Connect with us

Calcio

Uln Consalvo (calcio), sarà un dicembre ricco di eventi per i gruppi della Scuola calcio

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Roma – Un mese di dicembre ricchissimo per la Scuola calcio del Consalvo. Il club capitolino, come sempre, ha organizzato alcuni appuntamenti importanti per i suoi gruppi del settore di base. Al di là dei classici tornei di Natale a cui parteciperanno (a seconda delle disponibilità delle famiglie) i piccoli calciatori del Consalvo, ci sono tre date da tenere bene a mente nel mese che è cominciato da domenica. Il “clou” arriverà venerdì 13 dicembre quando presso il centro sportivo del Consalvo arriverà Marco Aventi, il responsabile delle affiliate Spal di tutta Italia: “Il rappresentante del club ferrarese visionerà i nostri gruppi nel corso dell’intera seduta di allenamento – racconta il responsabile del settore Scuola Calcio Armando Ciarrocchi – In particolare si concentrerà sull’annata dei 2006, quella di interesse “più diretto” per la società emiliana. Aventi si tratterrà fino a sera e poi la domenica successiva sarà presente sulle tribune dello stadio “Olimpico” per osservare la sfida di serie A tra la Roma e la Spal”. Ma gli appuntamenti del ricco dicembre della Scuola calcio Consalvo non finiscono qui: “Da lunedì prossimo e fino ai primi giorni del nuovo anno i nostri gruppi 2009, 2010, 2011 e 2012 saranno impegnati in un torneo che si disputa su vari centri sportivi e poi c’è un altro appuntamento molto importante il 21 e 22 dicembre: si tratta di un torneo internazionale che si terrà al “Francesca Gianni” di San Basilio e che vedrà ai nastri di partenza la nostra squadra 2009. Il confronto sarà molto probante perché alla manifestazione saranno presenti gruppi di club professionistici italiani e anche una squadra del Dubai coordinata dall’ex capitano del Real Madrid Michel Salgado. Infine cercheremo di organizzare qualche partitina amichevole anche per i piccoli 2013 e 2014”. Ciarrocchi esprime soddisfazione anche per i primi passi nell’attività federale dei vari gruppi di base del Consalvo: “Le nostre squadre proseguono il loro percorso di crescita e lo fanno attraverso il divertimento e l’impegno in un ambiente sano e familiare come quello del nostro club”.

Commenti

Calcio

Virtus Divino Amore (calcio, I cat.), la carica di D’Amanzo: “Col Podgora ci giocheremo tanto”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Roma – Sarebbe servito un successo per ripartire dopo il k.o. di Marino. Invece la Prima categoria della Virtus Divino Amore non è andata oltre l’1-1 interno contro la Clembofal: non è bastato un rigore di Omar D’Amanzo, centrocampista offensivo classe 1991, per portare a casa l’intera posta in palio. “Abbiamo giocato un buon primo tempo, costruendo alcune buone occasioni da rete e passando in vantaggio con un penalty. Poi abbiamo concesso poco all’avversario, ma purtroppo il risultato è rimasto in bilico e nel secondo tempo, su una delle rare azioni offensive degli avversari, abbiamo subito il gol del pareggio. Nel finale, nonostante l’espulsione di Vallesi, abbiamo provato a vincere anche in inferiorità numerica, cogliendo un palo con Valerio Fagiolo e creando un’altra opportunità da calcio piazzato, ma non c’è stato verso di schiodare l’1-1”. Per D’Amanzo la situazione di classifica rimane aperta ad ogni soluzione: “Il Città di Pomezia ha pareggiato il suo match, mentre Nettuno e Grottaferrata hanno vinto: forse la rincorsa al primo posto è abbastanza complicata, ma abbiamo il dovere di provare a raggiungere la seconda o la terza piazza”. Nel prossimo turno la Prima categoria della Virtus Divino Amore sarà impegnata sul campo del Podgora che attualmente ha qualche punto in più rispetto alla “zona rossa” dei play out: “In questo campionato nessuno ti regala nulla e quindi sappiamo che ci sarà da battagliare anche stavolta. Dopo aver conquistato un punto nelle ultime due partite, comunque, sappiamo di avere un solo risultato a disposizione: dobbiamo interpretare questa gara come se fosse una sorta di ultima spiaggia”. La squadra capitolina, in ogni caso, potrà contare sulla vena realizzativa del centrocampista classe 1991: “Con il gol di domenica sono arrivato a nove reti stagionali e ho già superato il mio record personale in un solo campionato. Il gioco offensivo voluto dai mister Fabio Petruzzi e Andrea Fagiolo indubbiamente mi ha agevolato, ma spero di conquistare un piazzamento importante con la squadra” chiosa D’Amanzo.

