Connect with us

Castelli Romani

Albano Laziale si prepara ad accogliere il suo primo Festival Letterario

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

“Albano In… Libro aprirà i battenti da venerdì 3 a domenica 5 maggio.  Tre giorni ricchi di  presentazioni, laboratori, letture e incontri con gli autori

ALBANO LAZIALE (RM) – Da venerdì 3 a domenica 5 maggio la città di Albano Laziale si prepara ad accogliere  “Albano In… Libro”, il suo primo Festival Letterario, che per questa prima edizione sarà dedicato alla musica. “Le note, si sa, stanno alla musica come le parole stanno alla scrittura. A volte però basta il ritmo a raccontare una bella storia. Rendersene conto è come svelare una magia, la stessa che si realizza quando si leggono pagine impregnate di ritmo, e si ha la sensazione che siano le parole a suonare”. È noto che il Comune di Albano laziale promuova da sempre la cultura attraverso eventi musicali, come festival e rassegne. Vista questa caratteristica che lo connota, è nata l’idea di coniugare musica,  letteratura e ricerca delle tradizioni locali, proponendo un linguaggio trasversale capace di attrarre un pubblico via via più numeroso ed eterogeneo. L’evento, fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale, in collaborazione con l’agenzia Blink Eventi e Comunicazione che ne ha curato l’organizzazione e la comunicazione, e il prezioso contributo delle librerie locali, SoffiaSogni, TUedIO Design, Caracuzzo-Mondadori, aprirà i battenti il venerdì mattina con la presentazione, riservata alle scuole, del libro “La voce delle cose” della scrittrice e illustratrice CécileBidault, premiato come Miglior libro per Ragazzi al Concorso Romics  dei libri a fumetti edizione 2019. La serata inaugurale inizierà alle 17:30 con il tradizionale taglio del nastro e proseguirà con due presentazioni: la prima di Luigi Viva, autore del libro “Falegname di parole. Le canzoni e la musica di Fabrizio de André”, a seguire Federico Palmaroli creatore e unico autore de “Le più belle frasi di Osho”. La manifestazione andrà avanti fino a domenica 5 maggio con un programma ricco di presentazioni, laboratori e incontri con autori e ospiti tra cui il cantautore Simone Cristicchi. Tutti gli eventi si svolgeranno nella bellissima location di Palazzo Savelli. La tre giorni di “Albano In… Libro” vedrà protagoniste librerie, biblioteche e associazioni attive sul territorio che si alterneranno in una serie di eventi dedicati alla lettura e alla musica, con l’obiettivo di coinvolgere la cittadinanza  e tutti i visitatori che, ci auguriamo, giungeranno in occasione della manifestazione. Tantissime le iniziative riservate ai più piccoli, che verranno coinvolti in diversi laboratori e presentazioni pensati e realizzati per ogni fascia di età. Soddisfazione arriva dal sindaco Nicola Marini: “Questa manifestazione vuole essere la pioniera di altri appuntamenti, dove la parola scritta sia la vera protagonista. Albano Laziale sarà quindi in questi tre giorni un’oasi felice dove gli amanti dei libri potranno rifugiarsi, certi di trovare spunti e appuntamenti interessanti. Sarà il luogo dove grandi e piccoli saranno uniti dalla comune passione per la lettura, che quest’anno – come prima edizione – abbiamo voluto declinare in musica”. A fare da eco alle parole del sindaco, l’assessore alle Biblioteche, Alessandra Zeppieri: “Per noi questo Festival è una scommessa, ma sono certa che l’iniziativa sarà molto apprezzata perché sono tante le energie positive che stanno lavorando al progetto. È con grande piacere che invito tutti a partecipare alle tre giornate del Festival per intraprendere insieme questo nostro primo viaggio”.

