Connect with us

Roma

NEMI PRIMARIE CENTRO SINISTRA, AZZURRA MARINELLI: COME SI PREPARA IL PARTITO DI NICHI VENDOLA

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti Marinelli: "Le primarie del 25 novembre sono di "coalizione" e non soltanto proprie del Pd."

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Nemi (RM) – Non ha esitato un attimo l'esponente Sel Azzurra Marinelli a mettere in chiaro che le primarie del 25 novembre sono di "coalizione" e non soltanto proprie del Pd. In un excursus di domanda – risposta Marinelli parla ad ampio raggio della preparazione di questa competizione elettorale del centro sinistra a Nemi.

La campagna per le primarie del centro sinistra è entrata nel vivo, come si prepara a Nemi il partito di Nichi Vendola?
 Nemi è un piccolo paese, è vero, ma è parte del mondo e non possiamo pensare di essere un'isola felice, un luogo “fatato”: ciò che accade a livello nazionale ed internazionale, i tagli imposti dalle ultime manovre finanziarie, la spending review, l'IMU, incidono radicalmente sulla pubblica amministrazione locale e quindi sui singoli cittadini.Gli effetti della crisi mondiale sono tangibili anche a Nemi, basta parlare con i piccoli imprenditori e gli artigiani presenti sul territorio per comprendere la portata del fenomeno. I tagli alla sanità , alla scuola, a tutti quei servizi che rendono uno stato "civile" riguardano, ovviamente, anche i cittadini nemesi. Per questo riteniamo che occorra partire dalle piccole realtà come quella di Nemi per dare all'Italia intera la possibilità di un'altra politica, sobria, onesta, fondata sui diritti di chi lavora e non sul potere di chi specula.
 
Nemi ombelico del mondo, dunque. E SEL che vuole spostare il più possibile a sinistra l’asse col PD, lo stesso PD con il quale non trovò l’accordo alle ultime amministrative.
Eh già, le amministrative… di errori ne abbiamo indubbiamente commessi un po’ da tutte le parti, ma il casus belli, vogliamo ricordarlo, fu proprio la negazione, da parte del PD, delle primarie. Il  prossimo appuntamento del 25 novembre  dà al centrosinistra di Nemi una nuova opportunità per riconoscersi, quantomeno, in quello che è un valore fondamentale per la democrazia partecipata.
 
Ricostruire il centrosinistra a Nemi? Eppure sembra che il concetto di partito stia ormai tramontando, la rete sembra sostituire la sezione, come risponde SEL a questi cambiamenti?
Riteniamo che dietro ad ogni voto ci sia una persona e privilegiamo il rapporto reale con e tra la gente a quello virtuale. Certamente facciamo uso delle nuove tecnologie, ma non ne diventiamo schiavi né integralisti fruitori, perché anche la rete nasconde molte insidie ed in seno ad essa le informazioni – e con esse il confronto costruttivo tra idee e proposte – non sono esenti dall’essere controllate o pilotate. I partiti perdono consenso, è vero, ecco perché occorre il confronto continuo con le persone, per far comprendere loro che sono proprio i cittadini a doversi riappropriare della politica, partendo dalle piccole amministrazioni. Il concetto ormai diffuso del “ sono tutti uguali” va scardinato, Nichi Vendola non è Fiorito, ha affrontato con dignità e rispetto delle istituzioni un processo e ne è uscito prosciolto. La demagogia ed il qualunquismo fanno male alla democrazia, temiamo la deriva da “setta” di alcuni movimenti perché molte persone sfiduciate possono intravedere nell’antipolitica una soluzione, mentre i sistemi dittatoriali – spacciati per democrazia diretta – lo sproloquio, gli insulti e la volgarità nulla hanno a che vedere con il bene comune.

Proposte per il futuro per Nemi?
Non abbiamo consiglieri in Consiglio comunale ma occhi vigili ed orecchie tese, continuiamo la nostra attività di controllo e di verifica sull’operato dell’amministrazione e dell’opposizione. La nostra è un’operazione continua di monitoraggio ma, soprattutto, di studio di nuove proposte ed idee, una Fabbrica dove si elaborano azioni culturali, politiche e civili. In fondo, siamo una realtà davvero nuova, sicuramente una promessa per il futuro.

tabella PRECEDENTI:


 
 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Roma

Stadio della Roma, l’impianto sorgerà a Pietralata: cantieri nel 2024

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuti
image_pdfimage_print

La giunta di Roma Capitale ha votato la delibera sul pubblico interesse del nuovo stadio della Roma. L’impianto dovrà sorgere nel quartiere di Pietralata. Lo ha annunciato in conferenza stampa in Campidoglio il sindaco Roberto Gualtieri, alla presenza del Ceo della società Pietro Berardi. “E’ una notizia importante, siamo nei tempi. Dopo la conferenza dei servizi, ora la delibera andrà in aula e con la sua approvazione finale si andrà nella fase del progetto esecutivo e si terra conto delle prescrizioni”, ha detto il sindaco di Roma Roberto Gualtieri presentando la delibera di pubblico interesse sullo stadio della Roma.”Vorremo entro il 23 l’arrivo del progetto definitivo che ci porterà alla cds definitiva che ci porterà all’ apertura dei cantieri nel ’24, per avere lo stadio in funzione nel 27, un anniversario importante per la società”.

