Connect with us

Sport

Universiadi Taipei 2017: oro per Paltrinieri e Folorunso, bronzo per Rotolo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Aumenta il bottino di medaglie vinte dai rappresentanti delle Fiamme oro impegnati fino al 30 agosto a Taipei (Taiwan) nella 29esima edizione delle Universiadi.

Si tratta di due medaglie d’oro, la prima conquistata dall’inesauribile Gregorio Paltrinieri che fa il bis aggiudicandosi anche la finale degli 800 metri stile libero, e la seconda vinta da Ayomide Folorunso nei 400 metri ostacoli. Daniela Rotolo si è invece messa al collo un bellissimo bronzo nella categoria 62 chilogrammi di taekwondo.

Non si stanca di vincere il campionissimo del nuoto azzurro che, dopo l’oro nei 1.500, mette nella sua personale bacheca anche la vittoria negli 800. L’avversario più pericoloso è stato il “solito” Mykhailo Romanchuck, capace questa volta di insidiare seriamente Re Gregorio. Ad un certo punto l’ucraino ha probabilmente pensato di essere finalmente riuscito a battere Paltrinieri, che invece ha tirato fuori dal cilindro uno sprint degno di un velocista. Nella penultima vasca l’azzurro ha accelerato riconquistando la testa e chiudendo al primo posto con il tempo di 7’45”76, nuovo record della manifestazione. Bronzo per l’altro ucranino Sergii Frolov.

Le fatiche di Gregorio non sono ancora finite, deve ricaricare le batterie per affrontare la 10 chilometri di fondo.

Grande prestazione di Ayomide Folorunso che diventa la prima italiana a vincere l’oro alle Universiadi nei 400 metri ostacoli. La rappresentante del Gruppo sportivo della Polizia di Stato ha vinto con il crono di 55”63, davanti alla polacca Joanna Linkiewicz (55”90) e all’ucraina Olena Kolesnychenko (56”14).

Per la velocista delle Fiamme oro si tratta del primato stagionale e della terza prestazione di sempre, ad appena 13 centesimi dal suo record personale.

“Sicuramente l’Universiade non era un contesto impossibile – ha commentato Ayomide dopo la gara – ma non per questo doveva essere un’occasione da buttare via. Penso che ogni gara ti insegni qualcosa ed anche qui è stato così. Mi sono ritrovata in mezzo alle due atlete più forti, una situazione che mi ha fatto esaltare in pista. A Taipei ho corso due centesimi meglio della batteria dei Mondiali”.

Il prestigioso bronzo di Daniela Rotolo è arrivato al termine di una bella gara, nonostante le sue condizioni fisiche non fossero perfette. La corsa verso la finalissima della categoria 62 chilogrammi è stata interrotta dalla sudcoreana Jisoo Moon, che ha avuto la meglio sull’atleta cremisi per 6-3.

In precedenza la giovane azzurra, campionessa europea juniores in carica, aveva sconfitto prima la statunitense Makayla Christi Gorka con un perentorio 25-5, e poi l’ungherese Evelyn Marta Gonda per 5-4, al termine di un match molto combattuto, vinto al golden point.

 

Sport

ULN Consalvo (Under 15), Boke è convinto: “L’obiettivo è giocare bene e arrivare nelle zone alte”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Roma – E’ stato un week-end di grande soddisfazione quello messo alle spalle dall’Under 15 provinciale dell’ULN Consalvo. I ragazzi di mister Fabio Garzina hanno sconfitto per 4-1 la Borghesiana nel match casalingo dell’ultimo turno, conquistando la loro terza vittoria stagionale in sette incontri. “Abbiamo cominciato molto bene il primo tempo segnando due reti – dice Yannick Boke, difensore classe 2008 che ha sbloccato il risultato – Ma dopo la rete del 2-0 arrivata su rigore di Crivelli, gli avversari hanno accorciato le distanze approfittando di una nostra disattenzione generale a inizio ripresa. La squadra, però, è rimasta tranquilla e ha definitivamente portato a casa il successo con i sigilli di Fiorentino e Raccio: siamo molto felici per una vittoria che migliora la nostra classifica, l’obiettivo è quello di giocare bene e arrivare nelle prime posizioni del girone anche se in questo momento dobbiamo rincorrere”. Boke è uno dei volti nuovi dell’Under 15 provinciale dell’ULN Consalvo: “Fino a qualche anno fa ero all’Atletico 2000, poi ho provato altri sport e da questa stagione sono tornato al calcio per due motivi: prima di tutto ho voluto seguire le parole di una mia zia che non c’è più la quale mi disse che sarei diventato “qualcuno” nel mondo del calcio e poi per la grande passione verso questo sport. Qui all’ULN Consalvo mi trovo benissimo e per la prima volta posso giocare insieme al mio miglior amico Manuel Rescina”. Nel prossimo turno la formazione capitolina farà visita alla Pro Calcio Cecchina: “Ci attende una gara difficile, ma sono fiducioso sulle qualità della nostra squadra. Con la mentalità messa in campo nell’ultima gara possiamo fare bene nella prossima partita e anche in quelle che giocheremo in seguito”. La chiusura di Boke è sul rapporto con mister Garzina: “E’ un allenatore molto preparato che sa alternare momenti di leggerezza ad altri di grande serietà e concentrazione”.

