Connect with us

Sport

ViterboImmagine2023, sette autori in esposizione fino al 15 gennaio

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

DigitalArt, Fotografia, Installazioni, dipinti ed altro
 
 
Con buona affluenza di pubblico ha preso il via lo scorso 4 gennaio il Festival ViterboImmagine2023 Route, con l’esposizione di sei opere più la settima, che all’ultimo momento si  è aggiunta con sorpresa, presso la “Galleria d’Arte Chigi” di Viterbo.
 
Affluenza che è proseguita con molto interesse, anche nei giorni successivi.
 
La Mostra rimarrà in esposizione fino al 15 gennaio 2023 come è stato comunicato dal gallerista Silvio Merlani, ospite della serata.
 
ViterboImmagine quale festival della “Immagine” che vuole esplorare la comunicazione con la rappresentazione Spazio-Tempo che non è il congelamento di un istante ma un susseguirsi di evidenti continuità di istanti infiniti.
 
L’Evento si propone di diffondere e sviluppare un nuovo linguaggio visivo, rappresentato da qualsiasi tipo di disciplina artistica, per estenderne il campo di visione che coinvolge la Spazio-Tempo.                  
 
Molto bene è stato illustrato ai presenti questo concetto, dal suo ideatore Enzo Trifolelli, Presidente dell’Associazione Culturale il “Castello” di Soriano nel Cimino, che ne ha evidenziato la diffusione.
 
Il linguaggio vive un costante processo di modifica per adattarsi al mondo nel quale viene usato. Si tratta del normale sviluppo di un linguaggio visivo in evoluzione, che ne contiene tre al suo interno: il primo che rappresenta il solo Spazio, il secondo il solo Tempo e il terzo, focale, è quello che contiene contemporaneamente sia lo spazio multi prospettico, sia la continuità del tempo: lo “ SpazioTempismo”.
 
Da sempre all’interno di una società, il linguaggio dell’immagine è un elemento culturale potentissimo. Infatti il linguaggio dell’immagine non è soltanto un insieme di figure o elementi grafici che servono a descrivere il mondo, ma è uno “strumento” che crea il mondo stesso perché è possibile pensare, rappresentare e parlare, solo di ciò che si conosce attraverso il linguaggio. Con nuovi modi espressivi si comunica e si crea ancor di più.
 
Un linguaggio che non si modifica è un linguaggio morto, e un linguaggio che non abbraccia l’“arte”, è un linguaggio che altro non fa che descrivere il mondo chiuso nel passato.
 
Molto puntuale e istruttivo è stato l’intervento di Giampiero Ascoli,  Direttore del Centro Studi e Ricerca della Tuscia, che con dovizia di particolari, coadiuvato da un cartellone esplicativo, ha spiegato la collocazione dello “Spazio-Tempo” tra le diverse discipline artistiche, ripercorrendo i periodi storici passati.
 
Al Vernissage è intervenuta Elena Agnani, Assessore alle Economie e Risorse Finanziarie del Comune di Viterbo, che non ha nascosto il proprio entusiasmo per la manifestazione programmata e che ha promesso agli organizzatori, la diffusione della stessa sul territorio.
 
 
Le opere esposte hanno riguardato diverse discipline artistiche quali: digitalArt, Fotografia, Installazioni, dipinti ed altro. Tanto è stato l’interesse riscosso per le opere esposte che ne sono state chieste le singole quotazioni.
 
Gli autori, di cui alcuni presenti all’evento, Paola Ermini di Roma, Giampietro Sergio di Vetralla, Stefano Cianti di Ronciglione, Alessandro Scannella di Roma, Alessia Clementi di Soriano nel Cimino e Sergio Barbi di Roma, sono gli Artisti che avvicinano il mondo attraverso la loro sensibilità creativa con il concetto SpazioTempistico che esplora e avvolge gli elementi.
 
Questo è una novità nella soluzione dell’immagine, è un “nuovo” nel quale  emergono nuove tensioni, linee che conducono, dematerializzazioni, distruzioni e re-materializzazioni, nuovi ritmi, stati d’animo e nuova visione onirica. Questo interagire genera un nuovo “gesto” e quindi un nuovo “segno”, che moltiplica i soggetti dando loro una vita “altra”.
 
