Connect with us

Calcio

Zena Montecelio (calcio, I cat.), ecco Porcari: “Proveremo ad andare in Eccellenza entro due anni”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Guidonia (Rm) – Lo Zena Montecelio ha scelto Diego Porcari per la panchina della Promozione. La squadra tiburtina ha presentato ieri sera il nuovo allenatore che aveva conquistato sul campo il diritto a giocarsi la “prima chance” nella cadetteria regionale, visto che il suo Villa Adriana era al comando del girone F della Prima categoria al momento dello stop per l’emergenza Coronavirus: “Il mio ciclo a Villa Adriana, dopo tre anni e mezzo intensi e molto belli, era finito – spiega l’allenatore – E’ stato un peccato non aver terminato il campionato, ma è stato comunque bello salutare la mia ex società con il salto in Promozione e lasciare un buon ricordo”. Per Porcari, all’orizzonte, c’è la prima esperienza in questa categoria: “L’ho fatta da giocatore, ma da allenatore sarà la prima volta. Sono convinto che si potrà fare una bella stagione anche perché lo Zena Montecelio è una società estremamente attrezzata e ambiziosa: ci sono tutti i presupposti per toglierci delle soddisfazioni. In ogni caso, chi mi conosce sa che non mi piace nascondermi: l’obiettivo è provare a fare il salto in Eccellenza entro due anni”. Porcari approda in una società che è reduce da una stagione a due facce in Promozione: “Erano partiti benissimo, poi qualcosa non è andato nel verso giusto e hanno perso posizioni. Ma il gruppo è composto da giocatori validi e cercheremo semplicemente di rinforzarlo con innesti mirati per fare un campionato da protagonisti. La programmazione? Con la creazione di un quinto girone e con 16 squadre ai nastri di partenza, i tempi per iniziare il campionato saranno meno “veloci” del solito, quindi penso che ci raduneremo a fine agosto o inizio settembre, ma questo lo valuteremo con la società in base alle indicazioni che arriveranno dal comitato”. Lo Zena di mister Porcari tornerà a giocare proprio a Montecelio: “Lì questo club ha vinto un campionato di Seconda categoria e una Coppa Lazio di Prima, quindi speriamo di poterci togliere nuove soddisfazioni anche in Promozione”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Calcio

Colleferro (calcio, Promozione), Galeazzi: “Il gruppo ripartirà con una consapevolezza maggiore”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Colleferro (Rm) – Un’altra colonna del Colleferro 2019-20 farà parte del gruppo rossonero anche nella prossima stagione. Si tratta di Roberto Galeazzi, esterno (o anche mezzala) classe 1997 che è stato (e continuerà ad essere) il vice capitano della formazione allenata da Antonio Battistelli. “Sarà la mia sesta annata con la maglia del Colleferro: mi fa piacere essere rimasto in un gruppo che l’anno scorso aveva fatto molto bene, trovando i giusti equilibri di squadra”. Si ripartirà dal sesto posto (nel girone D) dello scorso campionato di Promozione e quindi con rinnovate ambizioni: “Sicuramente inizieremo la stagione con una convinzione e soprattutto una consapevolezza diverse rispetto ad un anno fa: si può fare bene, possiamo puntare al massimo”. Il Colleferro proverà a sfruttare il vantaggio di un organico che si conosce molto bene: “La società è solida e non fa il passo più lungo della gamba, il gruppo ha capito il momento e ha deciso di continuare questa avventura. Poi c’è il lavoro del direttore sportivo Pino Di Cori e del tecnico Antonio Battistelli con cui si è instaurato un rapporto davvero speciale”. L’anno scorso si è alternato su due ruoli: “Quello originario di esterno lo preferisco, ma mi sono trovato molto bene anche da mezzala” spiega Roberto Galeazzi che poi commenta la decisione del comitato regionale di allargare il numero dei gironi di Promozione ed Eccellenza: “Credo che questo abbasserà inevitabilmente il livello dei campionati. Inoltre la delicata situazione economica porterà un numero ancora maggiore di ragazzi a pensare principalmente all’attività lavorativa”. L’ultimo pensiero di Galeazzi riguarda il pubblico del “Caslini” che, prima dell’interruzione per il Covid, era tornato a riempire lo stadio colleferrino: “Mancava da tempo e siamo stati bravi a riportare la gente a sostenerci. E’ sicuramente un punto di forza, ma anche il prossimo anno il coinvolgimento dei nostri tifosi dipenderà da noi e dai risultati che riusciremo ad ottenere”.
Intanto il Colleferro prosegue con convinzione a perseguire la “linea verde”: sono ufficiali le conferme dei classe 2002 Claudio Galeazzi (il fratello di Roberto) e Damiano Coluzzi, vero patrimonio rossonero, che hanno contribuito al raggiungimento del secondo posto nella classifica di minutaggio dei giovani della passata stagione.

