Connect with us

Senza categoria

Frascati Scherma protagonista alle Universiadi: quattro medaglie individuali e tre ori a squadre

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Frascati (Rm) – E’ un bottino ricchissimo quello del Frascati Scherma alle Universiadi che si sono disputate a Napoli (anche se in realtà le prove in pedana si sono tenute tutte al palazzetto di Baronissi, in provincia di Salerno). Nelle prove individuali il club tuscolano ha applaudito ben quattro medaglie: nel fioretto maschile, addirittura, c’è stata la finale “in famiglia” tra Damiano Rosatelli, che poi ha vinto l’oro, e Guillaume Bianchi, che si è dovuto “accontentare” dell’argento. Nel confronto conclusivo il primo ha avuto la meglio col punteggio di 15-10, dopo che Bianchi era stato in vantaggio fino al 9-6. La rimonta di Rosatelli è stata inesorabile e ha spalancato l’oro all’atleta nato a Genzano. Sempre nel fioretto, ma al femminile, va segnalato anche l’ottimo bronzo di Camilla Mancini, capace di arrivare alle porte della finale per poi arrendersi alla francese Patru che si è imposta per 15-13. Molto brava anche la sciabolatrice Lucia Lucarini, umbra d’origine ma ormai da tempo a Frascati: dopo aver combattuto nei turni precedenti, è arrivato il k.o. nell’atto conclusivo al cospetto della transalpina Balzer che l’ha spuntata per 15-9. Ma le soddisfazioni per il Frascati Scherma non si sono limitate alle prove individuali: dalle competizioni a squadre sono arrivati addirittura tre ori. La prima a salire sul gradino più alto del podio (in ordine di tempo) è stata Camilla Mancini che ha trionfato assieme ad Erica Cipressa e a Martina Sinigalia. Il percorso delle azzurre non ha avuto alcuna esitazione e, dopo i netti successi con gli Usa (ai quarti) e con la Cina (in semifinale), è arrivata la combattuta vittoria in finale contro la Russia che si è inchinata col punteggio di 45-38. Ancor più netto il successo del fioretto maschile con Damiano Rosatelli e Guillaume Bianchi che, assieme a Francesco Ingargiola, hanno travolto ai quarti la Cina, in semifinale la Russia e nell’ultimo atto la Corea con un imbarazzante 45-22. Splendido oro anche dalla squadra di sciabola femminile dove con Lucia Lucarini c’erano anche Michela Battiston e Rebecca Gargano. Le azzurre hanno sconfitto la Gran Bretagna ai quarti, la Russia in semifinale e la Francia (con un combattuto 45-41) nella finalissima.
Ora l’obiettivo è puntato sui prossimi mondiali di Budapest in programma dal 15 al 23 luglio: a difendere i colori del Frascati Scherma ci saranno i fiorettisti Daniele Garozzo, Arianna Errigo, Alice Volpi e Francesca Palumbo e le sciabolatrici Rossella Gregorio e Irene Vecchi, ma della spedizione faranno parte anche i maestri Fabio Galli (fioretto), Lucio Landi e Andrea Aquili (sciabola).

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Senza categoria

20.11.2019

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

20.11.2019.docx

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Senza categoria

Città di Valmontone, a Natale la Scuola calcio non si ferma: ecco il torneo per il settore di base

