Connect with us

Roma

ROMA, OSPEDALE SAN FILIPPO NERI: IL COMMISSARIO STRAORDINARIO REPLICA ALLA UIL

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti Tanese: "La sospensione di cardiochirurgia è temporanea. Non si tratta quindi di un “effetto” del Piano di Rientro o di una anticipata riorganizzazione non condivisa"

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Riceviamo e pubblichiamo la nota del Commissario Straordinario dell’Azienda Ospedaliera San Filippo Neri, Angelo Tanese.

“Trovo gravissimo che la sigla sindacale UIL utilizzi in modo strumentale notizie non veritiere per creare allarme tra i cittadini. La temporanea sospensione dell’attività cardiochirurgica si è resa necessaria in modo del tutto imprevedibile e urgente a seguito di situazioni di rischio segnalate dagli stessi professionisti dell’Azienda, che ha reso inevitabile – proprio per la sicurezza dei pazienti – l’immediato trasferimento di quattro degenti presso altre strutture.

Non si tratta quindi di un “effetto” del Piano di Rientro o di una anticipata riorganizzazione non condivisa. Ritengo del tutto fuorviante e irresponsabile creare un clima di preoccupazione e di denuncia proprio nel momento in cui, dopo anni di attesa, si sta invece avviando con gli operatori del San Filippo Neri un percorso di confronto sul processo di integrazione con la ASL Roma E. Le organizzazioni sindacali sono già state convocate per il 23 e 24 settembre e rispedisco al mittente ogni ingiustificata accusa di abbandono dei lavoratori. Al contrario dal mio insediamento sono quotidianamente impegnato nel ricreare un clima di fiducia, a tutto vantaggio dei cittadini e degli operatori.
È di ieri anche la notizia a mezzo stampa di un Associazione che denuncia il mancato utilizzo al San Filippo Neri di una nuovissima apparecchiatura per la risonanza magnetica. Si tratta in realtà di un macchinario acquistato nel 1999 e ormai obsoleto, con un costo manutentivo di oltre 100.000 euro l’anno, già posto fuori supporto tecnico dal 2011, dal momento che non risultavano più disponibili pezzi di ricambio in caso di guasto. Quindi, contrariamente a quanto dichiarato, anche qui la scelta di non utilizzarla va nella direzione di una maggiore sicurezza per i cittadini e una più efficiente gestione delle risorse pubbliche.
Insomma, credo sia il caso di smetterla di allarmare inutilmente i cittadini e gli operatori con notizie infondate, e sia invece il momento di lavorare tutti insieme, in modo costruttivo, per rilanciare il San Filippo Neri, che è presidio ospedaliero di eccellenza. Questo è il lavoro che ho avviato e intendo portare avanti con il coinvolgimento degli operatori e delle associazioni, con i quali ho già avviato un dialogo diretto.”

LEGGI ANCHE:


 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Metropoli

Anguillara Sabazia, furti auto di turisti in sosta: 2 arresti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Era da qualche tempo che i Carabinieri di Anguillara Sabazia ricevevano segnalazioni per furti su autovettura, in particolare ai danni di turisti che, dopo avere parcheggiato su via Trevignanese, si recavano in spiaggia.Per arginare il fenomeno che stava turbando l’usuale serenità del comune sabatino, i Carabinieri hanno quindi organizzato un mirato servizio di osservazione nel corso del quale hanno notato due soggetti avvicinarsi con aria furtiva ad un’autovettura parcheggiata. I due, dopo avere infranto un finestrino laterale del veicolo, sono stati sorpresi a impossessarsi di un trolley e a tentare di allontanarsi immediatamente ma sono stati inseguiti e raggiunti dai Carabinieri, che li hanno bloccati e perquisiti. In loro possesso, i Carabinieri hanno rinvenuto due cassette degli attrezzi e un trapano, risultate provento di furto perpetrato poco prima con le medesime modalità e restituiti al legittimo proprietario.Gli arrestati, due uomini di 29 e 38 anni, dopo una notte passata in camera di sicurezza, sono stati sottoposti a giudizio con rito direttissimo presso il Tribunale di Civitavecchia, dove il loro arresto è stato convalidato, applicando la misura della custodia cautelare in carcere.

Continua a leggere

Castelli Romani

Castel Gandolfo, morto in ospedale il 35enne affogato ieri al lago

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

L’uomo era stato rianimato da alcuni bagnanti e trasportato in elisoccorso all’ospedale Gemelli

CASTEL GANDOLFO (RM) – E’ morto in ospedale il 35enne di nazionalità irachena che ieri era stato rianimato da alcuni bagnanti al lago Albano di Castel Gandolfo dopo aver avuto un malore ed essere annegato.

L’uomo era stato portato in elisoccorso all’ospedale capitolino del Gemelli in situazione disperata dove è poi deceduto a causa di alcune complicazioni.

Continua a leggere

Castelli Romani

Castel Gandolfo, annega nel lago e viene salvato in extremis da alcuni bagnanti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

CASTEL GANDOLFO (RM) – Un 35enne annega nel lago Albano di Castel Gandolfo e viene salvato da alcuni bagnanti che avevano appena effettuato un corso di BSLD (manovre di primo soccorso con impiego di defibrillatore) promosso dagli operatori sanitari della Asl Roma 6 per la sicurezza in mare e nei laghi.

“Queste iniziative formative producono effetti benefici multidimensionali: ci aiutano a salvare vite; avvicinano le istituzioni ai cittadini; ci rendono persone migliori. I miei ringraziamenti vanno ai nostri operatori sanitari, che si stanno dedicando con grande passione a questo progetto” ha detto il direttore generale della Asl Roma 6, Cristiano Camponi.

Continua a leggere

I più letti