Connect with us

Viterbo

VITERBO: PRECIPITA UN ELICOTTERO DELL'AVIAZIONE DELL'ESERCITO. MUOIONO 2 UFFICIALI

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 5 minuti I militari deceduti sono il Generale di Divisione Giangiacomo Calligaris, Comandante dell'Aviazione dell'Esercito e pilota istruttore, e il Tenente Paolo Lozzi, pilota in addestramento .

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 5 minuti
image_pdfimage_print

Questa mattina, durante un volo  di addestramento, un elicottero AB 206 del Centro Addestrativo dell'Aviazione dell'Esercito di Viterbo, per cause in corso di accertamento, è precipitato  in una zona impervia a circa 10 km  a sud dell'abitato di Tuscania (VT).
I due Ufficiali a bordo  dell’aeromobile,  decollato da Viterbo, sono stati trovati privi di vita dai soccorritori.
I militari deceduti sono il Generale di Divisione Giangiacomo Calligaris, Comandante dell'Aviazione dell'Esercito e pilota istruttore, e il Tenente Paolo Lozzi, pilota in addestramento .
I familiari dei due Ufficiali sono stati informati.
Avuta notizia dell'accaduto il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito ha espresso a nome dell'esercito e suo personale  profondo  cordoglio e  affettuosa vicinanza ai familiari dei due ufficiali scomparsi nell'adempimento del dovere.

Il Generale di Divisione Giangiacomo CALLIGARIS, 57 anni, originario di Napoli, ha frequentato il 156° Corso dell’Accademia Militare di Modena nel biennio 1974-76 e la Scuola di Applicazione di Torino, ove è stato nominato Tenente dei Bersaglieri nel 1978.

Dopo aver svolto il periodo di Comandante di Plotone e Compagnia presso il 2° Battaglione Bersaglieri “Governolo” di Legnano, ha frequentato il 16° Corso Piloti di elicotteri presso il Centro Aviazione dell’Esercito in Viterbo.

Esperto pilota con 2000 ore di volo all'attivo, stimato ed apprezzato per il suo valore e capacità professionali,  il Generale Calligaris nel corso della carriera ha ricoperto numerosi incarichi di comando e di staff nella Forza Armata e in ambito interforze.

Tra questi l’incarico di Capo del Reparto Operazioni presso il Comando Operativo di vertice Interforze di Roma, organo di staff che coordina tutte le operazioni sul territorio nazionale e estero che vedono impiegati i soldati italiani. In tale veste ha coordinato le operazioni in Afghanistan, in Chad ed Haiti e le Operazioni “Odissey Down” e “Unified Protector” in Libia. Ha, altresì, coordinato per le Forze Armate, le attività di evacuazione di connazionali dalla Tunisia, dall’Egitto e dalla Libia nel corso della “primavera araba” del 2011. Dal 1° marzo 2013 era Comandante dell’Aviazione dell’Esercito in Viterbo.

Nel corso della carriera è stato decorato delle  onorificenze Statunitenze “The Meritorius Service Medal” e della Federazione Russa "Military Cooperation Consolidation Medal”.

Il tenente Paolo Lozzi,26 anni, originario di Montefiascone (VT), ha frequentato il 189° corso dell'accademia militare e ha conseguito il brevetto di pilota militare di elicottero nel luglio 2013. Era Ufficiale frequentatore di corso  presso il Centro Addestrativo Aviazione dell'Esercito dall'agosto 2012.

