Connect with us

Sport

SERPENTARA CALCIO (SERIE D), FOGLIA MANZILLO: «NON POSSIAMO GETTARE ALLE ORTICHE GLI SFORZI FATTI»

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Redazione

Bellegra e Olevano (Rm) – Una frenata che non ci voleva. Proprio quando sembrava marciare spedito verso una (clamorosa, per come si era partiti) salvezza diretta, il Serpentara BellegraOlevano ha rallentato la propria andatura. Prima il pari con la Turris, poi dopo la sosta i k.o. sul campo del Nardò (che si sta comunque giocando la possibilità di fare il salto in Lega Pro) e in casa contro l’Aprilia, sempre per 0-1. E’ soprattutto quest’ultima sconfitta ad aver sorpreso molti anche se mister Antonio Foglia Manzillo sembra aver capito la motivazione. «La squadra è un po’ in debito, non tanto dal punto di vista delle energie fisiche quanto da quelle mentali. Dopo una rincorsa davvero forsennata come quella che abbiamo fatto, è una cosa che ci può stare. Ma ora, una volta individuato il problema, dobbiamo cercare di trovare la soluzione: stiamo facendo un piano di lavoro col “prof” Schiavoni e dobbiamo cercare di non gettare alle ortiche i grandissimi sforzi fatti per guadagnarci l’attuale posizione di classifica». Il tecnico prova a fare una lucida analisi sul rush finale di campionato, con quattro gare ancora da giocare a cominciare da quella sulla carta “terrificante” di Taranto. «Forse vincendo in Puglia potremmo stravolgere tutti i discorsi nuovamente e tentare un ultimo assalto alla salvezza diretta. Altrimenti dovremo cercare di conquistare il play out e di provare a giocarlo in casa e questo sarebbe comunque un bel risultato ricordando da dove siamo partiti. Ma bisogna guardarsi al tempo stesso alle spalle dal prepotente ritorno del Picerno e dalla stessa Aprilia, insomma dobbiamo sudare ancora parecchio». A Taranto il Serpentara troverà una squadra seconda che ora crede al ritorno in Lega Pro e sarà sostenuta da un entusiasmo notevole… «Inutile dire che per noi sarà durissima, ma lo era sulla carta anche a Nardò dove se fossimo rimasti in undici contro undici probabilmente non avremmo perso. Sarà anche la domenica di Isola Liri-Picerno che ci dirà alcune verità. Noi – conclude Foglia Manzillo – andiamo a Taranto consapevoli della forza dell’avversario, ma anche di non partire sconfitti».
Stasera, intanto, grande festa societaria ad Olevano: una cena aperta a tutti i tifosi e gli amici del club e organizzata per essere vicini al Serpentara BellegraOlevana nel momento più delicato della stagione.
 

Sport

Maury’s Com Cavi Tuscania in casa con Galatina, in palio il primato nel girone

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Cresce l’attesa per domani pomeriggio a Montefiascone (VT) per lo scontro al vertice tra i padroni di casa della Maury’s Com Cavi Tuscania e la capolista Efficienza Energia Galatina per la seconda di ritorno del girone blu della serie A3 Credem Banca.

Le due squadre sono attualmente distanziate da un solo punto in classifica, 28 per i salentini contro i 27 dei ragazzi di Tofoli. Classifica che vede le immedie inseguitrici, Grottazzolina e Pineto, entrambe ad un solo punto, 26, dal Tuscania. Con tutta probabilità, saranno queste quattro formazioni a contendersi fino alla fine il primato del girone.

I pugliesi vengono dalla prima sconfitta interna subita domenica scorsa dalla Franco Tigano Palmi mentre i padroni di casa sono riusciti ad avere la meglio su Gestioni&Soluzioni Sabaudia solo ai vantaggi, dopo aver perso nettamente i primi due parziali.

“Domenica ospitiamo la prima in classifica che è a un solo punto sopra noi -commenta Paolo Tofoli. E’ un incontro importantissimo, se vogliamo diventare primi dobbiamo fare una grande partita. Certo che se giochiamo come abbiamo fatto contro Sabaudia perdiamo di sicuro. Nel corso della settimana abbiamo preparato bene il match e sono sicuro che partiremo con la carica giusta e con la voglia di riscattare la brutta prestazione di domenica scorsa. Galatina ha due giocatori di un’altra categoria, Alberto Elia al centro e Stefano Giannotti opposto. Naturalmente senza nulla togliere agli altri tutti molto bravi ed esperti. All’andata perdemmo 3/1, fu una gara combattuta con loro che nei momenti decisivi riuscirono a sfruttare al meglio la maggiore esperienza. Sono una squadra che non ti regala niente per questo dovremo dare il massimo e lottare su ogni palla”.

