Connect with us

Cronaca

VALLE D'AOSTA: FIUMI DI COCAINA, 17 ARRESTI 66 INDAGATI, 2 MILIONI E MEZZO DI VALORE

Clicca e condividi l'articolo

Perquisizioni e sequestri sono stati eseguiti ad Aosta, Torino, Lodi, Vigevano, Vipiteno e La Spezia.

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Redazione

Valle d'Aosta – 17 arrestati, 66 indagati, decine di perquisizioni, 23 chili di cocaina purissima sequestrati insieme a migliaia di euro, auto, telefoni cellulari e navigatori satellitari. Il valore complessivo è pari a circa due milioni e mezzo di euro.

Nasce a fine 2011 ad Aosta l'indagine che i finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria dello stesso capoluogo hanno terminato in questi giorni, smantellando un'associazione a delinquere formata interamente da albanesi, tutti residenti nel Nord-Italia, che si è fatta velocemente largo nel panorama dello spaccio di cocaina nell'Italia centro-settentrionale attraverso un sistema di importazione e successiva consegna diretta attraverso sms codificati: "o shoku ne oren 9 kam prenotuar fushen e futbollit. Shihemi atje per te luajtur" (amico, alle 9 ho prenotato il campo di calcio. Ci vediamo lì per giocare).

I distributori consegnavano i panetti di cocaina purissima da un chilo ciascuno, contraddistinti da una sigla impressa con pennarello nero dal fornitore e concordata in fase di pagamento della partita di droga, che sarebbe necessariamente dovuto avvenire a monte.

In collegamento diretto con i propri fornitori, connazionali residenti in Belgio e Olanda, i soggetti arrestati hanno risposto con estrema sollecitudine all'imponente domanda italiana di cocaina, gestendo con altrettanta abilità imprenditoriale la mappa della distribuzione sul nostro territorio.

Numerosissime intercettazioni telefoniche, ambientali, appostamenti e pedinamenti hanno costituito la rete del lavoro di squadra che le Fiamme Gialle del Nucleo aostano hanno concluso sotto la direzione investigativa della Direzione Distrettuale Antimafia di Torino.

I finanzieri hanno sequestrato la partita di cocaina più consistente, pari a circa 14 chili, nascosta in un autoarticolato proveniente dall'Olanda, pedinato e fermato sull'autostrada. Il conducente è stato naturalmente arrestato.

Perquisizioni e sequestri sono stati eseguiti ad Aosta, Torino, Lodi, Vigevano, Vipiteno e La Spezia.

Il Nucleo di Polizia Tributaria sta tracciando i flussi di denaro frutto del traffico internazionale, in modo da aggredire il patrimonio illecitamente accumulato dagli appartenenti all'organizzazione criminale.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Passo Corese: donna si sente sola, chiama i Carabinieri per un po’ di compagnia e loro la raggiungono a casa

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

PASSO CORESE (RI) – Nel tardo pomeriggio di ieri, la Sig.ra Ivana, domiciliata a Passo Corese, 72enne, ha chiamato i Carabinieri perché si sentiva sola.

Il centralinista di turno, percepito lo stato particolarmente triste nel quale si trovava la Signora, ha avvisato il Ten. Carmelo Ceraolo, Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia, il quale, unitamente al Comandante della Stazione CC di Passo Corese Luogotenente Rosario Caliendo e al Maresciallo Giuseppe Farinelli, Addetto alla Stazione di Fara Sabina, si è recato immediatamente presso il domicilio della Signora Ivana, donandole il calendario storico del 2021.

La donna, commossa dal gesto, ha ringraziato i militari e ha espresso loro il cordoglio per l’uccisione del Carabiniere Iacovacci in Congo.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Milano, arrestati i 10 componenti della banda criminale dei bancomat

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tra febbraio 2017 e aprile 2019 sono 73 gli assalti portati a compimento dal sodalizio in Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Lazio, con un bottino che supera i 3, 5 milioni di euro

MILANO – Alle prime ore di questa mattina i Carabinieri del Comando Provinciale di Milano, a conclusione di una lunga attività di indagine, hanno arrestato i dieci componenti della banda criminale responsabile di aver assaltato diversi sportelli bancomat in tutta Italia.

In manette 10 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di un numero indeterminato di furti di denaro contante presso gli sportelli ATM di istituti di credito su tutto il territorio nazionale mediante assalto con miscela esplosiva, riciclaggio ed altro.

Le indagini, condotte dal Nucleo Investigativo e dirette dalla Procura della Repubblica di Milano, hanno consentito di disarticolare un sodalizio, i cui capi ed organizzatori abitano e sono cresciuti nel quartiere “Pilastro” di Bologna, specializzato nella realizzazione di assalti notturni in danno di sportelli bancomat.

Le violente esplosioni causate per scardinare gli sportelli bancomat hanno spesso provocato ingenti danni alle strutture e in alcuni casi con conseguenze di inagibilità ad interi edifici.

Tra febbraio 2017 e aprile 2019 sono 73 gli assalti portati a compimento dal sodalizio in Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Lazio, con un bottino che supera i 3, 5 milioni di euro.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Emilio Orlando, una firma della cronaca sull’Albo dei Giornalisti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Il giornalista Emilio Orlando figura nuovamente nell’albo dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio come pubblicista dopo che nel 2019 il suo nominativo non compariva nell’elenco dell’Ordine dei Giornalisti.

A quanto risulta oggi la sua posizione di iscritto è regolare. Emilio Orlando svolge attività giornalistica principalmente su casi di cronaca nera e di giudiziaria e spesso è ospite di trasmissione televisive.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

I più letti