Il programma

VENERDÌ 3 MAGGIO

Ore:     10,30

Teatro Alba Radians

         Cècile Bidault presenta “La voce delle cose”, Comicout edizioni

Presentazione riservata alle scuole

A cura della Libreria TUedIO

Ore:     17,30

Entrata Palazzo Savelli

Inaugurazione – Taglio del nastro alla presenza delle Autorità

Ore:     18,00

Sala del Consiglio

Luigi Viva presenta

“Falegname di parole. Le canzoni e la musica di Fabrizio De André”, Feltrinelli editore

Musica dal vivo con: Oona Rea e Luigi Masciari

A cura della  Libreria Mondadori – Caracuzzo

Ore:     18,00

Sala Giunta

Elisabetta Garilli ed Emanuela Bussolati,

Presentano “Tino Tino Tino Tina Tino Tin Tin Tin “

della Collana  “Musica disegnata e un po’ strampalata”, Carthusia  Editore

Lettura animata con le autrici con coinvolgimento musicale del pubblico (dai 4 anni in su)

A cura della Libreria Il Soffiasogni

Ore:     18,00-18,45

Sala Formazione

Laboratorio musicale Giochiamo con la musica (da 0 a 18 mesi)

Prenotazione obbligatoria: info@chissadove.it   tel. 349.6002087

A cura dell’ Associazione Culturale ChissàDove

Ore:     19,30

Sala del Consiglio

Federico Palmaroli presenta Le più belle frasi di Osho”

A cura dell’Agenzia Blink Eventi e Comunicazione

SABATO 4 MAGGIO

Ore:     10,30

Sala del Consiglio

Fabrizio Silei  presenta “Orcobello”(dagli 8 anni in su)

A cura della Libreria TuedIO

Ore:     11,30

Sala Formazione

Laboratorio musicale “Giochiamo con la musica”(dai 18 ai 30 mesi)

Prenotazione obbligatoria: info@chissadove.it   tel. 349.6002087

A cura dell’Associazione Culturale ChissàDove

Ore:     16,00

Sala del Consiglio

Massimiliano Maiucchi e Alessandro D’Orazi

presentano “La Musicastrocca” , Sinnos editrice

Un concerto per cantare, ballare e mimare tra le rime e le note (dai 2 anni in su)

A cura della Libreria Il Soffiasogni

Ore:     16,00

Sala Giunta

Fabrizio Silei presenta “Trappola per volpi”, Giunti editore

A cura della Libreria TuedIO

Ore:     16,00

Sala Formazione

Fabio Santomauro presenta “Missione Cinema, Franco Cosimo Panini editore

Le colonne sonore del cinema per ragazzi in un laboratorio artistico e musicale con             l’illustratore, accompagnato al flauto da Giulia Bottaro (dagli 8 anni in su)

A cura della Libreria Il Soffiasogni

Ore:     17,00-18,30

Sala del Consiglio

“Natura morta con storie di… musica” – La Performance

3 racconti di 3 autori, il loro rapporto con la musica e la semplicità di voce e chitarra come colonna sonora

Interverranno:

Chiara Rapaccini “RAP”

Giulia Roitero

Marco Bonini

Chitarra e voce:

Lo Spinoso

A cura di Francesco Saverio Teruzzi

Ore:     17,30

Sala Giunta

Cristina Nenna  presenta “Monsieur Lavoisier e il segreto della trasformazione”,             Verbavolant editore con accompagnamento musicale di Antonio Affrunti  (dai 7 anni in             su)

            A cura della Libreria TuedIO

Ore:     17,30

Sala Formazione

Laboratorio Suoni e colori nell’arte di Paul Klee (dai 4 anni in su)

(L’attività sarà preceduta dalla lettura di “Che sorpresa Paul Klee!, 

di Paola Franceschini, Artebambini editore)

 Prenotazione obbligatoria: info@chissadove.it   tel. 349.6002087

 A cura dell’ Associazione Culturale ChissàDove

Ore:     19,00

Sala del Consiglio

Simone Cristicchi e Nicola Brunialti presentano

“Accordi d’Autore”, intervista doppia tra un musicista e uno scrittore. “Abbi cura di me” e             “Saturnino, l’alieno venuto dalla terra”, (Lapis editore) a confronto: riflessioni sulla vita ad         alta voce (dagli 8 ai 99 anni)

A cura della Libreria Il Soffiasogni

DOMENICA 5 MAGGIO

Ore:     11,00 – 12,30

Sala del Consiglio

Tavola Rotonda “Natura morta con storie di… musica”

Partecipano:

            Aldo Onorati, poeta

            Chiara Belliti, editor

            Chiara Rapaccini  “RAP”, scrittrice

            Fortunato D’Amico, critico – curatore

            Francesco Correggia, artista – scrittore

            Luciano “voice” Procopio,  speaker – doppiatore

            Simone Rea, illustratore

            Steve Della Casa, critico cinematografico

            Vittorio Nocenzi, compositore e fondatore del Banco del Mutuo Soccorso

            A cura di Francesco Saverio Teruzzi

Ore:     11,00

            Sala Giunta

Claudia Bianchi, Annalisa Bugini e Teresa Porcella  presentano “Scienza Rap”, Editoriale Scienza. Presentazione del libro con spettacolo interattivo ad opera delle autrici

