Connect with us

Sport

Universiadi Taipei 2017: oro per Paltrinieri e Folorunso, bronzo per Rotolo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Aumenta il bottino di medaglie vinte dai rappresentanti delle Fiamme oro impegnati fino al 30 agosto a Taipei (Taiwan) nella 29esima edizione delle Universiadi.

Si tratta di due medaglie d’oro, la prima conquistata dall’inesauribile Gregorio Paltrinieri che fa il bis aggiudicandosi anche la finale degli 800 metri stile libero, e la seconda vinta da Ayomide Folorunso nei 400 metri ostacoli. Daniela Rotolo si è invece messa al collo un bellissimo bronzo nella categoria 62 chilogrammi di taekwondo.

Non si stanca di vincere il campionissimo del nuoto azzurro che, dopo l’oro nei 1.500, mette nella sua personale bacheca anche la vittoria negli 800. L’avversario più pericoloso è stato il “solito” Mykhailo Romanchuck, capace questa volta di insidiare seriamente Re Gregorio. Ad un certo punto l’ucraino ha probabilmente pensato di essere finalmente riuscito a battere Paltrinieri, che invece ha tirato fuori dal cilindro uno sprint degno di un velocista. Nella penultima vasca l’azzurro ha accelerato riconquistando la testa e chiudendo al primo posto con il tempo di 7’45”76, nuovo record della manifestazione. Bronzo per l’altro ucranino Sergii Frolov.

Le fatiche di Gregorio non sono ancora finite, deve ricaricare le batterie per affrontare la 10 chilometri di fondo.

Grande prestazione di Ayomide Folorunso che diventa la prima italiana a vincere l’oro alle Universiadi nei 400 metri ostacoli. La rappresentante del Gruppo sportivo della Polizia di Stato ha vinto con il crono di 55”63, davanti alla polacca Joanna Linkiewicz (55”90) e all’ucraina Olena Kolesnychenko (56”14).

Per la velocista delle Fiamme oro si tratta del primato stagionale e della terza prestazione di sempre, ad appena 13 centesimi dal suo record personale.

“Sicuramente l’Universiade non era un contesto impossibile – ha commentato Ayomide dopo la gara – ma non per questo doveva essere un’occasione da buttare via. Penso che ogni gara ti insegni qualcosa ed anche qui è stato così. Mi sono ritrovata in mezzo alle due atlete più forti, una situazione che mi ha fatto esaltare in pista. A Taipei ho corso due centesimi meglio della batteria dei Mondiali”.

Il prestigioso bronzo di Daniela Rotolo è arrivato al termine di una bella gara, nonostante le sue condizioni fisiche non fossero perfette. La corsa verso la finalissima della categoria 62 chilogrammi è stata interrotta dalla sudcoreana Jisoo Moon, che ha avuto la meglio sull’atleta cremisi per 6-3.

In precedenza la giovane azzurra, campionessa europea juniores in carica, aveva sconfitto prima la statunitense Makayla Christi Gorka con un perentorio 25-5, e poi l’ungherese Evelyn Marta Gonda per 5-4, al termine di un match molto combattuto, vinto al golden point.

 

Sport

Frascati Scherma, dieci atleti pronti per le Olimpiadi. Il direttore sportivo Coni: “Siamo fiduciosi”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – Il momento più importante dell’anno (anzi degli ultimi quattro anni) è arrivato. Il Frascati Scherma è pronto a tifare i suoi ragazzi ai Giochi Olimpici di Parigi 2024, come sottolinea il direttore sportivo Massimiliano Coni. “Un’edizione da record vista la presenza di ben dieci atleti, oltre a due maestri, ma anche per la scelta della delegazione italiana di affidare il ruolo di portabandiera alla nostra Arianna Errigo: un grandissimo orgoglio per il nostro club e tutto il movimento schermistico”. Il ds entra nel dettaglio dei partecipanti: “L’Olimpiade è sempre una gara particolare che può riservare sorprese. Nell’individuale le nostre fiorettiste Arianna Errigo e Alice Volpi partono tra le possibili favorite, poi assieme a Francesca Palumbo faranno la gara a squadre e anche in quel caso il Dream Team è la nazionale da battere. Speranze di podio anche per la squadra di fioretto maschile dove ci sarà il nostro Guillaume Bianchi che ovviamente proverà a sorprendere anche nell’individuale, mentre la squadra di sciabola femminile (che conterà su Chiara Mormile, che farà anche l’individuale, e Irene Vecchi, ndr) è quella che parte con meno favori del pronostico, ma è comunque capace di ottenere un ottimo risultato. Poi ci sono i quattro fiorettisti stranieri che da tempo si allenano a Frascati ovvero Carlos Llavador (Spagna), Guilherme Toldo (Brasile), Alaaeldin Abouelkassem e Abdelrahman Tolba (Egitto). La nostra “pattuglia” conterà su quattro esordienti assoluti ai Giochi, ovvero gli azzurri Palumbo, Bianchi e Mormile e l’egiziano Tolba, ma anche sui tecnici Fabio Galli (fioretto) e Andrea Aquili (sciabola) che saranno presenti nello staff azzurro. Il presidente Paolo Molinari, assieme a Marco Nobiloni e Stefano Salvatore (che collaborano con Coni nella direzione sportiva del Frascati Scherma, ndr), saranno presenti a Parigi”. Le gare di scherma iniziano sabato, ma i primi atleti del club tuscolano a scendere in pedana ci saranno domenica con le gare individuali di fioretto femminile, poi lunedì 29 luglio è la volta della prova individuale di sciabolatrici e fiorettisti. Dal giorno successivo le gare a squadre anche se il Frascati Scherma seguirà con particolare attenzione quelle del fioretto femminile (1 agosto), della sciabola femminile (3 agosto) e del fioretto maschile (4 agosto).


