Connect with us

Litorale

Pomezia, Covid-19: la Epta dona 100 mila euro al Comune. Il sindaco: “Gesto di forte altruismo con cui potremo aiutare centinaia di famiglie”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

POMEZIA (RM) – La multinazionale Epta ha realizzato una donazione di 100mila euro a favore del Comune di Pomezia per offrire un contributo importante in questa fase di emergenza che anche il nostro territorio sta affrontando. 

Epta, rappresentata dalle famiglie Nocivelli e Triglio Godino, è un gruppo che opera a livello internazionale nel mondo della refrigerazione commerciale per la grande distribuzione organizzata, per il canale Food & Bev ed Ho.re.ca, noto sul territorio locale per il suo stabilimento, storica sede del marchio Misa.

Il contributo versato sarà utilizzato per le spese legate all’emergenza, quali pacchi alimentari, contributi a chi è in difficoltà, sostegno alle associazioni di volontariato, alla Protezione Civile e a tutto il personale impegnato in prima linea per gestire l’emergenza.

“Si allunga la lista delle aziende e dei privati che scendono in campo per supportarci in questa fase emergenziale – ha commentato il Sindaco Adriano Zuccalà –. È importante fare squadra per uscire quanto prima da questa terribile pandemia e far ripartire Pomezia e l’Italia intera. Voglio ringraziare il gruppo Epta e il suo Presidente Marco Nocivelli per il gesto di forte altruismo con cui potremo aiutare centinaia di famiglie. Questa crisi ha fatto emergere la centralità delle reti di solidarietà per supportare chi ha più bisogno e per contrastarne l’isolamento”.​

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Litorale

Pomezia, preso spacciatore con la droga sotto felpa

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

POMEZIA – Nella serata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Pomezia hanno arrestato un uomo di 49 anni originario di Roma in flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari dell’Aliquota Radiomobile, nel corso di uno dei quotidiani servizi di pattuglia finalizzati alla prevenzione dei reati nel centro abitato di Pomezia, hanno notato il 49enne mentre si aggirava nervosamente in una nota “piazza di spaccio” ubicata nei pressi di via Catullo.

Alla vista dei Carabinieri, l’uomo ha manifestato un eccessivo nervosismo, tale da indurli ad effettuare accertamenti più approfonditi: sottoposto alla perquisizione personale, nascosto sotto la felpa che stava indossando, i Carabinieri hanno recuperato un pacchetto contenente 108 grammi di marjiuana.

Il pusher è stato ammanettato e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, posto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Litorale

Pomezia, litiga con la compagna e cosparge di benzina l’abitazione minacciando di dare fuoco: in manette un 59enne del posto

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

POMEZIA (RM) – I Carabinieri della Compagnia di Pomezia hanno arrestato in flagranza di reato un 59enne del posto ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia nei confronti della compagna e tentato incendio.

Nel tardo pomeriggio di ieri, una donna ha richiesto l’intervento dei Carabinieri al “112”, riferendo che il compagno, al culmine di una violenta lite scaturita tra i due per futili motivi, aveva cosparso di benzina il pavimento di alcune stanze della casa, alcune suppellettili e il vialetto di accesso all’abitazione, minacciando di appiccare il fuoco con accendino e diavolina.

Sul posto sono immediatamente intervenute una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Pomezia e un’altra del Comando Stazione Carabinieri di Pomezia: i militari sono riusciti a bloccare in tempo utile l’uomo, scongiurando il compimento di un gesto che avrebbe potuto avere conseguenze drammatiche.

Il 59enne è stato portato in caserma e, ricostruita l’intera vicenda, è stato arrestato.

L’uomo è stato posto agli arresti domiciliari in un’altra abitazione nella sua disponibilità, in attesa dell’udienza di convalida da parte del G.I.P. del Tribunale di Velletri.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Litorale

Torvaianica, preso lo spacciatore del lungolago

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

TORVAJANICA (RM) – I Carabinieri della Compagnia di Pomezia hanno arrestato un 21enne romano, per i reati di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, nel corso di uno dei quotidiani servizi di controllo del territorio per la prevenzione dei reati sul litorale di Torvajanica, i militari della locale Stazione hanno sorpreso un giovane che, stando a bordo della propria autovettura ferma sul lungomare, cedeva un involucro ad un altro ragazzo, ricevendone in cambio alcune banconote. Appena i militari dell’Arma sono intervenuti, il giovane acquirente è fuggito a piedi mentre il ragazzo alla guida si è dato alla fuga originando un breve inseguimento che terminava in località Campo Ascolano, ove il pusher è stato fermato dai Carabinieri che lo hanno sottoposto a una perquisizione.

Nell’abitacolo, i Carabinieri hanno rinvenuto 9 dosi di hashish e 350 euro in contanti, verosimile provento dell’attività di spaccio.

La perquisizione domiciliare, ha permesso ai militari di rinvenire un “panetto” di hashish del peso di 100 grammi, altre quattro dosi della stessa sostanza, un bilancino di precisione ed altro materiale per il confezionamento.

Il 21enne pusher è stato arrestato ed è stato ristretto presso il proprio domicilio in attesa del rito direttissimo.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

I più letti