Connect with us

Calcio

Juventus fuori dalla Champions: in fumo 299 milioni

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

La sconfitta di ieri in Champions League con l’Ajax è costata 299 milioni di euro alla Juventus in termini di capitalizzazione di Borsa. Il titolo ha perso infatti il 17,% a euro, riducendo il valore del club bianconero da 1.7 a 1,42 miliardi di euro. Bene invece la squadra vincente, che ha guadagnato l’8,45% a 18,6 euro sulla piazza di Amsterdam.
Massimiliano Allegri ha concesso un giorno di riposo ai giocatori della Juventus. Dopo l’eliminazione dalla Champions League, oggi dunque i bianconeri non scenderanno in campo. Ronaldo e compagni torneranno ad allenarsi giovedì in vista della partita di sabato contro la Fiorentina, che potrebbe regalare loro l’ottavo scudetto consecutivo. Per tagliare il traguardo basta un pareggio.

Addio, almeno per quest’anno, di Cristiano Ronaldo all’Europa ma anche tanto merito dell’Ajax. Così la stampa straniera vede la partita di ieri sera all’Allianz Stadium di Torino, in cui i ragazzi olandesi hanno eliminato i campioni d’Italia dalla Champions League. Lo sottolinea, ad esempio, il quotidiano sportivo francese L’Equipe, che titola “Una giovinezza trionfale” in riferimento all’Ajax e al gioco espresso anche sul campo della Juve. Celebrazione dei biancorossi di Amsterdam, com’era ovvio aspettarsi, anche da parte dell’olandese De Telegraaf, che apre con un “Sensazionale Ajax in semifinale”. La stampa spagnola mette al centro dell’attenzione anche l’ex idolo della Madrid ‘merengue’ Cristiano Ronaldo: secondo As “l’Ajax elimina Cristiano”. Il giornale sportivo di Madrid sottolinea anche che “il gioco dell’Ajax incanta l’Europa”. Onore agli olandesi per Marca che titola, ricordando anche quanto successo negli ottavi al Bernabeu, “Il calcio totale dell’Ajax abbatte anche la Juve”. A Barcellona cominciano a temere la squadra di Ten Haag e infatti il Mundo Deportivo sottolinea che “l’Ajax spaventa l’Europa e cancella dalla mappa la Juventus e Cristiano”.
Il britannico Times spiega invece che “La gioventù senza paura dell’Ajax manda a casa Ronaldo”, mentre il Telegraph scrive che “L’Ajax stordisce la Juventus per raggiungere la semifinale di Champions con una splendida vittoria in rimonta a Torino”. Il Daily Express mette in risalto la grande prova di Messi contro il Manchester United, ma dà spazio anche all’eliminazione della Juve: “Ronaldo fuori, l’Ajax dà una batosta alla Juve”.

La Juventus saluta la Champions League. I bianconeri sono stati eliminati dall’Ajax, battuti 2-1 nella gara di ritorno dei quarti di finale allo Stadium di Torino, dopo l’1-1 dell’andata ad Amsterdam. Alla rete di Ronaldo replicano Van de Beek e De Ligt, che trascinano gli olandesi in semifinale. Il Barcellona si qualifica per le semifinali della Champions League, eliminando il Manchester United. Nella partita di ritorno dei quarti i blaugrana si sono imposti 3-0 sui Red Devils grazie alla doppietta di Messi nel primo tempo e alla rete di Coutinho al 16′ della ripresa: all’andata in Inghilterra era finita 1-0 per i catalani.

Forse mai nessuna squadra, neppure il Barcellona di Messi o il Real Madrid quando aveva Ronaldo, era stata così bella e vincente all’Allianz Stadium bianconero come lo è stato l’Ajax. La Juve di Ronaldo, preso da Andrea Agnelli proprio per vincere la Champions, si deve inchinare a una squadra guidata da un allievo di Guardiola che ripete l’impresa di Madrid strappando il posto in semifinale ai bianconeri. Il calcio dell’Ajax è stato splendido con tutti i suoi interpreti che quando fanno un colpo di tacco non è mai lezioso, ma per liberare un uomo in area. La vera carica della Juve è durata una manciata di minuti, ma solo Szczesny, superlativo almeno due volte, e Ronaldo, sono stati pari alle attese, Gli altri, chi più chi meno, Dybala sopratutto, sono naufragati, di fronte all’Ajax che il pallone lo nasconde, lo fa viaggiare, corre e difende. L’immagine del Ronaldo abbacchiato e ammonito per un fallo a centrocampo, ultima istantanea del match prima della festa olandese, è l’emblema di una serata che gli juventini non pensavano di dover vivere.

