Connect with us

Roma

Genzano, primarie Pd: tutto esaurito per Matteo Richetti

Clicca e condividi l'articolo

A introdurre la discussione è stata Ileana Piazzoni, deputata PD e segretaria della XII Commissione (Affari Sociali) della Camera ha sottolineato l’importanza dell’appuntamento del 30 aprile

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

 

GALLERY IN FONDO ALL'ARTICOLO

 

 

Red. Politica


GENZANO (RM) – Si intensificano in tutta Italia le iniziative a sostegno delle mozioni dei tre candidati alla segreteria del Partito Democratico in vista delle primarie del 30 aprile. Molto alta la partecipazione e discussione improntata sui contenuti, con un ritrovato coinvolgimento degli iscritti, a partire dai più giovani. Questo il clima che si registra ai Castelli Romani e, in particolare, a Genzano dove mercoledì scorso, presso la sede di via Garibaldi 1, si è tenuto un incontro con Matteo Richetti, portavoce nazionale della mozione Renzi-Martina, organizzato dall’omonimo Comitato cittadino.

 

Sala da tutto esaurito, con numerosi partecipanti giunti dai paesi vicini per ascoltare le proposte programmatiche per la ricandidatura alla segreteria nazionale dell’ex presidente del consiglio Matteo Renzi e interloquire con un esponente di spicco a livello nazionale, tra le persone più vicine al segretario uscente.

 

A introdurre la discussione è stata Ileana Piazzoni, deputata PD e segretaria della XII Commissione (Affari Sociali) della Camera, che lasciando la platea a Matteo Richetti e ringraziandolo della sua disponibilità ha sottolineato l’importanza dell’appuntamento del 30 aprile non solo per il futuro del Partito Democratico: “rinsaldare il partito democratico sotto la guida di Matteo Renzi rappresenta l’unica alternativa credibile per contrastare l’avvento di forze fortemente antidemocratiche e per immaginare un Paese che sia in grado di accettare le sfide del futuro e contemporaneamente occuparsi della protezione di tutti coloro che si trovano in condizioni di difficoltà”. La parola è dunque passata al portavoce di Renzi, che ha tracciato un breve ma esaustivo quadro dell’azione del passato governo e di quello attuale, rivendicando quanto fatto sinora: dalle grandi conquiste in materia di diritti civili, all’introduzione di nuove forme di sostegno alle fasce più deboli della società a partire dalla misura nazionale di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale di prossima attuazione, alle importanti leggi sul dopo di noi e per il sostegno delle persone con autismo. Non è mancato un riferimento approfondito sugli interventi strutturali di questa legislatura, con analisi puntuale delle importanti riforme sia in materia fiscale, come la reintroduzione del falso in bilancio, la lotta all’evasione e l’autoriciclaggio, sia per il mercato del lavoro, come la decontribuzione per le nuove assunzioni e il jobs act. Richetti, entrando poi nel merito della mozione, ha sottolineato come sia fondamentale, da un lato, proseguire sulla strada delle riforme, ma attuando dei correttivi laddove necessario,a partire da un metodo maggiormente inclusivo, che sappia intercettare esigenze delle diverse realtà e, dall’altro ricreare un rapporto fiduciario tra la politica, i partiti e la società, affermando con passione, in chiusura d’intervento, come: “far emergere gli interessi e i bisogni collettivi prima di quelli individuali che riguardano singolarmente ognuno di noi sia la sfida più grande che abbiamo di fronte”.


Il confronto durato sino alle 21, ha visto un grande numero di interventi dalla platea, cui Richetti non si è sottratto, affrontando con grande pacatezza e coinvolgimento anche le richieste volte a ribadire la necessità di migliorare il funzionamento del partito e l’azione di Governo e si è concluso in maniera costruttiva, rafforzando la convinzione nei presenti della necessità di sostenere il 30 aprile la candidatura di Matteo Renzi.


Della sala affollata, che contava, tra gli altri, anche gli attuali sindaci di Albano (Nicola Marini) e Velletri (Fausto Servadio), e l’ex sindaco di Ariccia (Emilio Cianfanelli) e della grande partecipazione si è detto molto soddisfatto l’ex sindaco di Genzano Flavio Gabbarini, che ha fatto gli onori di casa: “iniziative come quelle di questa sera contribuiscono a riavvicinare il Partito alla nostra comunità sul territorio, dando spazio a una discussione e a un dialogo vero nel merito delle questioni”.    


