Connect with us

Litorale

Consorzio di Bonifica Litorale Nord: al via la conferenza dei servizi per il progetto di sistemazione idraulica del fosso Palidoro

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Indetta la Conferenza dei Servizi per l’acquisizione delle autorizzazioni e dei pareri degli Enti Regionali preposti e attivazione della Procedura di Verifica di Assoggettabilità a VIA alla Regione Lazio per l’ambizioso progetto, finanziato per oltre 8,4 milioni di Euro, attraverso il Piano di sviluppo e coesione della Regione Lazio – Delibera CIPESS n. 79/2021 (Risorse FSC 2021 – 2027) denominato “Lavori di sistemazione idraulica del Fosso Palidoro o delle Cadute”, del Consorzio di Bonifica Litorale Nord.
Il Fosso Palidoro, oggetto di questo piano progettuale, si estende per circa 3.400 metri, dall’area subito a valle dell’autostrada Roma-Civitavecchia fino alla foce. Attualmente, questa zona è classificata come un’area ad elevato rischio d’inondazione, ricadendo nelle fasce A1 e B1 di tutela secondo il Piano di Assetto Idrogeologico dei Bacini Regionali del Lazio.
“La situazione attuale evidenzia che il Fosso – ha commentato il Presidente Niccolò Sacchetti – è idraulicamente insufficiente a smaltire le portate meteoriche anche per eventi con un ritorno di soli 50 anni. Questo intervento rappresenterà un passo cruciale per affrontare le sfide legate al rischio idrogeologico nella regione costiera del Litorale Nord del Lazio.”
Il Presidente Sacchetti ha inoltre enfatizzato l’importanza cruciale dell’opera “il Consorzio di Bonifica Litorale Nord si sta strutturando poter far fronte alle sfide in maniera strategica ed efficace in un’ottica di responsabilità verso il territorio e i cittadini, cercando di intercettare tutte le linee di finanziamento messe a disposizione dalla EU e dal Ministero.”
Le attività previste per la sistemazione idraulica del Fosso Palidoro comprenderanno la pulizia e la rimozione della vegetazione infestante, nonché la realizzazione di opere di protezione spondale mediante gabbioni chiodati e rivestimento del fondo con pietrame nel tratto urbano subito a valle della ferrovia. Inoltre, saranno eseguite la riprofilatura della sezione idraulica e la posa di rivestimenti antierosione in geo-tessuto e geo-griglie nei tratti soggetti a cedimenti franosi. Infine, saranno costruite tre scogliere nelle aree critiche come le confluenze con altri corsi d’acqua e nelle vicinanze della foce, al fine di limitare l’erosione e proteggere le sponde.
“Tutte queste azioni – ha dichiarato il Direttore Generale del Consorzio di Bonifica Litorale Nord, Andrea Renna- attentamente pianificate e basate su simulazioni idrauliche contribuiranno in modo significativo alla riduzione del rischio idrogeologico attualmente presente nell’area e alla successiva procedura di riclassificazione del rischio idraulico secondo il Piano di Assetto Idrogeologico regionale”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Fiumicino, in manette un 19enne trovato con 40 chili di droga in casa

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

I Carabinieri delle Compagnie di Roma Ostia e Roma Cassia, unitamente a quelli del Nucleo Investigativo del Gruppo di Ostia, hanno arrestato un cittadino italiano di 19 anni, incensurato, gravemente indiziato del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Nella circostanza, nell’ambito dei consueti e quotidiani servizi di controllo del territorio volti a prevenire e reprimere i reati in genere, i Carabinieri hanno notato il 19enne uscire dalla propria abitazione di via del Monti dell’Ara e avvicinarsi a un’autovettura in sosta a margine della carreggiata, con a bordo due persone che, alla vista dei Carabinieri, si è data alla fuga, mentre il giovane si è diretto velocemente verso casa.
Ragion per cui, insospettiti da tale atteggiamento, i Carabinieri hanno voluto vederci chiaro, raggiunto e bloccato il giovane e lo hanno sottoposto ad un controllo, trovandolo in possesso di due involucri contenenti 20 g di cocaina e circa 59 g di hashish.
La successiva perquisizione domiciliare ha permesso ai Carabinieri di rinvenire e sequestrare ulteriori 29 kg circa di hashish, quasi 11 kg di marijuana, 38 g di cocaina e tutto il materiale per il confezionamento e l’imballaggio dello stupefacente, nonché 485 euro in contanti, ritenuti provento della pregressa attività illecita.
Per questo motivo, il 19enne è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Continua a leggere

Cronaca

Anzio, tentato omicidio: arrestato un 41enne con precedenti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Anzio hanno dato esecuzione a un’ordinanza, emessa dal Tribunale di Velletri su richiesta della locale Procura della Repubblica, che dispone la custodia cautelare in carcere per
I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Anzio hanno arrestato un 41enne italiano, già noto alle forze dell’ordine, gravemente indiziato del reato di tentato omicidio. Nei giorni scorsi, l’uomo si era incontrato con un 58enne presso un bar lungo la via Nettunense per chiarire alcuni dissidi professionali nati tra i due, in quanto entrambi si occupano di autospurgo.
Evidentemente non hanno raggiunto alcun accordo e, dopo essere usciti nel parcheggio dell’attività, cominciavano ad aggredirsi vicendevolmente. All’improvviso, il più giovane è gravemente indiziato di aver estratto un coltello col quale feriva alla schiena l’altro uomo, immediatamente soccorso e trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale riuniti Anzio – Nettuno.
Inizialmente ricoverato in prognosi riservata, a seguito di un’operazione ai polmoni è stato scongiurato il pericolo di vita.
L’intervento dei Carabinieri sul posto, gli elementi raccolti dai testimoni e le informazioni in possesso dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Anzio hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dell’indagato, risultato irreperibile dopo ore di ricerche nei territori di Anzio e Aprilia. Per questo motivo, stante la gravità delle vicende e i gravi indizi di colpevolezza raccolti dai Carabinieri, la Procura della Repubblica ha richiesto ed ottenuto la citata misura cautelare nei confronti dell’indagato che è stato arrestato e accompagnato presso il carcere di Velletri.

Continua a leggere

Litorale

Ardea, picchia e maltratta la madre anziana: arrestato

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print


ARDEA (RM) – I Carabinieri della Stazione di Marina di Tor San Lorenzo hanno dato esecuzione a un’ordinanza, emessa dal Tribunale di Velletri su richiesta della locale Procura della Repubblica, che dispone la custodia cautelare in carcere per un 40enne italiano, già noto alle forze dell’ordine, gravemente indiziato del reato di maltrattamenti in famiglia.
La vittima, una donna 70enne, aveva denunciato ai Carabinieri una serie di comportamenti vessatori subiti da parte del figlio, che convive con lei a seguito della separazione con la moglie. A seguito di un episodio di violenza è stata anche trasportata presso il pronto soccorso dell’ospedale di Pomezia, da cui veniva dimessa con dieci giorni di prognosi.
Per questo motivo, stante la gravità delle vicende e i gravi indizi di colpevolezza raccolti dai Carabinieri, la Procura della Repubblica ha richiesto ed ottenuto la citata misura cautelare nei confronti dell’indagato che è stato arrestato e condotto presso il carcere di Velletri.

Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

I più letti