Connect with us

Calcio

Football Club Frascati (II cat.), la speranza di Fioranelli: “Si può tornare in campo a metà maggio”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – L’emergenza Coronavirus ha frenato (rimandato?) l’ennesima impresa della sua carriera che negli ultimi anni è stata quasi da “Re Mida”. Mister Mauro Fioranelli e la Seconda categoria del Football Club Frascati erano in testa al girone G con un vantaggio importante sulle prime inseguitrici (+8 sul Pantanello Anagni e +9 sul Colle di Fuori che però avevano giocato una gara in meno dei tuscolani) e stavano facendo indubbiamente un campionato importante. “Fino a inizio marzo è stata un’annata davvero entusiasmante – dice l’esperto allenatore – Questo gruppo è stato costruito da zero e la spirito di squadra era totalmente da formare, ma i ragazzi sono stati eccezionali e lo hanno trovato in maniera rapida. C’è stato un piccolo calo mentale a inizio anno nuovo, ma il gruppo ha reagito alla grande. Un lavoro ottimo lo ha fatto anche la società che ha saputo trovare equilibri eccellenti grazie ad un profondo rispetto dei ruoli”. Più passano i giorni e più diventa complicato concludere la stagione, ma Fioranelli (che tra l’altro nella vita di tutti i giorni lavora in polizia e quindi sta “vivendo in prima linea” l’emergenza Coronavirus) lancia un messaggio di speranza: “Mi auguro che, anche per motivi di svago, si possa tornare in campo a metà maggio e chiudere i campionati maggiori, ovviamente usando tutte le precauzioni del caso. E’ chiaro che in questo momento il discorso sportivo va nettamente in secondo piano: ci sono zone d’Italia che vivono momenti drammatici, c’è gente disperata e personalmente non ho mai vissuto una situazione del genere. Non mi manca tanto la parte agonistica, ma in particolare il rapporto umano che si era riuscito a costruire all’interno del nostro gruppo e di tutto l’ambiente del Football Club Frascati: d’altronde il calcio ai nostri livelli dev’essere soprattutto questo”. Se si dovesse riprendere a giocare, comunque, la Seconda categoria del team tuscolano si farebbe trovare pronta: “I ragazzi stanno facendo un minimo di lavoro atletico grazie alle indicazioni del “prof” Colangeli, ma non credo che il “buco” di due mesi possa rappresentare un grande problema. In estate prepariamo un’intera stagione con venti giorni di lavoro, adesso potrebbero bastare una decina di giorni per disputare le ultime otto partite che ci mancano” conclude Fioranelli.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Calcio

Cynthialbalonga (calcio, serie D), Santarelli: “Peccato per il pari subito in rimonta col Castelnuovo”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Genzano (Rm) – La Cynthialbalonga osserverà due settimane di pausa da campionato. La formazione del presidente Bruno Camerini, infatti, non ha partite da recuperare nella “finestra” voluta dalla Lega Nazionale Dilettanti per cercare di “allineare” le classifiche dei vari gironi. “Certo, non è il massimo fermarsi per due settimane quando mancano otto partite alla fine della stagione – dice il centrocampista classe 1995 Flavio Santarelli – Però anche le squadre che si troveranno a giocare magari tre o quattro partite in questo stesso periodo potrebbero avere problemi. Noi ci concentreremo sul lavoro da fare per presentarci al meglio al rush finale”. L’ex giocatore del Montespaccato parla dell’ultimo match pareggiato 3-3 (doppietta di D’Agostino e gol di Cardillo) sul campo del Castelnuovo Vomano, al termine di una gara davvero incredibile. “Sapevamo di avere di fronte un avversario di ottimo livello. E’ stata una partita difficile, giocata su un campo piccolo, ma molto bello. Abbiamo espresso un buon calcio per 70’ e siamo riusciti ad andare sul 3-0 con pieno merito, poi dopo aver sciupato l’opportunità del poker e aver subito il gol dell’1-3 sul contropiede a un quarto d’ora dalla fine è cambiato tutto. Non c’è stata una causa unica, dal mio punto di vista non è stato né un problema fisico né mentale: la qualità degli avversari ha avuto un peso, poi ovviamente anche noi avremmo potuto gestire meglio il vantaggio. Peccato perché sarebbe stata una vittoria molto importante”. La Cynthialbalonga è comunque in piena zona play off: “Ma come accaduto domenica, non possiamo pensare di aver acquisito quel piazzamento. Mancano ancora tante gare e noi dobbiamo ragionare partita dopo partita”. Di certo Santarelli è felice della scelta fatta qualche mese fa di approdare nel club castellano: “Sono entrato in un bel gruppo, molto compatto. Venivo da quattro mesi al Montespaccato in cui avevo avuto pochissimo spazio, con mister Chiappara invece sto riuscendo a dare il mio contributo. La Cynthialbalonga mi ha accolto benissimo e sono felice di aver fatto questo passo a gennaio”.