Probabile formazione ospite: Parisi al palleggio con Giannotti opposto, Elia e Musardo al centro, Lotito e Maiorana laterali, Torchia libero.

A dirigere l’incontro, i signori arbitri Luca Grassi e Vincenzo Carcione. Si gioca alle 18 al Palazzetto dello Sport di Montefiascone. Diretta Legavolley.tv.

Continua a leggere

Calcio

Derby, Lazio batte Roma 3-0

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Lazio batte Roma 3-0 nell’anticipo della 18/a giornata del campionato di serie A

La peggior Roma della stagione, più scarsa perfino di quella del secondo tempo di Bergamo, conferma l’idiosincrasia alle sfide con le grandi, o presunte tali, e perde meritatamente il derby contro una Lazio dominatrice del campo. Il punteggio a favore degli uomini di Simone Inzaghi, 3-0, avrebbe potuto essere anche più ampio, vista l’assoluta incapacità dei giocatori di Fonseca di farsi vedere dalle parti di Reina (oggi ‘disoccupato’, a parte un intervento nella ripresa su Dzeko), e gli errori di una difesa, Ibanez in primis, a tratti imbarazzante, e con uno Smalling che tutto è sembrato meno che un leader.

Così i meriti di una Lazio che ha preparato perfettamente questo derby, e poi ha messo in pratica al meglio le indicazioni del suo allenatore, sono stati ingigantiti dalle defaillance di una squadra che da oggi deve abbandonare ogni sogno di grandezza, semmai ne avesse avuti. In campo c’è stata solo la formazione biancoceleste, fisicamente sovrastante e sempre con la grinta giusta, che ha dominato in lungo e largo, al contrario di una Roma senza grinta e senza idee. Starà ora a Fonseca capire cosa sia successo e rimediare alle conseguenze di questa debacle, che saranno pesanti anche dal punto di vista ambientale. Però non si era mai visto uno Dzeko così spento, oppure uno Spinazzola, comunque non al meglio della condizione, costantemente incapace di tamponare sullo scatenato Lazzari (uno dei migliori della Lazio), che ha fatto impazzire Ibanez, in confusione totale, e tutta la difesa avversaria ogni volta che preso palla. Nella Lazio straripante Luis Alberto, molto bene il solito Immobile e in crescita Lucas Leiva, ma tutta la squadra biancoceleste ha meritato un successo così ampio. Ora si vedrà solo nel prosieguo del campionato se questa è l’inizio della rinascita oppure se il rendimento tornerà ad essere quello alterno di una stagione in chiaroscuro. Intanto però la Lazio del derby è stata stile Borussia Dortmund, ovvero quella che in Europa ha avuto la meglio, con pieno merito, sui temibili gialloneri tedeschi. La squadra d’Inzaghi va in vantaggio dopo appena un quarto d’ora. È Immobile a segnare l’1-0, approfittando di una serie di errori della difesa giallorossa, in particolare quello di Ibanez che in area scivola nel tentativo di spazzare e regala palla a Lazzari. Appoggio del biancoceleste per Immobile, e gol facile per il vincitore dell’ultima Scarpa d’Oro. Poi l’avvio choc della Roma si concretizza anche nella seconda rete dei cugini: protagonista è ancora Lazzari, che affonda a destra, inciampa e finisce a terra ma riesce a scaricare all’indietro per Luis Alberto, che realizza il 2-0 con una conclusione a incrociare. C’è un attimo di suspence per la posizione di Caicedo, davanti a Pau Lopez, ma dopo il check Orsato convalida. Anche nella ripresa è una Roma di fantasmi, incapace di trovare delle contromisure, così la Lazio ha sempre il pallino del gioco e segna il 3-0. Azione corale dei biancocelesti, con Akpa Akpro che riceve da destra e scarica fuori area. Dalla lunetta Luis Alberto ha il tempo di coordinarsi, e di far partire un destro che spedisce il pallone nell’angolino basso alla sinistra di Pau Lopez. Il quale, con un paio di belle parate, ha impedito che la Lazio rifilasse la ‘manita’ ai rivali. Da quanto si è visto questa sera non ci sarebbe stato nulla di strano: è stata una Roma troppo brutta per essere vera, e adesso è vietato sognare.

