giunto in piazza Oberdan, il corteo no green pass si è fermato invece di tornare al punto di partenza, in piazza della Libertà, come era previsto dal programma. Secondo quanto hanno spiegato gli organizzatori, i manifestanti si sono sciolti prima perché in piazza Oberdan ha sede il Consiglio regionale e dunque, simbolicamente, la protesta ha coinvolto anche le istituzioni locali dalle quali si sono sentiti “attaccati” nei giorni scorsi. Nel tardo pomeriggio, sul posto sono rimaste circa 300 persone.

Momenti concitati nei pressi di piazza Unità, dove i manifestanti hanno cercato di entrare nonostante le transenne e la presenza delle forze dell’ordine, oggetto di insulti al pari del presidente del Consiglio, Mario Draghi, e del sindaco Roberto Dipiazza.

Trieste si era svegliata con piazza Unità completamente transennata, in applicazione del decreto prefettizio del primo novembre scorso che vietava lo svolgimento di manifestazioni nell’area. 

Se non saranno “rispettate tutte le prescrizioni dell’Autorità di Pubblica Sicurezza” la Questura valuterà “le singole posizioni degli organizzatori e dei manifestanti in relazione alla previsione dell’art. 18 comma 5 del TULPS” secondo il quale “i contravventori al divieto o alla prescrizione dell’Autorità sono puniti con l’arresto fino a un anno e con l’ammenda da euro 206 a euro 413”. Lo riportava una nota della Questura di Trieste in risposta al Coordinamento No Green pass il quale aveva annunciato che alla manifestazione di oggi sarebbero stati rispettati gli obblighi di mascherina e distanziamento, ma non di costituire un servizio d’ordine.

Spintoni a giornalista a Milano, due in questura

Un giornalista di Fanpage è stato spintonato da un No Green pass in piazza Fontana prima dell’inizio del 16esimo corteo contro la certificazione verde. L’uomo, che ha messo una mano sulla telecamera del cronista, è stato accompagnato in questura insieme al fratello, sopraggiunto in un secondo momento per dargli manforte. Quest’ultimo era sprovvisto dei documenti d’identità.

I manifestanti si sono radunati intorno alle 17.00, in piazza Fontana almeno tremila persone, compresi alcuni manifestanti vestiti con i ‘gilet gialli’ in omaggio al movimento francese che per mesi è sceso in strada a Parigi. “Lavoratori contro il green pass, ora e sempre resistenza”, è lo striscione che espongono i ‘gilet gialli’ tra i quali figurano lavoratori della logistica. Tra i cori più gettonati “giù le mani dai bambini”, in riferimento alla possibile estensione dell’obbligo vaccinale.

In 3mila a Padova, insulti a una giornalista

Circa tremila manifestanti “no green pass” hanno sfilato oggi per le vie del centro storico di Padova, dove un paio di persone hanno aggredito verbalmente una giornalista di Telenuovo, mentre stava riprendendo il corteo. “Lei deve dormire male dalla vergogna, vi dovete vergognare tutti, vi siete fatti un vaccino inutile – le hanno inveito contro – ; lei ha il cervello fuso, voi raccontate solo quello che vi pare”. La provocazione è andata avanti dieci minuti, mentre la giornalista riprendeva tutto. L’eco della notizia di questa aggressione è stata duramente criticata sui social. Mai prima di oggi i manifestanti no pass avevano preso di mira i giornalisti in modo così esplicito. A parte questo episodio, la manifestazione è proseguita senza altri incidenti.Questo è probabilmente l’ultimo corteo autorizzato dei no pass,martedì prossimo è previsto un comitato in prefettura pervalutare lo stop.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Senza categoria