Grande soddisfazione per la riuscita dell’evento anche nelle parole di Marco Costantini, coordinatore della mozione Renzi-Martina per Genzano. “Richetti si è detto da subito disponibile ed ha accettato con entusiasmo il nostro invito. Il successo dell’iniziativa e la presenza di tanti ragazzi e cittadini di altre città testimoniano il grande lavoro che come gruppo stiamo facendo sul territorio per riavvicinare i cittadini alla politica e il partito ai cittadini”.


Aggiornamenti e informazioni circa le attività del gruppo Genzano per Renzi su: https://www.facebook.com/GenzanoperRenzi/#
 

Print Friendly, PDF & Email

Metropoli

Bracciano, picchia la compagna in albergo: carabinieri arrestano pregiudicato

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

BRACCIANO (RM) – I Carabinieri della Sezione Radiomobile di Bracciano hanno arrestato un 35enne italiano, con precedenti specifici, poiché responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni gravi.

L’uomo era in vacanza a Bracciano con una donna che aveva conosciuto recentemente, ed alloggiava presso una struttura ricettiva del posto. Nella notte, ubriaco ed al culmine di un litigio scoppiato molto probabilmente per gelosia ha vessato ed aggredito a mani nude la compagna.

Grazie all’immediata segnalazione del portiere dell’albergo, i Carabinieri sono riusciti ad intervenire rapidamente ed a fermare l’aggressore.

La vittima è stata prontamente soccorsa ed accompagnata al pronto soccorso, ove è stata medicata e dimessa con svariati giorni di prognosi.

L’uomo è stato arrestato e trasferito al carcere di Civitavecchia.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Ciampino, sequestrati beni mobili e immobili per un valore di oltre 3,5 mln di euro a un noto pregiudicato

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

CIAMPINO (RM) – Un ingente patrimonio – costituito da 15 immobili, autovetture e disponibilità finanziarie, per un valore complessivo di circa 3,5 milioni di euro – nella disponibilità di un pregiudicato abitualmente dedito a reati contro il patrimonio e allo spaccio di sostanze stupefacenti, è stato definitivamente confiscato dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale capitolino a conclusione di un lungo iter giudiziario.

Tra i beni acquisiti al patrimonio dello Stato, disseminati tra le province di Roma, Latina e Chieti, figurano una lussuosa abitazione ubicata a San Salvo (CH), vari cespiti situati a Ciampino, Marino e Roma, oltre a depositi, conti correnti bancari e quote di fondi di investimento.

Le indagini svolte dai militari della Compagnia di Frascati hanno permesso di accertare, oltre all’elevata pericolosità sociale dell’uomo, gravato da precedenti per furto, ricettazione e spaccio di droga, una rilevante sproporzione tra le ricchezze accumulate e i redditi dichiarati al Fisco, presupposti che hanno consentito alla competente Autorità Giudiziaria di disporre prima il sequestro (nel 2017) e, successivamente, la confisca dei beni posseduti. Nei confronti del soggetto è stata inoltre disposta la misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza e dell’obbligo di soggiorno per 5 anni. L’esecuzione del provvedimento ablativo riveste un rilevante valore sociale perché restituisce alla collettività beni illecitamente acquisiti dalla criminalità.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Nemi, viaggio tra i tesori di Luciano Mastrolorenzi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

NEMI (RM) – Le più recenti opere di Luciano Mastrolorenzi sono inserite nel paesaggio urbano del comune di Nemi, luogo caro al maestro fin dall’infanzia e nel quale di recente ha deciso di stabilirsi per vivere e lavorare.

CLICCARE SULLA FOTO PER GUARDARE IL VIDEOSERVIZIO

Il video servizio trasmesso a Officina Stampa del 19/9/2019

All’ingresso del borgo, in piazza Roma, si può ammirare la fontana della Diana cacciatrice, le due teste di Leone da cui sgorga l’acqua nell’antica fontana sul corso principale del paese, quindi l’erma di Caligola, la fontana della Gorgone, accanto al castello Ruspoli e ultima opera in ordine cronologico, il gruppo bronzeo della Grande Madre, divinità pagana venerata anticamente nell’area del bosco nemorense.

Luciano Mastrolorenzi nasce a Roma il 27 marzo 1929; in gioventù frequenta la scuola libera di nudo presso l’Accademia di Belle Arti della Capitale, ma presto dal disegno passa alla scultura, inizialmente con bassorilievi lavorati a sbalzo su lastre di argento e oro per poi passare alla creta e al bronzo.

Proprio grazie alla maestria nella lavorazione di questo metallo e al recupero della tecnica di fusione a cera persa, all’artista è stata affidata nel 1980 la ricostruzione delle due porte in bronzo del Duomo di Colonia in Germania, distrutte durante la seconda guerra mondiale.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Settembre: 2019
L M M G V S D
« Ago    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it