1

Bracciano, bivacchi e droga nel territorio del Parco: identificate decine di persone

BRACCIANO (RM) – Intensificati i controlli all’interno del parco di Bracciano e Martignano per prevenire gli assembramenti e il campeggio abusivo.

La task force composta dai Guardiaparco, in collaborazione con le altre forze di Polizia, in questi ultimi giorni ha già svolto numerosi controlli per la applicazione delle misure di prevenzione Covid 19 come per l’applicazione delle ordinanze sindacali sulle spiagge di Trevignano Romano e di Bracciano in occasione delle notti di S. Lorenzo e Ferragosto.

Il controllo dell’area ha permesso di identificare diverse decine di persone che campeggiavano e bivaccavano abusivamente, oltre a rinvenire e sequestrare sostanze stupefacenti nascoste nella vegetazione e detenute da persone successivamente segnalate ai sensi del DPR 9 ottobre 1990, n. 309.

Sotto stati quindi elevati dai Guardiaparco circa 20 verbali di accertamento amministrativo ai trasgressori per campeggio in luogo non consentito e per circolazione fuoristrada di veicoli a motore.

Si è inoltre provveduto a coordinare l’intervento del Comune di Anguillara Sabazia che con la Ditta specializzata ha eseguito la rimozione dei rifiuti presenti negli accampamenti abusivi.

Il Lago di Martignano è un area particolarmente sensibile ed importante dal punto di vista ambientale pertanto è necessario mantenere costante il controllo per evitare che torni il degrado ed il disturbo dovuto alla presenza degli accampamenti abusivi.

Nel Comune di Trevignano, in collaborazione con Carabinieri, Polizia Locale e Associazioni di volontariato è stato garantito che tutte le manifestazioni previste si svolgessero nel rispetto delle prescrizioni previste per l’emergenza in atto e nel Comune di Bracciano, in località Santo Celso, oltre a intervenire per il rispetto delle norme sanitarie, il controllo dell’area ha permesso di identificare diverse persone che campeggiavano e bivaccavano abusivamente e, in occasione della notte di S. Lorenzo è stato anche prestato soccorso ad una ragazza che aveva avuto un malore.

Al fine di tutelare al meglio il delicato ambiente del Lago di Martignano, il Servizio Guardiaparco dell’Ente, La Polizia Locale di Anguillara Sabazia e i Carabinieri della Stazione di Anguillara Sabazia con l’ausilio di unità cinofile dell’Arma dei Carabinieri, hanno svolto venerdì 14 agosto un servizio specifico all’alba nella zona del lago di Martignano ricadente nel Comune di Anguillara Sabazia.

L’Ente Parco ringrazia l’Arma dei Carabinieri e il Comandante di Stazione il Maresciallo Raffaele Gigante, il Commissario Prefettizio Gerardo Caroli e la Polizia Locale di Anguillara Sabazia e il Comandante Claudia Gugliotti per la collaborazione attiva con il Servizio Guardiaparco e per la sensibilità mostrata a difesa dell’ambiente. Solo con una fattiva sinergia tra Enti e Forze di Polizia è possibile fronteggiare un fenomeno che tende ad espandersi arrecando danno ad un ambiente particolarmente delicato.

Dall’Ente regionale ricordano che il campeggio e l’accensione fuochi è vietata su tutto il territorio del
Parco e che il materiale sequestrato in via amministrativa può essere richiesto per il dissequestro, previo pagamento della sanzione, al Servizio Guardiaparco – sede Ente Parco in Via Saffi 4/a a Bracciano.