Connect with us

Sport

CESENA CALCIO, FRODE FISCALE PER 11 MILIONI DI EURO

Clicca e condividi l'articolo

Dal presidente agli imprenditori: ecco il business che hanno messo sù

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione Sport

Riciclaggio, frode fiscale, associazione per delinquere finalizzata all'appropriazione indebita, simulazione di reato e falso in bilancio, queste sono tutte le accuse formulate dagli investigatori della compagnia della guardia di finanza di Cesena che, su diretta delega del procuratore della Repubblica di Forli', Sergio Sottani, hanno portato al termine l'inchiesta sulla precedente gestione del Cesena Calcio, che ha visto coinvolti, tra gli altri, I.C., presidente pro tempore della A.C. Cesena calcio s.p.a. e P.T., imprenditore del settore alberghiero ed edile che opera sul locale territorio. L'ingente mole di documentazione sequestrata nell'aprile del 2014 presso la sede della A.C. Cesena s.p.a., presso le sedi di numerose societa' riconducibili direttamente e indirettamente a I.C. e a P.T., presso alcuni studi di commercialisti e presso una societa' fiduciaria milanese, e' stata attentamente analizzata dalle fiamme gialle che hanno scandagliato oltre 1.000 faldoni di documenti relativi agli apparati contabili di 25 societa', sono stati eseguiti accertamenti bancari su oltre 100 rapporti bancari, riconducibili alle societa' ovvero ai loro legali rappresentanti, parte dei quali ottenuti, anche, in virtu' di una rogatoria internazionale con la Repubblica di San Marino, disposta dall'autorita' giudiaiziaria inquirente. Secondo i magistrati, grazie ai numerosi artifici contabili realizzati e all'incredibile volume di fatture per operazioni inesistenti emesse e utilizzate dalle varie societa' coinvolte nella vicenda penale si ipotizza una frode fiscale per un totale di oltre 11 milioni di euro

Secondo gli invetigatori, e' stato provato, sostanzialmente, che attraverso la predisposizione di falsi contratti per fornitura di servizi, realizzazione di lavori e prestazioni di consulenze – tutti contabilmente giustificati da fatture per operazioni inesistenti per oltre 7 milioni di euro – gli indagati hanno depauperato le casse della societa' sportiva al fine di appropriarsi delle illecite risorse provenienti dalla frode fiscale, creandosi, altresi', un importante ed illecito sgravio fiscale a fine anno. L'attivita' investigativa ha consentito di individuare il sodalizio tra il presidente pro tempore della societa' calcistica, quattro imprenditori e due commercialisti cesenati i quali, a vario titolo, abusando delle proprie specifiche posizioni "di fiducia" nonche' – in alcuni casi – dei piu' alti incarichi dirigenziali all'interno del club calcistico, hanno posto in essere una serie di raggiri contabili ed amministrativi attraverso la predisposizione e l'utilizzo di documenti falsi finalizzati a procurarsi indebiti risparmi d'imposta ed alla creazione di "fondi neri" a discapito delle casse A.C. Cesena s.p.a.. Il ruolo dell'imprenditore edile coinvolto nella vicenda era anche quello di riciclare il denaro proveniente dalla citata frode – pari a circa 2,5 milioni di euro – attraverso l'interposizione di sue societa' e propri conti correnti, per impedire la riconducibilita' dei proventi del reato. Attraverso le indagini finanziarie ed a seguito della specifica attivita' rogatoriale con la Repubblica di San Marino, sono state, infatti, ricostruite numerose operazioni bancarie, che hanno consentito di "seguire" il denaro che usciva dalle casse della societa' calcistica per finire nei conti correnti personali nazionali e sammarinesi del Presidente pro tempore, ovvero nelle casse delle societa' immobiliari a lui riconducibili, dopo essere transitato all'interno di conti correnti riconducibili a varie societa' del predetto imprenditore edile.

