Connect with us

Cronaca

Il Vaticano blocca il sito che accusa il Papa di eresie: torna il mito di Martin Lutero

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

ROMA – La Segreteria per la comunicazione della Santa Sede ha bloccato l’accesso alla pagina web da cui si aderisce alla iniziativa che accusa il Papa di sette eresie, collegate a quanto scrive nella “Amoris laetitia”. Dai computer del Vaticano non si può più accedere alla pagina in questione, in nessuna lingua. Fuori dal Vaticano, invece, la pagina risulta raggiungibile.
“L’accesso alla pagina web che state cercando di visitare è stato bloccato in accordo alle politiche si sicurezza istituzionali”, è l’avviso che compare. Da nessun computer del Vaticano, dunque, si potrebbe aderire alla petizione del sito www.correctiofilialis.org, che accusa Papa Bergoglio di eresia, di modernismo e di troppo entusiasmo per Martin Lutero.

Lutero protestò contro la vendita delle lettere di indulgenza con le sue 95 Tesi che espose il 31 ottobre 1517. A Roma crebbe la preoccupazione sulla rapida diffusione e sull’incredibile effetto delle Tesi. Nel gennaio 1521 il papa emanò la scomunica di Lutero. Nel suo famoso discorso alla Dieta di Worms, il 18 aprile 1521, Lutero rifiutò di ritrattare. Al ritorno dalla dieta venne, con un finto rapimento, portato al castello della Wartburg vicino ad Eisenach. Nel giro di dieci mesi tradusse là il Nuovo Testamento dal greco in lingua tedesca (nel 1534 sarà poi disponibile la traduzione completa della Bibbia). All’inizio di marzo 1522 ritornò a Wittenberg nonostante il provvedimento di messa al bando imperiale contro di lui.

Tra gli aspetti della religione contro cui si scagliò maggiormente Martin Lutero vi fu la dottrina delle indulgenze, secondo cui un cristiano aveva la possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze di un peccato (detta pena temporale), attraverso la confessione. La riforma protestante contestò tale dottrina sostenendo che essa non aveva solido fondamento nella Bibbia. Nel mirino anche la messa in latino che escludeva la maggior parte della popolazione dalla comprensione della parola di Dio. Sebbene circolassero, infatti, le traduzioni in volgare non erano mai state prese in considerazione dalla Chiesa. Martin Lutero criticò inoltre la corruzione del clero, accusandolo di nepotismo, di concentrarsi sulle attività mondane e di perseguire obiettivi politici ed economici.

Con la pace di Augusta del 1555 si sancì la divisione tra cattolici e protestanti in base al principio cuius regio, eius religio, secondo il quale luteranesimo e cattolicesimo diventavano religioni di Stato soggette al volere del principe.

Oggi sono circa 700 milioni i protestanti nel mondo, racchiusi sotto oltre 33mila denominazioni. Le chiese più famose sono quelle dei luterani, dei calvinisti, degli anglicani, dei battisti, degli evangelisti e dei metodisti. In Italia sono almeno 750.000 i fedeli, di cui l’80% appartiene alla dottrina evangelica.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Cronaca

Colleferro, nascondeva la marijuana in casa: preso 21enne

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

COLLEFERRO – Rimane alta l’attenzione dei Carabinieri della Compagnia di Colleferro sul fronte della repressione del fenomeno dello spaccio di droga.
I militari della Stazione di Colleferro, in un servizio coordinato, hanno arrestato un 21enne del luogo, con precedenti di polizia, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
I militari hanno, quindi, predisposto mirati controlli nel corso dei quali hanno controllato il pusher a bordo della propria autovettura, insieme ad altri coetanei, trovandolo in possesso di 2 grammi di marijuana già suddivisa in dosi.
Le attività di verifica dei Carabinieri di Colleferro si sono spostate nel suo domicilio dove sono stati rinvenuti altri cento grammi di marijuana, un bilancino elettronico di precisione e vario materiale per il confezionamento e per la coltivazione della droga.
Le analisi sulla droga hanno confermato l’alto principio attivo della sostanza da cui era possibile ricavare 365 dosi.
Il 21enne è stato portato in caserma in stato di arresto e, successivamente, sottoposto agli arresti domiciliari. All’esito del giudizio per il 21enne è scattato l’obbligo di permanenza nell’abitazione dalle ore 20 alle ore 7.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Momenti di panico a Nepi: pregiudicato sequestra 14enne e lo minaccia con una sciabola