Il cordoglio del presidente della Provincia di Viterbo Marcello Meroi per la tragica scomparsa del generale Calligaris e del tenente Lozzi

“Esprimo il cordoglio mio personale e dell’Amministrazione provinciale per la scomparsa del generale Giangiacomo Calligaris, comandante dell’Aves, e del tenente Paolo Lozzi, in seguito ad un tragico incidente avvenuto nella giornata odierna.
Avevo avuto occasione di conoscere il generale Calligaris al suo arrivo a Viterbo, quando venne a presentarsi alle istituzioni locali. Un uomo di grandissimo valore, un ufficiale che ha servito il suo Paese su vari fronti, dal Libano al Kosovo, dall’Iraq all’Afghanistan, dall’Egitto alla Libia, coordinando importantissime operazioni militari e distinguendosi per professionalità ed altissima competenza.
L’altra vittima, il tenente Lozzi, ha perso la vita a soli venticinque anni. Mi stringo quindi con sincero affetto intorno alle famiglie dei due ufficiali, così duramente provate dal tragico evento.
All’Aviazione dell’Esercito,  ai familiari del generale Calligaris e del tenente Lozzi, rinnovo i sensi del più vivo cordoglio”.

Nota sul Generale di Divisione Giangiacomo CALLIGARIS

Il Generale di Divisione Giangiacomo CALLIGARIS ha frequentato il 156° Corso dell’Accademia Militare di Modena nel biennio 1974-76 e la Scuola di Applicazione di Torino, ove è stato nominato Tenente dei Bersaglieri nel 1978.
Comandante di Plotone e Compagnia presso il 2° Battaglione Bersaglieri “Governolo” di Legnano, ha frequentato il 16° Corso Piloti di elicotteri presso il Centro Aviazione dell’Esercito in Viterbo.
Ha prestato poi servizio presso il 28° Gruppo Squadroni ALE “Tucano” in Roma. Ha frequentato il 113° Corso di Stato Maggiore ed il 113° Corso Superiore di Stato Maggiore in Civitavecchia conseguendo il titolo Scuola di Guerra.
Quale Ufficiale di Stato Maggiore ha prestato servizio presso lo Stato Maggiore dell’Esercito per più di dieci anni espletando gli incarichi di Ufficiale Addetto di Stato Maggiore, Capo Sezione e da ultimo, per oltre quattro anni, quello di Capo Ufficio Dottrina Addestramento e Regolamenti.
Ha comandato il 49° gruppo squadroni elicotteri d’attacco “Capricorno” in Casarsa della Delizia dal 1994 al 1995 ed il 6° reggimento bersaglieri di Bologna dal 1998 al 2000. Ha al suo attivo più di duemila ore di volo su aeromobile ad ala rotante.
Ha partecipato all’Operazione “Vespri Siciliani”, all’Operazione “Riace 1”, “Calabria” e “Salento” in Puglia.
È stato impiegato all’estero con la Forza multinazionale di pace in Libano nel 1982, ha partecipato all’Operazione “Alba”nel 1995 e all’Operazione “Joint Guardian” in Kosovo nel 1999 quale Capo della Joint Implementation Commission (JIC) della Brigata multinazionale ovest a Pec.
Nel 2004 ha assunto l’incarico di Vice Comandante della Brigata Aeromobile “Friuli” in Bologna. Dal 6 settembre al 20 dicembre 2004 ha ricoperto l’incarico di Vice Comandante dell’Italian Joint Task Force Iraq a Nassirya nell’ambito dell’Operazione “Antica Babilonia”.
Dal 4 febbraio 2005 all’11 febbraio 2007 ha comandato la Brigata Aeromobile “Friuli”.
Dal 12 febbraio 2007 al 23 settembre 2012 ha svolto l’incarico di Capo del Reparto Operazioni presso il Comando Operativo di vertice Interforze di Roma, organo di staff che coordina tutte le operazioni sul territorio nazionale e estero che vedono impiegati i soldati italiani. In tale veste ha coordinato le operazioni in Afghanistan, in Chad ed Haiti e le Operazioni “Odissey Down” e “Unified Protector” in Libia. Ha, altresì, coordinato per le Forze Armate, le attività di evacuazione di connazionali dalla Tunisia, dall’Egitto e dalla Libia nel corso della “primavera araba” del 2011.
Dal 1° marzo 2013 è Comandante dell’Aviazione dell’Esercito in Viterbo.
È laureato in Scienze Strategiche presso l’Università di Torino ed in Scienze Politiche presso l’Università di Trieste. Ha conseguito il Master in Scienze di Gestione Integrate e Sviluppo delle Risorse Umane e il Master in Scienze delle Teorie Strategiche.

