Connect with us

Viterbo

VITERBO: AL VIA LA PRIMA EDIZIONE DEL TUSCIA GOSPEL FESTIVAL

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti Il primo appuntamento sarà il 19 dicembre alle 21 presso la chiesa di Santa Maria della Verità con Dexter Walker & The Zion movement

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Viterbo – Tuscia Gospel Festival, presentata nel pomeriggio di martedì 16 dicembre 2014 a Palazzo dei Priori la prima edizione della manifestazione in programma a Viterbo e frazioni, dal 19 al 28 dicembre. A illustrare gli appuntamenti sono stati il direttore artistico di Tuscia Gospel Festival (e del Tuscia in Jazz) Italo Leali e Mario Ciampà, direttore del Roma Gospel Festival.

Con loro l'assessore alla cultura e al turismo di Palazzo dei Priori Antonio Delli Iaconi, i consiglieri comunali Paolo Moricoli e Arduino Troili, e il consigliere provinciale Marco Torromacco.

Il primo appuntamento sarà il 19 dicembre alle 21 presso la chiesa di Santa Maria della Verità con Dexter Walker & The Zion movement, serata promossa da Viterbo con Amore. Segue un doppio appuntamento all'interno della chiesa San Giovanni Battista di Bagnaia. Il 20 alle 18 sarà la volta di 4Love Gospel Sextet, la sera successiva, alle 21, Nate Brown &  One Voice.

Il 22 dicembre si tornerà a Viterbo alla chiesa di Santa Maria della Verità, per il concerto delle 18,30 con Pastor Patrick George, Gospel Singers. Il 23 dicembre alle 21, presso l'abbazia cistercense di San Martino al Cimino, toccherà a The New York  Gospel Spirit. Breve pausa nei giorni di Natale per poi riprendere con The Charleston Mass Choir il 27 dicembre alle 21 alla Cattedrale San Lorenzo (Duomo di Viterbo), serata promossa dal Ce.i.s. San Crispino. Il 28 dicembre alle 21 ci si trasferirà all'interno della chiesa parrocchiale a Grotte Santo Stefano per l'ultimo appuntamento (almeno secondo il programma stampato), con Cedric Shannon Rives & Unlimited Praise Gospel Singers. 

“Ci auguriamo sia la prima di una lunga serie di edizioni – ha esordito l'assessore Delli Iaconi in apertura della conferenza -. Il Tuscia Gospel Festival, grazie alla collaborazione degli organizzatori, i direttori artistici Italo Leali e Mario Ciampà, ci offre una serie di appuntamenti che non si fermano in città, ma coinvolgono anche le frazioni di Bagnaia, San Martino e Grotte Santo Stefano. Un aspetto non secondario che sono certo verrà apprezzato dagli stessi abitanti dei luoghi interessati. L'assessore ha poi aggiunto che, oltre ai concerti previsti nel cartellone, ci sarà anche un altro appuntamento gospel, ovvero quello già annunciato per domenica 21 dicembre alle 19 in piazza Fontana Grande, a conclusione della tre giorni organizzata dalla consulta comunale del volontariato. 

Il consigliere Moricoli, con delega alla pace, dopo aver ricordato che nel 1994 il primo concerto gospel fu proposto alla città di Viterbo dal Ce.i.s. e poi successivamente da Viterbo con Amore, ha anticipato che ad aprire il concerto del 19 dicembre ci sarà il talento viterbese Francesco Facchinetti (da non confondere con il noto showman), poco più che ventenne, mentre in apertura della serata del 27 dicembre al Duomo interverrà Emanuele Bertelli, talento in erba, tra i protagonisti della trasmissione televisiva di Rai Uno, Ti lascio una canzone. 