Continua a leggere

Castelli Romani

Ciampino, manutenzione strade: continuano le asfaltature

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuti
image_pdfimage_print

Proseguono i lavori di manutenzione stradale su tutto il territorio comunale. Completato il rifacimento di via Isonzo, nel tratto compreso tra via Veneto e via Adamello, al momento i lavori di ripristino del manto stradale sono in corso su via Italia, via Trieste e via Fiume.

“Proseguono gli interventi di manutenzione di strade e marciapiedi secondo il cronoprogramma che abbiamo messo a punto d’intesa con i nostri uffici tecnici e le ditte preposte – ha spiegato l’Assessore Alessandro Silvi – In questa fase ci stiamo concentrando sul ripristino della pavimentazione nelle vie cittadine oggetto di lavori per la realizzazione della fibra. Dalla seconda metà del 2023, proseguiremo con il rifacimento straordinario delle strade di competenza comunale partendo dalle vie più ammalorate. Un lavoro intenso che ci vedrà impegnati nei diversi quartieri cittadini, dando priorità anche alle zone più periferiche. Solo per citare alcuni dei prossimi interventi: rifacimento di marciapiedi e pavimentazione stradale di via Mascagni e via Verdi, marciapiede in via Toscanini e messa in sicurezza di un tratto di via Biroli, rifacimento della pavimentazione stradale di via Marcandreola e un tratto di via Romana Vecchia, messa in sicurezza dei marciapiedi di via Genova, via Atene, via Ancona e via Potenza”.

“Stiamo lavorando per migliorare la nostra Città – ha aggiunto la Sindaca Emanuela Colella – con l’obiettivo di rendere le nostre strade più sicure per tutti gli utenti dotando al tempo stesso i diversi quartieri di una connettività ultra veloce, sicura e affidabile. Terminato l’intervento su via Isonzo, sono in corso i lavori su via Italia, via Trieste e via Fiume: in particolare quest’ultima attendeva già da tempo un importante attività di riqualificazione. Non solo, siamo già pronti a intervenire su un’altra arteria stradale del territorio: viale di Marino, dove partiremo già da domani”.

Continua a leggere

Cronaca

Roma, furti in centro storico e periferia: due persone in manette e due minorenni denunciati a piede libero

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura < 1 minuti

image_pdfimage_print
ROMA – Si intensificano sempre di più i controlli dei Carabinieri del Gruppo di Roma, mirati al contrasto di ogni forma di reato nel centro della Capitale. Più episodi hanno permesso ai militari dell’Arma di fermare in flagranza di reato persone gravemente indiziate di furto aggravato ai danni di turisti nei pressi dei luoghi di interesse storico e artistico. Due persone sono state arrestate e due minori sono stati denunciati a piede libero e poi affidati alle proprie famiglie.
Presso la fermata metropolitana “Barberini”, i Carabinieri della Stazione Roma Viale Libia hanno arrestato una 24enne di origini bosniache, con precedenti e senza fissa dimora, bloccata mentre asportava lo smartphone dalla tasca della giacca di una giovane turista inglese che attendeva l’arrivo del convoglio sulla banchina.
Sempre nella metropolitana capitolina, i Carabinieri della Stazione di Roma Viale Eritrea hanno arrestato un 54enne cubano, senza fissa dimora e con precedenti, che si era impossessato con destrezza di un telefono cellulare contenuto all’interno della tasca del pantalone di un turista italiano. Quando i Carabinieri lo hanno bloccato è stata recuperata anche la refurtiva. Per i due episodi di furto, le vittime hanno presentato regolare denuncia querela e gli arresti sono stati convalidati.
I Carabinieri della Stazione Roma Cecchignola, invece, hanno denunciato a piede libero due minori che, dopo essere entrati in un esercizio commerciale del quartiere Laurentino, hanno asportato dagli scaffali capi di abbigliamento, nascondendoli in una borsa per eludere i controlli. I giovani sono stati notati da un addetto alla sicurezza che ha dato l’allarme. I due sono stati identificati, denunciati per furto aggravato e riaffidati alle rispettive famiglie.



Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

SEGUI SU Twitter

I più letti