(dagli 8 anni in su)

A cura della Libreria TuedIO

Ore:     11,00

Sala Formazione

Laboratorio musicale Giochiamo con la musica (dai 30 mesi ai 4 anni)

Prenotazione obbligatoria: info@chissadove.it   tel. 349.6002087

A cura dell’ Associazione Culturale ChissàDove

Ore:     11,00

Sala Conferenze Museo Villa Ferraioli

Marco Zapparoli e Massimo Roberto Beato presentano Mini corso della voce

 “Booksound” Marcos y Marcos editore (per adulti, consigliato ad insegnanti e operatori)

Prenotazione obbligatoria:  info@ilsoffiasogni.it     tel. 06.45557303

A cura della Libreria Il Soffiasogni

Ore:     16,00

Sala del Consiglio

“Nidi di Note e voli di ritmi”. Sfogliando “Nidi di note”(Gallucci editore) e altri libri             diversi,  Bruno Tognolini ci parla della musica nella cultura dell’infanzia

(dagli 8 anni in su)

A cura della Libreria Il Soffiasogni

Ore:     17,30

            Sala Formazione

Irene Penazzi  presenta “Nel mio giardino il mondo”, Terre di mezzo editore.             Presentazione del libro con laboratorio e musiche di sottofondo

(dai 4 anni su)

Prenotazione obbligatoria: info@tuediodesign.it   tel. 06.83529603  333.3875090

A cura della Libreria TuedIO

Ore:     17,30

            Sala Giunta

Laboratorio“Banksy Il Trip Hop e l’arte di strada”(dai 7 ai 13 anni )

Prenotazione obbligatoria: info@chissadove.it   tel. 349.6002087

A cura dell’ Associazione Culturale ChissàDove

Ore:     17,30

Sala del consiglio

Presentazione del libro  “Piccolo Almanacco degli anni ‘80”di Mirco Delle Cese, 26   Lettere editore. La presentazione vedrà l’intervento dell’autore, di Antonio Di Trento  e del             dj Jef  che di volta in volta selezionerà i brani di maggior successo di quel decennio           citati nel libro

A cura dell’Agenzia Blink Eventi e Comunicazione

Ore:     19,00

Sala del Consiglio

Paolo Cesari  presenta “La Diga”di David Almond (non presente), Orecchio Acerbo             editore

Lettura di Maria Assunta Salvatore (attrice) e accompagnamento musicale del Quinto             Quarto Trio+

A cura della Libreria TuedIO ked0 Colorfu

Castelli Romani

Asl Roma 6, campagna vaccinazioni antiCovid-19: in vista dell’ampliamento numerico delle vaccinazioni l’azienda sta attivando nuovi punti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Prosegue ad alto ritmo e senza sosta la Campagna Vaccinazioni Anti Covid-19 della Asl Roma 6.

Ad oggi, 15 gennaio 2021, sono state somministrate circa 7.200 dosi di vaccino presso il Centro vaccinale dell’Ospedale dei Castelli e presso le Strutture Accreditate/RSA dove proseguono le vaccinazioni. E’ stata vaccinata la popolazione target individuata in questa prima fase di campagna vaccinale che ha aderito alla somministrazione.

In vista dell’ampliamento numerico delle vaccinazioni l’azienda sta attivando nuovi punti (Spoke) per essere presenti in maniera capillare sull’intero territorio:

  • Ospedale San Sebastiano Frascati Dh1
  • Casa della Salute Rocca Priora Dh1
  • Ospedale dei Castelli Dh2
  • Centro Vaccinale Marino Dh3
  • Centro Vaccinale Pomezia Dh4
  • Ospedale Paolo Colombo di Velletri Dh5
  • Casa della Salute Villa Albani Dh6
  • Presidio Ospedaliero Anzio-Nettuno Dh6

L’HUB della Asl Roma 6 è stato individuato nell’Ospedale dei Castelli e ha i seguenti compiti:

  • ricevere e stoccare i vaccini;
  •  distribuire i vaccini ai centri Spoke e ai Punti di Somministrazione delle strutture autonome;
  • provvedere alle somministrazioni del vaccino.