ATTIVITÀ DI DOCENZA

È stato Esperto Militare di Teoria delle Strategie presso l’Università degli Studi di Torino e docente a contratto presso alcuni atenei nazionali.
ONORIFICENZE

- Croce d’Oro al Merito dell’Esercito Italiano per l’operazione “Joint Guardian” in Kosovo
- Croce d’Argento al Merito dell’Esercito Italiano per speciali attività di servizio
- Croce di Bronzo al Merito dell’Esercito Italiano per l’operazione Antica Babilonia in Iraq
- Cavaliere dell’O.M.R.I.
- Croce d’Oro con stelletta per anzianità di servizio
- Medaglia Militare Aeronautica per Lunga Navigazione Aerea (20 anni)
- Commendatore con Spade dell’Ordine di Malta
- Commendatore dell’Ordine Equestre di San Silvestro Papa
- Accademico Tiberino per meriti nel Campo della Difesa
- Medaglia Mauriziana
- Commendatore al Merito del Sacro Ordine Militare Costantiniano di San Giorgio
È stato altresì decorato delle seguenti onorificenze estere:
- U.S.A. “The Meritorius Service Medal” 
- Federazione Russa “Military Cooperation Consolidation Medal”

Nota sul L. tenente Paolo Lozzi

L. tenente Paolo Lozzi,26 anni, originario di Montefiascone (VT), ha frequentato il 189° corso dell'accademia militare e ha conseguito il brevetto di pilota militare di elicottero nel luglio 2013. Era Ufficiale frequentatore di corso  presso il Centro Addestrativo Aviazione dell'Esercito dall'agosto 2012.

Nel corso della sua formazione militare, l’ufficiale aveva frequentato i corsi NBC, patente di guida per Blindo conseguita presso la scuola di cavalleria di Lecce, Corso di pilota di elicottero presso la Scuola di Volo dell’Aeronautica Militare di Frosinone.

Il tenente frequentava il corso piloti AVES 2013 "Eridano" (piloti
osservatori esercito), che consiste in una serie di attività
addestrative per un totale di 100 ore di volo circa a bordo di AB 206. È
un corso avanzato in quanto i frequentatori hanno svolto 100 ore di volo per il conseguimento del brevetto con l’elicottero NH500. Al momento dell’incidente il Tenente Lozzi stava svolgendo la fase
tattica prevista dal programma addestrativo dell'AVES.

 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cultura e Spettacoli

La sagra della pecora fa tappa a Monterosi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Per l’edizione numero 11, la Sagra della Pecora è on tour e, dalla tradizionale location di Fabrica di Roma, si sposta a Monterosi.Immutata la formula: pietanza cucinate secondo le antiche ricette, prezzi popolari e serate allietate da musica dal vivo.

La festa nasce per celebrare un’antica tradizione della Tuscia, quella della pastorizia e, dall’idea iniziale di promuovere e valorizzare il territorio e le sue tipicità, nel corso degli anni, è cresciuta in maniera esponenziale registrando un numero via via crescente di visitatori, attirati dagli ottimi piatti, realizzati secondo la tradizione.Quest’anno la nuova location sarà Piazza Sant’Antonio a Monterosi, nel centro del paese, servita da un ampio parcheggio nelle vicinanze.

La manifestazione, organizzata dall’associazione sagra della Pecora in collaborazione con il Comune, si è andata affermando come un evento imperdibile per tutti gli estimatori di questo tipo di carne e anche per i curiosi che hanno l’occasione di provarla per la prima volta.

Le date da segnare in agenda sono: 8-9-10 luglio e 15-16-17 luglio.Due week end consecutivi per poter gustare gli ottimi piatti in menù: maxi antipasto del pastore, gnocchi al castrato e all’amatriciana, pecora alla brace, salsicce di pecora e di maiale, arrosticini, polpette di pecora al sugo e costolette fritte. Disponibili anche menù per celiaci. Tutte le serate saranno allietate da musica dal vivo.

