Connect with us

Sport

VILLALBA, QUIRONI: «MOLTO FELICI DELL’INTERESSE RISCOSSO DAL CORSO SUL FOOWEL COACHING»

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Villalba di Guidonia (Rm) – «Siamo molto contenti di com’è andato questo primo evento». Davide Quironi, preparatore dei portieri della Ternana, è stato uno dei principali artefici del corso sulla innovativa tecnica del “foowel coaching” (la parola foowel è la “sintesi” di football e wellness, vale a dire calcio e benessere) che è andato in scena lunedì e martedì scorso presso il centro sportivo “Ocres Moca” di Villalba. Al suo fianco il preparatore dei portieri della Lupa Roma Emanuele Maggiani e il product manager del progetto Francesco Comiano assieme ad altri componenti dello staff come il portiere di serie A di calcio a 5 Chiara Salinetti e i responsabili del Centro di Formazione del calcio di Firenze Mancini e Vezzani. «Sono stati due giorni molto intensi che ci hanno fatto capire tante cose – sottolinea Quironi – perché di fatto questo era il “corso zero”, nel senso che era il primo in assoluto fatto in Italia per i preparatori dei portieri con la tecnica del “foowel coaching”. Ovviamente ci sono degli aspetti da migliorare, ma abbiamo visto una grande partecipazione da parte dei corsisti e siamo convinti di aver lasciato loro qualcosa di importante a livello di metodologia di lavoro». D’altronde il foowel coaching è una tecnica che punta molto sulla reattività, l’iper reattività e la reattività situazionale. «Il calcio è cambiato nel corso del tempo – dice Quironi – da tanti punti di vista come quello tattico, di velocità, dello stesso pallone di gioco e il portiere deve essere davvero un super-atleta se vuole essere all’altezza della situazione. A nostro modo di vedere la qualità più importante di un estremo difensore è proprio quella della reattività, del decidere nel più breve tempo possibile il piazzamento e la scelta di intervento migliore. Riuscire a trasmettere un corretto metodo di lavoro sui giovani portieri, in special modo su quelli di età compresa tra i 6 e i 12 anni, è fondamentale per far crescere un buon estremo difensore e in questo senso il ruolo del preparatore è decisivo». Alla fine del corso di Villalba, ovviamente, sono stati consegnati dei diplomi a tutti i partecipanti e l’intenzione degli organizzatori è quella di ripetere al più presto l’evento.
 

Calcio

Football Club Frascati (Under 15), Campegiani: “Col Colonna una delle migliori gare stagionali”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – L’Under 15 provinciale del Football Club Frascati è al rush finale del campionato. I ragazzi di mister Marco Campegiani devono disputare tre partite prima di chiudere le gare ufficiali e la prima di queste sarà martedì prossimo sul campo della Polisportiva Ciampino. “Sicuramente un avversario di valore che staziona in una zona di medio-alta classifica – racconta l’allenatore frascatano – All’andata abbiamo perso, ma proveremo a giocarci le nostre carte. Il turno infrasettimanale è abbastanza particolare e sempre problematico a livello organizzativo, a maggior ragione pensando che in questo week-end invece saremo fermi…”. Campegiani ha ancora negli occhi la bella prestazione dell’ultimo turno dei suoi ragazzi: “Abbiamo pareggiato in casa contro il Colonna per 2-2 ed è stata una delle migliori partite della stagione. Siamo andati inizialmente sotto di un gol, ma i ragazzi non si sono abbattuti e hanno continuato a giocare in modo determinato. Già prima dell’intervallo le reti di Cipriani e Mastrofini sono valse il sorpasso, poi nel secondo siamo un po’ calati fisicamente, anche per le temperature di questo periodo. Abbiamo provato a far male con qualche ripartenza, ma gli avversari hanno pareggiato i conti a quattro minuti dalla fine con un calcio di rigore abbastanza dubbio. Il pareggio, però, è certamente giusto per quello che ha raccontato la partita. C’è fiducia in vista delle ultime tre partite, se giochiamo come l’ultima gara possiamo prendere altri punti”. Campegiani sapeva bene le difficoltà che lo attendevano in questa annata: “Questo è un gruppo misto e quindi diversi ragazzi giocano sotto età, ma la cosa che mi ha fatto più piacere è vedere come si siano compattati e abbiano creato il giusto spirito di squadra. L’esperienza fatta al torneo di Coverciano nel periodo pasquale è stata molto preziosa in questo senso”. La chiusura dell’allenatore, al primo anno di Football Club Frascati, è sul suo personale bilancio: “Mi sono trovato benissimo qui, sia col direttore generale Claudio Laureti che con il direttore tecnico Gianfranco Di Carlo e il preparatore dei portieri Franco Carosi. Il club ci è stato sempre vicino, a fine stagione tireremo le somme e valuteremo il da farsi per il futuro”.