“La squadra ha fatto bene non ho nulla da rimproverare ai ragazzi, dispiace per il secondo tempo: l’Ajax ha meritato il risultato e il passaggio di turno. Col presidente avevamo parlato due giorni fa e lo faremo ancora: gli avevo detto che sarei rimasto, programmeremo il futuro insieme”. Massimiliano Allegri si rilancia nel progetto Juve e lo dice dopo la deludente eliminazione dei bianconeri in Champions. “Abbiamo tanti giovani che devono fare esperienza – ha aggiunto il tecnico a Sky – e lavoreremo per questo”.

“E’ stata una bella partita, ha meritato ampiamente l’Ajax e si è visto sul campo. Da parte nostra c’è la consapevolezza che negli ultimi anni stiamo stabilmente nei quarti di Champions”. Il n.1 della Juve, Andrea Agnelli, rende merito agli olandesi e rilancia il progetto bianconero. “Ora loro sono una seria pretendente al titolo – dice a Sky -, avevamo più favori del pronostico noi ma il calcio è questo. La Champions era un obiettivo e lo sarà anche l’anno prossimo, è un undici che può crescere con Allegri in panchina. Con lui ci vedremo e ridiscuteremo il contratto”.

LA CRONACA DA TORINO

90′ È FINITA! L’Ajax batte la Juve e approda alle semifinali di Champions League.
90′ Cartellino giallo per Ronaldo.
89′ Tre minuti di recupero!
89′ Cambio per l’Ajax: fuori Ziyech, dentro Huntelaar.
88′ Rimane a terra Tadic dopo uno scontro con Rugani. L’attaccante dell’Ajax sembra comunque in grado di proseguire.
85′ Cancelo commette fallo in attacco: calcio di punizione per l’Ajax.
82′ Primo cambio per l’Ajax: fuori Sinkgraven, dentro Magallan.
80′ Gol di Ziyech! Ma è fuorigioco! L’arbitro annulla il 3-1 dell’Ajax.
78′ RONALDO! Colpo di testa centrale: parata facile per Onana.
74′ NERES SI DIVORA IL GOL DEL 3-1! David Neres calcia fuori a pochi passi da Szczesny, che errore!
72′ Onana sbaglia il rinvio: rimessa laterale per la Juve.
69′ Cartellino giallo a Emre Can per proteste.
68′ Il difensore olandese stacca più in alto di tutti su calcio d’angolo: ora alla Juve servono due gol per passare!
67′ GOL DI DE LIGT! 2-1!
64′ Secondo cambio per la Juve: fuori De Sciglio, dentro Cancelo.
63′ INTERVENTO PROVVIDENZIALE DI PJANIC! Il bosniaco anticipa in scivolata Tadic, che avrebbe calciato a porta completamente vuota.
61′ KEAN! Ronaldo allarga per Kean che calcia di prima intenzione: palla fuori non di molto!
57′ VAN DE BEEK! Tiro diretto all’incrocio dei pali: altra super parata di Szczesny!
56′ RONALDO! Palla alta, sopra la traversa.
55′ La Juve si fa vedere in avanti: calcio d’angolo.
53′ MIRACOLO DI SZCZESNY! Intervento super del portiere polacco sul tiro a botta sicura di Tadic!
52′ Colpo di testa di Blind che termina lontano dalla porta di Szczesny. Rimessa dal fondo.
51′ VAN DE BEEK! Tiro deviato da Rugani: calcio d’angolo per l’Ajax.
48′ Intervento provvidenziale di De Ligt che impedisce a Kean di calciare in porta!
46′ SECONDO TEMPO!
45′ Termina la prima frazione! Van De Beek risponde alla rete iniziale di Cristiano Ronaldo: 1-1!
44′ Saranno cinque i minuti di recupero!
43′ Fuorigioco di Neres: calcio di punizione per la Juve. Poco più di un minuto dal termine del primo tempo.
40′ Neres supera in velocità De Sciglio ma non riesce a tenere il pallone in campo. Rimessa dal fondo per la Juve.
38′ RISCHIA SZCZESNY! Il portiere polacco colpisce Van De Beek sul rinvio e per poco non combina il guaio!
35′ Van De Beek porta il risultato in assoluta parità!
34′ GOL DI VAN DE BEEK! 1-1!
32′ RONALDO! Tiro alto, sopra la traversa.
29′ Colpo di testa vincente di Ronaldo: nulla da fare per Onana!
28′ CRISTIANO RONALDO!!! JUVE IN VANTAGGIO!
27′ VELTMAN! Tiro che termina a lato non di poco.
25′ Pjanic cerca di servire Dybala in profondità, ma è bravo Blind ad intervenire sul pallone e far ripartire l’azione.
25′ Pjanic cerca di servire Dybala in profondità, ma è bravo Blind ad intervenire sul pallone e far ripartire l’azione.
22′ DYBALA! La Juve risponde con un tiro dalla distanza della Joya: Onana blocca il pallone.
20′ VAN DE BEEK! Spara alto a pochi passi da Szczesny: che brivido per la Juve!
18′ Bernardeschi non riesce a servire Ronaldo in profondità: l’Ajax riparte da Onana.
15′ Bernardeschi sbaglia il cambio campo per Alex Sandro. Il brasiliano riesce però a rimediare e a guadagnarsi una rimessa laterale.
13′ Calcio di punizione battuto male da Ziyech: tutto facile per Szczesny.
12′ Emre Can commette fallo su Schone: calcio di punizione per l’Ajax.
10′ Mazraoui non ce la fa: al suo posto Sinkgraven.
7′ Problemi alla caviglia per Mazraoui che potrebbe chiedere il cambio.
5′ RISCHIA ONANA! Il numero uno dell’Ajax tarda a rinviare il pallone e per poco non favorisce l’intervento di Emre Can.
4′ Contatto Bernardeschi-De Ligt in area di rigore! L’arbitro lascia proseguire!
3′ Pressing alto della Juve, l’Ajax fatica ad uscire dalla propria metà campo.
1′ PARTITI!
0′ Le squadre stanno per scendere in campo: tra pochi minuti si comincia!
0′ Ancora dal 1′ la coppia Bonucci-Rugani al centro della difesa, a centrocampo Pjanic sarà spalleggiato da Emre Can, assente all’andata, e Matuidi
0′ A sorpresa Allegri schiera dal 1′ De Sciglio al posto di Cancelo, assist man dell’andata. Dybala in attacco insieme a Ronaldo e Bernardeschi
0′ Così l’Ajax: (4-2-3-1) Onana; Veltman, De Ligt, Blind, Mazraoui; Schone, De Jong; Ziyech, Van de Beek, Neres; Tadic.
0′ Ecco la formazione ufficiale della Juventus: (4-3-3) Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Can, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi, Dybala, Ronaldo.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Calcio