Continua a leggere

Sport

Basket, la situazione in classifica dell’Eurobasket Roma

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Due vittorie nelle ultime due partite e la sensazione di aver intrapreso il cammino giusto, soprattutto in fase difensiva, ma come si può facilmente intuire, c’è bisogno di acquisire maggiore continuità di rendimento per poter puntare al vertice della classifica del girone Rosso. Stiamo parlando dell’Eurobasket Roma, che mira inevitabilmente alle zone più nobili della classifica e spera di poter allungare questo periodo particolarmente positivo.

Anche tutti coloro che hanno la passione per le scommesse sportive sulla pallacanestro sanno che i trend positivi devono essere cavalcati il più possibile, in maniera tale da sfruttare l’onda emotiva che deriva da questi risultati positivi. Un suggerimento che, ovviamente, è valido anche per chi punta sulle principali serie professionistiche in Italia, sfruttando il fatto che ci sono numerose piattaforme che offrono la possibilità di puntare e divertirsi online. Non solo, dal momento che ci sono pure tanti portali che danno indicazioni e suggerimenti molto utili, come ad esempio Slotmachineaams.it, per poter puntare in modo sicuro e affidabile, evitando ogni tipo di preoccupazioni.

Analisi della classifica

Il girone Rosso della Serie A2 mette in evidenza, come si poteva facilmente intuire, una situazione abbastanza equilibrata. Sono tre le squadre in fuga, che stanno cercando di scappare distanziando tutte le altre, correndo per il momento a braccetto. Stiamo parlando di Ferrara, Napoli e Forlì.

Tutte e tre queste compagini, infatti, hanno raccolto 16 punti fino a questo momento, ma con una grossa differenza. Ovvero, Napoli e Ferrara lo hanno fatto in 10 partite, mentre Forlì viaggia a punteggio pieno, con otto vittorie in otto partite che non lasciano spazio a molte interpretazioni, indicandola per il momento come la grande favorita per la vittoria del campionato.

Al quarto posto troviamo Scafati, che viaggia in solitaria a quota 12 punti, frutto di sei successi e tre sconfitte in nove partite disputate, con la possibilità di avvicinarsi, quindi, ancora di più alle dirette avversarie che la precedono di quattro lunghezze.

Al quinto posto ecco finalmente l’EBK Roma, che ha un record positivo, con 5 vittorie e 4 sconfitte in 9 partite, ma che sta facendo ancora grandissima fatica a trovare una certa continuità di rendimento. Subito dietro troviamo Rieti, che ha 8 punti esattamente come Pistoia, ma che è anche la squadra con più partite disputate rispetto a tutte le altre compagini.

All’ottavo posto, ci sono ben quattro squadre che hanno raccolto fino a questo momento 6 punti. Si tratta di Ravenna, Latina, Cento e Chieti, con quest’ultima che, però, ha disputato solamente 8 match. In fondo alla classifica troviamo due squadre, ovvero la Cestistica San Severo, che ha 4 punti, e la Stella Azzurra Roma che, nel suo progetto dedicato alla crescita dei giovani, ha raccolto solo una vittoria in 9 partite.

Cosa c’è da aspettarsi nelle prossime gare

Per Roma c’è un percorso particolarmente difficile all’orizzonte. Il prossimo appuntamento è previsto per il 17 gennaio, con la squadra capitolina che dovrà recarsi in trasferta sul parquet di Chieti, che è rimasta nei bassifondi della classifica.

Una settimana più tardi, Roma torna nuovamente in trasferta, sfidando una delle big del campionato, ovvero Ferrara, che è al primo posto insieme a Napoli e Forlì. Due trasferte complicate, in cui la compagine capitolina dovrà cercare di fare punti.

Gli ultimi due appuntamenti di gennaio saranno particolarmente ravvicinati, dato che l’Eurobasket Roma scenderà in campo mercoledì 27 gennaio contro Pistoia sul parquet di casa, in un orario piuttosto insolito alle ore 17. L’ultimo giorno di gennaio, invece, arriva lo scontro contro un’altra big del campionato del Girone Rosso, ovvero Napoli. Una trasferta sicuramente molto complicata, che fa il paio con le due sfide casalinghe successive, ovvero prima quella contro cento e poi quella con Latina.

Continua a leggere

I più letti