Connect with us

Roma

ZAGAROLO: SPAZI AL MERCATO PIU’ CARI CHE A ROMA PARIOLI E TEMPI DI SMONTAGGIO DEI BANCHI DA GUINNES DEI PRIMATI

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti Commercianti ambulanti furibondi con l’amministrazione comunale: “Tosap alle stelle, ora il Comune toglie ore importanti alla vendita”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

di Cinzia Marchegiani

Zagarolo (RM) – Sabato scorso (11 gennaio 2014) al mercato di Zagarolo i commercianti ambulanti erano furibondi, bastava passare tra le bancarelle per sentire i commenti alcuni sarcastici, altri davvero di rabbia.

Mi informano che nella mattinata è stato distribuito un avviso firmato oltre dal sindaco di Zagarolo, Giovanni Paniccia, anche dall’assessore alle Attività Economiche e Commerciali, Maurizio Colabucci e dall’assessore all’Ambiente, Giacomo Vernini, dove con la dicitura “Comunicato Urgente” venivano ricordati gli orari a cui attenersi scrupolosamente sia nell’apertura che nella chiusura dei banchi disciplinati dal regolamento comunale.

Si legge: “Il mercato inizia alle ore 8.00 antimeridiane e termina alle ore 13.30 le operazioni di preparazione dei banchi di vendita possono svolgersi dalle 7 alle 8 senza eccedere nei limiti, e le operazioni di sgombro merci e dei banchi non possono andare oltre le 14.00 con l’obbligo di non effettuare la vendita oltre le 13.30.

Sì da avviso a tutti i commercianti che svolgono l’attività su area pubblica del comune di Zagarolo nei mercati settimanali del sabato mattina e domenica mattina in Valle Martella di attenersi scrupolosamente agli orari di apertura comunale per la  disciplina l’art.2 recita testualmente. A tal riguardo questa amministrazione ha dato opportune disposizioni al Comando di Polizia Locale di effettuare frequenti e efficaci controlli, rappresentando che viene concesso un ulteriore limite di tolleranza di 15 minuti per ultimare le operazioni di chiusura con la raccolta nei propri spazi assegnati dei rifiuti prodotti (buste e contenitori e quant’altro) e conferirli negli appositi sacchetti che settimanalmente vengono consegnati. Pertanto dalle 14,15 chiunque verrà trovato con il banco ancora montato, incorrerà nelle sanzioni amministrative previste dalle vigenti normative, per violazioni alle disposizioni dei regolamenti comunali.”

Un commerciante raccoglie le proteste di tutti e senza giri di parole fa una panoramica su questo lavoro, e quanto versano alle casse del comune di Zagarolo per esercitare la loro attività. “Il più piccolo spazio costa 900 euro annue, a Roma i prezzi per la TOSAP ( Tassa per l’occupazione di spazi e aree pubbliche) partono da 280 euro, per arrivare a 600 euro che paghiamo nella zona dei Parioli. Occorre ricordare che noi commercianti, oltre a pagare la TOSAP a questo comune paghiamo anche la Tarsu. Questa comunicazione ci lascia esterefatti. Per smontare un bancone servono più di due ore, e per essere sicuri di non violare l’orario comunicato, dovremmo cominciare la chiusura verso le ore 12. Mi dite voi, con questi prezzi alle stelle che neanche ai Parioli paghiamo, come noi possiamo portare avanti la nostra attività… che ha subito e subisce la crisi economica?” 

L’amministrazione in questo momento, soprattutto l’assessore alle attività economiche e produttive sembra non tener conto dei prezzi sostenuti dai commercianti e delle difficoltà che incontrano nel poter gestire al meglio i rapporti anche con i clienti stessi, che si vedono smontare presto le bancarelle, per dar modo di poter gestire la pulizia della zona del mercato che  non è gravata sui cittadini di Zagarolo. Un altro fatto sconcertante è l’installazione del contenitore per la raccolta delle feci degli animali, che è stato posto proprio nella zona di una delle tante bancarelle, il proprietario si è visto costretto oltre a coprirla con un sacchetto di plastica, a rimuoverla per un problema non solo igienico ma di fortissimo cattivo odore.

Ci si chiede dove è l’attenzione ai problemi delle attività commerciali, che nonostante tutto stanno affrontando un momento di crisi economica davvero eccezionale? Chi rimane aperto è visto come una rara specie da spremere e contrastare con vincoli sempre più pesanti, vista anche la notifica che saranno disposti frequenti ed efficaci controlli da parte della polizia Locale? L’assessore Colabucci, ha cercato di trovare un escamotage a questi problemi da risolvere? Da parte dei commercianti si sente un grido disperato, di totale indifferenza, possibile che non si possa arrivare ad una condivisione e concertazione dei problemi da risolvere, nonostante le quote Tosap più care dei quartieri romani pariolini?