Continua a leggere

Sport

Polisportiva Borghesiana, il neo responsabile del settore calcio Ciuffini: “Fiduciosi per il futuro”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Roma – Il settore calcio della Polisportiva Borghesiana è ripartito con entusiasmo. La società capitolina ha incaricato del ruolo di responsabile organizzativo Luciano Ciuffini, uomo che da ben 39 anni fa parte dell’organigramma. “Per me questa è come una seconda casa, anzi direi una prima – sorride – Qualche anno fa avevo già ricoperto questo ruolo e pure nelle ultime stagioni ho comunque supportato l’attività di Lino Virgili che ora penserà esclusivamente alla parte tecnica, “alleggerendosi” di alcuni impegni. Siamo partiti col piede giusto e speriamo di mantenere i numeri delle ultime stagioni, poi sarà sempre il campo a dare i suoi giudizi anche se l’obiettivo fondamentale della Polisportiva Borghesiana non è quello del risultato a tutti i costi, ma di fare sport come valvola di sfogo e a fine sociali”. Ciuffini parla di come sarà strutturato il settore calcio della Polisportiva Borghesiana nella stagione 2024-25: “Avremo una prima squadra che militerà in Seconda categoria e sarà guidata da un nome importante del calcio dilettantistico laziale, ovvero quel Franco Pagliarini che ha scelto di rimettersi in gioco e ha condiviso il nostro progetto. Abbiamo una rosa mediamente giovane tanto che diversi ragazzi dell’Under 19 (che quest’anno non verrà allestita, ndr) saranno parte integrante del gruppo, ma siamo fiduciosi che la squadra possa fare un buon campionato”. Ciuffini elenca anche le squadre del settore giovanile agonistico: “Avremo un’Under 18 regionale che sarà la novità di quest’anno ed entro la fine della settimana annunceremo l’allenatore. Poi a scendere copriremo l’Under 17, l’Under 15 con una doppia squadra e l’Under 14, mentre al momento non siamo sicuri di poter allestire un gruppo Under 16. Poi ovviamente ci sarà la nostra Scuola calcio che coprirà tutte le categorie e che consentirà a tanti bambini della borgata di poter fare calcio a prezzi alla portata delle famiglie. L’attività in questo periodo si è fermata, ma nell’ultima settimana di agosto la nostra prima squadra comincerà la preparazione e poi la settimana successiva toccherà a tutte le categorie giovanili”.


Continua a leggere

Sport

Atletica Frascati, Kabangu e Padoan campionesse regionali rispettivamente sui 400 e nei 200

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – L’Atletica Frascati non smette mai di stupire. A Rieti, nello scorso fine settimana, si sono disputati i campionati regionali Assoluti, Juniores, Promesse e Allievi e i talenti del team tuscolano non hanno tradito le attese. C’era grande fiducia e curiosità nel capire come si sarebbe comportata la “stella” Gloria Kabangu, reduce dal terzo posto ai campionati italiani Assoluti e dalla recente prestazione di Foligno in cui aveva chiuso a 38 centesimi dal personale sugli 800. Ebbene, la talentuosa atleta classe 2005 (da pochissimo entrata anche nel gruppo sportivo dell’Esercito) non ha “saziato” la sua fame ed è andata a vincere il titolo regionale dei 400, siglando anche il primato regionale e scendendo per la prima volta sotto il muro dei 54 secondi (53.89). Il riscontro cronometrico la porta in testa alle liste nazionali stagionali Juniores anche nei 400, oltre a regalarle il titolo regionale. Nella medesima gara non riesce a esprimere le sue qualità Chiara Padoan che accusa uno stato di malessere già prima della partenza (a causa delle temperature altissime) e chiude oltre due secondi sopra il personale, con un modesto 57.64 che comunque le basta per salire sul podio regionale Juniores al terzo posto. Il giorno successivo, però, l’altra promettente atleta frascatana si è riscattata alla grande nella prova dei 200 chiudendo a pochi centesimi dal personale in 24.58 grazie a una eccellente progressione finali e grandi frequenze nell’azione di corsa, ma soprattutto andando a prendersi il primo titolo di campionessa regionale Juniores, un risultato ancor più di valore considerando che la Padoan è al primo anno di categoria (essendo classe 2006). Terzo posto sul podio regionale Assoluto anche per il velocista Alessandro Smanio che conferma il suo buono stato di forma e l’ottimo trend di questa eccellente stagione fermando il cronometro a 10.86 (con vento +1.1) sulla specialità dei 100 metri. Non contento, Smanio ha bissato il piazzamento (terzo posto) il giorno successivo nei 200, anche qui non lontano dal personale (21.95). A Rieti era presente anche l’Allievo Alessandro Saddi che ha esordito nei 1500 chiudendo con un buon 4.08.45 (settimo posto tra gli Assoluti e secondo tra gli Allievi) e poi nella specialità preferita degli 800 ha sfiorato il personale (1.56.93) piazzandosi al 12esimo posto tra gli Assoluti e al quarto tra gli Allievi.


Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

I più letti