Continua a leggere

Castelli Romani

Lazio, elezioni comunali: ecco tutti i sindaci eletti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Ecco tutti i sindaci eletti nei vari comuni del Lazio che andavano alle urne.

ROMA (provincia)

Allumiere: eletto Luigi Landi del Fronte civico per Allumiere con il 68,79% dei consensi.
Camerata Nuova: il sindaco è Settimio Liberati, eletto con il 48,09% con la lista Sviluppo e Tradizione. Sei le liste in gara. Il secondo classificato, Filippo Vittori (Camerata si rinnova) ha preso il 46,82%.
Capena: Roberto Barbetti, lista Futuro adesso, è stato eletto sindaco con il 32,46%.
Casape: eletto Giuliano Colagrossi, che ha ottenuto il 54,2% dei voti con la lista Rinascita Casape.
Castel Gandolfo: con il 62,98% il sindaco è Alberto De Angelis della lista Castel Gandolfo Futura.
Castelnuovo di Porto: Riccardo Travaglini, della lista Movimento cittadino Castelnuovo rinasce, è stato eletto soindaco con il 72,95% dei voti.
Ciciliano: Massimiliano Calore, unico candidato in quanto è stata ammessa solo la sua lista (Idee in Comune) è diventato sindaco con il 100% dei voti.
Labico: Danilo Giovannoli (Labico Bene Comune) ha vinto con il 68,23% dei voti
Lanuvio: eletto sindaco Andrea Volpi con la lista Lanuvio per la democrazia: ha preso il 54,27%.
Lariano: eletto Francesco Montecuollo, lista Insieme per Lariano, con il 55,45%.
Manziana: Alessio Telloni ha vinto con la lista Si amo Manziana e con il 67,37% dei consensi.
Mazzano Romano: con il 57,32% delle preferenze è stata eletta sindaca Nicoletta Irato (lista Progetto Mazzano).
Nemi: eletto sindaco Alberto Bertucci, lista Uniti per Nemi, con il 74,22% delle preferenze.
Nerola: con il 51,51% è diventato sindaco Domenico Lelli, della lista Il bene in comune.
Torrita Tiberina: eletta Rita Colafigli, lista Torrita bene comune, con 511 voti (il 100%)

VITERBO

Barbarano Romano: Rinaldo Marchesi eletto sindaco con il 66,72% dei voti. Si è presentato con la lista Barbarano Unito.
Capodimonte: eletto Mario Fanelli con il 44,62%, lista Capodimonte rinasce.
Capranica: Pietro Nocchi (lista Senza Frontiere) ha sconfitto gli avversari con il 74,73% dei consensi.
Castel Sant’Elia: Vincenzo Girolami, di Cambiamo insieme, eletto con il 73,75% dei voti.
Latera: Francesco Di Biagi (Insieme per Latera) eletto con il 95,91 per cento delle preferenze.
Montalto di Castro: con il 32,79% eletta Emanuela Socciarelli, lista Idee in comune.
Ronciglione: Mario Mengoni eletto sindaco con la lista Insieme partecipiano. ha preso il 63,43% dei consensi.

RIETI

Antrodoco: con il 63,2% è stato eletto Alberto Guerrieri con la lista Antrodoco futuro insieme.
Casaprota: Cosimo Mastrorocco eletto sindaco con Progetto Futuro Condiviso. Ha ottenuto 285 voti, l’83,33%.
Cittaducale: con l’80,45% dei consensi è stato eletto sindaco Leonardo Ranalli, a capo della lista Svolta comune
Nespolo: Luigino Cavallari di Futuro e Tradizione è eletto sindaco del Comune di Nespolo con il 55,63% di voti.
Pescorocchiano: eletta Ilaria Gatti della coalizione «Slancio sul futuro con il 58,28% dei voti.
Salisano: eletta Gisella Petrocchi con il 53,43% dei voti.