“La potenzialità vaccinale dell’Hub Aziendale è legata alle linee Vaccinali attivate che possono variare da 6 a 10 potendo erogare dai 430 ai 600 vaccini nelle 12 ore di apertura. – Dichiara la Direzione Aziendale della Asl Roma 6 – La capacità vaccinale totale dei 7 Spoke aziendali può essere stimata in prima fase tra i 384 e i 792 vaccini die.

Pertanto a regime i centri vaccinali della Asl Roma 6 potranno arrivare ad erogare fino ad un massimo di 1.300 vaccini al giorno.

L’azienda conta di attivare gli Spoke in concomitanza dell’avvio della seconda dose vaccinale presso l’HUB dell’Ospedale dei Castelli previsto per la prossima settimana, parallelamente al proseguimento attività esterne sulle Strutture Sanitarie, Socio-Sanitarie e Socio-Assistenziali, per le quali procederà l’attività di somministrazione sul territorio.”

Il piano di vaccinazione dell’azienda prosegue nel rispetto delle linee di programmazione vaccinale regionale e nazionale e prevede pertanto:

  • la vaccinazione degli ultra ottantenni in carico presso i presidi ospedalieri;
  • la vaccinazione degli ultraottantenni sul territorio che avverrà inizialmente mediante chiamata diretta e a regime prioritariamente attraverso i medici di medicina generale o in alternativa mediante prenotazione su sistema web (https://prenota-vaccino.regione.lazio.it) ;
  • la vaccinazione ai soggetti dializzati presso i vari centri dialisi e ai soggetti trapiantati.

Continua a leggere

Castelli Romani

Marino, Multiservizi: nessun peculato per Adriano Palozzi. La Procura proscioglie l’ex sindaco

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

MARINO (RM) – Prosciolto dall’accusa di peculato il Consigliere regionale Adriano Palozzi in merito alla vicenda del presunto utilizzo improprio di un mezzo della Multiservizi dei Castelli di Marino.

“Sono molto soddisfatto per questo pronunciamento che riconosce e testimonia la totale liceità e la totale correttezza delle mie azioni” ha commentato l’ex sindaco di Marino a margine della sentenza.

Continua a leggere

Castelli Romani

Nemi, punto biblioteca: quando “l’interesse pubblico” aiuta il privato. Convenzione rinnovata, veranda assicurata?

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

NEMI (RM) – Non è stata rinnovata la convenzione di tre anni per la biblioteca diffusa stipulata tra il Consorzio Bibliotecario dei Castelli Romani, il Comune di Nemi e la locanda Lo Specchio di Diana.

La Convenzione prevedeva la realizzazione di una biblioteca diffusa presso la sede della locanda Lo Specchio di Diana ed è stata promossa anche perché a Nemi non esiste una biblioteca comunale.

Nella convenzione era previsto che venisse messo a disposizione dal ristorante e albergo diffuso Specchio di Diana uno spazio adeguato per lo scambio del materiale e la conservazione dello stesso ed erano previsti degli incontri periodici da parte del Comune e della biblioteca per controllare l’attività.

L’ultimo rinnovo della convenzione risale al 23 novembre del 2017 mediante un verbale di Consiglio comunale. Hanno votato in “sei favorevoli” (la maggioranza), due contrari (i consiglieri Cortuso e Corrieri) e un astenuto (Tersigni).

Sempre il 23 novembre del 2017, passa una delibera di Consiglio che ha un oggetto interessante

In pratica viene rilasciato un permesso a costruire in deroga alle destinazioni d’uso a Idilio Leopardi, legale rappresentante della società Lo Specchio di Diana, per la “chiusura permanente delle due terrazze di pertinenza del ristorante da destinarsi a sala lettura per mezzo di finestroni mobili, rimovibili…”. Questa richiesta di permesso a costruire in deroga alle norme urbanistiche vigenti, è stata inoltrata proprio perché quegli spazi, dove a tutti gli effetti c’è un ristorante, fossero destinati alla sala lettura della biblioteca e quindi, in soldoni, il Comune ha dato il permesso di chiudere con delle vetrate due terrazze del ristorante perché c’è di mezzo “l’interesse pubblico”.