Continua a leggere

Calcio

Football Club Frascati (I cat.), ecco altri quattro annunci. Fioranelli: “Ora forse una ciliegina…”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – E’ quasi ultimato l’organico della prima squadra del Football Club Frascati che debutterà (a metà ottobre?) nel nuovo campionato di Prima categoria. Dopo aver annunciato l’accordo coi centrocampisti Emiliano Bongars e Luca Ferraro e con l’attaccante Alessio Casafina, la società tuscolana (grazie al lavoro del responsabile tecnico Andrea Mari e del direttore sportivo Fabio Stella) ufficializza altri quattro colpi: si tratta degli attaccanti Andrea Ferri e Daniele Crisari (rispettivamente ex Real Velletri e Vivace Grottaferrata), del giovane portiere Riccardo Desai (ex Santa Maria delle Mole) e dell’esterno Alessandro Giampietro (anche lui proveniente dal Real Velletri). Nuovi innesti che fanno il paio coi tanti confermati del vecchio gruppo e che regalano al confermatissimo mister Mauro Fioranelli una rosa di tutto rispetto: “Sono ragazzi molto validi che conosco molto bene e che in passato hanno fatto la Promozione con me – spiega l’allenatore frascatano – Abbiamo puntato su di loro non solo per le qualità tecniche, ma anche per lo spessore umano, la serietà nel lavoro infrasettimanale e per la capacità di saper fare gruppo”. Il Football Club Frascati è pronto a dare battaglia anche nel nuovo campionato: “Sarà la mia prima volta in Prima categoria, ma già immagino che sarà un torneo molto complicato. Basta sentire i nomi dei rinforzi delle squadre del nostro territorio e le ambizioni delle varie Canarini Rocca di Papa, Atletico Monteporzio, Colonna, Marino, San Cesareo, Borghesiana e altre ancora. Ci toccherà indubbiamente un girone di ferro e, essendo una matricola, dovremo scendere in campo ogni domenica con la massima determinazione. L’obiettivo? Al momento è presto per parlarne, ma cercheremo di fare bene”. Tornando a ragionare di mercato, Fioranelli parla di quello che il Football Club Frascati dovrà ancora fare in questo mese che precede l’inizio della preparazione: “L’organico è quasi definito considerando i tanti confermati del vecchio gruppo. Qualcuno ci ha lasciato per l’impegno degli allenamenti settimanali che sono aumentati a tre o per altri motivi, ma possiamo contare su una rosa sicuramente competitiva a cui nei prossimi giorni potremmo aggiungere anche una ciliegina…”.

Continua a leggere

Calcio

Asd Grottaferrata calcio a 5 (serie C2), la dinastia Checchi continua! Ecco Adriano: “L’avevo promesso a papà”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Grottaferrata (Rm) – L’Asd Grottaferrata calcio a 5 ha annunciato nelle scorse ore un colpo di mercato molto particolare. La società del presidente Manuel Masi ha aggiunto alla rosa della prima squadra Adriano Checchi, il figlio del compianto Ivano a cui il club aveva affidato la guida tecnica prima della scomparsa dell’amato allenatore nello scorso mese di giugno. “Per me essere qui è come un segno del destino” dice con evidente commozione l’universale classe 2000 proveniente dal Castel Fontana con cui ha giocato la prima stagione “tra i grandi” in serie C1 dopo aver fatto esperienze giovanili importanti alla Cioli. “Non potevo che accettare la proposta del Grottaferrata, l’avevo promesso a papà poco prima della sua scomparsa” rivela il giovane giocatore che poi parla del suo rapporto con Ivano. “L’ho seguito sempre nelle sue esperienze nel mondo del calcio a 5, fin da quando lui allenava la Loreti ed io ero davvero piccolo. Io giocavo a calcio, ma da quattro anni mi aveva convinto a cominciare a provare nel futsal: ovviamente avevamo un grande legame”. L’arrivo di Checchi junior al Grottaferrata è dovuto anche alla presenza di altre persone: “Il direttore generale Alessio Passerini, mister Simone Piscedda e il suo vice Mirko Ragonesi mi conoscono molto bene e per me giocare in questa società sarà come frequentare una seconda casa. La categoria non è certamente un problema anche perché il Grottaferrata è un club molto ambizioso e ha allestito una rosa piena di ottimi giocatori da cui “rubare qualche segreto” e imparare. D’altronde proprio mio padre aveva manifestato grande entusiasmo nel progetto di questa società e mi aveva convinto a sposarlo in questa stagione. Speriamo di fare un’annata importante per commemorarlo al meglio”.
A spendere due parole sull’arrivo di Adriano al Grottaferrata è il vice di Piscedda, Mirko Ragonesi: “Con Ivano ci conoscevamo da tantissimo tempo tanto che lui era stato un giocatore di mio padre e io successivamente sono diventato un suo giocatore e il suo vice. Una persona squisita e di grandissimo spessore con cui avevo condiviso la mia ultima recente esperienza nel mondo del calcio a 5 prima della nascita di mia figlia. A nome della società, voglio dare il benvenuto ad Adriano: un giovane promettente con indiscutibili valori umani e sportivi, siamo sicuri che questa sua scelta di cuore renderà orgoglioso sia il papà Ivano che la famiglia, oltre che noi tutti”. La chiusura del vice di Piscedda è dedicata al progetto del Grottaferrata: “Questa è una società molto ambiziosa e ci sono tutti i presupposti per fare bene: cercheremo di fare una grande stagione per dare anche una soddisfazione a Ivano che ci guarderà da lassù…”.

Continua a leggere

I più letti