Connect with us

Senza categoria

Antitrust: multa da 12,5 milioni per Eni, Enel e Sen

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

L’Autorità Antitrust ha irrogato una sanzione di 12,5 milioni di euro ad Enel Energia, Servizio Elettrico Nazionale (SEN) ed Eni gas e luce, dopo aver “accertato l’ingiustificato rigetto delle istanze di prescrizione biennale presentate dagli utenti, a causa della tardiva fatturazione dei consumi di luce e gas, in assenza di elementi idonei a dimostrare che il ritardo fosse dovuto alla responsabilità dei consumatori”. Le società addebitavano agli utenti la responsabilità della mancata lettura dei contatori a fronte dei tentativi di lettura dichiarati dal distributore; ma i tentativi non erano documentati o addirittura smentiti.

“Con riferimento al procedimento AGCM in materia di prescrizione biennale delle fatture emesse per i consumi di energia elettrica e gas, le società del Gruppo Enel precisano di aver sempre agito nel pieno rispetto della normativa primaria e regolatoria di riferimento, riconoscendo il diritto dei consumatori ad ottenere la prescrizione delle fatture”.

E’ la risposta di Enel alla multa irrogata dall’Antitrust.

Le Società “si riservano sin d’ora ogni azione a propria tutela, confidando di poter dimostrare la piena legittimità e correttezza del proprio operato nelle successive fasi di giudizio”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Senza categoria

Ssd Colonna (pattinaggio), Castaldi: “Ottime prestazione al Trofeo Roma, ora il Trofeo Lazio”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Colonna (Rm) – Il settore pattinaggio della Ssd Colonna non ha perso lo smalto. I ragazzi del club castellano, allenati da Federico Tassini, Naomi Romagnoli e Alessia Giovannetti, hanno dimostrato che il lungo stop dalle competizioni ufficiali (causa Covid) non ha lasciato troppi strascichi. E’ quanto sottolinea la responsabile del settore Roberta Castaldi: “Il gruppo si è fermato solamente una settimana a fine ottobre, da quel momento abbiamo suddiviso tutti i gruppi seguendo le rigide disposizioni federali, ma i ragazzi si sono sempre continuati ad allenare perché partecipanti a competizione “di interesse nazionale”. Nello scorso fine settimana ben 26 nostri atleti hanno partecipato al “Trofeo Roma” che si è tenuto al PalaTorrino, mentre altri sei hanno dovuto saltare l’appuntamento perché dovevano rispettare la quarantena per un caso scolastico di positività al Covid di un compagno di classe”. I risultati della prova capitolina dello scorso fine settimana sono stati estremamente positivi: “Ben sei ragazzi hanno conquistato il primo posto nella rispettiva categoria: si tratta di Sara Del Signore (classe 2004), della cugina Giada Del Signore (2004), ma anche di Giorgia Giuliani (2007), Christian Pellini (2010), Marika Mengarelli (2011) e Sofia Coresi (2012). Inoltre c’è stato un secondi classificato e cioè quello di Flavia Cappellini (2011), mentre hanno concluso al terzo posto le sorelle Gioia Cascia (2005) e Serena Cascia (2007), ma anche la più piccola del gruppo Mia Furcolo (2013). Siamo molto contenti del comportamento dei nostri ragazzi” sottolinea la Castaldi che guarda già al prossimo fine settimana: “Sabato e domenica saremo al Tre Fontane di Roma per la prima tappa del “Trofeo Lazio”, un appuntamento di un livello ancora maggiore rispetto a quello dello scorso week-end, ma siamo convinti che i nostri ragazzi si faranno valere. Inoltre il gruppo è folto e cresce sempre di più settimana dopo settimana, non a caso negli ultimi giorni altri ragazzi hanno chiesto di fare la prova: segno che qui a Colonna stiamo facendo un buon lavoro con questo settore pattinaggio”.



