Connect with us

Roma

GENZANO: GRANDE SUCCESSO PER IL CONVEGNO "A PROPOSITO DI GENDER"

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti Sicuramente un argomento che coinvolge tutti e che vede pareri discordanti sull’educare o no alle differenze

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

di Pina Guglielmino

Genzano (RM) – Pienone sabato pomeriggio nella sala convegni dell’Istituto Salesiani di Genzano che ha ospitato il convegno “A proposito di Gender…” organizzato in collaborazione con l’associazione “Non si Tocca la Famiglia” ha destato molto interesse tra i presenti visto il tema attualissimo. L’associazione è in prima linea da tempo per portare avanti “la battaglia non ideologica, ma di buon senso, per smontare teorie contrarie alla natura dell’uomo e prive di base scientifica”, membri autorevoli dell’associazione sono pediatri, insegnanti e genitori che con un grido all’unisono vogliono portare all’attenzione di tutti la questione Gender. Ma cos’è il Gender? Si tratta di teorie che affermano che l’essere in maniera manifesta maschio o femmina, sia solo uno stereotipo della comunità, una sorta di maschera sociale. In parole povere siamo uomini perché siamo stati educati da uomini e siamo donne perché siamo state educate da donne e in assenza di questo “imprinting” che ognuno di noi ha ricevuto, potremmo potenzialmente essere sia uomo che donna, aldilà dell’aspetto esteriore.

Tra i relatori del convegno, il presidente dell’associazione Giusy D’Amico che si presenta parlando di se come mamma, sposa ed insegnate. "Si sta attaccando nel profondo la famiglia e la visione antropologica della famiglia" afferma la presidente, che racconta come vogliono destrutturare la famiglia "a piccoli passi, prima con le unioni civili e poi con lo stepchild adoption". Parla di una “rieducazione sessuale” dei nostri figli che avverrebbe in alcune scuole con l’adozione di testi scolastici che spiegano che l’amore può esistere anche tra due papà o tra due mamme. La D’Amico continua e ricorda l’episodio del “caso Barilla” (quando il colosso ha rifiutato di fare uno spot pubblicitario incentrato su una coppia omosessuale). Conclude il suo intervento dicendo che questa per l’associazione è una lotta di buon senso e non di discriminazione, riconoscendo la coppia affettiva ma sottolineando che la famiglia naturale è un’altra cosa ed invita ad un monitoraggio continuo nelle scuole per evitare infiltrazioni ideologiche che confonderebbero solamente il bambino.

A dare un parere scientifico su quanto affermato dalla presidente anche un medico pediatra, Federica Dalmastri, che sottolinea la necessità per un bambino di crescere con la figura materna e paterna e del benessere psicofisico che questo ha sul piccolo. Spiega inoltre che tra maschi e femmine ci sono differenze neurofisiologiche, ad esempio nei maschi si usa maggiomente l’emisfero sinistro del cervello , razionale, logico e rigidamente lineare mentre nelle femmine si usa maggiomente l’emisfero destro, dinamico che permette di compiere operazioni mentali in parallelo e la zona limbica, sede dell’emotività. Anche il docente di Pedagogia dell’università “La sapienza” di Roma, Fulvio Pesci interviene rafforzando le teorie esposte già esposte dalla Dalmastri. Tra interventi non sono mancante frasi significative di Don Carlino che ha focalizzato la sua attenzione su alcuni concetti "Noi siamo la coscienza che creiamo, la diversità è entrata nell’uomo attraverso la sessualità, ed il problema del diverso non è la diversità stessa, ma l’insicurezza".