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Valmontone (Rm) – Il Città di Valmontone non si ferma mai. E non lo farà nemmeno nel prossimo periodo di Natale perché la società lepina sta organizzando la seconda edizione del torneo dedicato alla Scuola calcio che si svolgerà interamente al centro sportivo di via della Pace. I dettagli li spiega il tecnico Raffaele Luciano che, in collaborazione col responsabile del settore di base Claudio Colonna, sta preparando il programma di questo evento (e di altri che il Città di Valmontone organizzerà nel corso della stagione): “Coinvolgeremo tutte le categorie della Scuola calcio e l’idea è quella di dedicare una giornata ad ognuna di loro, in cui far iniziare e finire il torneo. Lunedì 23 dicembre sarà il turno dei 2011, venerdì 27 quello dei 2010, sabato 28 toccherà ai 2009, domenica 29 ai 2008 e infine lunedì 30 sarà la volta dei 2007. Inoltre disputeremo anche i tornei dei nati nel 2012 e dei nati nel 2013-14, ma stiamo valutando se farlo nella vicina tensostruttura oppure nel campo sportivo di via della Pace. Le categorie maggiori avranno meno squadre ai nastri di partenza per esigenze di spazi visto che giocano a nove, ma in ogni caso siamo convinti che sarà una grande festa: la Scuola calcio ferma le sue attività ordinarie nel periodo che coincide con le vacanze scolastiche, ma la voglia di giocare di questi bambini va sempre “alimentata” in qualche maniera”. A mister Luciano il Città di Valmontone ha affidato quest’anno un gruppo dell’agonistica (l’Under 15 regionale) e anche uno del settore di base: “Le differenze tra l’agonistica e la Scuola calcio sono notevolissime: coi più piccoli bisogna prima essere educatori e poi istruttori, mentre coi grandi si fa proprio “l’allenatore” perché già hanno intrapreso un loro percorso caratteriale, oltre che calcistico. Nella Scuola calcio alleno i 2011, un gruppo piuttosto variegato nel senso che ci sono bambini al primo anno di attività e altri più pronti. Per questo è importante fare un lavoro specifico per quella che è la preparazione di ognuno di loro”. Luciano conclude ricordando un altro evento del prossimo mese “griffato” dal Città di Valmontone: “Sabato 14 dicembre ci sarà un importante incontro con i genitori dei nostri ragazzi, sia dell’agonistica che della Scuola calcio, in cui verrà trattato il delicato tema del bullismo e della dislessia. Invitiamo sin d’ora tutti a partecipare”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Senza categoria

Vis Artena (calcio, serie D), il dt Matrigiani aspetta il Latina: “Che bello sfidare l’amico Maurizi”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Artena (Rm) – Dopo l’amaro pareggio (subito in extremis) a Portici, la Vis Artena ha ripreso la marcia battendo sul campo di Lariano il Città di Anagni grazie alla decisiva doppietta di un sontuoso Delgado. Il direttore tecnico Roberto Matrigiani si divide tra un commento della sfida di domenica scorsa e la proiezione al match di domenica prossima sul campo del Latina.
«Col Città di Anagni è stata una prova convincente. Serviva una reazione dopo i punti persi a Portici e la squadra ha risposto presente. Gli ospiti hanno segnato nell’unico tiro in porta, un jolly pescato dalla distanza, ma il risultato non è stato mai in discussione: abbiamo vinto con le nostre armi che sono l’organizzazione e la concentrazione, oltre a una giornata super di un giocatore come Delgado che è stato preso proprio per i suoi eccezionali colpi (domenica scorsa ha segnato un gol direttamente da calcio d’angolo, ndr) e che da solo può portare una dozzina di punti anche in serie D. E poi va sottolineata un’altra prova sontuosa di Sabelli, un ragazzo che sta facendo vedere cose importantissime in questo inizio di stagione. Ora dobbiamo guardare al prossimo turno, alla sfida sul campo del Latina che è solo due punti avanti a noi in questo momento: un dato significativo che dovrebbe ricordare a tutto il nostro ambiente quali sono i miracoli che la Vis Artena, coi suoi mezzi, sta facendo anche in questa stagione in cui siamo ripartiti quasi completamente da zero, rifacendo l’organico in toto e prendendo un allenatore emergente come Campolo che è al suo primo anno di serie D. In tal senso voglio ringraziare una volta di più il patron Sergio Di Cori che mi ha sempre dato totale fiducia nelle scelte e anche il direttore sportivo Andrea Angelucci con cui c’è un confronto costante sulle idee di calcio che vogliamo portare avanti. Il Latina? E’ una sfida affascinante per cui avverto sensazioni molto positive, anche se di fronte avremo un avversario importantissimo. Sarà davvero particolare sfidare un amico fraterno come Agenore Maurizi, un tecnico capace di far rendere sempre oltre i limiti i suoi giocatori nonché un allenatore maniacale nella cura dei dettagli. Sono convinto che preparerà la partita al meglio, ma spero di riuscirgli a dare una piccola delusione con la Vis Artena. La classifica, al momento, ci vede a soli quattro punti dalla zona play off che comunque per noi non sono un’ossessione come per altri club. La mia favorita tra le squadre che sono in quella zona di classifica è la Torres che è guidata da un altro grande allenatore e che ha un organico ricco di giocatori di livello».

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Novembre: 2019
L M M G V S D
« Ott    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it