Connect with us

Sport

Marino Pallavolo, la ricetta della Del Monte: “Under 11, 12 e 13 devono giocare subito e molto”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Marino (Rm) – Sono il cuore pulsante di un movimento pallavolistico in costante ascesa. L’Under 11, 12 e 13 del Marino Pallavolo sono state affidate anche quest’anno alla competenza e alla professionalità di coach Giulia Del Monte che parla della filosofia del club castellano per questa specifica fascia d’età: “Siamo convinti che è fondamentale fare giocare subito e il più possibile questi ragazzi, in modo da farli maturare sul campo”. Il tecnico entra nello specifico descrivendo i gruppi a sua disposizione: “Arriviamo da una stagione davvero esaltante in cui la “vecchia” Under 13 è diventata campione territoriale e vice campione regionale nel 3×3, ma anche vice campione territoriale nel 6×6. Di quel gruppo sono rimasti solo alcuni ragazzi, gli altri sono passati alla categoria superiore per motivi anagrafici. Il nuovo gruppo è molto numeroso e si affaccia all’agonismo con tanta determinazione: a questa età si inizia a fare pallavolo sul serio. Anche la “vecchia” Under 12 si è tolta soddisfazioni importanti l’anno scorso vincendo il titolo di campione territoriale 4×4. Diversi ragazzi hanno fatto il salto nell’Under 13 che comincerà tra un mese, ma giocheranno sotto età anche il campionato Under 15 (che inizierà tra un paio di settimane), ben sapendo che ci sarà da soffrire, ma che sarà comunque un momento di esperienza. La “nuova” Under 12 ha un organico ricchissimo in termini numerici: ci sono diversi ragazzi nuovi che si affacciano alla pallavolo per la prima volta e altri che hanno già concetti di volley. La crescita generale del gruppo sarà più veloce in questo modo”. Poi c’è il gruppo dell’Under 11: “Comprende i nati tra il 2013 e il 2016 e anche in questo caso sono davvero tanti i tesserati. Compatibilmente con le regole federali potremo far provare loro un’esperienza nell’Under 12 o semplicemente nei “torneoni” di VolleyS3 (minivolley, ndr)”. Per la Del Monte è iniziato il sesto anno al Marino Pallavolo: “C’è piena sintonia con l’ambiente e una proficua collaborazione con Stefano Vazzana (che gestisce i gruppi delle categorie immediatamente superiori, ndr) e con tutti gli altri componenti dello staff”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sport

Polisportiva Borghesiana (volley), il bilancio di Loreti: “Il club cresce e i ragazzi si fidelizzano”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Roma – Tempo di bilanci per il settore volley della Polisportiva Borghesiana e in particolare per quello femminile. A parlarne è il direttore tecnico Stefano Loreti che ha guidato anche la prima squadra allo “storico” ritorno in serie D: “Chiudiamo un’annata dai numeri davvero importanti, visto che abbiamo contato circa 150 ragazze dall’Under 13 alla serie D, dunque escludendo i tesserati del settore maschile, del minivolley e dell’Amatoriale. Il bilancio è molto positivo: oltre alla promozione della prima squadra, abbiamo registrato la crescita dei vari gruppi che hanno centrato quasi tutti i loro obiettivi. Una Under 18, una Under 16 e una Under 14 sono riuscite a entrare nel tabellone finale dei loro campionati e altri gruppi hanno sfiorato il passaggio in quella fase. Diverse ragazze cresciute nel settore giovanile sono entrate nel giro della Prima e Seconda divisione e questo tipo di filosofia non cambierà nemmeno in serie D. Avere la vetrina di un campionato regionale è sicuramente importante, ma lo scatto tra il territoriale e il regionale è più marcato e bisogna farsi trovare pronti. Tra gli aspetti positivi di questa stagione c’è anche quello che tante ragazzine si sono appassionate al percorso della prima squadra e quelle giocatrici sono diventate per loro un vero esempio. L’integrazione tra i gruppi qualche anno fa era decisamente inferiore e invece siamo riusciti a coinvolgere tante ragazze in varie attività societarie. Recentemente abbiamo partecipato ad un torneo a Tortoreto con ben novanta fra atleti e accompagnatori portando due gruppi maschili (un’Under 18 e un’Under 19) e sette femminili (due Under 18, due Under 16, una Under 14 e due Under 13). Gli organizzatori ci hanno riconosciuto una partecipazione corretta oltre che valida tecnicamente. Se questi passi avanti sono stati compiuti, comunque, va dato atto alla società che continua a darci costantemente strumenti per poter migliorare e al lavoro di tutti i collaboratori dello staff tecnico e dirigenziale che si prodigano ogni giorno per far sì che tutta la macchina organizzativa funzioni al meglio”.
Intanto è partito il centro estivo della Polisportiva Borghesiana: “Quest’anno ha una nuova formula ed è curato da Giuliana Montaldi – spiega il presidente Stefano Criscuolo – E’ partito un po’ a rilento, ma già sta ricevendo complimenti per le nuove iniziative che si stanno mettendo in campo e la prossima settimana arriverà anche la piscina. Come è ovvio, sarà un centro estivo all’insegna dello sport dove i ragazzi e le ragazze si cimenteranno in varie attività e giochi, poi ogni settimana ci sarà una sorta di finale, insomma non mancheranno sport e divertimento”.