 
 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sport

Atletica Frascati, Kabangu e Padoan campionesse regionali rispettivamente sui 400 e nei 200

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – L’Atletica Frascati non smette mai di stupire. A Rieti, nello scorso fine settimana, si sono disputati i campionati regionali Assoluti, Juniores, Promesse e Allievi e i talenti del team tuscolano non hanno tradito le attese. C’era grande fiducia e curiosità nel capire come si sarebbe comportata la “stella” Gloria Kabangu, reduce dal terzo posto ai campionati italiani Assoluti e dalla recente prestazione di Foligno in cui aveva chiuso a 38 centesimi dal personale sugli 800. Ebbene, la talentuosa atleta classe 2005 (da pochissimo entrata anche nel gruppo sportivo dell’Esercito) non ha “saziato” la sua fame ed è andata a vincere il titolo regionale dei 400, siglando anche il primato regionale e scendendo per la prima volta sotto il muro dei 54 secondi (53.89). Il riscontro cronometrico la porta in testa alle liste nazionali stagionali Juniores anche nei 400, oltre a regalarle il titolo regionale. Nella medesima gara non riesce a esprimere le sue qualità Chiara Padoan che accusa uno stato di malessere già prima della partenza (a causa delle temperature altissime) e chiude oltre due secondi sopra il personale, con un modesto 57.64 che comunque le basta per salire sul podio regionale Juniores al terzo posto. Il giorno successivo, però, l’altra promettente atleta frascatana si è riscattata alla grande nella prova dei 200 chiudendo a pochi centesimi dal personale in 24.58 grazie a una eccellente progressione finali e grandi frequenze nell’azione di corsa, ma soprattutto andando a prendersi il primo titolo di campionessa regionale Juniores, un risultato ancor più di valore considerando che la Padoan è al primo anno di categoria (essendo classe 2006). Terzo posto sul podio regionale Assoluto anche per il velocista Alessandro Smanio che conferma il suo buono stato di forma e l’ottimo trend di questa eccellente stagione fermando il cronometro a 10.86 (con vento +1.1) sulla specialità dei 100 metri. Non contento, Smanio ha bissato il piazzamento (terzo posto) il giorno successivo nei 200, anche qui non lontano dal personale (21.95). A Rieti era presente anche l’Allievo Alessandro Saddi che ha esordito nei 1500 chiudendo con un buon 4.08.45 (settimo posto tra gli Assoluti e secondo tra gli Allievi) e poi nella specialità preferita degli 800 ha sfiorato il personale (1.56.93) piazzandosi al 12esimo posto tra gli Assoluti e al quarto tra gli Allievi.


Continua a leggere

Sport

Lvpa Frascati (calcio), il ds Orlandi presenta lo staff tecnico del settore giovanile agonistico

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – La Lvpa Frascati punta sulla qualità. Sarà uno staff tecnico di alto livello quello con cui il club del presidente Giammarco Raparelli e del direttore generale Tonino D’Auria affronterà la nuova stagione. Dopo aver ufficializzato le guide delle prime squadre (Angelo Grande per la Promozione maschile e Graziano De Santis per l’Eccellenza femminile), è il momento di svelare i quadri tecnici del settore giovanile agonistico. A farlo è il direttore sportivo Leonardo Orlandi, frascatano doc che torna quest’anno alla Lvpa e farà lavoro da coordinatore e anche da tecnico. “Abbiamo scelto persone competenti e qualificate, tutti tecnici col patentino Uefa B. Iniziando dalle categorie dei più piccoli, avremo due squadre nell’Under 14: il primo gruppo sarà allenato da Francesco Bifolchi, ex Velletri e Marino con cui ho condiviso le esperienze all’Atletico Lodigiani e nella vecchia Lupa, mentre il secondo gruppo sarà affidato all’ex Romana Davide D’Auria. Il primo gruppo dell’Under 15 continuerà ad essere guidato da Rodolfo Gentilini (che si è piazzato secondo tra i provinciali nel Football Club Frascati con questi ragazzi nella passata stagione, ndr), una persona che sa di calcio e con cui ho giocato sempre alla Lupa anni fa. Il secondo gruppo sarà affidato ancora a Tommaso Gentilini, il figlio di Rodolfo. L’Under 16 sarà guidata al neo tecnico Ezio Basile, un allenatore ex Savio e Spes Artiglio che ho voluto fortemente e che scelsi già nella vecchia Lupa Frascati. Nell’Under 17 ci sarà un primo gruppo allenato da Gianluca Gasparro (ex Pro Roma e Polisportiva Ciampino) e un secondo guidato dal rientrante Fausto Di Marco che ha già lavorato col Football Club Frascati. Poi avremo un’Under 18 regionale allenata dal confermato Sergio Di Vincenzo che dovrà fare un campionato di preparazione alla futura Under 19, ma che è già in grado di togliersi tante soddisfazioni in un campionato che comunque prevede perfino le finali nazionali. L’Under 19, infine, la allenerò personalmente dopo averlo fatto nella passata stagione a Monte Porzio. Inoltre la società ha intenzione di allestire anche l’Under 21 che, però, rientrerà nelle “competenze” del direttore generale Tonino D’Auria che curerà la prima squadra. Va ricordato che avremo anche quattro preparatori atletici per le categorie dall’Under 14 all’Under 17 coordinati dal responsabile Gianluca Pietropaoli: assieme a lui lavoreranno Francesco Cantore, Alessio Giusti e lo stesso Tommaso Gentilini, mentre per le prime squadre, l’Under 21, l’Under 19 e l’Under 18 il responsabile della preparazione atletica sarà Luciano Minervini. Il preparatore dei portieri dall’Under 14 all’Under 17 sarà Robert Poccia (che già lavorava al Football Club Frascati, ndr), mentre l’ex Lodigiani Antonio Lepori si occuperà della Scuola calcio e delle categorie Under 18, Under 19, Under 21, Promozione maschile ed Eccellenza femminile”.