Continua a leggere

Sport

Atletico Roma VI (calcio, Under 18 reg.), Kulli: “Inizio sopra le aspettative, ma siamo forti”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Roma – Continua a volare l’Under 18 regionale dell’Atletico Roma VI. I ragazzi di mister Cristian Silvestri hanno piegato anche il Villalba con un perentorio 3-0. Un successo che il centrocampista classe 2005 Kledi Kulli commenta così: “E’ stata sicuramente una bella partita da parte nostra anche perché di fronte c’era un avversario di valore. Nel primo tempo siamo andati in gol di Dilettuso, poi nella ripresa un calcio di rigore dello stesso Dilettuso e il gol di Souni hanno determinato il risultato finale”. Il ragazzo di origine albanese è al suo secondo anno in Italia e all’Atletico Roma VI: “Un mio zio mi ha suggerito di venire a giocare qui, anche perché abito in zona. Mi sono trovato subito benissimo con tutto l’ambiente, dai dirigenti allo staff tecnico e ovviamente coi compagni”. Mister Silvestri lo utilizza in più ruoli: “Con lui c’è un ottimo rapporto e io sono a disposizione sua e della squadra. Ho giocato soprattutto da mediano fino a questo punto, ma anche da difensore centrale e da esterno difensivo”. L’Under 18 regionale dell’Atletico Roma VI sta viaggiando su ritmi altissimi: ha vinto tutte le nove partite disputate, anche se purtroppo un problema burocratico nel match d’esordio è costata una sconfitta a tavolino. La squadra romana è comunque in vetta assieme all’Aniene: “Non ci aspettavamo un inizio di stagione di questo tipo, ma sapevamo comunque di essere un gruppo forte e di poter stare ai vertici della classifica. L’obiettivo del nostro gruppo è chiaro: vogliamo competere fino alla fine per il primo posto e credo che assieme a noi lotteranno sia l’Aniene, ma anche il Breda che è sicuramente un’ottima squadra”. Nel prossimo turno l’Atletico Roma VI è atteso dall’insidiosa trasferta di Colonna: “Non conosciamo i prossimi avversari, al di là del fatto che hanno collezionato dieci punti e sono in una zona di metà classifica. Ma noi scenderemo in campo con l’obiettivo di sempre, ovvero provare a conquistare altri tre punti”.

Continua a leggere

Sport

United Volley Pomezia (serie B1/f), Corvese: “Ad Arzano potevamo conquistare almeno un punto”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Pomezia (Rm) – La serie B1 femminile dello United Volley Pomezia ci ha provato, ma alla fine ha dovuto cedere sul campo della prima della classe. Contro le campane di Arzano, che guidano il girone E della categoria, è finita 3-1 (23-25, 25-19, 25-12 e 25-23) non senza qualche rimpianto per le ragazze del presidente Gianni Viglietti. “Abbiamo cominciato con personalità e determinazione la partita portando a casa il primo set – dice la centrale classe 1978 Viviana Corvese, ritratta nella foto di Fabio Angelini – Poi nel secondo e nel terzo praticamente non siamo scese in campo, loro ci hanno aggredito in battuta e noi abbiamo fatto troppi errori. Nel quarto abbiamo reagito bene e siamo andate vicine a conquistare il tie break, volevamo dimostrare che non eravamo quelle dei due set precedenti. Nella fase decisiva della gara loro hanno difeso tutto quello che potevano prendere e questo ha permesso loro di conquistare il successo. Alla fine ci rimane il rammarico di non aver preso almeno un punto perso, ma ora guardiamo avanti”. La Corvese è stata tra le protagoniste della splendida stagione scorsa delle pometine: “Sicuramente iniziammo meglio il campionato, ma ogni annata fa storia a sé e questo è un torneo molto equilibrato e pieno di sorprese”. Anche per questo motivo, il centrale invita tutti a concentrarsi al meglio in vista del match interno di sabato contro Catania che in questo momento ha solo tre punti in classifica: “Non significa assolutamente nulla, anche con Marsala doveva essere una partita alla portata e invece è uscita una sfida combattutissima. La classifica al momento non racconta i veri valori, ma è chiaro che noi abbiamo una voglia di riscatto forte dopo il k.o. di Arzano. L’obiettivo? E’ quello di fare più punti possibili partita dopo partita, è troppo presto per i bilanci”. Ed è presto anche per pensare che la Corvese possa interrompere la sua bella favola pallavolistica: “Se non avessi stimoli forti, non scenderei in campo: finchè sto bene e penso di poter dare un contributo, vado avanti. Inoltre qui la società, in cui sto da quattro anni, mi fa stare bene. E’ un club giovane che sta strutturandosi con entusiasmo in un campionato nazionale importante come la B1”. 

Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

SEGUI SU Twitter

I più letti