Connect with us

Viterbo

VITERBO: AL VIA LA MESSA IN SICUREZZA DELLA CASSIA E DELLA FLAMINIA

Clicca e condividi l'articolo

Prevista l’asfaltatura in località Sassacci e l’installazione di un semaforo sull’incrocio di Vejano

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione

Viterbo – A partire dalla mattinata di giovedì inizieranno i lavori di messa in sicurezza e asfaltatura della strada regionale Flaminia, in località Sassacci.  “La situazione critica in cui verte quel tratto di strada regionale – ha aggiunto il presidente della Provincia Meroi – ci impone di intervenire effettuando i lavori con i nostri soldi, pur non avendo alcuna competenza su quel tratto di strada. Si tratta di un’altra assunzione di responsabilità da parte della nostra amministrazione che pur non avendo titolo si fa di nuovo carico di sistemare arterie stradali particolarmente trafficate della nostra provincia”.

Una decisione presa a seguito delle tante sollecitazioni arrivate dal territorio: “In particolare dai consigliere appartenenti al gruppo Fratelli d’Italia che si sono fatti promotori di forti azioni di sensibilizzazione. Anche il sindaco di Civita Castellana, Gianluca Angelelli – ha aggiunto Meroi – ha richiesto un intervento in tal senso”.  Inoltre, la Provincia di Viterbo effettuerà l’installazione di un semaforo sulla Cassia Sud all’altezza dell’incrocio per Vejano, un provvedimento importante e richiesto ad alta voce da molto tempo. “Su quell’incrocio – ha sottolineato, l’assessore provinciale ai Lavori pubblici e Viabilità, Gianmaria Santucci – è ferma intenzione della nostra amministrazione e dell’Astral di realizzare una rotonda per rendere più sicuro il tratto di strada. Purtroppo, però, a causa dell’ostilità di alcuni proprietari dei terreni circostanti siamo stati costretti a tamponare la situazione con l’installazione dell’impianto semaforico. Si spera, ovviamente, di riuscire a sbloccare l’iter il prima possibile per procedere alla realizzazione definitiva della nuova opera”.

Cronaca

Tarquinia, grande attesa per il ritorno della banda Setaccioli e delle baby majorettes

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

L’appuntamento il 4 agosto dalle 21.30 a Marina Velca Mare

TARQUINIA (VT) – La banda musicale G. Setaccioli di Tarquinia torna ad esibirsi in pubblico dopo oltre un anno di fermo dovuto all’emergenza da Covid-19. L’uscita sarà accompagnata dalla caratteristica sfilata delle baby majorettes, esibizione anche questa che mancava sulla scena da molto tempo.

L’appuntamento è previsto per il 4 Agosto, dalle ore 21:30, presso il centro residenziale di Marina Velca Voltunna. Il Presidente Lorenzo Ciorba, nel commentare l’attesissima esibizione, ha espresso grande entusiasmo. Ha dichiarato: “Per noi di Marina Velca ospitare la banda e le majorettes non è soltanto piacere, ma anche onore e soddisfazione. Tengo a ringraziare la Presidente della Banda Elisa Mazzola, il maestro Mauro Senigagliesi, tutti i musicisti, la direttrice del corpo delle majorettes Maria Cappuccini, tutte le bambine e le loro famiglie”.

La banda eseguirà il classico repertorio, di già sicuro successo ed attesissimo dal pubblico di Marina Velca.  Questo spettacolo completa ed arricchisce il calendario estivo del centro residenziale, pensato appositamente per offrire un intrattenimento adatto sia ad adulti che a piccini. Sin dai primi giorni di Luglio, infatti, si susseguono spettacoli per bambini, teatro, cinema all’aperto, concerti, degustazioni, mercatini, spettacoli, sfilate e molto altro; sino a fine Agosto ospiti e consorziati potranno godere di un ricco tabellone, che continuerà via via anche ad ampliarsi con l’aggiunta di eventi ulteriori a seconda del gradimento riscontrato nel pubblico.

Continua a leggere

Cronaca

Viterbo, fine di un incubo per una invalida civile assegnataria di una casa Ater

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

VITERBO – Divieto di Avvicinamento alla Persona Offesa, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Viterbo, nei confronti di una 52enne e di un uomo di 50 anni, indagati per atti persecutori.

La coppia è ritenuta responsabile di avere, con condotte reiterate, minacciato e molestato una donna, assegnataria di una casa dell’edilizia popolare ATER, cagionandole un perdurante e grave stato di paura nonché ingenerando nella stessa un fondato timore per la propria incolumità, al fine di costringerla ad abbandonare l’appartamento.

La persona offesa, che presenta un’invalidità civile al 100% ed è immobilizzata su una sedia a rotelle, è stata costretta a subire le continue angherie degli indagati, consistite in minacce di morte ovvero di violenze di tipo sessuale qualora la stessa non avesse ottemperato alle loro direttive. 

Continua a leggere

Cronaca

Corchiano, storia a lieto fine per il cagnolino di quartiere: salvato da Carabinieri e Vigili del Fuoco dopo essere caduto nelle fogne

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

CORCHIANO (VT) – Il cagnolino di quartiere si infila in un tombino e cade nelle fogne. Questo quanto accaduto nel pomeriggio di ieri a Corchiano dove ad accorgersi dell’accaduto una donna che ha subito chiamato i Carabinieri per chiedere aiuto.

I militari si sono attivati subito insieme ai Vigili del fuoco calandosi nel tombino e percorrendo la fognatura per circa 200 metri fino a quando non hanno intravisto il cagnolino che una volta raggiunto è stato portato in salvo tra l’ emozione della gente del quartiere tutta affacciata ai balconi cha alla fine ha fatto partire un grande applauso, che ha ripagato lo sforzo delle forze di polizia intervenute.

Continua a leggere

I più letti