Connect with us

Roma

CASTEL GANDOLFO ELEZIONI, L'OSSERVATORE LAZIALE INTERVISTA ALESSANDRO EMILI (LISTA CIVICA AMO CASTEL GANDOLFO)

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti Emili: "Dalessandro da subito ha fatto vedere ai cittadini Castellani che era arrivato in Consiglio una persona che metteva il cittadino al centro della scena politica"

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

L'osservatore laziale ha accolto la disponibilità del candidato della lista "Amo Castel Gandolfo", Alessandro Emili il quale fa parte della squadra che sostiene la candidatura a sindaco di Raffaele Dalessandro

Perchè sostenere Raffaele Dalessandro alla carica di sindaco di Castel Gandolfo?
Perché Dalessandro  da subito ha fatto vedere ai cittadini Castellani che era arrivato in Consiglio una persona che metteva il cittadino al centro della scena politica, grazie a lui tante sono state le interrogazioni fatte per il territorio, per le famiglie per la trasparenza e per la legalità. Diciamo che dopo tanti anni di pseudo oppositori è l’unico che è riuscito ad aprire una finestra nei “mattutini” Consigli Comunali.

Perchè ha deciso di candidarsi in prima persona? E' la prima volta che lo fa? Quale la sua esperienza politica o professionale di provenienza?
Mi sono messo in prima persona perché oltre ad avere la reciproca stima con Dalessandro è la prima volta che vengono scelti i candidati in modo democratico e con lo scopo di cambiare Castello. Alle altre elezioni il centro destra ha sempre presentato candidati a Sindaco “Impresentabili” soggetti politici che oltre a passare al “nemico” hanno fatto zero opposizione. E’ la prima volta che mi metto in gioco in questi 5 anni ho voluto fare un percorso politico all’interno del mio ex partito AN (facevo parte del direttivo del Circolo) e poi con il Pdl, ad oggi faccio parte dei direttivi del Punto Pdl “il Popolo di Castel Gandolfo” e del Coordinamento di “Eurota” dei Castelli Romani. Attualmente sono un Agente di Commercio mi occupo di vendere profili in alluminio a livello industriale nell’Italia Centrale.
 

Se verrà eletto su quale tema si concentrerà la sua azione?
Essendo un ex atleta azzurro di canoa è normale che il primo impegno che prenderò sarà quello di mettere a disposizione della comunità gli impianti della Fick anche perché la fucina dei campioni Castellani si è interrotta da anni. Poi coinvolgerò il consiglio a fare la raccolta differenziata visto che la provincia ha stanziato i soldi (€ 304.000 ) nel 2009, cercherò di creare un comune ad impatto energetico “zero” con la creazione di illuminazione a basso costo (led) e la creazione di impianti fotovoltaici (a tetto e a terra). I giovani devono divenire gli scrittori della futura Castel  Gandolfo a loro dovranno essere delegati tanti progetti.  gli Anziani, devono essere una risorsa e non un mezzo per arrivare al potere lasciare loro fissi in quel centro anziani è deprimente, bisogna mandarli per le scuole ad insegnare e a parlare con i giovani, nessuno meglio di loro può raccontare la nostra Storia e ultimo e soprattutto il più importante riportare il lago ad essere la nostra “zona Industriale” per nuovi posto di lavoro e nuove attrattive turistiche.

Dove l'amministrazione uscente è stata più carente secondo lei?
Bè potremmo stare qui fino a domani… il ritardo e il degrado di Castel Gandolfo è sotto gli occhi di tutti. A CAstel Gandolfo non ci sono quei servizi basilari che i comuni limitrofi offrono mi riferisco ai semplici parchi verdi e parchi giochi, ai parcheggi liberi e rosa, a un sito internet che tutto fa tranne quello di informare. E poi c’è il fallimento delle opere infrastrutturali le opere giubiliari cadono a pezzi, l’auditorium Petrolini inagurato è pieno di infiltrazioni di acqua, il parcheggio di Piazza Cavallotti fa fare ricchezza ai Carrozzieri vista il numero di colonne che sono state inserite. Certo loro dicono che il governo ha fatto i tagli, ma la domanda sorge spontanea: ma gli altri come fanno?

Perchè cambiare?
Mai come quest'anno l’elettore ha un’ampia scelta, può scegliere tra chi, secondo me, ha mal governato Castel Gandolfo per 20 anni, chi insieme a quelli lo ha fatto altrettanto male per meno anni,  pensando tuttavia e assurdamente che sarebbe bastato una semplice dimissione a soli 2 mesi dalle elezioni per far assurgere questa scelta a vero e proprio atto di discontinuità con il malgoverno di questi utlimi anni, chi si ricorda dei cittadini solo in tempo di elezioni e si dimentica di far un’opposizione intransigente, chi con un eccesso di superbia ci etichetta perché siamo iscritti ad un partito e chi come noi, in silenzio, umilmente, spesso in solitudine, abbiamo fatto sentire forte e chiara la vera voce dell'opposizione.
 

