Connect with us

Roma

VIENNA NEL CUORE DI ROMA: ECCO LA RICETTA CHE FA VOLARE IL TURISMO

Clicca e condividi l'articolo

A Vienna sempre più italiani nel 2015

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

di Gianfranco Nitti

Roma – Lo scorso 17 novembre, l’ente del Turismo di Vienna ha lanciato “Vienna 2016: imperiale & contemporanea”, con una manifestazione a Roma, organizzata da Brigitte Wilhelmer,  Responsabile Centro Sud di Austria Turismo, ed Isabella Rauter, dell’ente viennese per il turismo.

A Vienna sempre più italiani nel 2015. Anche nel 2015, Vienna registra nuovi primati dopo il record registrato nel 2014 con un totale di 6,2 milioni di arrivi (+6,4% sul al 2013) e di 13,5 milioni di pernottamenti (+6,3%). Infatti, da gennaio a settembre dell’anno in corso sono stati registrati 4,9 milioni di arrivi (+7,3% sul 2014) e 10,7 milioni di pernottamenti (+7,1% sul 2014). Significativi gli incrementi di presenze dai vari mercati asiatici e dagli Emirati Arabi Uniti. Anche per i flussi di visitatori  provenienti dall’Italia, suo terzo bacino più importante dopo Germania ed USA, Vienna ha fatto segnare un forte rialzo: nei primi nove mesi gli arrivi sono stati 211.116 arrivi (+7,5%) per 541.768 pernottamenti (+9,4%).

Il 2016 costituisce un anno importante per la capitale austriaca: dal 16 marzo al 27 novembre 2016, in occasione del centenario della morte dell’imperatore Francesco Giuseppe, quattro sedi diverse a Vienna e nella regione della Bassa Austria ospitano la grande mostra “Francesco Giuseppe 1830-1916” che, suddivisa in diverse sezioni, approfondisce sotto vari aspetti vita ed opere del grande monarca. La rassegna è allestita nei luoghi originali in cui il sovrano viveva e lavorava, dalla Reggia di Schönbrunn con il Museo delle Carrozze imperiali, al Museo del Mobile e al Castello di Niederweiden, situato nel Marchfeld a est di Vienna, ora nuovamente aperto al pubblico come sede espositiva. L’imperatore Francesco Giuseppe, figura simbolica del potere imperiale e penultimo sovrano di un’epoca che stava volgendo al termine, governò la monarchia austroungarica per ben 68 anni (1830-1916). L’anziano monarca morì nella Reggia di Schönbrunn nell’anno 1916.. Nel suo ultimo secolo di regno, Vienna ha subito grandissime trasformazioni: la fastosa città imperiale è divenuta un moderno centro dell’arte contemporanea: il mondo dell’arte austriaco ed internazionale ha compreso già da tempo che Vienna è un terreno fertile anche per la produzione artistica contemporanea.

Nel 2016, poi, oltre all’imperatore Francesco Giuseppe,che è stato anche un protagonista della storia italiana del Risorgimento, saranno oggetto dell’attenzione anche altri personaggi e istituzioni imperiali.

Litorale

Civitavecchia, risolto il giallo del furto in Chiesa

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

CIVITAVECCHIA (RM) – I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno denunciato in stato di libertà due civitavecchiesi di 46 e 37 anni, entrambi con precedenti, ritenuti i presunti autori del furto consumato in una Chiesa della città.In particolare i Carabinieri della Stazione Civitavecchia Principale sono intervenuti presso la Chiesa di San Liborio, dove il Parroco nella mattinata denunciava che ignoti si erano introdotti nottetempo all’interno della chiesa e avevano asportato oggetti religiosi e la somma di 5000 € contenuta in un armadio metallico.Preziose per i militari intervenuti le immagini del sistema di videosorveglianza dove veniva chiaramente notata un’autovettura allontanarsi dal luogo del reato. Così i Carabinieri dall’autovettura sono riusciti a risalire e a identificare due soggetti sospettati di essere gli autori.I due civitavecchiesi sono stati così denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Civitavecchia. 

Continua a leggere

Cultura e Spettacoli

Cerveteri a Umbria Jazz con Michael Supnick e il Maestro Travagliati

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Serata a “tinte etrusche” al Far Art Club di Terni A Umbria Jazz, la più importante kermesse jazzistica del Centro Italia, è risuonata anche la musica di Cerveteri.

Domenica 19 settembre, nella suggestiva cornice del Fat Art Club a Terni, la città etrusca era presente con due dei suoi massimi esponenti della musica jazzistica: Micheal Supnick, trombonista e trombettista statunitense oramai stabilitosi da tanti anni a Cerveteri e in cartellone con il “Supnick Swing”, e il Maestro Augusto Travagliati, Direttore del Gruppo Bandistico Caerite e della Moonlight Big Band, intervenuto in veste di ospite. Ad affiancare la “Supnick Swing” in veste di manager organizzatrice, come sempre, Jole Stragapede.“È certamente un motivo di orgoglio per Cerveteri che due suoi concittadini abbiano preso parte ad una manifestazione ricca di storia e di caratura internazionale come Umbria Jazz – dichiara il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci – Michael Supnick e Augusto Travagliati sono due musicisti sopraffini, eclettici, che con la loro arte ci regalano sempre grandi emozioni e momenti di spettacolo straordinario. In un anno così difficile per il mondo della musica e dello spettacolo dal vivo, dove a Cerveteri nonostante le tantissime restrizioni e regole dettate dalla situazione pandemica siamo ugualmente riusciti ad allestire un programma estivo di livello altissimo, siamo felici che due nostri concittadini, due artisti di Cerveteri, abbiano preso parte ad una rassegna che ogni anno ospita artisti di fama nazionale ed internazionale”.“A Michael e Augusto – conclude il Sindaco – i miei complimenti e ringraziamenti per il grande lavoro che sempre svolgono per la musica nel nostro territorio, riuscendo, come in questo caso, ad esibirsi in una manifestazione davvero importantissima nel panorama artistico”.Ad affiancare Michael Supnick, un gruppo di musicisti di assoluto livello: Bepi D’Amato, clarinetto e sax tenore, Carlo Ficini, trombone Alessio Magliari, pianoforte Giordano Panizza, contrabbasso Alberto Botta, batteria. Ospiti speciali i ballerini Valentina Raimondi e Danilo Bruschetti.

Continua a leggere

Metropoli

Valmontone, fa shopping all’outlet con i soldi falsi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

VALMONTONE – Un uomo di 34 anni si stava dando alle pazze spese, facendo shopping nel “Valmontone outlet” utilizzando delle banconote false del taglio di 50 euro. Uno dei commercianti che stava subendo l’ennesimo pagamento con banconota falsa, accortosi della falsità della banconota l’ha restituita all’interessato ed ha avvisato i Carabinieri della locale Stazione che hanno recuperato non solo la banconota utilizzata ma altre 10 d’identico taglio, all’interno della sua autovettura.I Carabinieri hanno arrestato l’uomo per spendita di monte false e lo hanno associato agli arresti domiciliari.L’arresto è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria di Velletri in attesa del giudizio definitivo che si terrà nel mese di ottobre.

Continua a leggere

I più letti