Print Friendly, PDF & Email
Continua a leggere

Senza categoria

Volley Club Frascati, l’Under 15 femminile vola in Eccellenza. Romanini: “Bella soddisfazione”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Frascati (Rm) – Il Volley Club Frascati aggiunge un gruppo “d’Eccellenza”. L’impresa è riuscita all’Under 15 femminile di coach Francesco Romanini che ha staccato il pass per la categoria nel gironcino di qualificazione a cui ha partecipato. Grazie al successo conclusivo contro la Giovolley Aprilia, la squadra tuscolana ha concluso al secondo posto il gironcino terminando a pari punti con la stessa formazione pontina e col Dream Team. A decidere il piazzamento finale è stata la differenza set e addirittura la differenza punti con le apriliane che sono finite davanti alle frascatane per soli tre punti. “Giocarsi un passaggio di categoria in tre partite rappresenta un’incognita – dice Romanini – Non puoi permetterti di sbagliare nulla, noi lo abbiamo fatto nella seconda partita con Dream Team che è stata brava a limitare gli errori, mentre noi abbiamo pagato anche problemi con le quarantene nella prima e seconda partita. Con Giovolley, al contrario, le ragazze hanno fatto una grande prestazione e siamo riusciti a centrare il primo obiettivo stagionale: decisamente una bella soddisfazione”. Ora sotto con la categoria d’Eccellenza: “Sarà tutto ancor più difficile perché affronteremo squadre avversarie molto fisiche, ma adesso potremo puntare di più sulle giovani del gruppo che finora hanno avuto meno spazio. L’obiettivo? Non siamo una squadra competitiva per i primi posti, ma un gruppo che deve crescere sia dal punto di vista della difesa e della ricezione in vista del futuro campionato Under 17. La cosa buona di questa squadra è che non molla mai, paradossalmente soffriamo le partite più semplici e ci esaltiamo in quelle più complicate”. Romanini conclude parlando della forte collaborazione con l’altro tecnico Flavia Mola che segue in prima persona il gruppo Under 14 (ancora in attesa di partire): “Sono molto felice che stia riuscendo a venire in panchina con me. Abbiamo un ottimo rapporto a livello umano e soprattutto abbiamo una visione della pallavolo estremamente simile”.



Print Friendly, PDF & Email
Continua a leggere

Editoriali

Bettino Craxi, tra debito pubblico, sovranismo ed altro: tutte le fake news che girano raccontate e smentite in un libro

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

“Le fake news su Bettino Craxi” il libro scritto a 4 mani da Nicola Scalzini e Roberto Giuliano che, documenti e memorie alla mano, ripercorre i fatti più salienti che hanno riguardato in particolare quel decennio della storia moderna d’Italia, che va dal 1983 al 1992.

Un’Italia che nel 1983 era sull’orlo del fallimento e dopo soli 4 anni – siamo nel 1987 – è considerata come un modello da seguire nel mondo.

[VIDEO] – Da sinistra Donato Robilotta (Pres. Ass. “Amici del Garofano Rosso”) e Roberto Giuliano sociologo e coautore del libro su Craxi ospiti di Chiara Rai a Officina Stampa del 04/02/2021

Gli anni che videro Craxi alla prova di forza decisiva per gli equilibri interni: il referendum dell’85 sui punti di scala mobile promosso dal Pci dove il leader socialista non cercò di evitare lo scontro e vinse quella partita che all’inizio era sembrata senza speranza.

Sono gli anni in cui Craxi affronta la più grave crisi diplomatica della sua carriera, quando ordinò di impedire ai marines statunitensi di ripartire da Sigonella, in Sicilia, con i terroristi palestinesi, tra i quali Abu Abbas, responsabili del sequestro dell’Achille Lauro. Craxi ribadì la sua posizione nettamente a favore della causa palestinese, e su questa base rafforzò il suo rapporto con il leader dell’Olp Arafat, che durerà poi anche quando sarà costretto a ritirarsi ad Hammamet dopo Tangentopoli.

[VIDEO] – Il video servizio su Craxi trasmesso a Officina Stampa del 04/02/2021

Craxi rimase a Palazzo Chigi fino al 17 aprile 1987, conquistando un record: la permanenza alla guida del governo più lunga della storia dell’Italia repubblicana. Tornato poi al partito, riprese di lena la sua politica: contendere alla Democrazia Cristiana il suo primato, e rilanciare l’offensiva contro il partito Comunista per creare un solo grande partito socialdemocratico.

In questi ultimi anni, in cui è iniziata una concreta rivalutazione della figura di Bettino Craxi, si assiste sovente al goffo tentativo di presentarlo come il primo sovranista ed anche anti europeo.

Delle fake news fa parte anche la storiella del “famoso tesoro di Craxi, che non è mai esistito, ma era necessario per demolire la sua immagine e farlo comparire come un approfittatore, un riprovevole ladro”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

I più letti