Cronaca

Fiumicino, in manette un 19enne trovato con 40 chili di droga in casa

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

I Carabinieri delle Compagnie di Roma Ostia e Roma Cassia, unitamente a quelli del Nucleo Investigativo del Gruppo di Ostia, hanno arrestato un cittadino italiano di 19 anni, incensurato, gravemente indiziato del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Nella circostanza, nell’ambito dei consueti e quotidiani servizi di controllo del territorio volti a prevenire e reprimere i reati in genere, i Carabinieri hanno notato il 19enne uscire dalla propria abitazione di via del Monti dell’Ara e avvicinarsi a un’autovettura in sosta a margine della carreggiata, con a bordo due persone che, alla vista dei Carabinieri, si è data alla fuga, mentre il giovane si è diretto velocemente verso casa.
Ragion per cui, insospettiti da tale atteggiamento, i Carabinieri hanno voluto vederci chiaro, raggiunto e bloccato il giovane e lo hanno sottoposto ad un controllo, trovandolo in possesso di due involucri contenenti 20 g di cocaina e circa 59 g di hashish.
La successiva perquisizione domiciliare ha permesso ai Carabinieri di rinvenire e sequestrare ulteriori 29 kg circa di hashish, quasi 11 kg di marijuana, 38 g di cocaina e tutto il materiale per il confezionamento e l’imballaggio dello stupefacente, nonché 485 euro in contanti, ritenuti provento della pregressa attività illecita.
Per questo motivo, il 19enne è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Continua a leggere

Castelli Romani

Castel Gandolfo, al via la bonifica dei rovi in riva al lago

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Al via la bonifica dei rovi in via Spiagge del lago, sulla passeggiata che affaccia sul lago di Castel Gandolfo. Verrà rimossa un’ampia superficie di rovi ricettacolo di montagne di quintali di rifiuti rimasti sotto la fitta vegetazione che da decenni ormai ha dovorato gran parte dell’arenile. Verrà creata una recinzione per permettere alle persone di poter camminare e passeggiare lungo il lago. Il progetto ha ottenuto il nulla osta dal Parco Regionale dei Castelli. Oggi sono iniziati i lavori di pulizia. Presenti il sindaco Alberto De Angelis, l’assessore con delega al lago Cristiano Bavaro, l’assessore alle Attività Produttive Tiziano Mariani, il commissario del Parco regionale dei Castelli Romani Ivan Boccali.

Verrà bonificato oltre un chilometro di spiaggia invasa dai rovi.

Il presidente Boccali si è complimentato con l’amministrazione. Il via libera concesso è un segnale di volontà di promuovere lo sviluppo del territorio e dall’altra di tutelare l’ecosistema e la biodiversità presente.

L’assessore con delega al lago ha sottolineato l’importanza del verbo “coniugare”, un giusto termine che esprime il connubio tra la volontà di tutelare il verde e l’esigenza di garantire sicurezza e pulizia

Per l’assessore Tiziano Mariani, questo intervento di pulizia e cura è necessario perché va ad incidere sul decoro. Non si vanno soltanto a bonificare sterparglie e rovi ma a restituire un luogo meraviglioso a turisti e visitatori.

Continua a leggere

Cronaca

Anzio, tentato omicidio: arrestato un 41enne con precedenti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura < 1 minuto

image_pdfimage_print

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Anzio hanno dato esecuzione a un’ordinanza, emessa dal Tribunale di Velletri su richiesta della locale Procura della Repubblica, che dispone la custodia cautelare in carcere per
I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Anzio hanno arrestato un 41enne italiano, già noto alle forze dell’ordine, gravemente indiziato del reato di tentato omicidio. Nei giorni scorsi, l’uomo si era incontrato con un 58enne presso un bar lungo la via Nettunense per chiarire alcuni dissidi professionali nati tra i due, in quanto entrambi si occupano di autospurgo.
Evidentemente non hanno raggiunto alcun accordo e, dopo essere usciti nel parcheggio dell’attività, cominciavano ad aggredirsi vicendevolmente. All’improvviso, il più giovane è gravemente indiziato di aver estratto un coltello col quale feriva alla schiena l’altro uomo, immediatamente soccorso e trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale riuniti Anzio – Nettuno.
Inizialmente ricoverato in prognosi riservata, a seguito di un’operazione ai polmoni è stato scongiurato il pericolo di vita.
L’intervento dei Carabinieri sul posto, gli elementi raccolti dai testimoni e le informazioni in possesso dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Anzio hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dell’indagato, risultato irreperibile dopo ore di ricerche nei territori di Anzio e Aprilia. Per questo motivo, stante la gravità delle vicende e i gravi indizi di colpevolezza raccolti dai Carabinieri, la Procura della Repubblica ha richiesto ed ottenuto la citata misura cautelare nei confronti dell’indagato che è stato arrestato e accompagnato presso il carcere di Velletri.



Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

I più letti