Sicuramente un argomento che coinvolge tutti e che vede pareri discordanti sull’educare o no alle differenze. Difficile trattare con imparzialità di questo delicato tema, posso solo farvi riflettere sul fatto che ormai ci troviamo nel mezzo di una “rivoluzione” della sessualità e dell’affettività. Figlio di uno stravolgimento della nostra società, dello spostamento della centralità del ruolo della donna nella storia, di un emancipazione sessuale e non ultimo dell’accentuarsi della fragilità dei legami di coppia, influenzata anche dall’ingresso prorompente della tecnologia sulle nostre vite. Occorrerebbe trovare il giusto equilibrio, senza stravolgere e offendere i valori e sentimenti di nessuno. In generale andrebbero sostenute tutte le iniziative che mirano a non discriminre i legami etero e omoaffettivi, quali ad esempio le unioni civili, senza stravolgere, da un punto di vista antropologico, il concetto di famiglia. In ogni caso andrebbero soprattuto difesi i bambini che non hanno la possibilità e la capacità di difendersi. Andrebbero difesi da evoluzioni di pensiero o normative che il mondo adulto tratta spesso con eccessiva

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Roma

Roma, piazza Venezia: non si fermano all’alt dei Carabinieri e vanno a sbattere

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

ROMA – Due ragazzi 19enni romani, a bordo di una moto, non si sono fermati all’alt di una pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina, questa notte, in piazza Venezia e si sono dati alla fuga, fino a raggiungere il Lungotevere Tor di Nona, dove hanno perso il controllo scivolando a terra, per fortuna senza farsi male.

Il conducente del veicolo è stato sottoposto a test con etilometro dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, poiché in evidente stato di ubriachezza, risultando positivo all’esame, con tasso superiore al limite di legge per cui la patente gli è stata ritirata. Entrambi dovranno rispondere anche dell’accusa di resistenza a pubblico ufficiale.

Continua a leggere

Metropoli

Anguillara, negato accesso agli atti su prevenzione incendi: Falconi vince al Tar contro il Comune

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Una sentenza che legittima i pieni diritti di un consigliere di opposizione ad ottenere l’accesso agli atti richiesto. Succede che nel 2021 il consigliere di minoranza avv. Francesco Falconi tramite il suo avvocato difensore Mario Lepidi, ricorre al Tar contro il Comune, il sindaco pro tempore e il segretario comunale perché sostanzialmente il Comune non ha risposto e quindi ha prodotto un silenzio rigetto in relazione all’istanza di accesso presentata a mezzo posta elettronica certificata il 02/11/21. Nell’istanza Falconi chiedeva di esibire tutta la documentazione indicata nell’istanza e relativa all’attività di pianificazione comunale afferente la prevenzione degli incendi posta in essere nel periodo dal 4 ottobre 2020 al 15 agosto 2021. Il ricorso per l’annullamento del silenzio rigetto è stato ritenuto fondato dal Tribunale Amministrativo. Il Tar nell’accogliere il ricorso ha ordinato al Comune di Anguillara Sabazia di esibire e rilasciare copia degli atti in esame nel termine di trenta giorni dalla comunicazione o notificazione del presente provvedimento (pubblicato il 24 maggio 2022) e condannato il Comune di Anguillara Sabazia a pagare, in favore di Falconi, le spese del presente giudizio il cui importo liquida in complessivi euro mille/00, per compensi di avvocato e spese generali, oltre IVA, CPA e contributo unificato come per legge.

Nella sentenza del Tar si legge tra l’altro che il “Comune non ha completamente evaso la richiesta di accesso né ha specificato le ragioni della sua condotta omissiva”. Ad oggi, mancano pochi giorni allo scadere dei tempi di adempimento da parte del Comune di Anguillara, Francesco Falconi ancora non ha ricevuto gli atti richiesti che fanno riferimento a un determinato periodo preciso dal 4 ottobre 2020 al 15 agosto 2021. Ci saranno questi atti? Mettere in campo azioni per prevenire gli incendi è quanto mai fondamentale, soprattutto per un’area come quella di Anguillara Sabazia dove ogni anno e quasi sempre nella stessa zona intorno al lago di Martignano si verificano gli incendi.