ULN Consalvo (calcio), Garzina e i primi passi degli Esordienti: “Ragazzi molto promettenti”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti

image_pdfimage_print

Roma – Rappresentano il futuro primo gruppo agonistico dell’ULN Consalvo. La società capitolina ha voluto iscrivere ai campionati anche un gruppo misto di Esordienti 2009-10, affidato a mister Fabio Garzina (già tecnico dell’Under 14 provinciale) che spiega i motivi che hanno spinto il club a fare questa scelta: “Non siamo riusciti a formare un gruppo 2009 per la mancanza di numeri necessari. Così abbiamo deciso di accorpare i 2009, che hanno sicuramente delle buone qualità, al gruppo dell’Under 14 provinciale con cui si allenano settimanalmente: l’obiettivo principale era quello di dare loro l’opportunità di fare ancora un anno di Scuola calcio e di rendere più “soft” l’impatto con il calcio agonistico. Inoltre abbiamo deciso di fare un campionato “puro” 2010 coi nostri ragazzi di quella fascia d’età e poi dare anche a loro una “doppia possibilità” iscrivendo questa squadra Esordienti mista”. I primi passi del gruppo di Garzina sono indubbiamente positivi: “Nella seconda uscita del torneo organizzato dalla Federazione, domenica scorsa, abbiamo battuto per 4-2 la Roma calcio femminile che presentava anche qualche bambina del 2008 come da regolamento. I ragazzi hanno tenuto il campo molto bene e messo in mostra le loro qualità”. Per Garzina questi ragazzi possono rappresentare un’ottima base per l’Under 14 della prossima stagione: “Alcuni di loro sono già pronti per l’agonistica e infatti li convoco costantemente anche nell’attuale Under 14. Sono ragazzi di un buon livello tecnico, educati e con tanta voglia di allenarsi e crescere: sono un’ottima “spina dorsale” in vista della prossima stagione, basterà prendere qualche elemento per completare la rosa”. L’altra “anima” del gruppo Esordienti di mister Garzina sono i ragazzi nati nel 2010, che fanno anche il campionato “puro” sotto la guida di mister Angelo Maura: “Con lui c’è un confronto costante, ci vediamo tutti i giovedì quando si allena sia il suo gruppo che l’Under 14”. A seguire gli Esordienti 2009-10, assieme a mister Garzina, ci sono il preparatore atletico Matteo Sebastiani e il collaboratore Leonardo Seri.



Continua a leggere

Senza categoria

Audace (calcio, Eccellenza), Denni guarda al Pontinia: “Quello è un campo ostico per tutti”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti

image_pdfimage_print

In attesa di capire come finirà il ricorso per il match perso sul campo dell’Atletico Lazio, l’Audace è caduta una seconda volta nella sfida interna contro il Città di Anagni, col medesimo risultato di 0-1. Una partita tosta, com’era già preventivabile stante il valore della formazione avversaria, ma l’Audace ha giocato la sua partita come sottolinea la mezzala classe 1998 e capitano del gruppo Gioele Denni: “Non abbiamo meritato di perdere, anche se è stata una partita equilibrata. Nel primo tempo loro hanno sbagliato un calcio di rigore e poi fino al gol (arrivato nel recupero della seconda frazione, ndr) non hanno creato molte altre opportunità. Noi potevamo sfruttare alcune ripartenze in modo migliore e poi abbiamo avuto anche un’occasione importante che non siamo riusciti a concretizzare. Nella parte finale del secondo tempo ci siamo un po’ più abbassati e poi è arrivato il gol del successo del Città di Anagni che comunque ha confermato di essere una compagine di valore”. Due sconfitte consecutive che il capitano dell’Audace analizza così: “Quella con l’Atletico Lazio è stata davvero una partita stregata, in cui abbiamo subito gol nell’unico tiro in porta degli avversari e abbiamo sciupato tantissimo. Non credo che questa doppia sconfitta possa rappresentare un campanello d’allarme perché la squadra ha dimostrato di essere viva. E’ chiaro che siamo arrabbiati per i risultati finali, ma guardiamo avanti”. Ovvero al match di domenica sul campo del Pontinia che al momento è a tre lunghezze dalla squadra di mister Scarfini: “Bisognerà fare attenzione perché hanno giocatori di valore che, se sono in giornata, possono rappresentare un pericolo serio. Inoltre quello è un campo ostico per tutti e dunque sappiamo che ci aspetta una partita dura, ma ce la metteremo tutta per tornare a vincere”. La chiusura è sul gruppo e sulle ambizioni della società: “Recentemente ci sono stati parecchi innesti di giocatori forti e questo non può che farci piacere. Il club ha idee importanti per il presente e per il futuro e ci sta mettendo nelle migliori condizioni per poter dare il massimo”.