Ruolo diverso, invece, e' stato attribuito a L.M., commercialista e direttore generale pro tempore della A.C. Cesena s.p.a., che dopo aver procurato finanziamenti di svariati milioni di Euro alla stessa societa' sportiva – da parte di un investitore – avrebbe raggirato i soci e gli altri dirigenti procurandosi, attraverso la compiacenza del consapevole presidente pro tempore, onerosi contratti afferenti a prestazioni professionali mai eseguite che venivano regolarmente pagati nonostante la gravosa situazione finanziaria della societa' che, all'epoca dei fatti, era fortemente esposta con banche e fornitori e doveva all'Erario oltre 10 milioni di euro di IVA; addirittura i pagamenti di tali prestazioni li realizzava direttamente lo stesso consulente fiscale che era l'unico abilitato ad operare sui conti correnti bancari intestati alla A.C. Cesena s.p.a. che contenevano i fondi provenienti dal finanziatore. Con tali stratagemmi, il professionista, sarebbe riuscito ad appropriarsi di oltre 1.000.000 di euro. Gli investigatori delle fiamme gialle hanno, infine, ipotizzato anche il reato di falso in bilancio correlato a plusvalenze generate dalla compravendita di noti calciatori di serie A, il piu' famoso dei quali, di origine nipponiche – comprato dal Cesena Calcio e dopo poco ceduto ad una delle piu' importanti squadre calcistiche italiane. In particolare, il valore dei giocatori, in alcuni casi, veniva artificiosamente sopravvalutato al fine di ridurre sensibilmente le perdite di esercizio, circostanza che, ai sensi del D. Lgs. 231/2001 potrebbe causare non pochi problemi alla societa' calcistica, nei cui confronti, secondo i principi della responsabilita' amministrativa degli enti, potrebbe essere comminata la sanzione pecuniaria da duecento a trecento quote, per non aver posto in essere alcun modello organizzativo che riducesse il rischio del verificarsi di tali alterazioni al bilancio. L'indagine svolta, ed i conseguenti dati bancari e contabili analizzati, aprira' ora la strada alle fiamme gialle ad una serie di controlli fiscali finalizzati all'accertamento dei danni provocati all'Erario, sotto forma di omesso pagamento delle imposte dirette ed indirette, reso possibile grazie ai numerosi artifici contabili realizzati e dall'incredibile volume di fatture per operazioni inesistenti emesse ed utilizzate dalle varie societa' coinvolte nella vicenda penale (per un totale di oltre 11 milioni di euro)

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sport

Atletica Frascati, Luciani sfiora la medaglia agli italiani Juniores: “Sono andato oltre le aspettive”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – E’ stato un week-end memorabile per Giulio Luciani, 400ista della Rcf Roma Sud (la società “collegata” all’Atletica Frascati) che ha conquistato un notevole quarto posto ai campionati italiani Juniores andati in scena nello scorso fine settimana allo stadio “Zecchini” di Grosseto. Il classe 2002 ha chiuso la gara in 48’02, scendendo di oltre 8 decimi dal precedente personale. “Gli allenamenti promettevano bene, ma in gara quest’anno non ero riuscito a esprimermi al meglio – dice Luciani – Sono molto contento perché non pensavo di riuscire a fare quel tempo, anche se poi in gara sentivo di poter riuscire anche a salire sul podio e un pizzico di rammarico è rimasto per quello. Grazie a questa prestazione, comunque, ho ottenuto il pass per partecipare tra un mese ai campionati europei Juniores e a quelli italiani Assoluti che si terranno a Rovereto il 27 giugno”. Per il talentuoso atleta della Rcf Roma Sud sarà la prima grande kermesse internazionale visto che nel 2018 dovette saltare per infortunio gli europei Under 18 conquistati grazie alla vittoria del campionato italiano Allievi in quel di Rieti: “Quella gara mi rimarrà nel cuore, anche se pure la vittoria ai campionati italiani Cadetti (la prima di rilievo della sua carriera, ndr) mi diede grandi soddisfazioni”. Luciani fa un passo indietro per ripercorrere la sua strada nel mondo dell’atletica. “Ho iniziato attorno al 2015. Prima facevo basket, ma a un certo punto non mi divertivo più e così ho provato con questa disciplina. Ho iniziato con Flavia Di Paola, poi sono passato con Sandro e Giorgia che mi allenano attualmente: con tutta la famiglia Di Paola ho un rapporto speciale”. Oggi per Luciani un altro esame importante, quello della maturità: “Sono riuscito a conciliare studio e sport senza grandi problemi in questi anni” conclude l’atleta della Rcf Roma Sud.
Sempre allo “Zecchini”, va segnalata la bellissima prova della staffetta 4×400 Juniores della Rcf Roma Sud (composta da Marco Restuccia, Lorenzo Sabbatini, Riccardo Stalpicetti e dallo stesso Giulio Luciani) che ha chiuso col tempo di 3.23.12, conquistando un ottimo quinto posto. In un meeting nazionale qualificato tenutosi alla Terme di Caracalla, Nicolas Pavoni non è riuscito a scendere sotto i 3’50’’ nei 1500, ma ha comunque fatto registrare il tempo minimo per il “pass” per gli Assoluti. Al “Natali” di Colleferro i più piccoli sono tornati alle gare dopo oltre un anno e mezzo causa Covid e l’Atletica Frascati si è messa in luce anche tra i più piccoli. Nel campionato provinciale Ragazzi (2008-09) gran gara di Andrea Schiano sui 150 metri, primo con 19.75 e unico atleta sotto i 20’’. Anche al femminile trionfo frascatano sui 150 metri con Sofia Iacoangeli (20.76) che poi vince anche nel salto in alto con l’ottima misura di 1,34: davvero un’accoppiata notevole per questo talento della scuola genzanese di Rodolfo Silvestri, che sta mostrando qualità crescenti ed eclettiche in tante discipline diverse. Nel peso kg 2 Ragazze buon 3° posto per Ginevra Zurlo (con la misura di 7,28). Dai 600 metri arriva un altro titolo di campione provinciale con la vittoria a Claudio Fanelli con tempo finale di 1’34’’16, mentre tra le ragazze è dominio frascatano con il podio interamente giallorosso: Flaminia Caruso è prima con 1’44’’11, Giorgia Sala seconda (ma vincendo un’altra serie col tempo di 1’48’’95) e Sofia Corini terza con 1’54’’61. Vincono entrambe le staffette 4×100: la formazione maschile (Fanelli, Pagano, Saddi e Schiano) in 52.92 e quella femminile (Corini, Sala, Caruso e Bocaj) in 56.72. Tra i Cadetti Diego Carletti vince il titolo provinciale sia nel triplo (12,18, a sei centimetri dal personale) che nei 1000 (con 2’52’’80). Sui 1000 al femminile si impone Eleonora Mattogno in 3’19’’08 che anticipa la compagna di società Eleonora Massimi (3’27’’70). Infine bravissimi gli Allievi della staffetta 4×400 della Rcf Roma Sud (Luca Giugliano, Alessio Fabri, Francesco Grieco e Denis Rosu) che vincono la gara in 3’36’’42 e ottengono il tempo minimo per la partecipazione ai campionati italiani.