Continua a leggere

Sport

Tweener Padel Club Frascati, la “Summer Padel Cup” la vincono Valerio Buia e Germana Tonelli

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – Un altro venerdì “d’autore” per il Tweener Padel Club Frascati. Gli eventi presso il circolo di via delle Cisternole si susseguono e anche la “Summer Padel Cup”, torneo misto disputato nello scorso fine settimana, ha registrato un ottimo successo di partecipanti e di “gradimento”. Al via c’erano 17 coppie che sono state “sottoposte” alla consueta formula: gironi “open” e poi divisione in tre livelli (Gold, Silver e Bronze) a seconda del piazzamento nella prima fase. Il torneo ha visto gare di buon livello tecnico e alla fine a spuntarla sono stati Valerio Buia e Germana Tonelli che in una finale Gold estremamente tirata hanno piegato Ilio Zanussi e Alessia Iafolla. Nel Silver, invece, a vincere sono stati i giovani Alessio Mazzone (prodotto dell’Accademy del Tweener Padel Club Frascati) e Sofia Arcuri che nell’atto conclusivo hanno battuto Riccardo China e Giorgia Ercolani. Infine nel Bronze Chiara Sebastiani e Tiziano Pompili l’hanno spuntata in finale su Pina Massimi e Rino Messina. Come sempre nelle formule dei tornei “one day” del Tweener Padel Club Frascati si è partiti alle 18 e ci si è fermati per una ricca pausa-cena attorno alle 21, quando c’è stata una cocomerata per tutti i partecipanti, ma anche il consueto barbecue con carne e verdure grigliate oltre alle bruschette. Alla fine delle partite, c’è stata la premiazione di tutti i concorrenti con materiale tecnico: a presenziare c’era anche la campionessa italiana di padel Chiara Pappacena che si è prestata per un saluto ai partecipanti.
L’estate del Tweener Padel Club Frascati, però, non è ancora terminata e all’orizzonte c’è un altro venerdì… da paura. Il prossimo 19 luglio, infatti, va in scena la “Next Domus Padel Cup”, denominazione scelta in virtù dell’abbinamento commerciale con l’azienda leader nella domotica che distribuisce sistemi tecnologici audio, video, di automazione e luci e sicurezza e che metterà a disposizione dei premi molto interessanti per le venti coppie maschili al via. Sarà l’ultimo grande appuntamento estivo nel circolo tuscolano che, dopo qualche settimana agostana di “tregua”, è pronto a iniziare col botto il mese di settembre. Tra gli eventi in programma, infatti, ci sarà un torneo dedicato a coppie di semi-professionisti e professionisti con un ricco montepremi in palio. L’idea è quella di farlo per inaugurare la copertura di cinque dei sette campi di gioco e per l’apertura della Accademy, dove la famiglia Giovannini sta lavorando per portare i migliori professionisti del settore. Non serve altro che restare sintonizzati e attendere ulteriori dettagli.


Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

I più letti