Connect with us

Roma

METRO C: DESERTA E CON INFILTRAZIONI D'ACQUA

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti A quattro giorni dall’apertura, il tour de L'Osservatore d'Italia da capolinea a capolinea

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

 

Una metropolitana di 4 giorni, e ripeto quattro giorni, non può permettersi uno scenario del genere.

 

di Maurizio Costa

Roma – Inaugurata in pompa magna dal sindaco di Roma, Ignazio Marino, la Metro C soffre già l’usura del tempo. A soli quattro giorni dall’apertura al pubblico, alcune stazioni hanno grandi infiltrazioni d’acqua, che allagano in modo considerevole i pavimenti delle varie fermate. Inoltre, poca gente usufruisce del servizio metropolitano, che forse non è così utile come sembra. Abbiamo fatto un giro sulla metro c, da capolinea a capolinea, e abbiamo documentato lo stato delle stazioni e delle banchine.

Partendo dalla fermata di Torre Angela, abbiamo notato la prima infiltrazione d’acqua. Poco dopo l’entrata, l’acqua scende a gocce dal soffitto, passando per il controsoffitto e all'interno delle capsule di plastica delle lampade che illuminano la banchina.

Alcune luci sono state danneggiate dall’acqua e sono già spente. La grande pozza che si crea a causa dell’infiltrazione risulta essere molto pericolosa e scivolosa per le persone che transitano. Inoltre, l’acqua allaga anche il percorso per ciechi, che naturalmente rischiano maggiormente non potendo percepire il pericolo.

Anche a Torrenova l’acqua invade la banchina. Questa volta proviene da fuori ma la storia è sempre la stessa. Una metropolitana di 4 giorni, e ripeto quattro giorni, non può permettersi uno scenario del genere.

I treni sono nuovi e puntuali (tempo di attesa massimo di 12 minuti), ma qui si mette a rischio la sicurezza dei passeggeri, che, tra l’altro, sono davvero pochi. Viaggiando per due ore abbiamo subito notato come i treni fossero semi-deserti e infatti i dati ci danno ragione: in un’ora transitano solamente 860 passeggeri contro una media delle metropolitane del mondo di 24mila utenti l’ora. Questo anche perché il tratto di Metro C aperto al pubblico va da Monte Compatri Pantano a Centocelle e non è collegato con il centro della capitale.

Un addetto della metropolitana ci ha anche spiegato che i treni non hanno una frequenza molto alta perché alle stazioni di Parco di Centocelle e di Alessandrino non ci sono due banchine, una per l’andata e una per il ritorno, e quindi i convogli sono costretti a degli scambi che rallentano il servizio. “Quando aprirà Piazza Lodi – continua l’addetto – avremo un treno ogni 6 o 7 minuti.” La metà del tempo. Ci hanno anche proibito di fare le foto perché “poi sappiamo come va a finire."

La situazione è veramente sconvolgente e vogliamo denunciare con questo reportage fotografico i lavori fatti alla buona per tirare su la Metro C e che ci sono costati 3,7 miliardi di euro.

Roma

Roma, Eur Torrino: tentano di rapinare un anziano mentre passeggia: in manette coppia senza fissa dimora e con precedenti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

ROMA – Stava passeggiando tranquillamente, quando, all’improvviso, è stato afferrato alle spalle da una donna che ha tentato di portargli via il portafogli. Il malcapitato un anziano di 88 anni che è stato salvato dai Carabinieri che in quel momento stavano pattugliando la zona e hanno notato la scena da lontano.

I militari sono intervenuti immediatamente arrestando la donna, una cittadina romena di 38 anni, che tentava di fuggire salendo sull’auto del suo complice, ma entrambi sono stati bloccati dai Carabinieri. In manette è finito anche l’uomo un 36enne sempre di nazionalità romena.

I due in Italia senza fissa dimora e con precedenti, dovranno ora rispondere di tentata rapina. Subito dopo, i Carabinieri hanno soccorso la vittima, che non ha riportato conseguenze fisiche nell’aggressione e non ha richiesto l’intervento di personale medico.

L’auto su cui gli indagati stavano viaggiando, una berlina di grossa cilindrata, è stata sequestrata e affidata in custodia giudiziale. L’arresto dei cittadini romeni è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria.

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, trovato un uomo impiccato sul lungo lago: è giallo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

BRACCIANO (RM) – Giallo sul lago di Bracciano, dove questa mattina è stato trovato un uomo impiccato. A fare la macabra scoperta una signora mentre passeggiava sul lungo lago Argenti.

L’uomo era legato ad una corda, esanime, sul patio di un ristorante all’altezza del civico 20.
Ancora ignota l’identità del cadavere, apparentemente sembra una persona del Nord-Est Europa. La salma si trova al momento presso l’ospedale Padre Pio di Bracciano. Con tutta probabilità l’autorità giudiziaria disporrà l’autopsia. Sul caso indagano i Carabinieri della Compagnia di Bracciano comandati dal Capitano Simone Anelli.

Continua a leggere

Metropoli

Canale Monterano, antiche ricette e tradizione: dopo due anni di fermo torna “La Sagra delle Fettuccine Paesane”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

24-25-26 giugno 2022

CANALE MONTERANO (RM) – Torna la Sagra delle Fettuccine a Canale Monterano, il borgo situato a nord della Capitale a pochi chilometri dal lago di Bracciano. Dal 24 al 26 giugno si potrà degustare questa pasta all’uovo “de na vorta”, rigorosamente lavorata a mano dalle nonne del paese portatrici delle antiche ricette della tradizione e dando vita ad uno dei piatti più celebri e gustosi della cucina del borgo e dell’intera regione Lazio.

Dopo due anni di fermo, a causa dell’emergenza pandemica – le donne delle varie contrade di Canale Monterano torneranno a creare diversi tipi di fettuccine in abbinamento a diversi tipi di sughi che faranno immergere i visitatori nei sapori di una volta.


Un appuntamento che con La sagra delle Fettuccine Paesane che sarà anche l’occasione per visitare il borgo di Canale Monterano e la suggestiva Monterano Antica, una delle città fantasma più note del Lazio.

Continua a leggere

I più letti