Con l’istanza in esame il Falconi, nella sua qualità di consigliere comunale, ha chiesto, in quanto utili per l’espletamento del suo mandato, i seguenti documenti:

“Copia semplice dei seguenti atti/provvedimenti in materia di incendi boschivi adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021 – atti, provvedimenti e documenti tutti della relativa istruttoria amministrativa, degli atti presupposti relativi alla procedura di adozione, ivi inclusa laddove esistente ogni documentazione anche tecnica utile che abbia indotto l’amministrazione comunale alla loro adozione:

  1. Provvedimenti tutti di attuazione delle attività di misure di previsione e prevenzione adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  2. Provvedimenti attuativi delle attività informative in merito alle cause degli inneschi e propagazione + norme comportamentali in caso di pericolo adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  3. Catasto degli incendi e cartografia delle aree incendiate predisposti/aggiornati dal Comune di Anguillara Sabazia adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  4. Provvedimenti e documenti tutti relativi al Piano di realizzazione di interventi colturali finalizzati alla prevenzione degli incendi boschivi adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  5. Piano di evacuazione della zona del Lago di Martignano adottato dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  6. Piano di intervento e mobilitazione delle squadre adottato dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  7. Piano di assicurazione di disponibilità degli automezzi e delle macchine operatrici idonee all’impiego di spegnimento degli incendi boschivi ed ogni atto utile ad assicurarsene la dotazione adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  8. Convenzione stipulata con le organizzazioni di volontariato dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08. 2021.
  9. Provvedimenti che hanno disposto la vigilanza e la sorveglianza delle aree interessate negli anni precedenti da incendi adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 0 4.10.2020 al 15.08.2021.
  10. Provvedimenti di pubblicizzazione divieti di accensione fuochi nei boschi e nelle zone ad essi limitrofe adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  11. Provvedimenti di pubblicazione delle condizioni di accensione in deroga ai divieti di cui al punto precedente adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  12. Provvedimenti finalizzati alla realizzazione delle fasce parafuoco adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  13. Mappatura della la presenza di insediamenti messi a rischio da eventuali incendi boschivi adottata e redatta dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  14. Provvedimenti volti ad eliminare o ridurre fattori di innesco e propagazione adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  15. Piano di emergenza comunale adottato dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  16. Provvedimenti di definizione delle modalità economiche e finanziarie per garantire l’effettività delle misure di prevenzione adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 05.08.2021.
  17. Provvedimenti di attuazione organizzativa e finanziaria del Piano di Emergenza Comunale adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021.
  18. Provvedimenti di informazione e sensibilizzazione per la popolazione in relazione agli incendi adottati dal Comune di Anguillara Sabazia dal 04.10.2020 al 15.08.2021”.

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, Carlo Scarpari responsabile servizi Culturali: una nomina per 4 giorni

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Carlo Scarpari sarà responsabile dell’area servizi Culturali fino al 1 luglio. Il suo ruolo è durato esattamente 4 giorni perché la nomina è avvenuta a decorrere dal 29 giugno. Il 29 giugno viene firmato dal Comune di Bracciano il decreto di nomina del sostituto area servizi culturali che prende servizio lo stesso giorno. Ancora assestamenti nell’organigramma organizzativo e dotazione organica del Comune di Bracciano da parte della giunta di Marco Crocicchi. Dopo i cambi in segreteria generale è toccato all’ambito culturale.

Per l’Area Servizi Culturali sono pervenute manifestazioni di interesse da parte di
due dipendenti. La Dott.ssa Luisa Minutella Responsabile dell’Area Servizi Culturali assente per motivi personali è stata sostituita dal Responsabile dell’Area Museo, Biblioteca, Servizi Cimiteriali e Patrimonio, Arch. Cecilia Sodano.
Considerato che la Dott.ssa Minutella lo scorso 27 giugno ha comunicato l’assenza dal lavoro per malattia e che la sua sostituta, Arch. Cecilia Sodano risulta assente per ferie dal 23.6.2022 e fino al 1.7.2022 è subentrato Carlo Scarpari.

Continua a leggere

I più letti