1

Valmontone 1921 (calcio, Eccellenza femm.), Strabioli: “Con la Lupa una vittoria che dà morale”

Valmontone (Rm) – Si è scatenata l’Eccellenza femminile del Valmontone. Le ragazze di mister Andrea Canale, nell’ultimo turno, hanno trovato la loro seconda vittoria in campionato travolgendo la Lupa Frascati con un rotondo 5-0 interno. L’attaccante classe 1983 Serena Strabioli, autrice di una doppietta, parla della sfida: “Non è un risultato del tutto sorprendente. Da un po’ di tempo la squadra sta lavorando abbastanza bene e prova a recepire le indicazioni del mister. Non so se alla Lupa mancasse qualche titolare, ma noi abbiamo fatto comunque un’ottima partita considerando anche che a metà primo tempo è stata espulsa la nostra Schina”. Le due reti della Strabioli (a cui è stata annullata anche una terza marcatura) avevano già aperto le danze che le giallorosse non hanno interrotto nemmeno in inferiorità numerica: “La cosa fondamentale è stata l’atteggiamento mentale: abbiamo continuato a giocare come se fossimo in undici contro undici, trovando la terza rete con Gonnella e le altre due con Bertini”. L’obiettivo “di classifica” dell’Eccellenza femminile del Valmontone 1921, al primo anno in questo “mondo” grazie alla forte volontà del patron Manolo Bucci, è chiaro: “Non vogliamo finire ultime e cercheremo di fare qualche altro risultato positivo. Siamo convinte che, a parte le prime squadre che hanno qualcosa in più, possiamo giocarcela con le altre e cercheremo di dimostrarlo già nel match casalingo col Sora in programma dopo la sosta di questo fine settimana. Adesso l’entusiasmo è alto, il gruppo è giovane ma è molto coeso e stiamo lavorando con impegno grazie al mister Canale, verso cui la squadra nutre grande stima”. Per la Strabioli questa è stata la stagione del ritorno all’antico “amore” del calcio: “Lo avevo lasciato una decina di anni fa e poi mi ero dedicata al futsal. Poi mi ero fermata circa quattro anni fa e accettando la proposta del Valmontone 1921 ero un po’ preoccupata per il ritorno al campo grande, ma è stato meno traumatico del previsto. Sto bene in questo gruppo che è formato da ragazze molto giovani e da qualche atleta più esperta”.