Connect with us

Calcio

Vivace Furlani Grottaferrata (calcio, I cat.), Coppitelli e l’anima rosa del club: “Ingentilisce l’ambient e”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Grottaferrata (Rm) – Un lungo trascorso nel calcio (in cui è stato anche presidente della Lupa Frascati e vice presidente dell’Albalonga) e ora è già alla seconda stagione nella squadra di calcio del paese dove vive da trenta anni. Paolo Coppitelli si è integrato alla perfezione nel mondo della Vivace Furlani Grottaferrata di cui è attualmente consigliere e per la prima volta dopo diversi mesi parla della sua esperienza nel club biancorosso: “Desidero ringraziare tutti per il modo in cui sono stato accolto: ho trovato un ambiente genuino e una società organizzata dove si possono fare cose importanti. Un club che si basa su “colonne” come i presidenti Claudia Furlani e Alessandro De Crais, come il direttore generale Mariano Raparelli e il direttore sportivo Alberto Piancatelli, tutti all’interno del consiglio direttivo assieme al sottoscritto. E poi la Vivace Furlani Grottaferrata ha una chiara “anima rosa” che va sottolineata: al di là della presidentessa, ci sono altre donne come la responsabile della segreteria Michela Palozzi, la preparatrice atletica Flavia Brandolini che da qualche settimana sta curando la parte fisica della nostra prima squadra e poi pure l’allenatrice della Scuola calcio Valentina Petrucci. Presenze professionali e passionali che ingentiliscono un ambiente spesso molto “avvelenato” e su di giri come quello del calcio”. Tra l’altro la Vivace Furlani Grottaferrata ha deciso di non far pagare la quota di iscrizione alla Scuola calcio per tutte le bambine e infatti il numero delle “giovani calciatrici rosa” del club castellano è cresciuto. “Quando sono entrato a far parte della Vivace Furlani Grottaferrata – prosegue Coppitelli – ho chiesto una particolare attenzione all’aspetto comportamentale e da questo punto di vista mi ha fatto particolarmente piacere la vittoria della Coppa Disciplina del nostro girone di Prima categoria, relativamente alla passata stagione”. Quest’anno la formazione castellana vorrebbe primeggiare anche a livello di campionato e l’inizio di stagione è stato eccellente con 25 punti fatti in 9 partite (8 vittorie e un pari) che sono valsi la vetta del girone G alla pari con il Nettuno, senza dimenticare l’approdo ai quarti di finale di Coppa Lazio che si disputeranno nella seconda metà di gennaio: “L’obiettivo è quello di provare a salire in Promozione – dice senza nascondersi Coppitelli – Abbiamo creato un buon mix tra giovani ed esperti e speriamo di arrivare fino in fondo. Mi fa piacere, inoltre, che ci siano ottimi rapporti con l’amministrazione comunale che recentemente ha pure deliberato il rifacimento del terreno di gioco del “Comunale” alla fine di questa stagione”. Nell’ultimo turno la Prima categoria ha sbancato di misura (1-0) il campo della Clembofal con una rete di Tiberi e ora attende il match casalingo di domenica mattina (inizio ore 11,15) contro il Lanuvio Campoleone.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Calcio

Palestrina (calcio, Eccellenza), Gabriele Marini: “Il turno di stop può essere stato un vantaggio”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Palestrina (Rm) – Il Palestrina è rimasto al palo. La partita di domenica scorsa con l’Ottavia, saltata per problematiche della squadra avversaria attinenti al Covid, è stata l’occasione per lavorare in maniera più intensa dopo l’avvenuto cambio di guida tecnica da Antonio Fatello a Cristiano Di Loreto. L’esordio del “neo” allenatore (che in realtà conosce bene l’ambiente del club prenestino per aver guidato la squadra nella cavalcata della Promozione di due anni fa e nel primo periodo dell’Eccellenza della scorsa stagione) dovrebbe avvenire domenica prossima sul campo della Boreale, un altro avversario di buon livello: “Hanno iniziato la stagione molto bene conquistando sette punti in tre partite – osserva il portiere classe 1990 Gabriele Marini – Sono una squadra di ottimo livello che conta su giocatori importanti come Prandelli che ha quasi sempre fatto categorie superiori. Noi, probabilmente, arriveremo all’appuntamento con qualche assente, ma sappiamo quanto è importante questa sfida per la nostra classifica. Dobbiamo scendere in campo con la massima concentrazione perché solo in questo modo possiamo toglierci delle belle soddisfazioni e mettere in difficoltà tutti gli avversari”. L’estremo difensore, al quinto anno con la maglia del Palestrina (il quarto consecutivo), parla del ritorno di mister Di Loreto: “E’ un allenatore “top” per l’Eccellenza, non ci sono discussioni. La società ha preso questa decisione e noi dobbiamo sentirci ancor più responsabilizzati per il resto della stagione. Aver saltato la partita di domenica scorsa ci ha consentito di lavorare meglio in vista della ripresa e questo potrebbe rappresentare un vantaggio”. Marini conclude parlando degli equilibrio del gruppo B di Eccellenza: “In questo girone ci sono squadre fortissime come Tivoli, Unipomezia, Real Monterotondo Scalo, Lupa Frascati, Tor Sapienza e altre ancora, ma il Palestrina deve stare almeno tra le prime sette perché ne ha le potenzialità”.

