Connect with us

Gallery

Ronciglione: il sito istituzionale si rifà il look con le bellezze del territorio

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

RONCIGLIONE (VT) – Si è tenuta lo scorso sabato 7 aprile, nella Sala Consiliare del Comune di Ronciglione, la presentazione del progetto di comunicazione istituzionale e sviluppo del territorio, che si articola attraverso una nuova piattaforma integrata volta a favorire il rapporto immediato tra Comune e cittadini.

Ad esporre il progetto era presente il sindaco Mario Mengoni e Giovanni Baserga, del Gruppo Gaspari.

Il Comune di Ronciglione negli ultimi anni si è posto l’obiettivo di potenziare il territorio, valorizzando in particolare la rete di servizi istituzionali e le attività commerciali locali. Il nuovo progetto di comunicazione favorirà un rapporto sempre più diretto con i cittadini e promuoverà il piano digitale per attirare un numero maggiore di visitatori. A supporto della nuova strategia di comunicazione il Comune di Ronciglione sta attuando miglioramenti alle infrastrutture, alla fruizione della viabilità e si sta dotando di installazioni adeguate agli eventi del territorio, come la risistemazione dell’impianto di diffusione audio o la realizzazione di luminarie lungo tutto il centro storico. Questi perfezionamenti, che coinvolgono le principali attività ricettive locali, metteranno turisti e cittadini nelle condizioni ideali per interagire attivamente con il territorio.

La piattaforma integrata – Sito, Portale, App – promossa da una campagna di lancio, permetterà all’utente di accedere alle informazioni istituzionali e alle offerte del territorio, promuovendo un rapporto immediato e bidirezionale con il Comune.

Lo scopo è fornire una comunicazione, oltre che un’esperienza, unica e personalizzata. Accesso rapido alla documentazione istituzionale, possibilità di esprimere il proprio gradimento sui social network, tour virtuali e geolocalizzazione dei punti di interesse, sono solo alcuni dei servizi che il cittadino avrà a disposizione sempre e dovunque. L’utente, inoltre, potrà rimanere aggiornato in tempo reale su news istituzionali e turistiche, ma anche sugli eventi locali, come ad esempio lo storico Carnevale di Ronciglione, eletto tra i più belli d’Italia. Navigando sulle diverse piattaforme sarà possibile scoprire il meraviglioso Lago di Vico che, situato al centro di una caldera vulcanica immersa nei boschi, offre uno dei panorami più belli del Lazio. O, ancora, l’incredibile Ponte di Ferro, ubicato nella valle del Rio Vicano e “affascinante scenario di tanti film”.

Il sindaco di Ronciglione Mario Mengoni:

“Un progetto che rivoluziona l’informazione istituzionale e che mira a coinvolgere attivamente cittadini e turisti, valorizzando le ricchezze del nostro territorio e promuovendo una comunicazione dinamica con il Comune. Al fine di aumentarne gli accessi e la visibilità, abbiamo volutamente collegato al sito istituzionale il nuovo portale turistico, che risulta essere così più facilmente raggiungibile dagli utenti. Con questo tipo di veicolazione, inoltre, il portale sarà ugualmente gestito dal Comune e non andrà perso in futuro. Oltre alle risorse del territorio e alle attività commerciali locali, uno degli obiettivi di questa campagna è quello di promuovere e rilanciare il centro storico con le attività ad esso connesse, così da attrarre sempre più visitatori in quello che è un vero fiore all’occhiello del nostro paese”.

Cronaca

Aeronautica Militare,70esimo stormo: è sinergia con le aviosuperfici del territorio pontino

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Lo scorso giovedì 19 gennaio, si è tenuto presso il Campo Volo “Ali Nettuno” il primo di una serie di incontri con le aviosuperfici presenti sul territorio pontino, al fine di diffondere e sensibilizzare i soci e gli studenti circa le tematiche connesse alla Sicurezza del Volo (SV) per poter elevare gli standard di sicurezza delle operazioni di volo.
 
All’incontro, pianificato nell’ambito delle iniziative protese alla diffusione della cultura aeronautica e della sicurezza del volo, ha partecipato il personale del 70° Stormo, i diportisti e i frequentatori dell’Aviosuperficie.
 
Dopo aver ringraziato il Comandante del 70° Stormo, il Presidente dell’Associazione “Ali Nettuno” Franco Moretti ha sottolineato la rilevanza dell’evento in quanto per la prima volta il Comandante della Scuola di Volo pontina ha sugellato personalmente l’avvio di un percorso sinergico locale tra le Aviosuperfici e l’Aeronautica Militare. Nella presentazione delle attività svolte presso il Campo Volo di Nettuno, quali i corsi di Primo Soccorso, di Antincendio e la somministrazione di lezioni relative alla “Sicurezza degli Aeroporti”, il Presidente ha ribadito la piena coerenza dei processi di lavoro dell’aviosuperficie in relazione al pieno rispetto delle regole del volo.
 
Il Comandante del 70° Stormo, Colonnello Pilota Giuseppe Bellomo, durante il suo intervento, ha sottolineato quanto l’incontro sia utile per agevolare un proficuo scambio di informazioni tra persone legate da una comune passione per il mezzo aereo e l’ineludibile necessità di garantire la sicurezza del volo, alla luce soprattutto di una intensa e costante attività di volo del 70° Stormo oramai distribuita in ogni periodo dell’anno.
 
