Connect with us

Sport

VIS ARTENA CALCIO, ECCELLENZA – LA GIOIA DI GRANIERI: «LA SALVEZZA DIRETTA UNA GRANDE IMPRESA»

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Artena (Rm) – La Vis Artena lascerà ad altri la post-season. La squadra del presidente Roberto Matrigiani ha battuto il Nettuno per 4-2 nell’ultimo match della stagione (reti di Botti, Monaco di Monaco, Longo e Mazzoni) conquistando la salvezza diretta che si aggiunge alla finale di Coppa Italia persa solamente ai rigori. Una grande gioia per mister Mirko Granieri, alla prima esperienza su una panchina di Eccellenza e alla seconda da allenatore di una squadra maggiore dopo la vittoria del campionato di Prima categoria con la Vigor Perconti. Il traguardo tagliato è anche il momento per togliersi dei “sassolini”, anzi dei sassoloni. «Sono stato portato ad Artena su un’intuizione dell’ex presidente Tabanelli, ma avevo pochissimi crediti vista la mia “giovane” carriera da allenatore di prime squadre. Ho sempre pensato che l’esonero, deciso dopo appena sei giornate e avendo incontrato alcune delle favorite, sia stata una scelta folle – dice l’allenatore – Quando sono stato richiamato sulla panchina, una scelta fortemente voluta dall’attuale presidente Roberto Matrigiani, eravamo penultimi, mentre ieri abbiamo chiuso il campionato al decimo posto, con un rendimento da quarta forza del gruppo B nel girone di ritorno. A tutto questo si deve aggiungere la storica conquista della finale di Coppa Italia persa solamente ai rigori con una corazzata come l’Albalonga. Inoltre la squadra ha perso praticamente per tutta la stagione degli elementi assolutamente fondamentali come Cianni e Romagnoli, non potendo contare a lungo nemmeno su Romaggioli. Personalmente penso di aver dimostrato una grande umiltà e il fatto che questa squadra abbia finito il campionato mettendo in mostra una condizione eccellente sia il frutto di un grande lavoro fatto in partenza e durante l’annata». Granieri è un fiume in piena e continua il suo sfogo. «Ho sentito delle pesanti critiche nei confronti del presidente Matrigiani che, secondo alcuni, non aveva l’esperienza necessaria per fare il massimo dirigente: lui ha voluto fortemente tre scelte. Oltre al mio ritorno, ha trattenuto con forza Padovani e portato Monaco di Monaco: credo sia abbastanza per rispondere a quelle accuse». Granieri, in questo finale di stagione, ha contribuito anche alla salvezza della Juniores d’Elite. «L’allontanamento di mister Giulio Di Cori non mi ha trovato d’accordo e questo l’ho sempre detto anche alla società, poi comunque nelle ultime quattro partite e nel play out ho guidato direttamente i ragazzi centrando l’obiettivo finale». Anche da alcuni di quei giovani si ripartirà nella prossima stagione per costruire una Vis Artena molto importante. «Credo che le basi siano di spessore, i punti forti saranno i recuperi dei giocatori che non abbiamo potuto utilizzare quest’anno, comunque ci sarà tempo di parlare del futuro» chiosa mister Granieri.
 

Calcio

Vis Casilina, il gran finale della Scuola calcio. Rovere: “Lavoriamo per crescere ancora di più”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Roma – La Scuola calcio della Vis Casilina ha salutato l’annata 2021-22. Lo ha fatto con la festa di chiusura che, in parte, era già andata in scena lo scorso anno (anche se dopo appena tre mesi di attività gratuite e quasi sperimentali, visto che questa è stata la prima stagione ufficiale di vita per il club del presidente Enrico Gagliarducci). “C’è stato un ultimo allenamento per tutti i gruppi con la partecipazione di oltre cento bambini, un numero importante considerando che molte famiglie sono già in ferie – dice il responsabile del settore di base Mirko Rovere – Al termine c’è stato un piccolo rinfresco come sempre voluto dal presidente. Ho salutato e ringraziato tutti i ragazzi e le loro famiglie che hanno portato avanti l’impegno con serietà e costanza, nonostante le difficoltà provocato dal Covid. Il nostro primo anno di attività si è chiuso con un bilancio certamente positivo, abbiamo ottenuto numeri che non credevamo: i tre mesi di lancio da marzo a giugno 2021 hanno rappresentato un biglietto da visita, l’80% dei ragazzi sono tornati dopo quel periodo gratuito, ma abbiamo continuato a prendere iscrizioni anche un paio di mesi prima della chiusura dell’attuale stagione, segno che la gente del territorio ha apprezzato il nostro lavoro. Dal primo luglio si potrà fare la pre-iscrizione, poi ripartiremo il 5 settembre con l’obiettivo di crescere ancora di più: ci sarà inevitabilmente qualche piccola modifica nello staff tecnico, anche a causa di alcune esigenze personali, e pure a livello organizzativo, ma continueremo a lavorare seguendo la linea tracciata”. La chiusura di Mirko Rovere, che il prossimo anno seguirà anche come preparatore atletico il gruppo 2007 (Under 16) guidato dal papà-mister Antonio, è dedicata al gruppo della Scuola calcio che farà il “salto” nell’agonistica, ovvero i 2009: “All’inizio avevamo pochi ragazzi di quell’età, poi li abbiamo uniti ai 2010 e hanno fatto un discreto percorso. Nei recenti raduni dell’agonistica se ne sono presentati tantissimi tanto che la società sta valutando di formare addirittura due gruppi”.