Continua a leggere

Calcio

Città di Cave Academy (calcio, II cat.), Casali e i dieci minuti decisivi: “Peccato saltare la prima”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Cave (Rm) – Il Città di Cave Academy ha superato il primo turno di Coppa Lazio di Seconda categoria. Un esito per nulla scontato, visto il valore del Colle di Fuori: la squadra castellana è stata sconfitta per 3-1 nel match di ritorno dell’Ariola, dopo lo 0-0 della sfida d’andata. Ma anche al ritorno il match è stato estremamente combattuto tanto che il gol del 3-1 conclusivo è arrivato in pieno recupero (con la firma di Beltramme) e in precedenza gli ospiti avevano tenuto l’1-1 fino a venti minuti dalla fine, replicando all’iniziale vantaggio griffato da Nuhu. A rimettere la qualificazione nelle mani dei caviselli è stato l’esperto attaccante classe 1978 Stefano Casali, subentrato all’altezza del ventesimo della ripresa e autore del gol del nuovo sorpasso appena cinque minuti dopo. Poi lo stesso bomber ha dovuto lasciare il campo a causa di un problema muscolare al polpaccio. “Purtroppo credo che questo infortunio mi terrà fuori per qualche settimana – si rammarica l’attaccante – So che alla mia età queste cose possono accadere, ma spero di dare il miglior contributo possibile a questo gruppo”. Casali, che ha vestito la maglia della Cavese in Promozione (e ha giocato anche in Eccellenza a Zagarolo), è stato voluto in estate da Piero Monecchi e da Fabio Scarozza per rinforzare il gruppo prenestino. “Giocavo all’Audax Praeneste Carchitti e stavo cercando una soluzione per quello che sarà probabilmente il mio ultimo anno da giocatore: quando loro mi hanno proposto questa idea non ci ho pensato un attimo”. Tra i motivi che lo hanno convinto c’è anche la presenza del mister Emanuele Giacchè: “E’ un vero valore aggiunto per questo gruppo di ragazzi mediamente molto giovani. E’ uno che non “dà tregua” ai ragazzi, un vero e proprio martello. La squadra lo segue e lui sta cercando di farla crescere nel modo più veloce possibile”.

Continua a leggere

Calcio

Real Valle Martella (calcio, II cat.), Bugarini convinto: “La Coppa è sicuramente un obiettivo”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Zagarolo (Rm) – Primo piccolo traguardo stagionale per la Seconda categoria del Real Valle Martella. La squadra del presidente Daniele Imola ha superato il primo turno di Coppa Lazio: dopo il convincente 2-0 dell’andata, nel match di ritorno i prenestini hanno pareggiato 2-2 sul campo del Lucky Junior e hanno staccato il “pass” per proseguire la competizione. “La Coppa può diventare un obiettivo importante per noi, ci teniamo a questa manifestazione” dice l’estremo difensore classe 1993 Flavio Bugarini che ieri ha difeso la porta del Real Valle Martella. Una partita non semplice, quella sul campo del Lucky Junior: “Siamo andati immediatamente sotto e nella parte iniziale del match gli avversari ci hanno messo in difficoltà. E’ pur vero che avevamo assenze pesanti come quella di Brunetti, Brecci, Bylishi e del mio “collega” Damiano Mattogno che è un elemento importantissimo per il nostro gruppo. Quando è arrivato il gol di Macaluso, la squadra ha preso coraggio e a quel punto il discorso del passaggio del turno era quasi archiviato nonostante i padroni di casa abbiano segnato la rete del nuovo vantaggio poco prima dell’intervallo. Nella ripresa, poi, la rete di Comodi (già a bersaglio all’andata, ndr) ha chiuso definitivamente i conti”. In attesa di capire ufficialmente come proseguirà questa stagione, il calendario mette di fronte al Real Valle Martella la prima giornata di campionato: domenica si dovrebbe giocare il delicato match contro il Città di Cave. “Un avversario tosto che già l’anno scorso ci creò parecchie difficoltà e che ha costruito una squadra per competere ai vertici – spiega Bugarini – Noi, comunque, vogliamo partire col piede giusto anche perché giochiamo per la prima volta in campionato a Zagarolo”. Sugli obiettivi stagionali il portiere rimane prudente: “Dobbiamo rimanere tranquilli e giocarci le nostre carte. Vedremo a gennaio quale sarà la situazione di classifica e poi potremo sbilanciarci maggiormente”.

Continua a leggere

I più letti