Rocca Priora (calcio, I cat.), Halauca e la “finale” col Labico: “Bisognerà usare la testa”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Rocca Priora (Rm) – Il Rocca Priora è a un passo dal sogno. La squadra di mister Paolo Lunardini ha bisogno di un punto nell’ultimo match di campionato, quello casalingo contro la Dinamo Labico che si giocherà sabato alle ore 16. La squadra ospite, perdendo lo scontro diretto di domenica scorsa contro il Crystal Pioda, dovrà giocarsi al “Montefiore” le speranze residue speranze di salvezza diretta e dunque la sfida si preannuncia ricca di significati forti. “Dovremo scendere in campo con la massima lucidità – dice il capitano Alexandru Gabriel Halauca – Non dovremo andare all’arrembaggio senza criterio, anche se non faremo calcoli basandoci sul fatto che ci potrebbe bastare un punto per vincere il campionato: non fa parte della nostra mentalità”. L’attaccante classe 1988, che ha segnato 19 gol in stagione, presenta le difficoltà della partita. “La Dinamo Labico ci ha fatto sudare parecchio anche all’andata quando vincemmo per 1-0 con una mia rete, anche se siamo convinti che al “Montefiore” sarà un’altra storia. I miei gol? Spero che ne arrivino altri sabato, ma che soprattutto siano pesanti per il risultato finale”. Lo slittamento dell’ultima giornata (in attesa del recupero tra la stessa Dinamo Labico e il Crystal Pioda) ha creato ulteriore “suspance” per il verdetto finale. “Avremmo preferito giocare subito per chiudere il discorso, ma ormai è andata così – rimarca Halauca – La squadra è carica, ha tanto entusiasmo e si sente vicina al coronamento di un sogno. D’altronde eravamo partiti con l’obiettivo di una tranquilla salvezza e invece gara dopo gara ci siamo accorti che avremmo potuto competere per i vertici della classifica. Ora ci siamo e abbiamo tanta fiducia di riuscire a spuntarla sabato”. Al “Montefiore” è attesa una cornice di pubblico importante, favorita pure dall’anticipo al sabato. “Sicuramente ci sarà tanta gente a vederci e noi vogliamo rendere speciale questa giornata” conclude Halauca.



