Connect with us

Viterbo

VITERBO, "AUDITE ET VENITE": LA VITA DI SANTA ROSA DA VITERBO

Clicca e condividi l'articolo

Il concerto teatrale di Gianluca Zappa in programma il 6 settembre alle 21 all'interno del cortile di Palazzo dei Priori

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

di Gennaro Giardino

Viterbo – “Audite et venite”. La vita di Santa Rosa da Viterbo. Questo il titolo dell'evento in programma sabato 6 settembre alle 21 all'interno del cortile di Palazzo dei Priori. Lo spettacolo di Gianluca Zappa, interamente dedicato a S. Rosa, patrocinato dal Comune di Viterbo e proposto dalla Cooperativa sociale “Santa Maria del Paradiso”, è un “concerto teatrale”. Lo ha definito infatti in questo modo lo stesso autore, in quanto vengono proposte le canzoni che lo stesso Zappa ha composto ispirandosi ad alcune tappe salienti della vita della patrona di Viterbo, intervallate dalla lettura teatrale di brani delle più antiche fonti storiche, la Vita I e la Vita II.

Nel corso dello spettacolo si rievocano alcuni episodi, tra cui la malattia e la prodigiosa guarigione di Rosa; la visione della Vergine Maria e l’inizio della missione, lo scontro con il padre, i miracoli, l’incontro con Dominus G., la predicazione per le vie di Viterbo, l’esilio, la guarigione della cieca nata, lo scontro pubblico con l’eretica di Vitorchiano, gli ultimi giorni di Rosa e la sua morte.

Il concerto teatrale di Zappa procede con una continua alternanza di parti recitate e cantate. I brani proposti (contenuti nel CD “La rosa, la sposa”, uscito nel 2002, unica opera musicale completamente dedicata alla vita della Santa realizzata sul territorio) propongono una sorta di viaggio attraverso vari generi musicali, con una particolare predilezione per la musica antica e popolare. Vi sono echi di canto gregoriano, di musica provenzale, di cantilene, di inni liturgici. I testi sono tutti strettamente legati alle fonti storiche e lo stesso titolo dello spettacolo (“Audite et venite”) cita le prime parole che, secondo gli antichi documenti, Santa Rosa rivolse ai suoi concittadini all’indomani della guarigione miracolosa.

Al termine dello spettacolo verranno anche proposti degli antichi inni a S. Rosa, musicati dallo stesso Zappa: si tratta del sonetto “Chi m’apre l’aurea tomba”, di  Ludovico Veltri de’ Romanelli, accademico viterbese del sec. XVIII (brano già presente nel disco del 2002) e di due inni di tradizione portoghese, musicati dallo stesso Zappa, reperiti grazie alla collaborazione del prof. Alessandro Finzi, presidente del Centro Studi S. Rosa. Entrambi i testi portano la firma del frate francescano Manoel de Sepluchro a Lisbona e risalgono al 1673. Il primo, Tono a S. Rosa, è una tipica lirica barocca d’occasione in lingua portoghese. Il secondo,Virginis nato Gentitricis almae, è un inno in latino strutturato sulla metrica dell’ode saffica.

Con Gianluca Zappa (chitarra e voce) si esibiscono Licena Buizza – soprano solista e coro; Nicoletta Zappa – soprano solista e coro – voce di S. Rosa; Leonora Piacenti –  soprano solista e coro. Voce di personaggi femminili; Paolo Tassoni – basso solista e coro. Voce di personaggi maschili; Emanuele Piacenti – basso solista e coro. Voce di personaggi maschili; Stefano Piacenti – voce narrante: Francesco Zappa e Michel Yammine – percussioni; Elena Brozzi – violino; Jacopo Ercoli – oboe. L'ingresso è libero.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Tarquinia, grande attesa per il ritorno della banda Setaccioli e delle baby majorettes

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

L’appuntamento il 4 agosto dalle 21.30 a Marina Velca Mare

TARQUINIA (VT) – La banda musicale G. Setaccioli di Tarquinia torna ad esibirsi in pubblico dopo oltre un anno di fermo dovuto all’emergenza da Covid-19. L’uscita sarà accompagnata dalla caratteristica sfilata delle baby majorettes, esibizione anche questa che mancava sulla scena da molto tempo.

L’appuntamento è previsto per il 4 Agosto, dalle ore 21:30, presso il centro residenziale di Marina Velca Voltunna. Il Presidente Lorenzo Ciorba, nel commentare l’attesissima esibizione, ha espresso grande entusiasmo. Ha dichiarato: “Per noi di Marina Velca ospitare la banda e le majorettes non è soltanto piacere, ma anche onore e soddisfazione. Tengo a ringraziare la Presidente della Banda Elisa Mazzola, il maestro Mauro Senigagliesi, tutti i musicisti, la direttrice del corpo delle majorettes Maria Cappuccini, tutte le bambine e le loro famiglie”.

La banda eseguirà il classico repertorio, di già sicuro successo ed attesissimo dal pubblico di Marina Velca.  Questo spettacolo completa ed arricchisce il calendario estivo del centro residenziale, pensato appositamente per offrire un intrattenimento adatto sia ad adulti che a piccini. Sin dai primi giorni di Luglio, infatti, si susseguono spettacoli per bambini, teatro, cinema all’aperto, concerti, degustazioni, mercatini, spettacoli, sfilate e molto altro; sino a fine Agosto ospiti e consorziati potranno godere di un ricco tabellone, che continuerà via via anche ad ampliarsi con l’aggiunta di eventi ulteriori a seconda del gradimento riscontrato nel pubblico.

Continua a leggere

Cronaca

Viterbo, fine di un incubo per una invalida civile assegnataria di una casa Ater

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

VITERBO – Divieto di Avvicinamento alla Persona Offesa, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Viterbo, nei confronti di una 52enne e di un uomo di 50 anni, indagati per atti persecutori.

La coppia è ritenuta responsabile di avere, con condotte reiterate, minacciato e molestato una donna, assegnataria di una casa dell’edilizia popolare ATER, cagionandole un perdurante e grave stato di paura nonché ingenerando nella stessa un fondato timore per la propria incolumità, al fine di costringerla ad abbandonare l’appartamento.

La persona offesa, che presenta un’invalidità civile al 100% ed è immobilizzata su una sedia a rotelle, è stata costretta a subire le continue angherie degli indagati, consistite in minacce di morte ovvero di violenze di tipo sessuale qualora la stessa non avesse ottemperato alle loro direttive. 

Continua a leggere

Cronaca

Corchiano, storia a lieto fine per il cagnolino di quartiere: salvato da Carabinieri e Vigili del Fuoco dopo essere caduto nelle fogne

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

CORCHIANO (VT) – Il cagnolino di quartiere si infila in un tombino e cade nelle fogne. Questo quanto accaduto nel pomeriggio di ieri a Corchiano dove ad accorgersi dell’accaduto una donna che ha subito chiamato i Carabinieri per chiedere aiuto.

I militari si sono attivati subito insieme ai Vigili del fuoco calandosi nel tombino e percorrendo la fognatura per circa 200 metri fino a quando non hanno intravisto il cagnolino che una volta raggiunto è stato portato in salvo tra l’ emozione della gente del quartiere tutta affacciata ai balconi cha alla fine ha fatto partire un grande applauso, che ha ripagato lo sforzo delle forze di polizia intervenute.

Continua a leggere

I più letti