Nel rappresentare, inoltre, che a marzo del 2023 ricorrerà il Centenario della costituzione dell’Arma Azzurra, il Colonnello Bellomo ha invitato tutto il personale presente all’Open Day che avrà luogo il 28 marzo presso l’Aeroporto militare di Latina Scalo.
 
Il 70° Stormo è posto alle dipendenze del Comando Scuole dell’Aeronautica Militare e 3a Regione Aerea con sede a Bari e da oltre sessant’anni assolve ai compiti istituzionali di selezionare ed addestrare i futuri piloti militari dell’Aeronautica Militare, delle altre Forze Armate e Corpi Armati dello Stato, nonché cadetti di altre Nazioni. La Scuola di Volo pontina ha rilasciato, sino ad oggi, oltre 15.000 brevetti di pilotaggio, realizzando un totale di circa 500.000 ore di volo.
 
 
 
 

Continua a leggere

Cronaca

Roma, controlli contro degrado, illegalità e abusivismo al centro storico: in manette 15 persone oltre a 31 denunciate

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuti
image_pdfimage_print
ROMA – I Carabinieri della Compagnia di Roma Centro hanno eseguito una massiccia e mirata attività di controllo negli ultimi giorni nel centro storico della Capitale, nei luoghi maggiormente frequentati dai turisti, presso le fermate della metro, compresi gli accessi al principale scalo ferroviario romano e nelle piazze e vie adiacenti.
 
Il bilancio dell’attività è di 15 persone arrestate, altre 31 denunciate a piede libero e 10 sanzioni amministrative.
 
Delle persone arrestate – 14 cittadini stranieri e un romano – alcune sono state colte, a vario titolo, nella flagranza dei reati di ricettazione, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale, altre sono risultate, a seguito di identificazione da parte dei Carabinieri, gravate da provvedimenti di carcerazione per pregressi reati.
 
Sono state denunciate 31 persone per varie tipologie di reati, tra cui usurpazione di titoli (una persona è stata trovata in possesso di un lampeggiante blu del tutto simile a quelli utilizzati dalle forze dell’ordine e di una radio rice-trasmittente sintonizzata sulle frequenze dei VV.FF.), furto, ricettazione, riciclaggio, molestie, rifiuto di declinare le proprie generalità, guida senza patente, resistenza a pubblico ufficiale, uso di atto falso, violazione degli obblighi inerenti il divieto di ritorno nel Comune di Roma e per il mancato rispetto del cosiddetto “Daspo Urbano”.
 
Elevate dai Carabinieri della Compagnia di Roma Centro anche 10 sanzioni amministrative, per un totale di 32.400 euro: 9 di queste hanno riguardato violazioni e carenze di vario genere riscontrate in 6 attività tra ristoranti e bar, una sanzione ha colpito il gestore di un B&B che aveva aumentato il numero di posti letto arbitrariamente e una è stata comminata ad un giovane sorpreso con poco meno di un grammo di hashish, per uso personale e segnalato al Prefetto.
 

Continua a leggere

Gallery

COLTURAZIONE, un nuovo luogo per la politica: il Manifesto culturale

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Martina Franca, in Puglia, sta diventando un vero e proprio punto di riferimento nazionale per la cultura rivolta all’educazione politica ed al dibattito

Partita nell’estate 2021, l’esperienza di Colturazione sta registrando interventi di diversi illustri; ultimamente, tra i più conosciuti Suor Anna Monia Alfieri, Massimo Nava, Rocco D’Ambrosio e pochi giorni fa l’ex Sottosegretario di Governo al Ministero delle Finanze Pino Pisicchio che ha inaugurato il 2023.

Il dibattito con il Prof. Pisicchio dello scorso 13 gennaio è stato incentrato sul tema de “La politica come mestiere”, peraltro titolo del suo ultimo libro edito Rubbettino, a cui hanno preso parte in dialogo, con la moderazione di Federica Marangio (giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno e scrittrice), Luca Conserva (giurista ed ideatore del format culturale Amore e Politica), Lella Miccolis (Presidente del Consorzio Italiano Compostatori, Vicepresidente di Confindustria Taranto, Consigliere del CdA dei Teatri di Bari, Ambassador GammaDonna) e Giulietta Marangi (avvocato ed ex consigliere comunale). I saluti dell’evento, con intro letteraria della poetessa pugliese Simona Volpe, sono spettati a Carlo Dilonardo (assessore alle attività culturali del Comune di Martina Franca) e ad Angelo Lucarella (giurista, saggista, editorialista, già vice presidente coord. della Commissione Giustizia del Ministero dello Sviluppo Economico).

Colturazione, quindi, sta ormai conquistando un ruolo di must culturale della politica (tra i prossimi ospiti Davide Giacalone, Luca Palamara, Giuseppe Sabella, Angelo Jannone, ecc.) al punto che diverse sono le prestigiose realtà che hanno patrocinato sinora il format: l’Università degli studi internazionali di Roma, le testate Formiche, Il Riformista e la La Voce di New York, la Federiciana Università popolare, ecc.

Insomma, Colturazione si candida tra gli eventi politico-culturali a cui non si può mancare. Angelo Lucarella, ideatore del progetto e del format, spiega che Colturazione ha il fine di “Coltivare la cultura” nelle sue varie forme (educativa, economica, giuridica, politica, ecc.) motivo per cui online è disponibile il Manifesto del Valore, basato su tre direttrici chiare (eguaglianza, libertà ed educazione), a cui si può liberamente aderire su www.change.org per “colturare”, come dice lo stesso Lucarella, in tutta Italia.

Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

SEGUI SU Twitter

I più letti