Continua a leggere

Sport

Ssd Colonna (calcio), Rossi e la futura Under 17 provinciale: “Ragazzi di buona qualità, ho fiducia”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Colonna (Rm) – Il Colonna ufficializza il primo tassello tecnico per la nuova stagione del settore giovanile agonistico. Si tratta di mister Massimiliano Rossi che nell’annata appena conclusa ha guidato l’Under 18 regionale e nel prossimo campionato sarà sulla panchina dell’Under 17 provinciale, ovvero il gruppo 2008. “Conosco abbastanza bene i ragazzi: sono abituato ad andare a vedere le partite delle altre categorie della società in cui alleno e quindi ho seguito anche loro. Sono cresciuti nel tempo arrivando a metà classifica nel campionato Under 16 provinciale, ma secondo me hanno ancora margini di crescita. Un gruppo che ha mostrato buone qualità e probabilmente ha ottenuto meno di quanto meritava, perdendo alcuni punti per strada a causa di qualche particolare che spesso fa la differenza. Quell’organico, comunque, rappresenta una buona base di partenza e siamo già al lavoro per rinforzarlo e migliorarlo con i giusti innesti. A tal proposito stiamo facendo alcuni allenamenti congiunti settimanali con i 2007 e i 2009, chi fosse interessato può venire a conoscerci direttamente al campo ovviamente col nullaosta della società di provenienza qualora ci sia in corso un tesseramento con altri club”. Rossi fa un passo indietro per tracciare il bilancio dell’annata con l’Under 18 regionale: “Questo tipo di campionato, che ha un buon livello tecnico, viene affrontato per preparare i ragazzi alla categoria Under 19. Le cose, a livello di risultati, non sono andate benissimo perché il gruppo è stato condizionato da alcuni infortuni, anche gravi, che hanno fatto venir meno qualche elemento importante e che non hanno permesso alla squadra di allenarsi con la giusta costanza. Comunque diversi ragazzi sono stati convocati con l’Under 19 regionale e questo è stato sicuramente un obiettivo importante centrato”. Rossi si è ormai calato totalmente nell’ambiente del Colonna visto che il prossimo sarà il quarto anno per lui in questo club: “Ho trovato delle persone fantastiche in queste stagioni e un clima sereno in cui poter portare avanti la mia idea di calcio. Caratterialmente sono abbastanza spigoloso, ma in questa società mi trovo davvero benissimo e riesco a esprimermi nel migliore dei modi”.


Continua a leggere

Sport

Ora è ufficiale: da Football Club Frascati a Lvpa Frascati. Il primo colpo è il ds dell’agonistica Orlandi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – Torna in auge il nome di Lvpa Frascati. Come promesso dal neo proprietario del Football Club Frascati Giammarco Raparelli sin dalle prime dichiarazioni, tra qualche giorno il ritorno della storica denominazione sarà ufficiale. “Il nome della Lvpa è storicamente legato al calcio della città di Frascati e la piazza merita di poterlo tornare a “leggere” ovunque. In passato c’è stato qualche tentativo in tal senso, ma si è dissolto nel giro di qualche anno al massimo. La nostra voglia, invece, è quella di dare continuità al progetto e quindi anche allo storico nome della Lvpa Frascati. Sin da quando ho rilevato la proprietà del Football Club Frascati, ho avuto questo obiettivo in testa e ora stiamo per realizzarlo”. Il primo colpo ufficiale sotto la nuova denominazione è l’ingresso all’interno dell’organigramma di Leonardo Orlandi, frascatano doc che ha già lavorato in passato con la Lupa e che assumerà la carica di direttore sportivo del settore agonistico, oltre che di tecnico della nuova Under 19 regionale. “Sono andato via dalla “vecchia” Lupa quattro anni fa, quando coprivo un ruolo di supporto all’allora direttore sportivo Gianni Santorelli – racconta il neo ds dell’agonistica – Ma il mio obiettivo è stato sempre quello di “tornare a casa”, anche se attendevo di essere coinvolto da una società che avesse piena fiducia nel sottoscritto. L’impatto col presidente Raparelli è stato subito convincente: è un imprenditore giovane che si è imposto con la sua azienda e che sa di calcio. Abbiamo molte idee simili sul modo di portare avanti le strategie di un club e questo facilita le cose. Raparelli vuole il bene del calcio frascatano e lo sta già dimostrando in questi primi mesi di gestione”. Il quadro degli allenatori del futuro settore giovanile agonistico tuscolano è già quasi definito: “Siamo ai dettagli e ufficializzeremo i nomi nelle prossime settimane” conferma Orlandi che poi rivela gli obiettivi della Lvpa Frascati per questa stagione: “Riuscire a conquistare una categoria d’Elite sarebbe una cosa soddisfacente, fare “doppietta” sarebbe un sogno. Ripartiamo da un gran numero di ragazzi e questa è una buona base: dobbiamo cercare di aumentare la qualità per essere competitivi nelle categorie in cui giocheremo. Non rinunceremo ai secondi gruppi perché vogliamo dare modo ai ragazzi meno pronti di crescere e magari essere coinvolti nelle prime squadre a stagione in corso o in futuro. D’altronde Frascati è una piazza dalle potenzialità importantissime”. La chiusura di Orlandi riguarda il gruppo dell’Under 19 regionale che andrà ad allenare: “Sarà composto da una parte del gruppo che ha disputato l’Under 18 nella stagione appena conclusa, ovviamente con l’integrazione di qualche ragazzo. So quanto è complicata questa categoria: arrivo da un secondo posto nel campionato regionale Under 19 sulla panchina dell’Atletico Monteporzio che desidero ringraziare per la bella annata vissuta, in particolare il presidente Fabrizio Terenzi a cui avrei voluto lasciare un titolo Elite”.


Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

I più letti