L’assessore all’Ambiente e alle attività economiche si facciano una passeggiata per sentir i problemi che questi commercianti stanno avendo. L’assessore Vernini, invece di pubblicare le foto su facebook che finalmente l’area del mercato è stata pulita entro le 14,45 dovrebbe spiegare a chi si lamenta che le buste vanno in giro sporcando l’ambiente che quei commercianti le tasse sulla raccolta dell’immondizia la pagano… intanto c’è chi comincia ad allarmarsi, ma sarà la fine anche del mercato a Zagarolo?

Chissà se ci saranno novità!!! La concertazione delle idee e dei problemi effettivi rappresenta una buona strada per trovare la soluzione migliore…. i commercianti non chiedono altro, ma un volantino con “Comunicazione Urgente” non rappresenta di certo la capacità di accogliere e rispondere alle problematiche sollevate…
 

Metropoli

Lago di Bracciano, al via il Trevignano Summer Fest

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Il Trevignano Summer Fest, inaugurato il 24 giugno e con conclusione l’11 settembre, il 1 luglio entra nel vivo con il primo di una lunga serie di concerti. Alle ore 21.00 si esibiranno in Piazza Vittorio Emanuele III i Que Viva Gang + Alabama breakfast. La band dei fratelli Severini accompagnati da Gianluca Spirito e Francesco Moneti dei Modena City Ramblers e da Alessandro Mazziotti degli Irish Spinners: una serata dedicata al sound unico dei Gang, band storica del rock italiano nata all’inizio degli anni 80, con più di 10 album all’attivo. Sempre politicamente e socialmente molto attivi e impegnati, sono una delle più note band militanti nel panorama musicale italiano. in apertura un viaggio nel cuore dell’America profonda con le sonorità country, folk e bluegrass degli Alabama Breakfast. Il Trevignano Summer Fest, iniziato il 24 giugno con il concerto della Balkan Lab Orchestra e la proiezione del film “Gatto Nero, Gatto Bianco” all’Arena Palma, è promosso dal Comune di Trevignano Romano che ha coinvolto in maniera sinergica le principali realtà che, sul territorio, promuovono eventi culturali qualificati.Il risultato è un Festival lungo un’intera estate, dalle mille sfaccettature, in cui musica classica e rock, cultura locale e musica country folk, teatro e cinema, sperimentazione culturale e impegno sociale, fotografia e sport, eventi itineranti e palchi allestiti sull’acqua, danza e recitazione si fondono in un unicum senza soluzione di continuità.Filo conduttore il “locale-globale”, con la costante apertura di finestre sul mondo che si integrano perfettamente con gli elementi tradizionali e culturali locali. Tutte le realtà che curano il cartellone del Trevignano Summer Fest da tempo promuovono eventi e rassegne culturali di altissimo livello: Trevignano Proms, il “contenitore” dedicato alla musica d’ensemble, che organizzerà 5 concerti di elevatissimo spessore, che coinvolgeranno orchestre, cori ed artisti di rilevo nazionale ed internazionale; Sintonia, che organizza Naturarte, il festival green di 2 giornate in cui ad eventi teatrali, musicali ed espositivi si affiancano attività culturali ed esperienziali volte a promuovere la diffusione di un turismo consapevole e rispettoso della natura, nonché di stili di vita sani ed ecocompatibili; Cinema Palma con Marta Capponi, che organizza Incontri: Cinema e musica dal mondo, la rassegna dedicata alle contaminazioni tra cinema e musica; Bigsur che organizza Serate Corsare, il festival in tre serate che affronteranno i temi della memoria, della libertà, delle radici e dell’impegno sociale; APT di Trevignano Romano che organizza La Notte Blu, il festival di due giornate, in cui a spettacoli musicali, di recitazione e danza si affiancherà l’apertura straordinaria delle attività commerciali, del museo civico archeologico comunale.

Continua a leggere

Metropoli

Grosso incendio tra Cesano e Anguillara: evacuato il centro di ricerca dell’Enea

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Un incendio devastante portato dal vento, partito dalle fiamme divampate sulla via Aurelia e a Cesano, nel territorio del XV municipio.

Almeno 50 persone all’interno del centro Enea Casaccia di Anguillara Sabazia sono state evacuate così come alcune abitazioni tra Anguillara e Cesano con circa una cinquantina di famiglie sfollate fino a tarda sera.

