Connect with us

Sport

US OPEN, FLAVIA PENNETTA TRIONFA E ANNUNCIA L'ADDIO

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura < 1 minuto A 33 anni e sei mesi, è la giocatrice più anziana ad aver vinto il suo primo titolo del Grande Slam

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Redazione

Tennis – Ha raggiunto il top ed ora non intende andare avanti, lascia da gloriosa. Flavia Pennetta ha vinto il suo primo e ultimo titolo Slam battendo nella finale degli US Open la connazionale Roberta Vinci 7-6, 6-2. La brindisina ha lasciato a bocca aperta il pubblico dell'Arthur Ashe, il più grande stadio del tennis del mondo, non solo per la sua performance sportiva ma anche per ciò che ha detto durante la cerimonia di premiazione. «Ho preso una decisione un mese prima di questo torneo. Questo è il modo in cui volevo dire addio al tennis», ha detto la Pennetta aggiungendo: «Ho deciso di concludere quest'anno la mia carriera, questa era la mia ultima partita agli US Open», ha detto la sportiva che, a 33 anni e sei mesi, è la giocatrice più anziana ad aver vinto il suo primo titolo del Grande Slam. Anche la sua amica, e in questa partita avversaria, Roberta è rimasta sorpresa dalla decisione: «Non me lo aspettavo – ha ammesso – sono rimasta sorpresa. Mi ha detto che questa sarebbe stata la sua ultima partita alla US Open mentre eravamo sedute in attesa del premio. Sono rimasta davvero sorpresa».

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Calcio

Audace (calcio, Eccellenza), De Angelis: “Sono qui per ripartire. Questa squadra può fare bene”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

L’Audace ha da sempre puntato alla valorizzazione dei giovani e lui è stato indubbiamente uno di quelli che ha saputo sfruttare al meglio questo “trampolino”, approdando in un club professionistico. Il giovane esterno difensivo classe 2002 Andrea De Angelis, lanciato dall’Audace verso il grande calcio, è approdato nella Primavera del Genoa la scorsa annata e poi quest’anno ha iniziato col Monterosi prima di fare un paio di mesi alla Vis Artena e tornare “all’ovile”: “Conosco benissimo questo ambiente e so che mi può dare quella tranquillità personale che avevo un po’ perso ultimamente. Non è un passo indietro per me, ma un modo per ripartire: tutto quello che ho fatto rimane e ora cerco di scrivere una nuova storia. Non ho affatto smesso di sognare un ritorno tra i professionisti” dice De Angelis che poi parla dell’incontro con mister Daniele Scarfini: “Conoscerlo è stata una fortuna per me, ha la capacità di coinvolgere nel suo progetto tecnico sia i giovani che i più grandi”. Il giovane atleta, comunque, non vede l’ora di riassaporare il campo: “Stare oltre un mese senza gare ufficiali è durissima, come stare a digiuno forzato. Per fortuna la grande passione che ci muove non ci fa mollare: la speranza è di ripartire in modo regolare fino alla fine del campionato”. Sulle prospettive della squadra, De Angelis dimostra di avere le idee chiare: “Nell’ultima parte di stagione avevamo trovato un bel ritmo, anche se l’ultima sfida del 2021 contro l’Arce ci aveva lasciato l’amaro in bocca per un pareggio che ci è andato un po’ stretto. L’obiettivo di questa squadra, comunque, dev’essere di togliersi le migliori soddisfazioni possibili, acquisendo la consapevolezza di quello che siamo: siamo settimi, ma dobbiamo guardare avanti perché possiamo fare male a tutti”.

