Connect with us

Viterbo

VITERBO: RIAPERTI I TERMINI PER BENE IN COMUNE

Clicca e condividi l'articolo

Il bando, illustrato nei giorni scorsi a Palazzo dei Priori dall'assessore regionale Visini insieme all'assessore comunale Fersini, è rivolto a enti locali e a soggetti pubblici

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

di Gennaro Giardino

Viterbo – C''è ancora tempo per partecipare al bando regionale rivolto a enti locali e ai soggetti pubblici. A seguito della riapertura dei termini, la nuova scadenza è fissata per il  25 settembre. Il contenuto del bando è stato illustrato lo scorso 8 settembre presso la Sala Regia di Palazzo dei Priori direttamente dall'assessore regionale alle politiche sociali Rita Visini. In quell'incontro, promosso e organizzato dall'assessore ai servizi sociali del Comune di Viterbo Fabrizio Fersini, è stato fatto il punto sui tre bandi (Bene Comune, Innova Tu e Bando della Fraternità) che la giunta Zingaretti ha pensato per rimettere al centro dell'azione pubblica le necessità di associazionismo, imprese sociali, volontariato, enti locali, cooperazione sociale e fondazioni. Nello specifico, per quanto riguarda Bene Comune, rivolto appunto agli enti locali (Roma Capitale, municipi romani e comuni della regione Lazio) e ai soggetti pubblici, prevede l'assegnazione di 1 milione 650 mila euro. Gli enti locali potranno partecipare al bando anche in partnership con gli organismi del terzo settore. In particolare, un milione di euro sarà destinato ai progetti per gli anziani, alle attività per l'invecchiamento attivo, alle iniziative intergenerazionali e alla valorizzazione dei servizi territoriali come i centri anziani. 650 mila euro saranno rivolti al sostegno delle attività di potenziamento dei servizi socio-assistenziali con una ricaduta sociale significativa. I progetti dovranno riguardare preferibilmente la creazione di servizi sociali a carattere innovativo o sperimentale e l'inclusione sociale e lavorativa di persone con disabilità o svantaggio sociale. Saranno premiate in particolare le iniziative che punteranno sul coinvolgimento attivo dei cittadini e sulla ripetibilità del modello, ovvero sulla possibilità di replicare il progetto in contesti territoriali diversi in modo da favorire la circolazione delle buone pratiche sociali.

“La proroga dei termini – ha sottolineato l'assessore ai servizi sociali di Palazzo dei Priori Fabrizio Fersini – è un'importante opportunità per tutti i destinari del bando. Grazie a questi tre bandi regionali, in particolar modo Bene in Comune, si costruisce un welfare partecipativo, che punta a produrre innovazione sociale, a rispondere ai bisogni delle persone più fragili e a generare nuove opportunità di lavoro e di crescita professionale. Un cambio di marcia, che passa dal coinvolgimento e che arriva dopo anni di scarsa progettazione e promozione di impegni finanziari in questo ambito. Una soluzione intelligente quella individuata dalla Regione per vincere la sfida dell'integrazione e coinvolgere i principali attori: cittadini, terzo settore e imprese”.

 La versione integrale del bando è consultabile sul sito www.socialelazio.it . L'istanza di interesse alla presentazione in partenariato con l'amministrazione comunale dovrà essere presentata entro le ore 12 del 25 settembre al protocollo generale del Comune di Viterbo, via Ascenzi 1, Viterbo. Per informazioni è possibile contattare il numero 0761 348 570 oppure inviare una mail all'indirizzo gciprini@comune.viterbo.it . L'avviso è consultabile anche sul sito istituzionale www.comune.viterbo.it sezione servizi online, avvisi pubblici – V Settore. 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Tarquinia, grande attesa per il ritorno della banda Setaccioli e delle baby majorettes

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

L’appuntamento il 4 agosto dalle 21.30 a Marina Velca Mare

TARQUINIA (VT) – La banda musicale G. Setaccioli di Tarquinia torna ad esibirsi in pubblico dopo oltre un anno di fermo dovuto all’emergenza da Covid-19. L’uscita sarà accompagnata dalla caratteristica sfilata delle baby majorettes, esibizione anche questa che mancava sulla scena da molto tempo.

L’appuntamento è previsto per il 4 Agosto, dalle ore 21:30, presso il centro residenziale di Marina Velca Voltunna. Il Presidente Lorenzo Ciorba, nel commentare l’attesissima esibizione, ha espresso grande entusiasmo. Ha dichiarato: “Per noi di Marina Velca ospitare la banda e le majorettes non è soltanto piacere, ma anche onore e soddisfazione. Tengo a ringraziare la Presidente della Banda Elisa Mazzola, il maestro Mauro Senigagliesi, tutti i musicisti, la direttrice del corpo delle majorettes Maria Cappuccini, tutte le bambine e le loro famiglie”.

La banda eseguirà il classico repertorio, di già sicuro successo ed attesissimo dal pubblico di Marina Velca.  Questo spettacolo completa ed arricchisce il calendario estivo del centro residenziale, pensato appositamente per offrire un intrattenimento adatto sia ad adulti che a piccini. Sin dai primi giorni di Luglio, infatti, si susseguono spettacoli per bambini, teatro, cinema all’aperto, concerti, degustazioni, mercatini, spettacoli, sfilate e molto altro; sino a fine Agosto ospiti e consorziati potranno godere di un ricco tabellone, che continuerà via via anche ad ampliarsi con l’aggiunta di eventi ulteriori a seconda del gradimento riscontrato nel pubblico.

Continua a leggere

Cronaca

Viterbo, fine di un incubo per una invalida civile assegnataria di una casa Ater

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

VITERBO – Divieto di Avvicinamento alla Persona Offesa, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Viterbo, nei confronti di una 52enne e di un uomo di 50 anni, indagati per atti persecutori.

La coppia è ritenuta responsabile di avere, con condotte reiterate, minacciato e molestato una donna, assegnataria di una casa dell’edilizia popolare ATER, cagionandole un perdurante e grave stato di paura nonché ingenerando nella stessa un fondato timore per la propria incolumità, al fine di costringerla ad abbandonare l’appartamento.

La persona offesa, che presenta un’invalidità civile al 100% ed è immobilizzata su una sedia a rotelle, è stata costretta a subire le continue angherie degli indagati, consistite in minacce di morte ovvero di violenze di tipo sessuale qualora la stessa non avesse ottemperato alle loro direttive. 

Continua a leggere

Cronaca

Corchiano, storia a lieto fine per il cagnolino di quartiere: salvato da Carabinieri e Vigili del Fuoco dopo essere caduto nelle fogne

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

CORCHIANO (VT) – Il cagnolino di quartiere si infila in un tombino e cade nelle fogne. Questo quanto accaduto nel pomeriggio di ieri a Corchiano dove ad accorgersi dell’accaduto una donna che ha subito chiamato i Carabinieri per chiedere aiuto.

I militari si sono attivati subito insieme ai Vigili del fuoco calandosi nel tombino e percorrendo la fognatura per circa 200 metri fino a quando non hanno intravisto il cagnolino che una volta raggiunto è stato portato in salvo tra l’ emozione della gente del quartiere tutta affacciata ai balconi cha alla fine ha fatto partire un grande applauso, che ha ripagato lo sforzo delle forze di polizia intervenute.

Continua a leggere

I più letti