Connect with us

Roma

Albano Laziale: navetta e parcheggio gratis per le feste natalizie

Clicca e condividi l'articolo

Intanto Babbo Natale sembra aver lasciato parcheggiati slitta e renne e fa il suo ingresso in città direttamente in limousine.

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

 

Red. Cronaca
 
ALBANO LAZIALE (RM)
– Navetta natalizia gratuita ad Albano Laziale. Il servizio che collega piazza Zampetti a piazza Guerrucci, passando per l’Ospedale “San Giuseppe” e il centro città proseguirà con i collegamenti ogni trenta minuti fino al prossimo 6 gennaio e da lunedì 12 dicembre, il parcheggio adiacente la stazione ferroviaria di Albano Laziale, sarà gratuito dalle ore 11 sino alle 20, per il periodo compreso fino all'Epifania.

"Anche quest’anno – ha dichiarato l’assessore ai Trasporti Stefania Cavalieri –  riproponiamo un servizio che ha avuto un grande e positivo riscontro da parte dei cittadini che utilizzano la navetta sia per recarsi in centro per lo shopping natalizio, sia per spostarsi da e per i punti nevralgici della città". Soddisfatto anche Alessio Colini assessore al Bilancio "Un’iniziativa che vuole favorire il transito e la permanenza ad Albano Laziale nel periodo natalizio. Ci auguriamo che tutto questo giovi alle attività commerciali impegnate nelle vendite di Natale e nei primi giorni del nuovo con i saldi invernali".

Intanto Babbo Natale sembra aver lasciato parcheggiati slitta e renne e fa il suo ingresso in città direttamente in limousine. La simpatica iniziativa sarà replicata anche il prossimo fine settimana, poi ancora il 22 e 23 dicembre. Babbo Natale tornerà quindi a Cecchina (Albano Laziale) direttamente il giorno dell'epifania per la cavalcata dei Re Magi.  
 

Roma

Roma, uomo colpisce un carabiniere con un cacciavite: il collega del militare spara e lo uccide

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ROMA – Intervenuti nella notte in un palazzo a Roma per la segnalazione di persone sospette, due carabinieri hanno tentato di bloccare uno sconosciuto nel cortile, ma uno è stato colpito al costato con un cacciavite. Il collega ha quindi esploso 2 colpi con la pistola d’ordinanza per reazione verso l’aggressore, uccidendolo. 

E’ accaduto nella notte in via Paolo Di Dono, nei pressi dell’Eur. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile erano intervenuti nello stabile adibito ad uffici perché era stata segnalata la presenza di persone sospette. Il militare ferito è stato trasportato all’ospedale Sant’Eugenio per le cure del caso.

È in corso l’identificazione della vittima. Era presente anche un complice che è riuscito a scappare. 

Continua a leggere

Litorale

Torvaianica, area pubblica a rischio cadute: Assoconfam diffida il Comune

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

TORVAIANICA (RM) – Area pubblica riservata ai cani piena di buche in via Gran Bretagna a Torvaianica.

Una situazione di degrado che ha portato tanti cittadini a rivolgersi all’associazione Assoconfam per segnalare quella che è di fatto la situazione di pericolo per gli utilizzatori del campo, come l’incidente ad un associato Assoconfam, che a causa di una grossa buca ha riportato seri danni subendo un ricovero ospedaliero per la gravità delle lesioni riportate.

Dall’associazione è partita una lettera indirizzata al sindaco di Pomezia e al Comandante della Polizia locale in cui viene sollecitato un intervento riqualificativo dell’area per garantire la sicurezza e l’incolumità dei cittadini.

Continua a leggere

Metropoli

Anguillara Sabazia, diffamazione a 5 stelle: l’ex consigliere Massimo Pierdomenico dal GIP

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM)Massimo Pierdomenico, l’ex consigliere comunale M5s di Anguillara (Giunta Anselmo) è stato convocato a giudizio di fronte al GIP del Tribunale Penale di Civitavecchia per rispondere del reato di diffamazione aggravata nei confronti di questo quotidiano L’Osservatore d’Italia e del suo direttore Responsabile.

L’ex consigliere pentastellato, dopo la pubblicazione del 16 novembre 2018 della notizia relativa delle indagini in corso per alcuni abusi edilizi nella sua proprietà, appellava pubblicamente L’Osservatore d’Italia sul social Fb come “giornale di merda” oltre a scrivere testualmente “pubblica cose false senza sapere la verità” e ancora “Mi godo la palma alla faccia di quei dementi che inviano falsità ad un giornale di merda schierato politicamente”.

L’ex consigliere è stato querelato da questo giornale per diffamazione e il magistrato titolare delle indagini, ritenendo che le frasi fossero di “lieve tenuità” ha chiesto l’archiviazione del procedimento. Il giornale ha poi presentato opposizione all’archiviazione.

Oggi è arrivata la notifica al direttore Responsabile e all’editore del giornale che l’opposizione è stata accolta dal Giudice per le Indagini Preliminari, il quale ha fissato l’udienza in Camera di Consiglio per il prossimo 9 dicembre 2020 dove deciderà se rinviare o meno a giudizio Pierdomenico.

Continua a leggere

I più letti