FROSINONE

Campoli Appennino: eletta sindaca Pancrazia Di Benedetto (lista Vivere Campoli) con il 65,47% dei voti, cioè 711 voti.
Castelnuovo Parano: Oreste De Bellis, lista Impegno per Castelnuovo la ginestra è stato eletto con il 92,39 per cento.
Picinisco: eletto con l’82,26% delle preferenze Marco Scappati, lista Progetto Picinisco.
Pofi: Angelo Mattoccia, lista Siamo Pofi, è sindaco con il 60,59% dei consensi.
San Biagio Saracinisco: Antonio Iaconelli, con il 52,07% dei voti, ha battuto i candidati sindaco di altre cinque liste.
San Giovanni Incarico: Paolo Fallone è stato eletto con il 67,09% dei voti. Guidava la lista Con te per San Giovanni Incarico.

LATINA (provincia)

Cori: eletto Mauro De Lillis con il 78,97% dei consensi.
Ponza: eletto sindaco Francesco Ambrosino con la lista Cambiamo il vento: ha ottenuto il 55,23% dei voti (1.093) contro Pompeo Porzio di Crescere insieme (44,77% pari a 886 voti).
San Felice: eletta Monia Di Cosimo, della lista Circeo Futura, con il 61,84% delle preferenze.
Santi Cosma e Damiano: Franco Taddeo eletto con il 56,8% con la lista Alleanza per Santi Cosma e Damiano continuiamo insieme.
Ventotene: eletto sindaco Carmine Caputo, a capo della lista Insieme per Ventotene: è stato scelto dal 55,02% degli isolani.
San Felice Circeo: eletta Monia Cosimo della lista Circeo Futura , con il 61,84% dei voti.

Continua a leggere

Costume e Società

Nepi, tutto pronto per la 26esima edizione del Palio dei Borgia

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

NEPI (RM) – Tutto pronto a Nepi per l’evento più atteso dell’anno: il Palio dei Borgia. Domani si alzerà il sipario sull’edizione numero 26 della manifestazione che proseguirà, con tantissimi eventi, fino al 19 giugno.

Un calendario specifico è stato messo a punto dall’Ente palio, organizzatore dell’evento, per celebrare il “ritorno alla normalità”.

Tra i tantissimi appuntamenti spicca la riapertura delle taverne con la possibilità di cenare all’aperto in un’atmosfera ricca di suggestione.

Per il Palio dei Borgia, infatti, la cittadina di Nepi vive una sorta di tuffo nel passato. Un viaggio a ritroso nel tempo, ricondurrà lo splendido borgo alla fiorente epoca del Rinascimento, con protagoniste indiscusse la controversa figura di Lucrezia Borgia e l’antica rivalità, mai sopita,  fra le quattro Contrade di San Biagio, de La Rocca, di Santa Maria e di Santa Croce.


La manifestazione sarà ospitata in diverse location:  dal Forte dei Borgia al centro storico, dal palazzo Comunale al Duomo

Il via ufficiale sabato 28 Maggio alle 17

Nel Palazzo Comunale si terrà la cerimonia di inaugurazione e la consegna alle contrade, a cura della storica del costume Elisabetta Gnignera,  degli attestati di partecipazione al progetto “Ex Arce Nepesina”sui costumi realizzati per il corteo storico dei Borgia.   

Seguirà, alle 20.30 alla Rocca dei Borgia, la cena spettacolo Al desco dei Borgia”.

Durante la serata, la dottoressa Sandra Ianni consegnerà il premio per il concorso “Il dolce di Lucrezia”.

Domenica 29 Maggio alle 11.00, il direttore del museo Stefano Francocci condurrà la visita guidata “Sulle orme dei Farnese” nel centro storico e alla Rocca dei Borgia., centro storico).

Alle 18.00, nel Palazzo del Comune, conferenza a cura della dottoressa Sandra Ianni A tavola con Lucrezia”.

Continua a leggere

I più letti