“Ci stiamo muovendo da qualche mese su questo progetto – ha sottolineato Italo Leali, ricordando anche un incontro con il consigliere Moricoli, lo scorso aprile, durante il Tuscia in Jazz Spring Festival, nel quale era stato fatto accenno a una versione anche invernale e perchè no, natalizia -. Più volte anche con il presidente della Provincia Meroi, e con il consigliere Torromacco, di Bagnaia tra l'altro, è stata ipotizzata una serie di eventi. Ad oggi posso dire che la collaborazione con l'amico e direttore di Roma Gospel Festival Mario Ciampà e la sinergia che si è venuta a creare con tutte le istituzioni e le realtà del territorio riunite oggi in questa sala, hanno fatto la differenza e soprattutto hanno dato questo risultato. Un programma prestigioso, gran parte degli artisti si esibiscono al Parco della Musica di Roma in occasione dello stesso Roma Gospel Festival e sono conosciuti a livello internazionale. Unendo le forze siamo riusciti ad abbattere notevolmente i costi coinvolgendo Viterbo e le sue frazioni. 

Entusiasta del festival a Viterbo Mario Ciampà, che ha ripercorso un po' della storia del gospel e della collaborazione con Italo Leali, ricordando anche l'esperienza di quattro anni fa circa, dei concerti gospel sulla via Francigena. Anche il direttore del Roma Gospel Festival ha ribadito l'importanza della collaborazione tra istituzioni, realtà territoriali e organizzatori di eventi consolidati. Prima di concludere il suo intervento, Ciampà ha annunciato che la sera del 24 dicembre, alle 21, sul Tg2, si parlerà anche di Viterbo, insieme al New York Gospel Spirit, coro che si esibirà la sera precedente a San Martino al Cimino. 

Il Tuscia Gospel Festival verrà promosso anche al Parco della Musica nella Capitale, durante il Roma Gospel Festival, manifestazione che conta 12 mila spettatori paganti ogni anno. 

Alla conferenza stampa sono intervenuti il presidente della Fondazione Carivit Mario Brutti,  Domenico Arruzzolo presidente dell'associazione Viterbo con Amore ed Ennio Peverino,  vice presidente Ceis che ha portato anche i saluti di don Alberto Canuzzi. Tra i presenti anche il consigliere Arduino Troili, con delega al territorio di Bagnaia, che si è soffermato sui due appunamenti in programma nella frazione viterbese. L'ingresso ai concerti è libero. Uniche due serate, quella del 19 dicembre organizzata da Viterbo con Amore e quella 27 dicembre, promossa dal Ceis, prevedono un ingresso a offerta vista la finalità benefica degli eventi. 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Costume e Società

Nepi, tutto pronto per la 26esima edizione del Palio dei Borgia

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

NEPI (RM) – Tutto pronto a Nepi per l’evento più atteso dell’anno: il Palio dei Borgia. Domani si alzerà il sipario sull’edizione numero 26 della manifestazione che proseguirà, con tantissimi eventi, fino al 19 giugno.

Un calendario specifico è stato messo a punto dall’Ente palio, organizzatore dell’evento, per celebrare il “ritorno alla normalità”.

Tra i tantissimi appuntamenti spicca la riapertura delle taverne con la possibilità di cenare all’aperto in un’atmosfera ricca di suggestione.

Per il Palio dei Borgia, infatti, la cittadina di Nepi vive una sorta di tuffo nel passato. Un viaggio a ritroso nel tempo, ricondurrà lo splendido borgo alla fiorente epoca del Rinascimento, con protagoniste indiscusse la controversa figura di Lucrezia Borgia e l’antica rivalità, mai sopita,  fra le quattro Contrade di San Biagio, de La Rocca, di Santa Maria e di Santa Croce.


La manifestazione sarà ospitata in diverse location:  dal Forte dei Borgia al centro storico, dal palazzo Comunale al Duomo

Il via ufficiale sabato 28 Maggio alle 17

Nel Palazzo Comunale si terrà la cerimonia di inaugurazione e la consegna alle contrade, a cura della storica del costume Elisabetta Gnignera,  degli attestati di partecipazione al progetto “Ex Arce Nepesina”sui costumi realizzati per il corteo storico dei Borgia.   

Seguirà, alle 20.30 alla Rocca dei Borgia, la cena spettacolo Al desco dei Borgia”.

Durante la serata, la dottoressa Sandra Ianni consegnerà il premio per il concorso “Il dolce di Lucrezia”.

Domenica 29 Maggio alle 11.00, il direttore del museo Stefano Francocci condurrà la visita guidata “Sulle orme dei Farnese” nel centro storico e alla Rocca dei Borgia., centro storico).