Continua a leggere

Calcio

Albalonga (calcio, serie D), Sossai: “Contro il Trestina sarebbe stato più giusto il pari”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Albano Laziale (Rm) – Non perdeva dalla prima partita del 2020 la serie D dell’Albalonga. La squadra di mister Mauro Venturi è caduta sul campo degli umbri del Trestina (0-1) al termine di una gara opaca. “Non avremmo meritato di perdere – dice il difensore centrale classe 1994 Fabio Sossai – Ma allo stesso tempo bisogna ammettere che è stata una delle prestazioni meno brillanti della nostra stagione. L’avversario ha messo in campo tanto agonismo e alla fine noi ci siamo adattati su un piano che non è il nostro. E’ stata la classica giornata no che può capitare nell’arco di una stagione, anche se in generale “patiamo” un po’ le squadre di bassa classifica”. L’Albalonga non ha sfruttato il turno che ha visto Grosseto e Monterosi una di fronte all’altra: “La vittoria dei toscani? Quella era una gara da tripla da cui poteva uscire ogni genere di risultato, per noi è stata una mezza occasione persa un po’ come accaduto col Montevarchi e con l’Aglianese”. Comunque la squadra azzurra rimane in piena zona play off (al momento sono otto i punti di vantaggio sulla sesta) e non distante dalla vetta: “Non vogliamo crearci “pressioni da soli”, quindi per le prossime sfide dobbiamo solo ragionare sulla singola gara senza fare calcoli. Dobbiamo tenere la testa “sgombra” esattamente come è stato nella prima parte di stagione” dice il difensore centrale. Nel prossimo turno l’Albalonga ospiterà il Foligno e tra l’altro lo stesso Sossai e anche Frasca saranno out per squalifica: “Non ci saranno problemi perché il nostro è un gruppo valido e chi scenderà in campo darà il massimo – assicura il difensore castellano – Il Foligno è sicuramente un avversario di spessore, uno dei club blasonati di questo girone. All’andata sfoderammo una grande prestazione, ma in campi più larghi sappiamo esaltare le nostre qualità, mentre loro nello stretto sanno farsi valere. Speriamo di riuscire a giocare una gara importante”.

Continua a leggere

Calcio

Colleferro (calcio, Promozione), scacco alla regina. Roberto Galeazzi: “Che spettacolo il Caslini”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Colleferro (Rm) – La Promozione del Colleferro fa sognare davvero. Sarebbe bastato vedere il colpo d’occhio di un “Caslini” da tutto esaurito ieri mattina, quando i ragazzi di mister Antonio Battistelli hanno stracciato la capolista Città di Monte San Giovanni Campano per 3-1 schierando tra l’altro una formazione titolare giovanissima (tre ragazzi nati nel 2002, due 2001, un 2000 e due 1999 nell’undici iniziale). E la partita non ha deluso le attese dei tanti appassionati colleferrini giunti allo stadio: “Abbiamo fatto un favore alle squadre in lotta per il vertice, ma soprattutto ce lo siamo fatti da soli – dice Roberto Galeazzi, centrocampista esterno o interno classe 1997 che ha indossato i gradi di capitano per l’occasione – Abbiamo sfoderato una super prestazione contro una capolista venuta a Colleferro col chiaro intento di prendere un punto. Siamo passati in vantaggio a metà della prima frazione col sottoscritto e poi abbiamo raddoppiato i conti con D’Albenzo. Nella ripresa gli ospiti hanno accorciato le distanze, ma ormai abbiamo acquisito una mentalità vincente e non ci siamo fatti prendere dal panico: il 3-1 di Mastrella ha chiuso i giochi per un successo meritatissimo, arrivato nonostante assenze pesantissime come quelle di Amici, Romagnoli, Michelangeli e Bernabei. La fascia di capitano? E’ il mio quinto anno qui, per me ha rappresentato una bella soddisfazione perché questa è una piazza importantissima per il calcio laziale”. Il Colleferro rimane ancora distante dalla zona play off, ma nel team rossonero sembrano tutti determinatissimi a giocarsi le proprie carte: “Non è semplice, ma ci crediamo e vogliamo provarci fino all’ultimo – dice Galeazzi – Le prossime tre partite ci diranno sicuramente di più”. La prima della serie è quella di Roccasecca: “Un campo complicato, ma noi stiamo bene e vogliamo dare il massimo anche nella prossima sfida”. Il Colleferro sembra davvero voler rialzare la testa dopo alcune stagioni sofferte: “Il progetto della società è ambizioso e altrettanto chiaro: c’è voglia di scommettere sui giovani e sui ragazzi del territorio, anche per questo la gente apprezza e ci viene a sostenere al “Caslini” in gran numero”.

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Febbraio: 2020
L M M G V S D
« Gen    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it