Il traffico paralizzato per l’intero pomeriggio dalla Cassia bis verso Roma e viceversa con centinaia di pompieri, canadair a ambulanze in azione. “C’era talmente tanto fumo – racconta Valerio che vive tra Osteria Nuova e Anguillara – che non riuscivamo a respirare, siamo corsi via e sono usciti anche tutti gli altri inquilini del palazzo, i pompieri ci hanno fatto allontanare in fretta.

Una scena da apocalisse e siamo soltanto al’inizio dell’estate”. Un girone infernale avvolto da una fitta nube di fumo ha colorato il cielo. Come sfondo non una nuvola ma soltanto grigio e le fiamme altissime di sfondo con una cappa che ha letteralmente coperto l’atmosfera. L’aria irrespirabile.

Poi la notizia, passata di messaggio in messaggio, sui social, nei bar, di finestra in finestra. Un grosso incendio si è propagato da Cesano, sulla via Anguillarese fino a Osteria Nuova e alla Braccianese in località Casalone.

Hanno preso fuoco delle sterpaglie al confine con Roma, a Cesano, intorno alle 14 di pomeriggio. A causa del vento e delle alte temperature, 40 gradi nelle ore di picco, le fiamme sono arrivate fino ad Anguillara, lambendo anche le abitazioni e il centro di ricerca Enea Casaccia dove vengono smaltiti rifiuti speciali. Sul posto si sono precipitati i vigili del fuoco e i volontari della protezione civile Avab e in forze i vigili del fuoco del Comando provinciale di Roma. Ad essere stati evacuati sono stati anche diversi bambini e personale di alcuni centri estivi della zona.

La via Braccianese in un primo momento è stata chiusa al traffico e sbarrata anche la strada a Vigna di Valle. Si sono create lunghe code di traffico da e per Cerveteri. Dopo circa due ore le strade sono state riaperte. Michele Cardone, consigliere del Comune di Anguillara Sabazia che ha sempre insistito sulla necessità di azioni di prevenzione per cercare di contenere il fenomeno ha di nuovo chiesto interventi immediati da parte delle istituzioni: “L’incendio di Osteria Nuova, Santa Maria di Galeria è un disastro che spaventa e preoccupa. Siamo solo a giugno – dice Cardone – e tutti gli indicatori dicono che sarà un’estate caldissima e secca. Questo aumenterà i rischi che si perda il controllo. Abbiamo bisogno di un piano straordinario di prevenzione Regionale ma anche e soprattutto locale. Ci vuole attenzione nei comportamenti da parte di tutti, monitoraggio e messa in sicurezza delle zone notoriamente a rischio come quella di Martignano. Auspico che i tre Comuni lacustri arrivino ad un piano condiviso di prevenzione ed intervento”.

Continua a leggere

Castelli Romani

Ciampino, vince il centrosinistra: Emanuela Colella sindaco

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

A Ciampino vince il centrosinistra e viene eletta sindaco Emanuela Colella con il 56,38 per cento.

Festa per l’intera coalizione che l’ha sostenuta contro l’aspra campagna elettorale di Daniela Ballico.

Colella ha ringraziato tutti i cismpinesi: “La vita di ognuno di noi è fatta di emozioni e di esperienze, alcune negative alcune positive.Una giornata di sole dopo tanta pioggia, un nuovo lavoro, un nuovo amore, il sorriso di qualcuno appena conosciuto, cose semplici di tutti i giorni.Ci sono poi quelle emozioni forti che rimangono con noi tutta la vita, quella di oggi è una di queste.Questo momento qui, questo esatto momento ritratto in foto racchiude tutto il lavoro che abbiamo fatto in questi mesi, il lavoro non solo mio ma di tante persone che si sono impegnate per riportare Ciampino sui binari della partecipazione, dell’ascolto, dell’amore, del buon governo.Abbiamo vinto, abbiamo vinto grazie a Voi, a Voi che avete creduto in noi e che ci avete dato fiducia; questo è il più grande regalo che ci poteste fare, un regalo enorme che porta con sé anche tanta responsabilità.Oggi festeggiamo, domani torneremo a lavorare ma non chiusi in una stanza o in un ufficio ma sempre in strada, come abbiamo fatto in questi mesi, perché solo tra le strade di questa Città si possono capire i suoi problemi e valorizzare le sue eccellenze.Grazie, mille volte grazie, è bello essere Sindaca di Ciampino perché Ciampino è bella”.

Continua a leggere

I più letti