Continua a leggere

Calcio

Atletico Lariano (calcio, Under 14 prov.), Fileni: “Conta prima la crescita, ma possiamo arrivare…”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Lariano (Rm) – E’ una delle formazioni giovanili dell’Atletico Lariano che è stata protagonista nella prima parte di stagione. L’Under 14 provinciale di mister Valter Fileni è nelle zone di vertice del suo girone (coordinato dal comitato provinciale di Latina) e già domenica tornerà in campo per la sfida interna col Cori Montilepini: “Si tratta di uno scontro diretto e quindi sarà indubbiamente una partita importante – dice l’allenatore del club gialloverde – Non sono preoccupato per la lunga pausa da gare ufficiali perché questi ragazzi hanno sempre mostrato una gran voglia di giocare e si sono impegnati tantissimo anche negli allenamenti di questo periodo”. Fileni fa un passo indietro per analizzare la prima parte di stagione della sua Under 14 provinciale: “Abbiamo rimediato una sola sconfitta contro la capolista Cisterna, un k.o. che non mi è andato giù per quello che si è visto in campo. Comunque siamo soddisfatti di come si stanno comportando i ragazzi”. Che lui ha preso per la prima volta quest’anno: “La maggior parte di loro arrivano dalla Scuola calcio dell’Atletico Lariano, segno che questa società sta facendo un buon lavoro sin dalla base”. L’allenatore da tempo è nello staff tecnico del club dei presidenti Loris Di Giacomantonio e Riccardo Palmieri: “Questa per me è una grande famiglia prima ancora che una società sportiva. La società ci è sempre vicina per qualsiasi tipo di esigenza. Quest’anno ho avuto la possibilità di tornare a lavorare nella categoria Under 14 dopo aver guidato l’Under 19 nella passata stagione: sono molto contento di lavorare coi ragazzi che escono dalla Scuola calcio”. Fileni non si nasconde quando parla degli obiettivi della sua Under 14 provinciale: “Il primo pensiero è quello di farli crescere e migliorare sia a livello individuale che di squadra, ma ovviamente non ci nascondiamo e pensiamo di poterci giocare le nostre carte fino in fondo”.

Continua a leggere

Calcio

ULN Consalvo (calcio), Garzina fiducioso: “L’Under 14 cresce e prova a proporre il suo calcio”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Roma – Mancano ancora un paio di settimane prima del ritorno dell’attività ufficiale per l’Under 14 provinciale dell’ULN Consalvo. Mister Fabio Garzina fa un po’ il punto della situazione sui suoi ragazzi: “Riprenderemo dal match esterno con la Stella Polare de La Salle, una squadra che non dovrebbe rappresentare un avversario “ingiocabile”. Spero e penso che i ragazzi possano riprendere con un buono slancio perché, seppur tra le difficoltà legate a quarantene e al Covid che hanno interessato tanti gruppi, si sono allenati con buona costanza, anche se spesso a ranghi ridotti”. La pausa forzata da gare ufficiali (nel 2022 i capitolini devono ancora giocare la loro prima partita) ha portato Garzina a fare un tipo di lavoro diverso durante la settimana: “Ci stiamo concentrando tanto sulla tecnica individuale che talvolta viene un po’ penalizzata nel periodo di gare ufficiali e assieme a questa stiamo ovviamente portando avanti un po’ di lavoro fisico”. L’Under 14 provinciale dell’ULN Consalvo deve ancora sbloccarsi, ma dei segnali sono stati lanciati: “Al di là del risultato, sono contento del lavoro che hanno fatto i ragazzi che sono sicuramente cresciuti rispetto all’inizio del campionato. Le lacune ci sono e ne eravamo a conoscenza, speriamo di riuscire a muovere presto la classifica perché quello ci darebbe un’ulteriore spinta a livello morale. Un aspetto importante è stato proprio quello mentale: nonostante le difficoltà della prima parte di campionato, il gruppo è rimasto compatto e non ha perso “pezzi”, segno di una forte voglia di migliorare. E in effetti a livello comportamentale questi ragazzi sono davvero squisiti”. D’altronde l’Under 14 provinciale del club capitolino ha una conformazione “molto giovane”: “Oltre ai 2008, ci sono diversi 2009 che gravitano nel gruppo ed è chiaro che, schierandone cinque in ogni match, qualcosa si può pagare dal punto di vista fisico. Ma sono felice perché questi ragazzi provano sempre a proporre il loro stile di gioco, alla lunga sono convinto che verranno premiati dal campo”.

Continua a leggere

I più letti