Continua a leggere

Calcio

ULN Consalvo (calcio), Schiavi: “Stiamo lavorando per i regionali e per le altre categorie”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Roma – E’ finito anche il mese di giugno, ma in casa ULN Consalvo il lavoro non si ferma mai a dispetto delle temperature afose di questi giorni che invitano più a trascorrere giornate di mare. La società cara al professor Umberto Consalvo, che ha festeggiato nel 2022 i cinquant’anni di attività conquistando grazie al suo gruppo Under 16 una bellissima promozione tra i regionali, sta lavorando per fare una buona figura anche nella prossima stagione. “Siamo in piena attività, alla ricerca di ragazzi validi per le varie categorie che metteremo in campo nella prossima stagione – dice il responsabile del settore agonistico Paolo Schiavi – Ovviamente per ciò che concerne i 2007, che dovranno onorare la futura Under 16 regionale appena conquistata, dobbiamo partire da zero visto che non avevamo un gruppo di quella fascia d’età nella stagione appena conclusa. Siamo fiduciosi perché abbiamo già individuato un gruppo di ragazzi che si conosce bene e che probabilmente sarà la base della rosa futura, ma abbiamo ancora un ultimo raduno in programma venerdì per cercare di individuare qualche altro elemento utile al nostro caso. E poi siamo convinti che a settembre potremo completare l’organico con qualche altro innesto che ci possa permettere di fare un buon campionato anche nella categoria regionale che è più tosta dal punto di vista tecnico, ma anche e soprattutto mentale. Per ciò che concerne la figura dell’allenatore, abbiamo un dialogo in corso con un tecnico che deve capire se riuscirà a conciliare l’impegno con le sue esigenze lavorative”. Già chiara, invece, la linea per gli altri tre gruppi dell’agonistica dell’ULN Consalvo che giocheranno nella categoria provinciale: “La nuova Under 17 sarà guidata da Pino Centrone, mentre Emanuele Aiuto ricomincerà il percorso con l’Under 14 nata anche grazie alla sinergia con la Romulea. La futura Under 15, invece, sarà guidata ancora da Fabio Garzina che ha fatto benissimo con quei ragazzi nella stagione appena terminata”.

Continua a leggere

Sport

Ssd Colonna, il settore pattinaggio chiude col botto nel trofeo nazionale giovanile di Roccaraso

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Colonna (Rm) – E’ stata una chiusura di stagione degna del resto dell’annata per il settore pattinaggio della Ssd Colonna che ha portato dieci tesserati al trofeo nazionale giovanile federale “Primi passi e giovani promesse” che si è tenuto nella località abruzzese di Roccaraso (in provincia di L’Aquila) dal 22 al 26 giugno scorsi. Ancora una volta i ragazzi allenati da Federico Tassini (che non ha potuto seguirli dal vivo perché impegnato a preparare come atleta la partecipazione a un trofeo internazionale) e seguiti sul posto dagli altri tecnici Naomi Romagnoli e Michela Stazi hanno dato dimostrazione delle loro qualità centrando eccellenti risultati. In cinque si sono classificati al primo posto, ovvero Mario Cascia, Lucilla Martignetti e Gaia Randolfi (tutti classe 2009), Christian Pellini (2010) e Valentina Galli (2012). Ottimi secondi posti per Sofia Coresi e Viola Lattanzi (2012), ma anche per Mia Furcolo (2013). Sul terzo gradino del podio è finita Noemi Venditti (2009), mentre ha chiuso al quarto posto Risa Stella (2012). “Un grazie enorme va a tutti i tecnici che hanno seguito con passione e professionalità i nostri ragazzi – dice la responsabile del settore pattinaggio Roberta Castaldi – Ma desidero ringraziare anche i nostri giovani atleti e le loro famiglie per i grandi sacrifici portati avanti in special modo nella prima parte della stagione in cui abbiamo dovuto fare i conti con le restrizioni legate alla pandemia. Ora prepariamo l’appuntamento di venerdì 1 luglio quando dalle ore 17 in avanti, presso il pallone polivalente, faremo una festa di chiusura con delle esibizioni da parte di tutti i nostri tesserati. A luglio, poi, quattordici ragazzi agonisti continueranno gli allenamenti e per coloro che vogliono venire a conoscerci c’è sempre la possibilità di prenotare una seduta di prova. Poi ci godremo un breve periodo di riposo prima della ripresa delle attività e del primo evento della nuova stagione federale in programma per il prossimo 25 settembre”.

Continua a leggere

I più letti