Continua a leggere

Senza categoria

Rcf Roma Sud, Caroli trionfa a Colonna: “Spero che gli infortuni mi diano una tregua”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti

image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – L’Atletica Frascati e la società “collegata” della Rcf Roma Sud sono state protagoniste anche nella quinta tappa del Trofeo autunnale di mezzofondo, tenutasi domenica scorsa a Colonna sulla specialità del cross. Tanti i piazzamenti di prestigio, a cominciare dalla gara sui cinque chilometri di Assoluti e Allievi in cui a trionfare è stato il classe 1995 Gabriele Caroli. “Non mi aspettavo di andare così bene perché recentemente sono stato un po’ condizionato dagli infortuni e non sono riuscito ad allenarmi benissimo. Però stavolta ho avvertito le sensazioni giuste e già dal primo giro ho tenuto una buona andatura: spero di fare sempre meglio e di non essere tormentato dai problemi fisici”. Caroli ha anticipato Emanuele Curci (uno Junior anch’egli tesserato per la Rcf Roma Sud, mentre per la stessa società al quarto posto si è piazzato Mirko Picarelli (primo tra gli Allievi). “Avevo già ottenuto un secondo posto a San Cesareo, mentre alle altre prove del Trofeo non ho potuto partecipare. Sarò presente all’ultima tappa di Rocca di Papa per salutare un 2021 tutto sommato positivo per me, anche se combaciare l’impegno per lo sport con il lavoro non è molto semplice”. Caroli parla di come è nata la sua passione per l’atletica: “La faccio da più di dieci anni, d’altronde mia mamma Rossella è stata una forte maratoneta e la passione è stata naturale. Ero partito che volevo fare i lanci, ma poi ho preferito la pista e ora amo correre i 1500 e i 5000”. La chiusura dell’atleta della Rcf Roma Sud è sui propositi per il 2022: “Vorrei abbassare ancora il personale sui 1500 e poi dare il massimo sulla prova dei 10mila metri ai campionati italiani a squadre di cross dove ci sarà anche Ciumacov e dove speriamo di poter contare anche su un terzo atleta di buon livello per completare il nostro team”.
Tanti i piazzamenti sul podio anche nelle altre categorie. Negli Esordienti 5 (sulla distanza dei 400 metri) ottimo secondo posto per l’unica rappresentante dell’Atletica Frascati in questa categoria, ovvero Daria Pellas. Sulla medesima distanza, bel terzo posto per Leonardo Vigorito negli Esordienti 8, mentre negli Esordienti 10 (sulla distanza degli 800 metri) è arrivato a un passo dal successo Edoardo Campagnolo e nella medesima categoria al femminile Chiara Tarquini ha sbaragliato la concorrenza. Nei Ragazzi e Cadetti in palio c’era anche l’assegnazione del titolo provinciale di Roma Sud di cross. Nella prima categoria (sulla distanza dei 1500 metri), Alessandro Saddi ha chiuso al secondo posto e Claudio Fanelli al terzo, mentre tra le Ragazze va segnalata la doppietta tuscolana firmata da Flaminia Caruso che ha anticipato al traguardo un’ottima Giorgia Sala. Nelle Cadette, sulla distanza dei 2000 metri, è ancora una volta un dominio frascatano con Ginevra Di Mugno prima davanti alle compagne di società Chiara Padoan ed Eleonora Mattogno (con Eleonora Massimi a calare il virtuale poker). Anche al termine della quinta prova del Trofeo autunnale di mezzofondo (come già accaduto nelle altre quattro), l’Atletica Frascati è in testa nella classifica per società sia di tappa che generale. L’ultima prova, in programma domenica 19 dicembre a Rocca di Papa, sarà a staffette miste (maschi e femmine) di cross e in quell’occasione ci saranno anche le premiazioni sia individuali che di squadra del Trofeo autunnale di mezzofondo.



Continua a leggere

I più letti