Continua a leggere

Calcio

Sporting Ariccia (calcio, Eccellenza), Longo: “Con la Lupa passi in avanti a livello di prestazione”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Ariccia (Rm) – Lo Sporting Ariccia non è riuscito a sbloccarsi. La formazione castellana, dopo il k.o. all’esordio della “fase 2” dell’Eccellenza laziale sul campo dell’Unipomezia, ha perso di misura (0-1) contro un’altra delle protagoniste annunciate del girone, vale a dire la Lupa Frascati. “Loro sono una squadra forte e molto organizzata e con due attaccanti molto bravi – commenta l’esterno offensivo classe 1994 Mattia Longo – Nel primo tempo ci hanno messo in chiara difficoltà, poi nel secondo abbiamo alzato il baricentro e siamo stati anche pericolosi in qualche occasione, rischiando di trovare il pareggio. Credo che si siano visti dei passi in avanti rispetto alla prestazione di Pomezia, anche se in generale questo gruppo non molla mai fino alla fine anche quando il risultato è compromesso”. Longo è stato proposto nella posizione di seconda punta: “Anche allo Sporting Genzano ho giocato in quel ruolo, ma all’epoca “giravo intorno” ad una prima punta classica. Domenica, invece, anche Fortini nel primo tempo e poi il subentrato Nanni hanno caratteristiche fisiche diverse da una prima punta tradizionale, ma abbiamo comunque fatto il possibile. Comunque mi piace giocare lì perché sono più vicino alla porta e si corre di meno” sorride Longo che poi assicura il massimo impegno dello Sporting Ariccia anche se la classifica non darà forti stimoli da qui alla fine: “Abbiamo un gruppo molto giovane e quindi bisogna dimostrare di meritare questa categoria. E’ chiaro che la società sta gettando le basi in vista della prossima stagione e noi elementi più “esperti” dobbiamo trascinare con l’esempio il resto della squadra. Poi c’è il ruolo di mister Eliano Trinca che si è dimostrato molto abile nella gestione del gruppo. Ora stiamo già preparando il match di domenica sul terreno del Campus Eur e vogliamo al più presto cancellare quello zero dalla voce dei punti in classifica”. La chiusura è sulla società: “Ci ha fatto capire che sta lavorando su questo gruppo per ripartire al meglio nella prossima stagione. Il periodo non è semplice e a livello organizzativo ci vuole tempo per trovare le giuste soluzioni, ma intanto è già partito un lavoro sulla Scuola calcio che può essere estremamente significativo per dare corpo al progetto sportivo di questo club”.

Continua a leggere

Calcio

Cynthialbalonga (calcio, serie D), l’equilibrio di Traorè: “Pareggio giusto contro il Pineto”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Genzano (Rm) – La Cynthialbalonga chiuderà domenica sul campo del Castelnuovo Vomano il trittico di difficili partite in una settimana. Quella sul campo del Matese ha portato una sconfitta per 1-0, mentre nel turno infrasettimanale di mercoledì è arrivato il pari interno con il Pineto (1-1). Entrambe le gare hanno visto tra i protagonisti in casa azzurra il giovane centrocampista parigino classe 2001 Axel Traorè che sta guadagnando spazio nell’ultimo periodo: “Col Pineto il pareggio è stato il risultato più giusto. Loro hanno cominciato molto forte, poi siamo riusciti a organizzarci e nel secondo tempo le cose sono andate meglio. Un po’ di rammarico rimane perché eravamo riusciti ad andare in vantaggio e avremmo potuto gestire meglio quella situazione, ma ora guardiamo avanti”. Alla sfida di domenica contro il Castelnuovo Vomano che all’andata costrinse i castellani sul 2-2 interno. “Una squadra forte che gioca un buon calcio e ha diverse individualità di spessore. Sarà una partita complicata e dovremo stare attenti” spiega Traorè che ha giocato nella Primavera del Paris Fc e che da quasi due anni è in Italia: “Sono venuto qui proprio per giocare a calcio: qui ci sono società più organizzate e posso crescere di più. Sarebbe bello arrivare tra i professionisti”. L’anno scorso è stato tra i protagonisti della stagione del Monterosi, mentre in questa stagione le cose (almeno inizialmente) non erano andate benissimo per lui: “Qualche problema di salute mi ha condizionato, ma ho sempre rispettato sia le scelte di mister Venturi che quelle di Chiappara – sottolinea il francese – Ora gioco da tre partite consecutive e ovviamente sono felice di poter dare il mio contributo. In ogni caso devo ringraziare la società perché non mi hai mai fatto mancare nulla”. Anche per la Cynthialbalonga, che è ancora la terza forza del girone F, l’obiettivo è quello di fare il massimo: “Dobbiamo sempre guardare avanti e dare tutto quello che abbiamo, poi vedremo dove saremo arrivati” conclude Traorè.

Continua a leggere

I più letti