1

VITORCHIANO (VT) – AL RADUNO DEGLI ARBITRI SERGIO INSOGNA CONFERMA CHE NON SI RICANDIDERÀ ALLA CARICA REGIONALE DELLA FIGC.

Redazione

Per confermare il suo addio alla federazione italiana giuoco calcio ha scelto un palcoscenico di prim’ordine: il raduno pre-campionato della sezione di viterbo dell’associazione italiana arbitri, svoltosi nella giornata odierna presso l’Hotel “Piccola Opera” di Vitorchiano. Sergio Insogna ha confermato stamattina, durante il tradizionale raduno degli arbitri viterbesi, che non si ricandiderà alla carica di consigliere regionale della lega nazionale dilettanti della federazione italiana giuoco calcio. Invitato in qualità di ospite, Insogna ha ringraziato l’Aia per l’accoglienza che gli ha sempre tributato e la collaborazione che si è instaurata tra il sodalizio arbitrale e la Figc da lui rappresentata. In verità, la notizia dell’abbandono di Insogna era già nell’aria, ma stamattina si è avuta la conferma definitiva. “Dopo 16 anni – ha detto Insogna visibilmente commosso – ho deciso di non ricandidarmi a questa importante carica della federazione e lasciare il passo a colleghi più giovani e motivati.” Insogna ha donato alla sezione viterbese dell’Aia un ricordo personale: un gagliardetto della Figc. A loro volta i fischietti della Tuscia, nelle persone del componente del comitato nazionale dell’Aia Umberto Carbonari  e del presidente degli arbitri viterbesi Luigi Gasbarri, hanno consegnato a Insogna un oggetto ricordo e un libro che racconta i 100 anni di vita dell’Aia.