Continua a leggere

Calcio

Football Club Frascati, finale di stagione col botto: venerdì tris di amichevoli con la Roma allo stadio “Ott o Settembre”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – E’ stata una stagione complicata per il calcio dilettantistico, ma il Football Club Frascati vuole comunque regalare il meglio ai suoi piccoli calciatori e ha preparato un finale col botto. Dopo l’incrocio di sabato scorso dei Pulcini 2011 di Michel Fabiani ed Emanuele Giorgilli con la Lazio, venerdì c’è un altro (triplo) appuntamento di lusso per le formazioni della Scuola calcio tuscolana. Proprio il giorno prima della chiusura stagionale del settore di base, infatti, l’As Roma manderà tre suoi gruppi allo stadio “Otto Settembre” di Frascati per altrettanti amichevoli coi gruppi del Football Club Frascati. Si partirà alle 16,30 col confronto coi 2009 di mister Federico Rumbo che giocheranno nove contro nove. Alle 17,45, invece, sarà la volta dei 2010 frascatani di mister Marco Martini, Cristiano Tonicello e Marco Salvatore e ancora dei 2011 di Michel Fabiani ed Emanuele Giorgilli che giocheranno sette contro sette contro i rispettivi avversari giallorossi. “Un test che ha sempre grande fascino e che regalerà tanti stimoli ai nostri ragazzi – dice il responsabile del settore Scuola calcio frascatano Lorenzo Marcelli – Ringraziamo l’As Roma che è sempre molto disponibile nei nostri confronti e nel concretizzare forme di collaborazione di questo genere. La stagione 2020-21, che è stata molto complicata, sta volgendo al termine, ma abbiamo ancora in serbo qualche altra chicca da regalare ai nostri ragazzi. Nei prossimi giorni, poi, comunicheremo la data e le modalità della festa di chiusura della nostra Scuola calcio”. Intanto, il giorno dopo il triplice incrocio con le formazioni della As Roma, il Football Club Frascati sarà impegnato nell’evento “Sport e salute”, un evento di prevenzione e benessere organizzato in condivisione con altre società sportive tuscolane così come già accaduto nelle settimane precedenti. Si parte alle 9 (sempre presso lo stadio “Otto Settembre”) e si chiuderà attorno alle 13: ci saranno stand per effettuare test medicali sia per piccoli atleti che per le loro famiglie e il Football Club Frascati curerà la parte calcistica per i ragazzi che interverranno, mentre la 3M Training Lab si occuperà della parte di valutazione posturale e di allenamento per i più grandi. E poi è in corso la prima settimana del centro estivo del club tuscolano che è sempre estremamente apprezzato e che accompagnerà tutti i partecipanti fino alla prima settimana di agosto.

