Connect with us

Viterbo

ORTE, FACCIAMO PER CAMBIARE: “IL QUADRIFOGLIO SI LIMITA A DI SANARE LE PROPRIE MANCANZE”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione

Orte (VT) – Riceviamo e pubblichiamo la nota di Facciamo per Cambiare

Ecco la nota:

"L’Amministrazione Quadrifoglio, dopo aver partecipato all’iniziativa proposta dalle opposizioni consiliari Aria Nuova Orte e Orte Città Nuova sottoscrivendo congiuntamente una proroga dei termini per presentare la domanda di partecipazione ai contributi previsti per l’alluvione dato che, per loro stessa dichiarazione, avevano proceduto dopo un mese alla pubblicazione del Decreto in quanto “stavano cercando di capire come andasse interpretato”.

“Questo è stato l’unico passo fatto in favore di chi ha subito danni dall’alluvione del 2012 (forse più per sanare una loro mancanza che per una concreta sensibilità alla problematica) e pur doveroso da parte loro” prosegue la nota dei consiglieri Claudiani, Giuliani, Madonna e Tofone “di fatto non è sufficiente, da solo, ad aderire alla realtà sociale del nostro territorio e per questo abbiamo ritenuto opportuno muoverci anche in altro senso date le resistenze da sempre palesate dall’Amministrazione comunale Quadrifoglio guidata dal sindaco Primieri e poi dal sindaco Polo”.

Per fare si che il Decreto di riferimento possa apportare i benefici ai danneggiati, sarebbe necessario che venga integrato nella tipologia dei beni mobili dei privati e delle imprese ammissibili di contributo; inoltre un’abbattimento delle franchigie attualmente previste permetterebbe a molti che hanno subito danni di lieve entità di presentare la richiesta.

In questo senso prosegue Dionisi (già impegnato in tale ambito così come nella politica locale con il movimento “Facciamo per Cambiare”) argomentando le motivazioni di una scelta condivisa che ha portato Aria Nuova Orte, Facciamo per Cambiare e Orte Città Nuova a rivolgersi direttamente alla Regione Lazio e ai competenti Uffici per chiedere le modifiche ritenute necessarie per la circostanza.

“Oltre alla redazione di una modulistica quanto più corretta e uniforme da mettere a disposizione per i richiedenti, in data 17 settembre u.s. abbiamo formulato concretamente tali richieste pur consapevoli che l’avvicinarsi della scadenza dei termini per la presentazione delle domande di contributo potrebbe non agevolare una scelta in questo senso degli organi competenti ma, vivendo nella realtà locale prima da cittadini e poi come gruppi politici, siamo consapevoli che, qualora accolte, tali modifiche permetterebbero un più ampio riscontro tra coloro che sono stati colpiti da questo infausto evento” dichiarano coralmente.

E’ chiaro che la problematica riveste un ruolo marginale rispetto alle complessive esigenze comunali ma è altrettanto vero che sarà importante l’esito delle indagini in mano alla Procura di Viterbo per capire bene se gli eventi alluvionali del 2012 rivestano il mero carattere di eccezionalità.

“Restando, ad oggi, il termine della presentazione delle domande fisso al giorno 22 settembre p.v.” conclude la nota “rimane solo di attendere fiduciosi in un positivo accoglimento delle istanze”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Tarquinia, grande attesa per il ritorno della banda Setaccioli e delle baby majorettes

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

L’appuntamento il 4 agosto dalle 21.30 a Marina Velca Mare

TARQUINIA (VT) – La banda musicale G. Setaccioli di Tarquinia torna ad esibirsi in pubblico dopo oltre un anno di fermo dovuto all’emergenza da Covid-19. L’uscita sarà accompagnata dalla caratteristica sfilata delle baby majorettes, esibizione anche questa che mancava sulla scena da molto tempo.

L’appuntamento è previsto per il 4 Agosto, dalle ore 21:30, presso il centro residenziale di Marina Velca Voltunna. Il Presidente Lorenzo Ciorba, nel commentare l’attesissima esibizione, ha espresso grande entusiasmo. Ha dichiarato: “Per noi di Marina Velca ospitare la banda e le majorettes non è soltanto piacere, ma anche onore e soddisfazione. Tengo a ringraziare la Presidente della Banda Elisa Mazzola, il maestro Mauro Senigagliesi, tutti i musicisti, la direttrice del corpo delle majorettes Maria Cappuccini, tutte le bambine e le loro famiglie”.

La banda eseguirà il classico repertorio, di già sicuro successo ed attesissimo dal pubblico di Marina Velca.  Questo spettacolo completa ed arricchisce il calendario estivo del centro residenziale, pensato appositamente per offrire un intrattenimento adatto sia ad adulti che a piccini. Sin dai primi giorni di Luglio, infatti, si susseguono spettacoli per bambini, teatro, cinema all’aperto, concerti, degustazioni, mercatini, spettacoli, sfilate e molto altro; sino a fine Agosto ospiti e consorziati potranno godere di un ricco tabellone, che continuerà via via anche ad ampliarsi con l’aggiunta di eventi ulteriori a seconda del gradimento riscontrato nel pubblico.

Continua a leggere

Cronaca

Viterbo, fine di un incubo per una invalida civile assegnataria di una casa Ater

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

VITERBO – Divieto di Avvicinamento alla Persona Offesa, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Viterbo, nei confronti di una 52enne e di un uomo di 50 anni, indagati per atti persecutori.

La coppia è ritenuta responsabile di avere, con condotte reiterate, minacciato e molestato una donna, assegnataria di una casa dell’edilizia popolare ATER, cagionandole un perdurante e grave stato di paura nonché ingenerando nella stessa un fondato timore per la propria incolumità, al fine di costringerla ad abbandonare l’appartamento.

La persona offesa, che presenta un’invalidità civile al 100% ed è immobilizzata su una sedia a rotelle, è stata costretta a subire le continue angherie degli indagati, consistite in minacce di morte ovvero di violenze di tipo sessuale qualora la stessa non avesse ottemperato alle loro direttive. 

Continua a leggere

Cronaca

Corchiano, storia a lieto fine per il cagnolino di quartiere: salvato da Carabinieri e Vigili del Fuoco dopo essere caduto nelle fogne

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

CORCHIANO (VT) – Il cagnolino di quartiere si infila in un tombino e cade nelle fogne. Questo quanto accaduto nel pomeriggio di ieri a Corchiano dove ad accorgersi dell’accaduto una donna che ha subito chiamato i Carabinieri per chiedere aiuto.

I militari si sono attivati subito insieme ai Vigili del fuoco calandosi nel tombino e percorrendo la fognatura per circa 200 metri fino a quando non hanno intravisto il cagnolino che una volta raggiunto è stato portato in salvo tra l’ emozione della gente del quartiere tutta affacciata ai balconi cha alla fine ha fatto partire un grande applauso, che ha ripagato lo sforzo delle forze di polizia intervenute.

Continua a leggere

I più letti