Alle 18.00, nel Palazzo del Comune, conferenza a cura della dottoressa Sandra Ianni A tavola con Lucrezia”.

Continua a leggere

Gallery

Civita Castellana, “Buongiorno Ceramica” fa il pieno: grande successo per la kermesse con Anna Fendi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print


CIVITA CASTELLANA (VT)
– Grande partecipazione e grande successo per la due giorni di eventi della kermesse nazionale “Buongiorno Ceramica”. Particolarmente coinvolgente è stato il discorso dell’ospite d’onore Anna Fendi, nota stilista e appassionata di ceramica, che ha catturato l’attenzione dei presenti e suscitato notevoli riflessioni. All’iniziativa, insieme alla direttrice del museo dell’Agro Falisco nel Forte Sangallo Sara De Angelis, hanno partecipato il sindaco Luca Giampieri, il vice sindaco Andrea Sebastiani, l’assessore alle attività produttive Massimiliano Carrisi e la consigliera comunale Giovanna Fortuna.

Durante la conferenza di apertura, Anna Fendi è stata premiata per il suo genio creativo e imprenditoriale con un’opera dai motivi cosmateschi. Un tributo speciale è stato destinato al maestro d’arte Franco Giorgi, (già sindaco e ambasciatore dell’associazione città di antica tradizione ceramica), mentre la storica Ceramica VARM ha ricevuto il riconoscimento annuale 2022 per la visione imprenditoriale del suo fondatore, Gastone Vitali, con toccanti testimonianze da parte dei figli Valentina e Daniele. L’evento, presentato da Maria Vittoria Patera e Tamara Patilli – rispettivamente direttore scientifico e responsabile del Museo della ceramica Casimiro Marcantoni – ha visto anche la partecipazione di Maria Anna De Lucia Brolli, già direttore del Museo nazionale etrusco di Villa Giulia a Roma e del Museo archeologico dell’Agro Falisco nel Forte Sangallo. De Lucia Brolli è intervenuta in merito al lavoro di ricostruzione storica da lei curato e dal titolo “Dai Falisci ai Borgia, un mondo da scoprire tra Arte e Imprenditoria”. A concludere l’evento è stato l’intervento sull’imprenditoria del XXI secolo del direttore generale del Centro Ceramica, Raffaella Cerica.

La manifestazione è poi proseguita per tutto il fine settimana con altre interessanti attività che hanno registrato anch’esse notevole gradimento. In particolare la mostra d’arte contemporanea di Jessica Pintaldi e Leonardo Cuccoli, “Tracciami” (visitabile fino al 29 maggio), allestita al Museo Marcantoni, con la performance dal titolo “La tua impronta nella mia” che ha coinvolto attivamente i visitatori, invitandoli a lasciare ciascuno la propria impronta sull’argilla fresca. Anche l’installazione fotografica dell’artista Leonarco Cuccoli ha rappresentato un’esperienza davvero originale. Infine, il workshop di Ceramica Astratta ha contribuito a promuovere l’arte contemporanea insieme alle visite guidate che hanno accompagnato i visitatori alla scoperta dei luoghi simbolo della ceramica e dei segreti del mestiere, tra museo Marcantoni, casa museo Giorgi nel centro storico, museo archeologico e botteghe artigiane.

Continua a leggere

Cronaca

Civita Castellana, usa la carta Postamat del reddito di cittadinanza per rifornire gli automobilisti al self service

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

58enne di Ronciglione denunciato per truffa

CIVITA CASTELLANA (VT) – Usa la carta Postamat dove riceve il reddito di cittadinanza per rifornire di carburante gli automobilisti al distributore self service. E’ accaduto a Civita Castellana in provincia di Viterbo dove i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, durante un servizio di controllo del territorio, hanno sorpreso un cinquantottenne, residente a Ronciglione, mentre utilizzava la propria carta postamat, dedicata esclusivamente alla ricezione del reddito di cittadinanza, per effettuare rifornimenti ad altri automobilisti, facendosi poi consegnare il corrispettivo del carburante introdotto in contante.

L’uomo è stato deferito a piede libero per truffa e la carta Postamat è stata posta sotto sequestro.

Continua a leggere

I più letti