Dunque il mutamento della destinazione d’uso è stato concesso perché c’era un interesse pubblico a realizzare uno spazio destinato alla biblioteca e non locali dove poter proseguire l’attività di ristorazione

In occasione di quel Consiglio comunale di novembre 2017, il Consigliere Carlo Cortuso chiese il ritiro della deliberazione in quanto mancava “il collegamento funzionale tra la deroga edilizia e lo spazio destinato alla sala lettura che non c’è”. In quella sede, il sindaco Alberto Bertucci liquidò la dichiarazione di Cortuso, come “strumentale e contraddittoria”, perché, parole di Bertucci “la deroga è funzionale alla fruizione di una sala lettura”.

L’architetto Rosanna Galanti all’epoca dei fatti Responsabile dell’Ufficio Tecnico comunale, ha concesso che venissero montate delle vetrate scorrevoli per la chiusura di una veranda posta al primo piano del ristorante per lo svolgimento dell’attività di biblioteca diffusa, dichiarando testualmente: “Il presente permesso di costruire ha validità limitata al solo svolgimento dell’attività di biblioteca diffusa e gli effetti decadranno allo scadere dell’accordo con il Consorzio Bibliotecario dei Castelli Romani e il Comune di Nemi. Allo scadere del predetto accordo, l’intestatario dovrà procedere al ripristino dell’originario stato dei luoghi con la rimozione delle vetrate scorrevoli, così come riportato nello stato ante-operam del progetto autorizzato con il presente atto”.

Adesso, premesso che a quanto pare non è stato d’interesse del Comune affrettarsi a rinnovare la convenzione con il Consorzio Bibliotecario dei Castelli Romani che è di fatto scaduta a fine dello scorso novembre, ci chiediamo come mai l’attività bibliotecaria a Nemi si sia fermata da un anno a questa parte, eccetto l’attività di ristorazione che, salvo i vari giorni di lockdown e zona rossa, è proseguita senza problemi. Insomma si può prenotare un tavolo ma non si può prendere un libro e leggerlo in veranda?

La biblioteca diffusa però non si è fermata negli altri Comuni vicini a Nemi: “La biblioteca di Genzano e quella di Rocca di Papa sono a disposizione degli utenti di Nemi – ha dichiarato il direttore del Consorzio Giacomo Tortorici – nonché i servizi online del circuito più facilmente accessibili in questo momento”.

Nessun cartello, nessuna indicazione che spieghi che fine ha fatto la biblioteca ne quando riaprirà, ne se riaprirà

A Nemi il servizio al momento non c’è da diversi mesi e la spiegazione del direttore Tortorici è che in questo momento di pandemia è stata sospesa “per ovvi motivi” e poi devono formare il personale ma “a breve sarà riattivato il servizio”. Perché solo a Nemi il servizio è sospeso mentre si può tranquillamente andare negli altri Comuni? Strano vero?

E’ molto probabile che adesso che l’attenzione si è focalizzata sull’assenza di un servizio di pubblica utilità il Comune si affretti a rinnovare la convenzione. Convenzione rinnovata, veranda assicurata.

Non c’è molto da ragionarci sopra, finché la convenzione non è rinnovata la veranda è di fatto abusiva perché viene meno la deroga concessa dal Comune per “pubblico interesse”

Se la veranda c’è significa che lo spazio biblioteca verrà di nuovo attivato e sarà destinato a pubblico interesse. Ma per ora la convenzione non risulta rinnovata.

E’ facile superare un problema di cambio di destinazione d’uso facendo ricorso alla “pubblica utilità” e questa è l’ennesima vicenda che non piace a tanti cittadini perché, anche se involontariamente, si fanno “figli e figliastri”.

Alcuni cittadini di Nemi sono stati costretti a chiudere la loro attività per delle presunte irregolarità riscontrate, altri hanno dovuto subire sopralluoghi e ordinanze a casa propria per le destinazioni d’uso delle loro stanze e per altri invece, addirittura si è trovata la deroga “salvavita”.

Questo “sistema” nella vicina Artena è stato superato da un indagine della Procura di Velletri che ha portato ad arresti eccellenti

Nessuno mette in dubbio il grande valore che ha un punto biblioteca che l’amministrazione avrebbe potuto creare in un locale comunale senza alcun problema. Nessuno vuole puntare il dito su un ristorante che cerca di lavorare, ma la legge è uguale per tutti e non c’è nessun libro dei buoni e dei cattivi. Tutti dovrebbero essere sostenuti dall’amministrazione comunale anche chi esprime idee diverse dall’inquilino del palazzo.

Continua a leggere

I più letti