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Un pregiudicato di circa 50 anni, si è scagliato contro un gruppo di
ragazzini di 14 anni, a Nepi all’ interno di un parcheggio di un
supermercato, dove lui era solito lasciare parcheggiati i suoi due
motorini, che a suo dire li aveva ritrovati danneggiati dando la
colpa proprio ai giovani quattordicenni; a quel punto in un gesto
di ira ha sequestrato uno dei giovani e lo ha trascinato in macchina
e trasportato in giro per Nepi, minacciandolo costantemente con
una sciabola a che lui e i suoi amici trovassero i soldi per riparare i
motorini; immediatamente sono scattate le ricerche dei carabinieri
della stazione attivati dagli amici rimasti nel parcheggio, e poco
dopo proprio i carabinieri della stazione hanno rintracciato il
pregiudicato nei pressi del supermercato ed immediatamente
hanno messo in sicurezza i giovani e bloccato il pregiudicato.
Subito hanno perquisito l’auto ed hanno sequestrato la sciabola
usata per la minaccia .Al termine dell’ azione di polizia il soggetto è
stato arrestato ed i ragazzi sono risultati tutti illesi ed in sicurezza

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Pomezia, al via i lavori di manutenzione straordinaria anche a Torvaianica

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Partiranno nel corso della prossima settimana (salvo condizioni meteorologiche avverse) i lavori di manutenzione straordinaria per il rifacimento del manto stradale delle vie di Pomezia e Torvaianica più ammalorate. I lavori interesseranno:

  • via Danimarca
  • lungomare delle Meduse
  • via di Torvaianica Alta
  • via delle Orchidee
  • via Castagnetta
  • via Fratelli Bandiera
  • via Virgilio
  • via Cavour
  • piazza San Benedetto da Norcia

“Un intervento importante – spiega l’Assessore Federica Castagnacci – interamente finanziato con fondi comunali per un costo di circa 500mila euro netti, che va ad aggiungersi ai cantieri già aperti ieri mattina a Pomezia centro per il rifacimento completo di via Confalonieri e via Filippo Re. Lavori, questi ultimi, frutto dell’accordo con SNAM Rete Gas in compensazione per gli scavi realizzati nei mesi scorsi”.

Prossima anche l’opera di realizzazione della pista ciclabile in via Varrone, via Augusto Imperatore, via Martiri delle Foibe e via Romualdi, che, nell’ambito del Piano Nazionale di Sicurezza Stradale cofinanziato dalla Regione Lazio, consentirà il rifacimento del manto stradale nelle vie interessate dal cantiere. In corso invece i lavori su via Campobello, che si concluderanno anch’essi con la riasfaltatura completa dell’arteria stradale. Anche questo intervento è cofinanziato con quota parte di fondi comunali.

“Lavori straordinari sulle strade della nostra Città – dichiara il Sindaco Adriano Zuccalà –. Oltre 10 km di vie comunali completamente nuove e più sicure. Un investimento importante per la sicurezza di automobilisti, ciclisti e pedoni che, come ho avuto modo di dire nel corso della giornata sulla sicurezza stradale, è una delle priorità di questa Amministrazione”.
I lavori seguiranno un cronoprogramma definito che verrà puntualmente comunicato alla cittadinanza al fine di evitare il più possibile i disagi al traffico in Città.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Novembre: 2019
L M M G V S D
« Ott    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it