Connect with us

Viterbo

VITERBO: LA PROVINCIA DA UNA MANO ALLA SOVRINTENDENZA DEI BENI ARCHEOLOGICI

Clicca e condividi l'articolo

L'Ente mette a disposizione palazzo degli Alessandri e palazzo e torre Scacciaricci

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione

Viterbo – “Caro Ministro Franceschini, se il problema è puramente economico la Provincia di Viterbo mette a disposizione alcuni suoi edifici per ospitare la Sovrintendenza ai beni archeologici dell’Etruria meridionale”. Il presidente della Provincia, Marcello Meroi e l’assessore provinciale alla Cultura, Giuseppe Fraticelli lanciano un ancora di salvataggio all’ente che il Ministro Dario Franceschini vorrebbe cancellare e accorpare a quello regionale. 

“Ancora una volta – spiega Meroi – il Governo centrale, in nome del risparmio, vuole penalizzare i territori. Con la cancellazione della Sovrintendenza dell’Etruria Meridionale a rimetterci sarà una delle zone, archeologicamente parlando, più ricche del mondo. Se dovesse andare in porto la riforma, passerebbe alla sovrintendenza regionale, quindi saremmo in presenza dell’ennesima soluzione romanocentrica. Dopo la riforma delle Province, e altri vari tagli, si presenterebbe un altro eloquente esempio di come nel disegno del premier Renzi i territori locali non hanno la possibilità di esprimere la propria autonomia”.

“Va bene che il Ministero ha bisogno di revisionare la spesa per aggiustare le proprie casse –  continua Fraticelli – ma a pagare non devono ancora una volta essere i cittadini di provincia. I numeri forniti dai sindacati parlano chiaro: le spese per il personale che cura, gestisce e vigila i tesori dell’Etruria, sono irrisori al cospetto di quelli utilizzati a Roma. Per questo dobbiamo fare fronte comune al cospetto dell’ennesima scelta scellerata di fagocitare le potenzialità dei territori locali”.

Qui arriva la proposta: “L’amministrazione provinciale – proseguono Meroi e Fraticelli – è disponibile a mettere a disposizione della Sovrintendenza: palazzo degli Alessandri, palazzo Scacciaricci e la torre Scacciaricci per ospitare i loro uffici, insomma mettiamo a loro disposizione il cuore di Viterbo. Visto che, difficilmente, il ministro potrà risparmiare sugli emolumenti dovuti ai dipendenti, con questo gesto vogliamo tendere la mano al Ministero che così potrà risparmiare i soldi destinati alla struttura che ospita nella capitale l’ente. Una soluzione dalla doppia valenza – chiudono presidente e assessore – visto che si salverebbe una figura fondamentale per la gestione delle risorse culturali della Tuscia, che, allo stesso tempo, verrebbe ospitata direttamente sul territorio”.

Cronaca

Tarquinia, grande attesa per il ritorno della banda Setaccioli e delle baby majorettes

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

L’appuntamento il 4 agosto dalle 21.30 a Marina Velca Mare

TARQUINIA (VT) – La banda musicale G. Setaccioli di Tarquinia torna ad esibirsi in pubblico dopo oltre un anno di fermo dovuto all’emergenza da Covid-19. L’uscita sarà accompagnata dalla caratteristica sfilata delle baby majorettes, esibizione anche questa che mancava sulla scena da molto tempo.

L’appuntamento è previsto per il 4 Agosto, dalle ore 21:30, presso il centro residenziale di Marina Velca Voltunna. Il Presidente Lorenzo Ciorba, nel commentare l’attesissima esibizione, ha espresso grande entusiasmo. Ha dichiarato: “Per noi di Marina Velca ospitare la banda e le majorettes non è soltanto piacere, ma anche onore e soddisfazione. Tengo a ringraziare la Presidente della Banda Elisa Mazzola, il maestro Mauro Senigagliesi, tutti i musicisti, la direttrice del corpo delle majorettes Maria Cappuccini, tutte le bambine e le loro famiglie”.

La banda eseguirà il classico repertorio, di già sicuro successo ed attesissimo dal pubblico di Marina Velca.  Questo spettacolo completa ed arricchisce il calendario estivo del centro residenziale, pensato appositamente per offrire un intrattenimento adatto sia ad adulti che a piccini. Sin dai primi giorni di Luglio, infatti, si susseguono spettacoli per bambini, teatro, cinema all’aperto, concerti, degustazioni, mercatini, spettacoli, sfilate e molto altro; sino a fine Agosto ospiti e consorziati potranno godere di un ricco tabellone, che continuerà via via anche ad ampliarsi con l’aggiunta di eventi ulteriori a seconda del gradimento riscontrato nel pubblico.

Continua a leggere

Cronaca

Viterbo, fine di un incubo per una invalida civile assegnataria di una casa Ater

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

VITERBO – Divieto di Avvicinamento alla Persona Offesa, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Viterbo, nei confronti di una 52enne e di un uomo di 50 anni, indagati per atti persecutori.

La coppia è ritenuta responsabile di avere, con condotte reiterate, minacciato e molestato una donna, assegnataria di una casa dell’edilizia popolare ATER, cagionandole un perdurante e grave stato di paura nonché ingenerando nella stessa un fondato timore per la propria incolumità, al fine di costringerla ad abbandonare l’appartamento.

La persona offesa, che presenta un’invalidità civile al 100% ed è immobilizzata su una sedia a rotelle, è stata costretta a subire le continue angherie degli indagati, consistite in minacce di morte ovvero di violenze di tipo sessuale qualora la stessa non avesse ottemperato alle loro direttive. 

Continua a leggere

Cronaca

Corchiano, storia a lieto fine per il cagnolino di quartiere: salvato da Carabinieri e Vigili del Fuoco dopo essere caduto nelle fogne

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

CORCHIANO (VT) – Il cagnolino di quartiere si infila in un tombino e cade nelle fogne. Questo quanto accaduto nel pomeriggio di ieri a Corchiano dove ad accorgersi dell’accaduto una donna che ha subito chiamato i Carabinieri per chiedere aiuto.

I militari si sono attivati subito insieme ai Vigili del fuoco calandosi nel tombino e percorrendo la fognatura per circa 200 metri fino a quando non hanno intravisto il cagnolino che una volta raggiunto è stato portato in salvo tra l’ emozione della gente del quartiere tutta affacciata ai balconi cha alla fine ha fatto partire un grande applauso, che ha ripagato lo sforzo delle forze di polizia intervenute.

Continua a leggere

I più letti