Continua a leggere

Sport

Frascati Scherma, Gabrielli promuove il suo podio: “Ero andato per vincere, ma sono contento”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – E’ reduce da un ottimo terzo posto nel campionato regionale Open che si è tenuto a Cassino nello scorso fine settimana. Il fiorettista classe 2003 Edoardo Gabrielli (farà 18 anni a dicembre), allievo di Luca Papale al primo anno Giovani, è salito sul gradino più basso del podio anche se non nasconde pure un piccolo rammarico per il risultato finale. “Onestamente puntavo alla vittoria, ma alla fine sono contento del piazzamento. In semifinale ho perso contro Coronati del Club Scherma Roma al termine di un assalto iniziato in vantaggio in cui poi, per forzare qualche stoccata, mi sono fatto rimontare e sono andato sotto fin sul 12-8. A quel punto ero molto stanco e non sono stato lucido, così l’avversario ha chiuso sul 15-8”. Gabrielli fa un passo indietro e parla sia del campionato regionale che di quello italiano della sua categoria di competenza, quella dei Giovani in cui è al primo anno. “La gara di qualificazione regionale era stata sicuramente positiva e anche in quel caso avevo ottenuto il terzo posto. Ai campionati italiani, partendo dalla considerazione che non facevo una gara nazionale da due anni e che il livello generale era davvero alto, sono soddisfatto di come sono andate le cose. Dopo una buona fase a gironi, ho perso alla seconda diretta”. Gabrielli parla del rapporto col suo maestro Luca Papale: “Mi segue da circa un anno e mi trovo abbastanza bene: è un tecnico molto preciso ed esigente, ci sto facendo l’abitudine. E’ un maestro giovane e si è dedicato molto a me. Ha sfruttato la sua fresca esperienza schermistica e grazie a lui sto ottenendo dei buoni risultati”. Il percorso del fiorettista nel mondo della scherma è cominciato prestissimo: “Ho iniziato a 4 anni e mezzo grazie ai miei fratelli gemelli Lorenzo e Valerio con cui mi dividono quasi quattro anni e che si innamorarono della scherma dopo una lezione scolastica con Valerio Aspromonte. Da allora non ho più smesso. I miei fratelli tuttora fanno scherma e tra noi c’è una sana competitività: ci divertiamo a sfidarci quando siamo in sala”. La chiusura di Gabrielli riguarda i suoi “punti di riferimento” all’interno della palestra: “Per me sono fonte di ispirazione sia Guillaume Bianchi che Damiano Rosatelli i quali mi danno spesso anche consigli preziosi”.
Sono stati numerosi gli atleti del Frascati Scherma ai nastri di partenza del campionato regionale Open. I migliori risultati sono arrivati dal settore fioretto che nel femminile ha visto Guia Di Russo vincere il titolo, Ludovica Genovese e Ludovica Mancini piazzarsi terze, Nicole Capodicasa classificarsi quinta, Arianna Sola settima, Elena Di Stasi 11esima e Beatrice Orabona 16esima, mentre nel maschile Gianmarco Gridelli ha chiuso secondo, il già citato Edoardo Gabrielli terzo, Adriano Genovese 16esimo, Emanuele Berardi 17esimo, Riccardo Bruschi 22esimo, Massimo Valerio Mancini 24esimo, Ludovico Genovese 25esimo, Giovanni Fidanza 26esimo, Alessandro Casavecchia 27esimo, Alessandro Bellardini 28esimo e Giulio Mancini 29esimo. Nella sciabola femminile terzo posto per Valeria Fondi, poi da segnalare l’ottavo di Asia Montanaro, il decimo di Giulia Chignoli e il 12esimo di Sofia Oggiano, mentre tra i maschi Lupo Veccia Scavalli ha chiuso secondo, Edoardo Reale quinto, Flavio Vinci nono, Andrea Mignucci 11esimo, Tiziano Tomassetti 12esimo, Alessandro Perugini 13esimo e Ludovico Cicconi 16esimo. Nella spada, infine, Aurora De Angelis ha concluso al 52esimo posto, mentre tra i maschi Davide Stella ha terminato 57esimo, Niccolò Pizzuti 68esimo, Luigi Minetti 80esimo e Federico Malcotti 94esimo.

Continua a leggere

I più letti