Continua a leggere

Calcio

Atletico Lariano (calcio, Under 15), Cavaterra soddisfatto: “Il secondo posto è un ottimo risultato”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Lariano (Rm) – Mancano due partite ufficiali (una contro una squadra fuori classifica) all’Under 15 provinciale dell’Atletico Lariano per chiudere la stagione. I ragazzi di mister Fabrizio Cavaterra hanno definitivamente abbandonato le ultime speranze di vittoria del girone in una stregata partita di recupero andata in scena mercoledì in casa contro la Macir Cisterna quarta della classe che si è imposta al campo “Abbafati” di misura: “E’ stata la classica partita in cui si costruisce e si sciupa l’impossibile e poi si perde la partita – racconta Cavaterra – Noi abbiamo creato almeno sei o sette palle gol chiarissime e non siamo riusciti a sbloccare il risultato, gli avversari (che si sono chiusi per tutta la gara) hanno segnato nell’unico tiro in porta effettuato a una decina di minuti dalla fine. All’andata avevamo vinto 6-1, segno che una differenza c’è tra le due squadre, ma evidentemente non siamo stati bravi a farla venire fuori nel match di mercoledì”. I castellani sono già proiettati al prossimo incontro, l’ultimo che “varrà” per la classifica: “Giocheremo a Pomezia contro una squadra che abbiamo già affrontato poco tempo fa per un recupero. Anche in questo caso il valore delle due squadre è diverso e proveremo a metterlo in evidenza”. Il Real Latina capoclasse, però, è ormai irraggiungibile: “Hanno dimostrato più continuità e quindi il verdetto è giusto, anche se siamo stati sfortunati nello scontro diretto del ritorno in cui stavamo vincendo, ma un paio di episodi negativi hanno contribuito a ribaltare il risultato”. Per Cavaterra, comunque, non ci sono rimpianti: “Il secondo posto finale è comunque sintomo di una stagione molto positiva, i ragazzi sono cresciuti e poi magari in estate potrebbe esserci un ripescaggio nella categoria regionale. Il nostro piazzamento si inserisce in un lavoro complessivo della società davvero ottimo, considerando i risultati di tutti i gruppi agonistici, prima squadra inclusa…”. L’allenatore ha potuto apprezzare anche l’ambiente dell’Atletico Lariano: “Qui c’è un club che ti permette di lavorare serenamente e c’è un confronto costante tra tutti i tecnici. Da poco tempo la società ha affidato pure la guida dell’Under 16 a me e al tecnico dell’Under 14 Valter Fileni e devo ringraziare la dirigenza per la fiducia dimostrata. Siamo felici perché, anche in quel caso, abbiamo messo in fila una serie di risultati positivi e il gruppo sta finendo la stagione al meglio”.

Continua a leggere

Calcio

Valmontone 1921 (calcio, Under 19 reg.), Vitale: “Questo gruppo poteva lottare per il vertice”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Valmontone (Rm) – L’Under 19 regionale del Valmontone 1921 sta per chiudere la sua stagione ufficiale. Nel terz’ultimo turno i giallorossi hanno violato il campo della Virtus Guarcino per 2-1 grazie alle reti di Valerio Capitani e Francesco Vitale. E’ proprio quest’ultimo a tracciare un bilancio dell’annata che sta per concludersi: “Siamo partiti molto bene e fino a gennaio eravamo in vetta al girone, poi qualcosa è andato storto – dice il centrocampista classe 2003 – Sono convinto che questo gruppo avesse tutte le qualità per competere al vertice e magari provare anche a vincere”. Il presente dell’Under 19 regionale del Valmontone 1921 si chiama Real Cassino, poi la chiusura sarà in casa col Rocca Priora Rdp. “In questo momento l’unico pensiero è cercare di vincere le ultime due partite proprio per far vedere che il nostro valore non è quello che racconta l’attuale classifica”. Vitale parla anche del suo percorso calcistico: “Ho sempre giocato qui a Valmontone, tranne due anni di Scuola calcio che ho fatto a Palestrina. Questo club crede molto nei giovani e si vede da come li segue e cerca di valorizzarli: il sottoscritto, ad esempio, ha già esordito un paio di settimane fa in prima squadra e anche altri compagni sono entrati nel giro della Promozione nel corso della stagione. Il mio obiettivo è quello di provare a dare il meglio, ma so bene che ci vogliono sacrificio ed impegno costante per arrivare in alto”.
Contento dell’andamento della stagione dell’Under 19 regionale anche il responsabile del settore agonistico Fabio Carosi: “Il gruppo era partito abbastanza bene, ma nel corso della stagione è stato falcidiato dagli infortuni, alcuni dei quali molto lunghi. I ragazzi hanno reagito bene a tutte le avversità e ai momenti più complicati. Li ringrazio di cuore, come anche i “rinforzi” che sono arrivati dall’Under 17 e mister Augusto Lulli che è subentrato a campionato in corso in un momento non facile. Ora è importante finire bene la stagione: mancano due partite di campionato, la prima delle quali in casa contro il Real Cassino penultimo, poi i ragazzi disputeranno un quadrangolare organizzato dalla nostra società”.

Continua a leggere

I più letti