Print Friendly, PDF & Email
Continua a leggere

Calcio

Casilina (calcio, I cat.), Pepaj e il 2-2 con Semprevisa: “Abbiamo chiuso con dignità il campionato”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Roma – E’ finita la stagione tremenda del Casilina. La squadra di mister Marco Piccirilli ha concluso all’ultimo posto il girone F di Prima categoria al termine di un’annata beffarda. Nell’ultimo appuntamento ufficiale i capitolini hanno trovato un pareggio esterno per 2-2 sul campo della Semprevisa. “Abbiamo chiuso con dignità questa incredibile annata” commenta il giovane centrocampista classe 2000 Lorenzo Pepaj, che ha portato inizialmente in vantaggio la sua squadra trovando tra l’altro il suo primo gol in assoluto in prima squadra. “Ho cominciato qui al Casilina e ho fatto tutta la trafila delle giovanili fino ad arrivare quest’anno a giocare con i grandi. E’ stato mister Piccirilli, che l’anno scorso mi aveva allenato con la Juniores, a decidere di aggregarmi nel gruppo della Prima categoria e devo dire che mi ha dato molta fiducia nel corso della stagione. Dal punto di vista personale sono contento dell’esperienza vissuta, anche se avrei ovviamente preferito un risultato di squadra diverso”. Tornando alla partita di Carpineto, Pepaj racconta cosa è accaduto dopo il gol del vantaggio da lui realizzato. “Dopo lo 0-1 c’è stata la reazione dei padroni di casa che poco prima dell’intervallo hanno segnato il gol del pari, ma subito dopo siamo tornati avanti con un rigore di Furfaro. Nella ripresa a un quarto d’ora dalla fine la Semprevisa ha siglato la rete del definitivo 2-2”. Pepaj prova a spiegare i motivi della sofferta stagione del Casilina. “Si poteva fare sicuramente meglio perché la squadra ha qualità, ma probabilmente è mancato il giusto spirito di squadra che è fondamentale soprattutto per le compagini che devono lottare per la salvezza. E poi questo gruppo ha indubbiamente pagato l’inesperienza per la bassa età media dei suoi calciatori”. Adesso è tempo di pensare al futuro, anche per il giovane centrocampista. “Devo verificare i miei prossimi impegni con l’università, ma non avrei problemi a giocare eventualmente anche in Seconda categoria” chiosa Pepaj.



Print Friendly, PDF & Email
Continua a leggere

Calcio

Ssd Roma VIII (calcio, Under 19 prov.), Staroccia: “I play off? L’obiettivo è provare a vincerli”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Roma – L’Under 19 provinciale della Roma VIII conquista un buon pareggio (3-3) sul campo dell’Atletico Monteporzio, penultimo turno della stagione che per i capitolini avrà una “coda” ai play off. “Una partita che non abbiamo affrontato con la massima concentrazione visto che avevamo già in tasca l’obiettivo della post-season – dice il centrocampista classe 2000 Matteo Staroccia, autore del gol del definitivo pareggio – In ogni caso abbiamo giocato un buon primo tempo, passando in vantaggio col gol di Marrazzi. Abbiamo mancato il raddoppio in alcune occasioni, poi nel finale di frazione c’è stato un black-out che ci è costato il sorpasso dei padroni di casa. Nella ripresa abbiamo pareggiato i conti con la rete di Colasuonno, ma l’Atletico Monteporzio è tornato in vantaggio prima del mio gol a un quarto d’ora dalla fine circa che è valso il definitivo 3-3”. L’Under 19 provinciale della Roma VIII giocherà un’ultima gara di campionato contro lo Sporting San Cesareo in casa. “Un match da affrontare con tranquillità, un buon allenamento in vista dei play off”. In cui la squadra di mister Massimiliano Mancuso ha tutte le intenzioni di essere protagonista. “L’obiettivo è provare a vincere i play off – spiega Staroccia – La nostra stagione è abbastanza semplice da analizzare: questo è un gruppo totalmente nuovo che nella prima parte ha avuto bisogno di tempo per compattarsi e conoscersi, poi la squadra ha trovato una quadratura e nella seconda parte ha fatto molto bene. Per questo ai play off possiamo giocarci le nostre carte”. L’ex centrocampista di Castelverde e Atletico Torrenova (dove ha giocato nella categoria Elite), che ha collezionato anche un paio di convocazioni in prima squadra (senza esordire), conclude parlando della sua stagione. “Volevo un’annata meno “impegnativa” rispetto al periodo vissuto nell’Elite a Torrenova – dice Staroccia – Mi sono trovato molto bene in questo gruppo formato da ragazzi per bene che hanno vissuto l’impegno con divertimento e serietà al tempo stesso”.



Print Friendly, PDF & Email
Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Maggio: 2019
L M M G V S D
« Apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it